Metastasio Jazz: sul palco il Vijay Iver Trio

vijaySonorità jazz dall’India al Metastasio, passando per Brooklyn. E’ un appuntamento con le nuove frontiere della musica jazz quello di lunedì 2 febbraio (ore 21) con il Vijay Iver Trio, protagonista della serata inserita nel cartellone di Metastasio Jazz 2009.
Vijay Iver è considerato il più brillante di una nuova generazione di talenti, molti dei quali legati alla comunità indiana di Brooklyn. Ha saputo filtrare le influenze ritmiche e melodiche della musica classica indiana attraverso un tocco potente, uno swing serrato, un’intensità emotiva densa. Facendo tesoro della lezione di Tim Berne e Steve Coleman, oggi Iyer è un compositore che si occupa di espressioni multimediali e al tempo stesso dirige un trio di grande compattezza, che passa da atmosfere pulsanti e trascinanti a oscure, possenti meditazioni. Una musica nuova e trascinante che suona potentemente antica. Con lui, sul palco del Met, saliranno Stephan Crump e Marcus Gilmore.

“Frutta antica” in trasferta a Cesena

Scatta la seconda fase del progetto “Frutta Antica”. Venerdì 13 febbraio, presso la Biblioteca Malatestiana di Cesena, doppio appuntamento, con la visita guidata alla collezione rara dell’opera di Gallesio e, all’Ecoistituto di Cesena, con la presentazione del libro “Frutta Antica” edito a cura dell’Area Protetta del Monteferrato. Una iniziativa organizzata dal Comune di Vaiano e dal Comune di Montemurlo, in collaborazione con la Comunità Montana val di Bisenzio, l’agenzia regionale ARSIA, l’Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Prato e la Pro Loco di Montemurlo.

frutta-anticaGli obiettivi sino quelli di riscoprire e valorizzare le piante da frutta rare e poco conosciute ancora presenti sul nostro territorio come la pera cestella, la mela savignanina, la pesca sanguigna e la pesca d’Ognissanti di Faltugnano, tutti frutti dimenticati ma che nel passato avevano un ruolo importante per i contadini fino a pochi decenni fa. Su questo fronte il Comune di Vaiano ha già elaborato una mappa con la localizzazione in GPS delle piante madri sparse sul territorio – ne sono state individuate 27 di tipo diverso -  per riscoprire e valorizzare questa biodiversità.

Per l’iniziativa di sabato 13 febbraio la partenza dei partecipanti è fissata alle ore 7.30 da Vaiano (ore 8 a Montemurlo), il trasporto è gratuito per tutti con prenotazione fino ad esaurimento posti presso Ufficio Cultura di Vaiano (dal lunedì al venerdì ore 8:30 – 12:30 tel. 0574.942472-942493) e la Pro Loco di Montemurlo (dal lunedì al venerdì ore 10 – 12 e 16 – 18  tel. 0574 558274): pranzo libero con la possibilità di degustare in loco la tradizionale piadina romagnola. Ritorno previsto intorno alle 21.30.

Finiti in anticipo i lavori notturni alla Madonna della Tosse

I lavori alla galleria della Madonna della Tosse, che hanno reso necessaria l’interruzione della circolazione durante la notte nel tratto vicino all’ingresso nord, si sono conclusi in anticipo e la circolazione notturna è già tornata normale.
Si trattava di intervenire sulla scarpata al di sopra della strada con scavi, demolizioni e movimenti di terra che, anche per ragioni di sicurezza, avevano bisogno di tempi adeguati e la soluzione dell’interruzione notturna era stata scelta proprio per contenere al massimo i disagi.

Strumenti musicali etnici in mostra

La scuola di musica Giuseppe Verdi per una settimana, dal 2 all’8 febbraio, ospiterà una mostra di 250 strumenti musicali etnici provenienti dai cinque continenti. Si tratta di una esposizione itinerante che il Centro internazionale studenti Giorgio La Pira di Firenze  sta portando in tre diverse città della Toscana: Firenze, Siena e adesso Prato.
La mostra in programma presso la scuola di musica Verdi, intitolata ‘L’arca degli strumenti’, sarà ogni giorno visitata dagli studenti delle scuole che, oltre a osservare da vicino gli strumenti, potranno anche ascoltarne il suono.
Il primo appuntamento in programma per lunedì 2 febbraio è con gli studenti del liceo Copernico e della scuola elementare De Andrè.

Un planetario digitale per il Centro di Scienze naturali di Galceti

Viaggerà attraverso il tempo e lo spazio, dall’origine della vita al futuro e in galassie distanti anche 28 milioni di anni luce, il nuovo planetario digitale del Centro di Scienze naturali di Galceti, il primo in Toscana con queste caratteristiche.

leonidiIl nuovo sistema digitale sostituirà quello elettromeccanico utilizzato finora dal Centro, che sarà comunque usato per le lezioni ai bambini delle elementari per muovere i primi passi nel cosmo. Tramite un apposito software che elabora le immagini e le foto scattate dal telescopio in orbita Hubble negli angoli più sperduti dell’universo, il sistema permetterà effetti speciali, animazioni e simulazioni come ‘lo spegnimento’ dell’atmosfera terrestre per vedere le stelle anche di giorno, l’osservazione dei corpi celesti fino alla magnitudo 6, la librazione della Luna, cioè la sua oscillazione non visibile ad occhio nudo, o anche fatti storici come l’esplosione di una stella distante 6.500 anni luce dalla Terra avvenuta nel 1054, come documentano antichi trattati di astronomi arabi. La messa a fuoco va da 10 cm all’infinito e ci può spostare dalla propria città, al Polo nord o all’Equatore per vedere il cielo di questi luoghi. Ma le potenzialità di simulazione sono davvero tante: il passaggio di una cometa, eclisse di Sole e Luna, il sorgere della Terra dalla Luna o anche di Saturno dalla sua luna Titano, la rappresentazione della configurazione delle costellazioni con relativi nomi e figure mitologiche e la proiezione di più di 100 immagini di oggetti del cielo profondo e di più di 100.000 stelle. Inoltre il planetario sarà itinerante e potrà spostarsi presso scuole o associazioni che ne facciano richiesta: il sistema è infatti dotato di una cupola gonfiabile di 6 metri di diametro con 60 posti. Il costo, circa 30.000 euro, è stato coperto dall’assessorato all’Ambiente del Comune e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Toscana nell’ambito del progetto Musei 2008.

La struttura si aggiunge all’osservatorio astronomico del Centro, che vanta quattro apparecchiature all’avanguardia come due riflettori, un rifrattore e un telescopio solare per vedere il cielo ‘profondo’, la nostra galassia e le macchie solari.

Blitz nel capannone a Montemurlo: arresti, denunce e sequestri

Ennesimo blitz delle forze dell’ordine in un’azienda gestita da cittadini orientali. Ancora una volta, i controlli hanno evidenziato una situazione di diffusa irregolarità. Alla fine, il bilancio parla di dodici cinesi identificati, due dei quali arrestati perchè già colpiti da provvedimento di espulsione, e 31 macchinari tessili sequestrati. Il controllo da parte dei carabinieri di Montemurlo ha interessato i locali di un’azienda di via Napoli,  gestita da un imprenditore cinese. L’uomo, 35 anni, è stato denunciato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per violazioni edilizie all’interno dell’edificio adibito ad azienda.

Il Comune cerca dieci nuovi vigili urbani

E’ stato pubblicato il bando di concorso del Comune di Prato per l’assunzione a tempo indeterminato di dieci agenti di polizia municipale.
Le domande di partecipazione – che potranno essere presentate anche anche via web seguendo le indicazioni sul sito wws.comune.prato.it/lavoro – dovranno pervenire alll’amministrazione comunale entro le ore 13 del 20 febbraio prossimo.
Il testo integrale del bando è reperibile presso l’URP Multiente (corso Mazzoni) e può essere consultabile e scaricabile dal sito web del Comune all’indirizzo www.comune.prato.it/lavoro/concorsi.

Rifiuti, la differenziata cresce sempre di più

Boom per la raccolta differenziata dei rifiuti che, nel 2008, è cresciuta di quattro punti percentuali passando dal 38,9 del 2007 al 42,88 per cento. Dato che acquista una luce ancora più positiva se ci limitiamo agli ultimi  tre mesi dello scorso anno, quando la raccolta differenziata ha registrato un’ulteriore crescita, raggiungendo il 44,3 per cento. Molto vicino, quindi, alla soglia del 45 per cento, che a questo punto diventa l’obiettivo per l’anno appena iniziato.

differenziataAndando a vedere nel dettaglio l’andamento dei rifiuti nel 2008, si evidenzia una crescita della carta e del cartone che nel 2007 aveva registrato un calo del 17 per cento; è un vero e proprio exploit, invece, quello fatto registrare dalla raccaolta della frazione organica che aumenta del 61 per cento; bene anche vetro, plastica e lattine che segnano un +20 per cento. Complessivamente le tonnellate di rifiuti gestite da ASM sono state 195.839, contro le 196.344 del 2007 (-0,26 per cento).

A spingere verso l’alto la raccolta differenziata è stata anche la riorganizzazione del servizio da parte di Asm (più cassonetti per la raccolta in regime differenziato, soprattutto nei comuni dell’alta Val di Bisenzio), l’introduzione di nuovi modelli come la raccolta porta a porta a Vaiano, l’estensione della raccolta integrale dei rifiuti porta a porta con cassonetto personale nelle aree industriali di tutta la provincia, l’ampliamento dell’esperienza “Raccogli meglio” in nuove aree. Si inserisce in questo contesto la raccolta porta a porta nel centro storico di Prato, al via dal prossimo 16 febbraio: la percentuale di differenziazione raggiunta nel 2008 e i segnali di ulteriore crescita registrati nell’ultimo trimestre sono confortanti, ma ancora distanti dalle soglie indicate dalla Regione Toscana (55 per cento nel 2010) e dalle normative nazionali (65 per cento nel 2012).

Conto alla rovescia per la raccolta porta a porta dei rifiuti in centro

E’ ormai partito il conto alla rovescia per il debutto, nel centro storico, della raccolta porta a porta dei rifiuti, con il conseguente pensionamento dei cassonetti.

In questi giorni continua la distribuzione degli appositi secchielli dei sacchetti. Personale di Asm, riconoscibile dalla casacca e dal tesserino aziendale, sta contattando tutte le famiglie e le utenze non domestiche per consegnare il kit per raccogliere i rifiuti, il calendario con le indicazioni dei giorni per l’esposizione delle diverse tipologie e i depliant per una corretta raccolta differenziata. Il punto informativo di ASM, allestito al piano terra della sede della circoscrizione Centro, in via dell’Accademia 40, resterà aperto fino al 28 febbraio dalle 10 alle 13 e il giovedì anche dalle 15 alle 16. Qui, ogni cittadino potrà avere ulteriori informazioni sul servizio e ritirare il kit nel caso non lo abbia ricevuto perché assente ai due passaggi del personale di ASM.

La zona interessata dal porta a porta è quella delimitata dalle mura antiche, oltre al tratto di via Ferrucci compreso tra piazza San Marco e via Valentini, il tratto di via Fra’ Bartolomeo compreso tra via Bettino e via Ferrucci, il tratto di via Strozzi compreso tra via Battisti e via Porta al Serraglio. Ogni tipologia di rifiuto avrà il suo giorno di ritiro e dovrà essere esposta davanti al numero civico tra le 19.30 e le 20.30.

Crisi economica, ultimatum al governo

E’ un vero e proprio ultimatum al governo per aprire il confronto sulla situazione locale, quello uscito al termine  dell’incontro del tavolo di distretto convocato dal presidente Massimo Logli in Provincia e che ha visto, riuniti intorno alla stesso tavolo, amministratori locali, forze economiche e i sindacati. Ormai non c’è più tempo: da marzo sarà emergenza, con la fine delle risorse per la Cigs in deroga. Da qui l’idea di una mobilitazione in grande stile che avrà il suo momento clou nella terza settimana di febbraio. Un modo per alzare la voce e farsi ascoltare a Roma.

Il distretto è a una svolta: i prossimi mesi saranno decisivi per la salvaguardia della filiera e il suo futuro. La decisione di dare avvio a un’azione in grande stile che porti Prato alla ribalta è stata presa senza tentennamenti. Già per martedì prossimo tutti sono di nuovo convocati per decidere i particolari della mobilitazione. Nel corso della riunione si è parlato di interventi sulla stampa nazionale, di una grande manifestazione, di sedute di consiglio provinciale e consiglio comunale aperti. Qualcuno ha proposto di utilizzare le pezze colorate che sono nei magazzini per rivestire i monumenti della città. “Entro martedì metteremo a punto un documento per sollecitare di nuovo il Governo e in particolare il ministero dello Sviluppo economico a un incontro – annuncia Logli – nella scaletta i temi centrali sono quello degli ammortizzatori sociali e del credito alle imprese”. I sindacati – per bocca di Manuele Marigolli – hanno parlato chiaro: a marzo – se non ci saranno interventi – saremo all’emergenza sul fronte del finanziamento della cassa integrazione straordinaria in deroga, in quanto le risorse dell’Ebret sono agli sgoccioli. Al tavolo è stata presentata anche la richiesta di prorogare i tempi di indennità di mobilità e cassa integrazione ordinaria e si è parlato di iniziative speciali per il sostegno al reddito dei lavoratori.

Scrutatori, depositato l’albo per le Europee

E’ stato depositato il 28 gennaio presso l’Ufficio elettorale del Comune in piazza Cardinale Niccolò 13 l’albo aggiornato delle persone idonee al ruolo di scrutatore di seggio elettorale, in vista delle elezioni europee ed amministrative del 6 e 7 giugno. Nei prossimi 15 giorni ogni cittadino interessato può prendere visione dell’albo senza alcuna formalità, con la facoltà di proporre ricorso per la indebita iscrizione o errata cancellazione alla Commissione elettorale circondariale entro dieci giorni dalla scadenza del termine di deposito. Il ricorrente che impugna l’iscrizione o la cancellazione deve dimostrare di aver fatto eseguire, entro cinque giorni successivi alla presentazione del ricorso, la notificazione per mezzo di messi comunali alla parte interessata, che può presentare controricorso alla stessa Commissione elettorale circondariale entro cinque giorni dalla notifica.

I commercianti pratesi “sposano” il metodo Lucca

Se Lucca non vuole i venditori di Kebab all’interno delle mura, i commercianti pratesi sono pronti a chiedere misure altrettante draconiane anche per tutelare il nostro centro storico. Una posizione ribadita dall’Unione commercianti pratese, che ha voluto così schierarsi dalla parte del sindaco di Lucca Mauro Favilla, autore dell’ordinanza – poi corretta e ammorbidita – che praticamente metteva al bando i locali etnici dalla parte più antica della città.

kebab“Si può condividere o non condividere l’ordinanza comunale che a Lucca pone vincoli stringenti sui kebab – dicono dall’Unione commercianti di Prato -, si può discutere sul contenuto e sugli effetti, ma almeno lì l’amministrazione comunale davanti ad un problema ha lavorato e ha cercato una soluzione”. Il caso Lucca diventa, quindi, il pretesto per attaccare l’immobilismo del Comune di Prato che, secondo i commercianti dell’Unione,  ha prodotto un solo effetto: anni di totale anarchia durante i quali l’offerta commerciale del centro storico è stata completamente stravolta dai tanti negozi etnici sui quali non c’è stato il minimo di pianificazione e controllo. “Chiediamo serietà su questo tema – dice l’Unione – e soprattutto chiediamo che non ci si riempia la bocca con l’attuale Regolamento sui negozi di qualità che nulla ha a che fare con i kebab. Quello è uno strumento che disciplina solo i pubblici esercizi, bar e ristoranti per la precisione. Il resto rimane fuori”.

Infine un appello: “Almeno le norme che ci sono vengano fatte rispettare – dice l’Unione – orari, aperture e chiusure, listino prezzi. Discutiamo e lavoriamo per Prato, e se proprio si vuol parlare di Lucca facciamolo per dire che almeno quella città non ha chiuso gli occhi davanti ad un problema evidente”.

Appuntamento con il gusto a palazzo Vestri

Proseguono gli incontri con il gusto a palazzo Vestri,  giovedì 29 gennaio (ore 21) l’appuntamento è con Di bianco in bianco una degustazione di vini del Friuli abbinata a una selezione di formaggi. L’iniziativa, che rientra nella promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio portato avanti dall’assessorato al Turismo della Provincia, è organizzata dalla Strada medicea dei vini di Carmignano e dal ristorante Il Convito.

Al Politeama la magia de “Lo schiaccianoci”

schiaccianoci-foto-piccola1Si rinnova l’appuntamento con la danza classica al Politeama. Reduce dal successo di pubblico registrato nella stagione invernale 2007/2008 il Croatian National Ballet Theatre diretto da Almira Osmanovich, ritorna in Italia al Politeama Pratese con la produzione de Lo Schiaccianoci, balletto classico della migliore tradizione russa, che sarà proposto sabato 31 gennaio alle ore 21 e domenica 1 febbraio con inizio alle ore 16.
La musica sognante e fantasiosa di Chaikovskij racconta della vigilia di Natale che il borgomastro di Norimberga decide di festeggiare attorno all’albero con la moglie e i due figli, Clara e Fritz. Drosselmeyer, un misterioso personaggio, tra numeri di magia e atmosfere oniriche, regala a Clara uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino. Al termine della sontuosa festa, Clara, felice per il dono ricevuto, si addormenta stringendo il suo schiaccianoci tra le braccia. La magia farà volare la piccola in un mondo fantastico, dove il suo schiaccianoci si trasformerà in un bellissimo principe.
In occasione della rappresentazione de Lo Schiaccianoci presso il Teatro Politeama di Prato, Luigi Pignotti, promotore dello spettacolo, insieme con la direttrice del Balletto Nazionale Croato Almira Osmanovic e la collaborazione del ballerino e coerografo Jozo Borcic, presentano un progetto culturale che coinvolge le scuole di danza locali, in questo caso, l’Associazione Culturale Idea Danza di Prato. Oltre quaranta piccoli allievi di Idea Danza hanno partecipano allo spettacolo accompagnando i ballerini del Croatian National Ballet Theatre.

Fugge dopo l’incidente, inseguito e arrestato

Prima ha provocato un incidente, poi ha cercato di fuggire. Alla fine è stato bloccato da un vigile urbano fuori servizio, che gli ha anche evitato guai peggiori, visto che una piccola folla, subito radunatasi, sembrava intenzionata a farsi giustizia con le proprie mani.
E’ accaduto martedì sera a Tobbiana. Protagonista un cinese, clandestino, alla guida di un Monovolume Seat, intestato ad un connazionale residente fuori regione e, per di più, privo di assicurazione.
Intorno alle 21.30, il cinese ha provocato un incidente all’incrocio tra via Masini e via Traversa Pistoiese: si è scontrato con una Fiat Panda, con a bordo due donne, e l’ha mandata a sbattere contro il muro, che in quel punto delimita la strada. Poi, nonostante le due donne all’interno dell’auto fossero ferite e doloranti, ha pensato bene di fare retromarcia e darsi alla fuga. La scena, però, è stata osservata da un agente di polizia municipale, libero dal servizio, che si è messo subito all’inseguimento dell’auto pirata. Seguendo i pezzi di carrozzeria persi dalla Seat e la scia di liquidi lasciata sull’asfalto, l’agente è riuscito a bloccare il cinese in via Argine del Fosso: prima ha ostruito con la sua auto il cammino alla Seat poi, quando il clandestino ha tentato la fuga a piedi, lo ha acciuffato.
Una volta tornati sul luogo dell’incidente, la situazione si è fatta tesa. Varie persone, richiamate in strada dal trambusto, hanno iniziato ad inveire contro il cinese, difeso dall’agente che lo aveva appena bloccato e che, a scanso di ulteriori problemi, ha fatto intervenire anche una pattuglia di carabinieri, anche perché sul posto, oltre agli italiani, stavano sopraggiungendo numerosi cittadini orientali. Nel frattempo le due donne sono state accompagnate al pronto soccorso di Prato, dove sono state medicate e giudicate con prognosi di 7 e 4 giorni.
Il pirata della strada, invece, è stato identificato come un 30enne, senza fissa di dimora e clandestino. E’ stato quindi arrestato per non essersi fermato a seguito di incidente con danni alle persone e denunciato per guida senza patente.

Apre Pitti Filati, ma il settore vede nero

Al via la 64esima edizione di Pitti Immagine Filati, alla Fortezza da Basso di Firenze, che apre i battenti in un contesto alquanto preoccupante per il settore della filatura italiana.

Secondo le stime del Centro Studi del Sistema Moda Italia le performance della filatura italiana nel 2008 sono allarmanti. Al calo del 2007, si aggiunge una nuova contrazione del giro di affari, che dovrebbe raggiungere il -7,3%. La produzione si trova ad un livello critico: in Italia si prevede una flessione, nel 2008, dell’11%. Colpa delle vendite estere che nei primi 9 mesi dell’anno hanno subito un grosso calo, sia per i filati lanieri che cotonieri. Contenute le perdite di produzioni di nicchia come i filati per aguglieria e linieri. Su base annua, si stima un decremento del fatturato estero pari al -18%.

Vendite ok nelle prime due settimane di saldi

Finalmente un sorriso sulle facce dei commercianti pratesi, dopo i tanti musi lunghi degli ultimi mesi. I saldi invernali, partiti due settimane fa, hanno registrato fino ad ora un andamento positivo, con un volume d’affari che ha confermato quello dello scorso anno e vendite secondo le aspettative.

001saldiLa conferma arriva da un  sondaggio effettuato dall’Unione Commercianti di Prato tra i suoi associati. Parlare di exploit non è aderente alla realtà, ma la crisi tanto sbandierata non solo non ha schiacciato le vendite nel periodo natalizio, ma non sta incidendo troppo nemmeno nell’avvio dei saldi. Consumatori molto attenti ai prezzi, allo sconto praticato, alle diciture dei cartellini. Come ogni anno, alla vigilia dei saldi l’Unione Commercianti ha ricordato le regole, valide per commercianti ed acquirenti, di svendite corrette e a norma di legge; uno strumento che certamente ha aumentato la sensibilità di chi vende e di chi compra. I saldi si confermano un momento molto atteso, soprattutto per chi ha rinunciato a Natale all’acquisto di un capo o di un oggetto non proprio alla portata delle sue tasche. Il periodo delle svendite invernali si conclude il 7 marzo.

Il “Gambero Rosso” fa la spesa in piazza Lippi

Il “Gambero Rosso channel”, il canale di RaiSat dedicato alla buona cucina, in onda tutti i giorni sul canale 410 della piattaforma Sky, ha fatto acquisti a Prato. Ed in particolare si è servito dal pescivendolo ambulante che opera sotto le logge di piazza Lippi.
E’ uso degli autori del “Gambero Rosso” riprendere e presentare i luoghi e i venditori dove fanno gli acquisti per le ricette che poi vengono presentate gionalmente nella trasmissione. Stamani è tocccato al mercatino di piazza Lippi e al banco ambulante che vende il pesce essere ripreso dalle talecamere del “Gambero Rosso channel”.

Uisp, eletti i nuovi vertici di Tennis e Basket

In attesa del prossimo 14 febbraio, quando si terrà il XVI Congresso provinciale della Uisp di Prato, stanno terminando le assemblee provinciali dei vari settori sportivi che compongono questa associazione. La scorsa settimana sono stati rinnovati i consigli del tennis e del basket. Caterina Boscherini continuerà a guidare la Lega Tennis anche nel prossimo quadriennio. Sara Ghirelli è stata eletta vicepresidente, mentre Furio Mazzei ha ottenuto la nomina di segretario. Completano il consiglio Stefano Pagliai ed Erasmo Palma. In Lega Pallacanestro è stato invece nominato al vertice Luca Mori, presidente uscente della Uisp di Prato, che sarà affiancato da Massimiliano Palmieri, Marco Rondelli e Nicola Tesi.

Crisi Vacuum Systems, l’accordo è ancora lontano

Ancora una fumata nera per i 44 dipendenti della Galileo Vacuum Systems di Prato. Dopo quello in Provincia dello scorso 15 gennaio anche il tavolo tecnico convocato  dalla Regione Toscana si è chiuso con un mancato accordo. C’è però una novità consolatoria: la Regione chiederà a Fidi Toscana di anticipare la Cassa integrazione straordinaria in modo da alleviare le condizioni del personale che da 5 mesi vive senza stipendio e da 10 senza contributi previdenziali.

L’olio più buono è quello della Fattoria di Colle

estrazione_olio_500Val di Bisenzio protagonista al premio “Oleum Nostrum”, la  manifestazione promossa da Provincia di Prato, Camera di Commercio e Comune di Carmignano, che ha visto premiate le aziende agricole della vallata per quanto riguarda la produzione dell’olio di extra vergine di oliva.

Il primo premio è stato assegnato alla produzione della Fattoria di Colle di Anna Maria Galli di Cantagallo mentre nella lista dei dieci finalisti scelti da una giuria di esperti su ventotto aziende provenienti da tutta la Provincia, ci sono anche il Podere Docciola di Paolo Milanesi e l’azienda Elisabetta Antonelli di Vaiano. Grande soddisfazione per questo riconoscimento all’oro giallo di altissima qualità della Val di Bisenzio è stato espresso dal Presidente della Comunità Montana Marco Ciani. “Alla Fattoria di Colle va tutto il nostro plauso e riconoscimento – ha commentato – perché si tratta di una realtà che si è attrezzata e che investe sul territorio. Insieme alle altre due nostre aziende che sono state premiate è la dimostrazione che anche da noi l’agricoltura, pur essendo un settore marginale, si sta sempre di più affermando in termini economici e produttivi impensabili fino a pochi anni fa. Questo grazie anche al fatto che le nostre imprese agricole si stanno specializzando sulle produzioni di eccellenza della vallata che oltre all’olio vede la castagna, il miele e la carne di mucca Calvanina”.

I dieci finalisti premiati, con la Fattoria di Colle di Anna Maria Galli, sono: Immobiliare Castelvecchio (Carmignano), Podere Docciola di Paolo Milanesi (Vaiano), azienda Elisabetta Antonelli (Vaiano), La Tenuta Cantagallo e Le Farnete (Carmignano), Sottotono (Carmignano), la ditta Elena Vangi (Prato), la Tenuta di Bagnolo di Cristina Morrocchi (Montemurlo), l’azienda Roberto Mechi (Montemurlo) e l’azienda agricola San Giorgio (Montemurlo).

Ladri in canonica, rubati 800 euro al parroco di Vergaio

Svuotata la cassaforte della canonica della chiesa di Vergaio, alla periferia ovest di Prato. Il furto, che ha fruttato 800 euro in contanti e svariati monili d’oro, è stato denunciato dal parroco ai carabinieri. Al momento del furto, il parroco non si trovava in parrocchia e i malviventi hanno potuto agire con tutta calma, prima forzando la porta d’ingresso della canonica, poi cercando, e trovando, le chiavi per aprire la cassaforte a muro. Secondo quanto riferito nella denuncia, il colpo sarebbe stato messo a segno nel primo pomeriggio di domenica.

A Vaiano si recuperano i punti della patente

patenteIl Corpo Unico di Polizia Municipale dei comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio ha organizzato, per il mese di marzo,  il 7° corso di recupero punti patente. Possono partecipare i titolari di patenti cat. A e B che hanno perso dei punti sulla loro patente di guida ed ai quali è giunta la comunicazione dell’Anagrafe Nazionale degli abilitati alla guida. Il corso, per un tetto di massimo 25 iscritti,  è aperto anche ai non residenti nei tre comuni della vallata e si svolgerà nella sede della Polizia Municipale di Vaiano dal 23 marzo fino al  3 aprile. Prevede 6 lezioni, di 2 ore l’una, per una durata complessiva di 12 ore è l’orario di svolgimento delle lezioni è dalle ore 21 alle ore 23. La sola frequenza consente di recuperare 6 punti. Per le iscrizioni e ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’Ufficio Polizia Municipale di Vaiano dal lunedì al sabato dalle ore 08.30 alle ore 10.30, o telefonare allo 0574-942441, e-mail: n.casini@comune.vaiano.po.it. Sul sito del Comune di Vaiano www.comune.vaiano.po.it  è poi disponibile il modulo per la domanda per l’iscrizione e tutti i riferimenti normativi.

Musica Klezmer a Officina Giovani

Martedì 27 gennaio, alle 21, in occasione del ‘Giorno della Memoria’, dedicato al ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati nei campi nazisti, presso Officina Giovani si svolgerà il concerto di musica ‘Klezmer’ del Marco Fusi Group. L’iniziativa è realizzata a cura dell’assessorato alla Cultura del Comune e della Fondazione Museo della Deportazione e della Resistenza.
La parola Klezmer deriva dai termini ebraici kley e zemer (‘strumento che canta’) e individua la musica popolare prevalentemente strumentale degli ebrei dell’Europa orientale, conservata ed elaborata a partire dal secolo XVII. Il folklore e le tradizioni musicali di Polonia, Romania, Russia e Ucraina vivono nel klezmer coniugate da una espressività tipicamente ebraica (a sua volta fortemente contaminata dalla tradizione musicale presente in Palestina, di matrice araba). Momento cruciale nella storia del klezmer fu la massiccia emigrazione ebraica negli Stati Uniti, dove ancora una volta attinse all’universo sonoro del paese che l’aveva accolto, contaminandosi con il jazz.

Lavori alla galleria, di notte stop al traffico sulla SR325

A partire da lunedì 26 gennaio, e fino alla notte tra il 2 e il 3 febbraio, la Vallata sarà praticamente isolata da Prato nelle ore notturne. Questo per consentire i lavori di completamento per la galleria della Madonna della Tosse, l’intervento più complesso del primo lotto di adeguamento della SR 325.
La circolazione sarà interrotta, da mezzanotte fino alle 4.30, proprio nel tratto vicino all’ingresso nord della galleria, per consentire di intervenire sulla scarpata al di sopra della strada con scavi, demolizioni e movimenti di terra. Per mantenere condizioni di sicurezza ottimali sia per gli operatori che per gli utenti della strada è quindi indispensabile sospendere la circolazione stradale nella fascia oraria notturna compresa tra le ore 24 e le 4,30.
Il traffico sarà deviato su percorsi alternativi, che verranno indicati mediante posizionamento di idonea segnaletica, a partire dalle strade comunali di Prato per chi è diretto a nord e lungo la stessa SR 325 per il traffico diretto a sud. In particolare i mezzi superiori a 3,5 tonnellate diretti sia a nord che a sud potranno utilizzare come percorso alternativo la strada Barberino di Mugello – Montepiano.

In treno ad Auschwitz, per non dimenticare

auschwitz_l1Un treno, e un viaggio, per non dimenticare, Parte domenica 25 gennaio il Treno della memoria, destinazione Auschwitz. A bordo ci saranno anche i 42 studenti e gli 8 insegnanti delle scuole superiori della provincia di Prato che quest’anno partecipano al viaggio promosso dalla Regione Toscana, in collaborazione con il Museo della Deportazione e Resistenza di Prato, e con il sostegno della Provincia.
I ragazzi che saranno ad Auschwitz dal 25 al 29 gennaio frequentano gli istituti Buzzi, Cicognini-Rodari, Copernico, Gramsci-Keynes, Dagomari e Livi. Gli 8 insegnanti che li accompagnano sono Manuela Bonaccioni del Buzzi, Dania Mazzoni e Liuba Giuliani del Cicognini Rodari, Franca Zamponi del Copernico, Lorenzo Giuseppe del Gramsci Keynes, Monica Lumachi e Antonino Muratore del Dagomari e Paola Grassi del Livi
Il programma prevede la visita guidata al campo di Auschwitz-Birkenau e alla città di Cracovia, con il vecchio quartiere ebraico di Kazimierz (oggi una normale zona del centro storico).

Portamitanterose.it, “Amici” sbarca al Politeama

I ragazzi di Amici, la popolare trasmissione di Canale 5, saliranno sul palco del Politeama sabato 24 gennaio (ore 21) e domenica 25 gennaio (ore 16) con lo spettacolo Portamitanterose.it, commedia di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime, con la collaborazione di Chicco Sfrondini e che vede, nei panni della protagonista, la grande e intramontabikle Valeria Valeri. Nel cast anche Pierfrancesco Poggi, Fanny Cadeo, Paolo Ruffini e Claudia Campolongo, oltre ad una nutrita pattuglia di giovani usciti dalla scuola del programma di Maria De Filippi.

Lo spettacolo è la storia di un gruppo di attori giovani, molti al debutto, che si ritrovano nella casa di una donna non più giovanissima che in passato aveva sognato di fare l’attrice ma in qualche modo le era stato impedito. Lì avviano la speranza di fare uno spettacolo ma il produttore sparisce e loro, incoraggiati da questa straordinaria “produttrice”, cercano di mettere insieme una rappresentazione. In realtà si intrecciano, l’una via l’altra, una serie di esperienze di vita, stando bene attenti a non perdere l’entusiasmo che è quello che fa superare sacrifici e sconfitte. La storia si conclude con quello spettacolo forse un po’ sgangherato che stavano immaginando che, comunque, debutta. I sogni talvolta si realizzano.

Prezzi dei biglietti
Poltrona  I° Settore        €   28,00 + € 2,00 Dir. Prev.     *Ridotto € 25,00 + € 2,00 Dir. Prev.
Poltrona II° Settore        €   25,00 + € 2,00 Dir. Prev.     *Ridotto € 22,00 + € 2,00 Dir. Prev.
Galleria                             €   22,00 + € 2,00 Dir. Prev.     *Ridotto € 20,00 + € 2,00 Dir. Prev.

Sottopasso Questura aperto per San Valentino

Una notizia che sicuramente farà felici gli automobilisti pratesi: è iniziato ufficialmente il countdown per l’apertura del sottopasso alla Questura, la cui data d’inaugurazione è fissata (tempo permettendo) per sabato 14 febbraio.
Nel frattempo proseguono gli ultimi lavori per rendere il sottopasso finalmente transitabile, con nuove deviazioni alla circolazione nella zona del cantiere: il 27 o il 28 gennaio (dipenderà anche in questo caso dal maltempo), per almeno una mezza giornata, il traffico proveniente dal viale della Repubblica per la Questura/via Berliguer/Prato Est dovrà raggiungere Pratilia per immettersi, dalla rotonda, sulla corsia opposta della Declassata.
Sabato 31 gennaio, invece, il traffico proveniente da Pratilia e via Berlinguer per il viale della Repubblica dovrà raggiungere la rotonda sottostante il Ponte Lama e da qui immettersi sull’altro senso del viale Leonardo da Vinci.

Cultura a Prato, esperti a confronto

cecchi2Una tavola rotonda per fare il punto sull’offerta culturale della nostra città e per capire se il rilancio di Prato potrà passare anche dalla cultura. E’ questo il senso dell’iniziativa  – targata Pdl, ma “bipartisan” nelle intenzioni degli organizzatori – fissata per sabato 24 gennaio, alle 9.30, a Palazzo Novellucci. “Quale cultura per quale pubblico?”, questo il nome dato all’incontro, sarà moderato dal giornalista Umberto Cecchi (nella foto) e vedrà confrontarsi l’attrice Valentina Banci, i registi Massimo Luconi e Paolo Magelli, Filippo Boretti (direttore di Crocevia, e Riccardo Mazzoni, giornalista e attuale deputato per il Pdl.

Aziende in crisi, sit in per i dipendenti della Vacuum System

Ormai è un bollettino di guerra. La difficile situazione economica e le sue ripercussioni sul distretto pratese continuano a mietere vittime, con situazioni ormai disperate, come quella in cui versano i 45 dipendenti della Vacuum System di Prato. Dallo scorso mese di ottobre nessuno di loro ha più ricevuto lo stipendio, a causa della gravissima crisi finanziaria in cui si trova l’azienda. Inoltre il mancato accordo con cui si è concluso l’incontro in Provincia dello scorso 15 gennaio ha portato alla sospensione dei lavoratori fino al prossimo maggio, con una cassa integrazione straordinaria a zero ore. E presto, se  istituzioni e Finmeccanica non troveranno una soluzione, come promesso, la crisi si allargherà, perché a rischiare il posto sono anche 200 lavoratori dell’indotto. Così ai lavoratori, e ai sindacati, non resta che affidarsi a manifestazioni di protesta come quella di lunedì 26 gennaio, quando si svolgerà un sit in piazza della Libertà a Firenze in occasione di un incontro convocato dalla Regione con i rappresentanti sindacali.

I lavoratori sperano in un piano industriale valido e sopratutto nell’individuazione di un soggetto disposto a rilevare l’azienda e a portarla avanti perché il lavoro non mancherebbe, tutt’altro. La società ha ancora un portafoglio ordini di 14 milioni di euro e continue richieste di impianti da parte dei clienti. Le prospettive di guadagno insomma ci sono tutte.