Emergenza frane a Cantagallo

E’ ancora emergenza frane per la Val di Bisenzio. Le intense piogge dei giorni scorsi hanno ulteriormente aggravato la situazione sul fronte frane nel Comune di Cantagallo. Il sindaco Ilaria Bugetti ha firmato oggi l’ordinanza per la chiusura di via Pietrabianca, una strada già interessata da una precedente frana e una delle due che collegano il borgo di Fossato alla viabilità principale. Il movimento franoso stavolta ha fatto sparire diverse decine di metri di carreggiata rendendola del tutto impraticabile. Un altro smottamento è stato segnalato sulla strada che collega Sanguineta e Peraldaccio dove sono ancora in corso le verifiche da parte dei tecnici comunali per valutare i danni. Altri due smottamenti hanno interessato la strada comunale di Gricigliana e quella che da Luicciana conduce a Cantagallo, in questo caso le due strade sono state transennate e sono percorribili a senso unico alternato. “Una situazione che diventa sempre più grave – commenta preoccupata Ilaria Bugetti sindaco di Cantagallo –che si somma alle 11 frane subite durante l’ondata di maltempo dello scorso dicembre con strade chiuse e altre percorribili parzialmente. Abbiamo stimato che per tornare alla normalità sono necessari oltre un milione di euro, risorse che cercheremo di reperire chiedendo aiuto alla Regione Toscana e alla Provincia di Prato”. Domani è prevista una tregua delle piogge ma i prossimi giorni anche la Val di Bisenzio sarà interessata da un altro fronte di maltempo.frana-325-b

Piste ciclabili lungo il Bisenzio chiuse… per acqua

L’intensa pioggia, che per tutta la giornata ha flagellato Prato e provincia, ha costretto il Comune a chiudere l’accesso alle piste ciclabili lungo il Bisenzio. Il provvedimento è stato adottato nel primo pomeriggio dalla Protezione civile per l’innalzamento, causa maltempo, del letto del fiume, che ha invaso ampi tratti dei nastri riservati alla bicicletta, che corrono lungo le  rive. Dalla Protezione civile arrivano comunque segnali tranquillizzanti: «La situazione è sotto controllo e non si prevedono particolari problemi».

Internet lumaca bye bye

Stop ai collegamenti internet tartaruga, anche nelle zone montane e isolate della nostra provincia. Entro il 2009 l’intero territorio pratese avrà l’attivazione della linea ADSL, con la conseguente connessione a Internet facile e veloce. Sarà così azzerato il ‘digital divide’, il divario esistente tra chi può accedere alle nuove tecnologie e chi no. Un ottimo risultato, che arriva ben prima del termine stabilito dalla Regione Toscana che lo fissava per il 2010.
“Con la copertura totale della banda larga abbiamo conseguito un obiettivo di mandato che guarda al futuro, che semplifica la vita di cittadini e imprese e apre allo sviluppo di attività anche economiche senza spostarsi dalla propria abitazione”, sottolinea l’assessore provincialealla Gestione sviluppo risorse informatiche Andrea Monni – Il lavoro della Provincia, prima in Toscana a essere coperta al 100% dalla banda larga, si è concentrato sulle infrastrutture. L’intervento dell’ente garantisce la copertura capillare anche in zone poco appetibili dal punto di vista commerciale, lasciate scoperte dagli operatori”.
Con un investimento complessivo di un milione e mezzo di euro (dei quali 400 mila sono fondi provinciali) si è già conclusa la prima fase di intervento che ha attivato il servizio per crca 3.300 utenti, la seconda si concluderà entro marzo 2009 e coprirà altri 1.300 utenti, mentre i restanti 500 saranno raggiunti entro la fine del prossimo anno.

Così si mangiava alla Stella d’Italia

Si rinnova l’appuntamento con il gusto e la cultura enogastronomica della nostra città, grazie al terzo e ultimo appuntamento de Il Gusto dei Luoghi, ciclo di degustazioni promosso da Provincia e Apt e organizzato da Marte Comunicazione a Palazzo Vestri. Protagoniste della serata (in programma giovedì 22 gennaio, alle ore 21) saranno le storie saporite alla tavola della Stella d’Italia, lo storico albergo pratese ospitato proprio da Palazzo Vestri, in piazza Duomo. Durante l’incontro i menu caratteristici del ristorante saranno raccontati da Foenna Caciotti Tomada, la signora della Stella d’Italia, e Diana Toccafondi, direttore dell’Archivio di Stato di Prato. Sui racconti e le storie vissute dell’albergo simbolo dei pratesi interverranno due esperti: Rodolfo Betti e Umberto Mannucci. La serata proseguirà, con l’accompagnamento delle musiche di Octavarima, e vedrà la preparazione di una torta da cerimonia curata da Paolo Sacchetti. In abbinamento i vini del Consorzio di Carmignano.

Pochi giorni e l’attesa sarà finita

Ancora qualche giorno per finire il template, con il logo e la testata definitiva, e per perfezionare la registrazione al tribunale, e poi questo sito, di notizie su e per i pratesi, sarà attivo. Notiziediprato.it punta a diventare un’occasione di confronto e di discussione tra tutti coloro hanno a cuore il destino e la vita della nostra città. I pratesi che abitano a Prato, naturalmente. Ma anche tutti quei nostri concittadini che sono lontani, per scelta o per ragioni contingenti: chi per motivi di studio o di lavoro, chi per vacanza, chi per amore o altri motivi familiari. A loro vogliamo dare la possibilità di conoscere, giorno per giorno, quello che succede nella loro città: i fatti di cronaca, gli eventi della vita quotidiana, i momenti culturali, il dibattito politico-sociale, gli sviluppi dell’economia. Le stesse cose che, naturalmente, interessano anche a chi (per fortuna, diciamo noi) a Prato continua a viverci e a lavorarci, e con Notiziediprato.it avrà la possibilità di essere informato e coinvolto nel modo più diretto e spontaneo che esista ai giorni nostri: internet. E, si badi bene, non solo essere fruitore passivo di notizie, ma anche attore protagonista, attraverso due semplici strumenti: la possibilità di commentare ogni articolo che verrà pubblicato e l’opportunità di contribuire direttamente alla realizzazione di questo giornale on line, spedendo articoli o interventi all’indirizzo info@notiziediprato.it. A presto, dunque.