Rifiuti, la differenziata cresce sempre di più

Boom per la raccolta differenziata dei rifiuti che, nel 2008, è cresciuta di quattro punti percentuali passando dal 38,9 del 2007 al 42,88 per cento. Dato che acquista una luce ancora più positiva se ci limitiamo agli ultimi  tre mesi dello scorso anno, quando la raccolta differenziata ha registrato un’ulteriore crescita, raggiungendo il 44,3 per cento. Molto vicino, quindi, alla soglia del 45 per cento, che a questo punto diventa l’obiettivo per l’anno appena iniziato.

differenziataAndando a vedere nel dettaglio l’andamento dei rifiuti nel 2008, si evidenzia una crescita della carta e del cartone che nel 2007 aveva registrato un calo del 17 per cento; è un vero e proprio exploit, invece, quello fatto registrare dalla raccaolta della frazione organica che aumenta del 61 per cento; bene anche vetro, plastica e lattine che segnano un +20 per cento. Complessivamente le tonnellate di rifiuti gestite da ASM sono state 195.839, contro le 196.344 del 2007 (-0,26 per cento).

A spingere verso l’alto la raccolta differenziata è stata anche la riorganizzazione del servizio da parte di Asm (più cassonetti per la raccolta in regime differenziato, soprattutto nei comuni dell’alta Val di Bisenzio), l’introduzione di nuovi modelli come la raccolta porta a porta a Vaiano, l’estensione della raccolta integrale dei rifiuti porta a porta con cassonetto personale nelle aree industriali di tutta la provincia, l’ampliamento dell’esperienza “Raccogli meglio” in nuove aree. Si inserisce in questo contesto la raccolta porta a porta nel centro storico di Prato, al via dal prossimo 16 febbraio: la percentuale di differenziazione raggiunta nel 2008 e i segnali di ulteriore crescita registrati nell’ultimo trimestre sono confortanti, ma ancora distanti dalle soglie indicate dalla Regione Toscana (55 per cento nel 2010) e dalle normative nazionali (65 per cento nel 2012).

I commenti sono chiusi.