Macchinari sequestrati in ditta cinese a Cantagallo

Sequestrati dei macchinari e trovato un lavoratore cinese irregolare senza permesso di soggiorno. Sono questi i risultati di un controllo effettuato nella notte tra il 24 e il 25 febbraio dal Corpo Unico di Polizia Municipale dei Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio, in una ditta di confezioni di vestiario in pelle, situata in un edificio artigianale nel Comune di Cantagallo, via di Migliana località Butia. Un’operazione  coordinata dai Carabinieri di Vernio insieme ai Vigili del Fuoco, l’Ispettorato al lavoro di Prato e personale dell’Inps, che rientra nell’ambito delle attività di controllo sulle imprese di cittadini di nazionalità cinese che operano in Val di Bisenzio. Durante le verifiche dell’altra notte sono emerse molte irregolarità e in base alle verifiche è scattato immediatamente il sequestro amministrativo delle cinque macchine da cucire utilizzate dall’impresa. In più tra i cittadini cinesi impegnati a lavorare uno è risultato privo di permesso di soggiorno e quindi sono state avviate le procedure di espulsione.

I commenti sono chiusi.