Tenta di adescare un piccolo rom, provvidenziale intervento di una passante

La prontezza di riflessi di una passante ha evitato ad un piccolo rom di finire nelle mani di un malintenzionato. E’ accaduto nei pressi della stazione del Serraglio, quando un 42enne con gravi disturbi psichici ha tentato di adescare il bambino proponendogli un euro per una prestazione sessuale. Fortunatamente una signora, che aveva assistito alla scena, è intervenuta ed ha evitato il peggio. Addirittura la donna, per spingere il piccolo ad allontanarsi, è arrivata a dargli dei soldi, poi ha allertato la polizia che, sulla base della descrizione della signora, ha rintracciato l’uomo, successivamente denunciato per tenata induzione di minore alla prostituzione.

Smantellata banda di trafficanti, 24 arresti dei carabinieri

I carabinieri di Prato hanno inferto un durissimo colpo ad una banda specializzata nel traffico e nello spaccio di cocaina. Con un blitz che ha visto impegnati oltre un centinaio di uomini dell’Arma, coadiuvati da agenti della polizia municipale di Prato, la notte tra il 25 e il 26 febbraio sono state arrestate 24 persone, in gran parte maghrebini. Per 22 di loro è stato eseguito un’ordinanz di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Firenze su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, altri due invece sono stati arrestati in flagranza di reato. E’ stato inoltre disposto il fermo per un marocchino e sono stati denunciati a piede libero un altro marocchino e una donna italiana. Durante le perquisizioni domiciliari sono stati sequestrati 37mila euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

cocainaIl blitz della scorsa notte chiude una lunga attività di indagine portata avanti dai carabinieri di Prato, che nel giro di due anni hanno arrestato 37 persone e sequestrato oltre 10 chili di cocaina, portando alla luce l’esistenza di una ramificata rete di spaccio sul territorio, articolata in gruppi a struttura verticistica, tutti facenti capo a cittadini di origine maghrebina. Al momento i carabinieri stanno ricercato altri venti presunti membri della banda di trafficanti.

Al Fabbricone i Sacchi di Sabbia rileggono Sandokan e Salgari

Il fantastico mondo di Salgari rivisto e corretto secondo l’interpretazione dei Sacchi di Sabbia, che venerdì 27 e sabato 28 febbraio (ore 21) e domenica 1 marzo (ore 16) metteranno in scena al Fabbricone il loro ultimo spettacolo: Sandokan o la fine dell’avventura, tratto dal romanzo Le tigri di Mompracem di Emilio Salgari.
Lo spettacolo rientra nel cartellone dell’Osservatorio sul teatro giovane in Toscana, una riflessione sull’avventura teatrale e artistica di compagnie, registi e attori, gruppi, formazioni e aggregazioni, le più diverse di cui la Toscana è ricca.
Per rivendicare, a questo modo, attraverso l’indagine, una possibile Scuola Toscana di teatro.

Uccide la moglie a San Donnino, arrestato in un laboratorio di Oste

polizia2007Aveva cercato di nascondersi a Prato il cinese di 31 anni accusato di avere ucciso, la sera di mercoledì 25 febbraio a Campi Bisenzio, la giovane moglie. Zhou Yuge, clandestino, è stato bloccato dagli uomini della squadra mobile di Firenze e dagli agenti delle Volanti di Prato in un laboratorio ad Oste di Montemurlo.
La moglie di Zhou aveva 28 anni ed era madre di una bambina. E’ stata accoltellata all’addome nella serata di mercoledì, morendo appena giunta all’ospedale fiorentino di Careggi. Ad ucciderla sarebbe stata un’emorragia provocata da una unica ma profonda ferita. Le indagini della polizia si sono subito orientate in ambito familiare. Secondo una prima ricostruzione, l’omicidio sarebbe maturato all’interno di un laboratorio di pelletteria gestito da orientali a San Donnino. La donna, una volta accoltellata dentro il capannone, con un punteruolo o forse un coltello, si sarebbe trascinata all’esterno per chiedere aiuto. Il movente dell’assassinio potrebbe essere una lite familiare.

Al via il corso di innesto sulla frutta antica

Continua la seconda fase del progetto FruttaAntica, a cura del Comune di Vaiano, dell’Area Protetta del Monteferrato (Comune di Montemurlo) e cofinanziato dalla Regione Toscana.

Prende il via venerdì 27 febbraio alla Villa il Mulinaccio il corso di innesto sulla frutta antica, con un primo incontro di presentazione e teoria dell’innesto, al quale seguirà un secondo incontro teorico presso il Centro di Educazione Ambientale e Centro Visite di Bagnolo. Le prove pratiche di innesto che seguiranno saranno replicate in due diverse sedi (Vaiano e Montemurlo), per consentire a tutti gli iscritti di partecipare con comodità, a seconda del luogo di residenza. A Vaiano le prove pratiche si svolgeranno presso la villa del Mulinaccio, a ricordo dell’antica Scuola d’Innesto che ebbe nella Fattoria omonima un ruolo importante a partire dal 1922. Tanti sono gli esperti di innesto a livello amatoriale che ancora possono tramandare le competenze tradizionali in materia, che saranno quindi coinvolti nelle prove pratiche del corso, al quale si sono iscritti quasi un centinaio di cittadini di Vaiano e Montemurlo.

Conto alla rovescia per la grande mobilitazione del distretto

Il conto alla rovescia per la grande mobilitazione del 28 febbraio è entrato nella fase calda. Lo slogan “Prato non deve chiudere” sarà ribadito a Roma, ad una conferenza stampa alla Camera di Commercio della capitale, dove il Tavolo del distretto, composto da Provincia, Comuni, forze economiche e sociali, presenterà i dati della crisi pratese e tornerà a chiedere di nuovo ascolto al Governo.

volantinoIntanto fervono i preparativi per la manifestazione di sabato. E’ praticamente pronta la bandiera lunga un chilometro, con sopra riportata più volte la frase “Prato non deve chiudere”, che sarà fatta sfilare per la città di Prato per richiamare l’attenzione sulle difficoltà del distretto pratese.Nel pomeriggio di mercoledì 25 febbraio si è invece svolto un presidio nel centro storico, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria per invitare tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione di sabato. L’obiettivo è essere uniti sotto un’unica bandiera, senza altre insegne che il grido disperato di una città e di un distretto che non vogliono rassegnarsi di fronte alal crisi. Sono già stati distribuiti migliaia di volantini, ma è  importante che i pratesi partecipino. L’iniziativa riguarda tutta la città e il contributo di tutti è essenziale perchè la manifestazione abbia il risalto che merita. Il corteo partirà verso le 9 da piazza Mercatale e arriverà all’istituto Buzzi.

Forme del narrare: incontro con il compositore greco Jannos Eolou

Il compositore greco Jannos Eolou sarà ospite dell’appuntamento di venerdì 27 febbraio di Forme del Narrare, il festival internazionale di letteratura ideato dall’associazione culturale Grafio  e promosso dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Prato. Eolou parlerà, alle 21 a palazzo Novellucci, della cultura musicale greca, intrecciata di musica mediterranea, balcanica e mediorientale come emblema di convivenza tollerante fra le culture. Sabato 28 febbraio, lo stesso Eolou sarà protagonista di Suoni nello spazio con un intervento (ore 17.30 da Grafio, via Santa Chiara 28) intitolato Immagini in movimento, suoni in movimento, una conferenza-concerto incentrata sul tema del rapporto tra cinema e musica.

Il Ballet de Cuba porta il ritmo dei Caraibi sul palco del Politeama

Ritmi caraibici al Politeama Pratese con lo spettacolo Cuba the musical, portato in scena dal Ballet de Cuba venerdì 27 febbraio (ore 21) con musiche di Raul Salvador Herrera Graña e la direzione artistica di Delia Maria Barroso Rodriguez.
foto-ballet-de-cuba-2_2Del Ballet de Cuba, vincitore del Festival Mundial de la Salsa 2003,  fanno parte ballerini e musicisti di grande talento e versatilità, provenienti dalla Escuela Nacional de Arte de la Habana, dal Conjunto Folklorico Nacional e dalla Escuela de Danza Nacional de La Habana.
Lo spettacolo trascina il pubblico nel cuore della cultura cubana, offrendo una perfetta miscela di tutti i differenti tipi di ballo dell’isola, di musiche e danze popolarissime conosciute in tutto il mondo: la gioiosa compostezza della Guaracha e del Son, la malinconia struggente del Bolero, la verve sfacciata del Mambo, la frizzante allegria del Cha Cha Cha, fino al folclore cubano più autentico, quello originario dell’entroterra, della Caringa, del Papalote, del Zapateo.
In un giusto equilibrio tra tradizione e tendenza, il Ballet de Cuba, completa il suo show proponendo il nuovo baile cubano, che alterna ritmi latin jazz con la salsa cubana.

A Vernio si presenta l’inventario dell’Archivio dei Bardi

archivio-bardi-2In attesa della 433ª edizione della Festa della Polenta, in programma domenica 1° marzo con il Corteggio Storico e la distribuzione di polenta a San Quirico di Vernio, sono stati organizzati alcuni interessati eventi collaterali. Si comincia venerdì 27 febbraio alle 17.30 nella galleria del Casone dei Bardi dove sarà presentato per la prima volta il volume Inventario dell’Archivio della Compagnia di S. Niccolò di Bari. Parteciperanno all’evento il sindaco di Vernio Paolo Cecconi, l’assessore alla Cultura della Provincia di Prato Paola Giugni, Sandra Pieri della Soprintendenza Archivistica per la Toscana, Alessandro Magini coordinatore del Progetto Bardi e Diana Toccafondi Direttrice dell’Archivio di Stato di Prato.

Questo volume raccoglie la catalogazione dell’archivio Storico della Compagnia di San Niccolò di Bari voluta dai Bardi e che si trova sopra l’Oratorio di San Niccolò, dove sono custoditi documenti che vanno dal XVI al XIX secolo e carte ancora più antiche. Ora dopo anni di lavoro e ricerche, tutto questo enorme materiale storico è stato inventariato e sarà disponibile per gli studiosi e i ricercatori. “Questa iniziativa – spiega il sindaco Paolo Cecconi – rientra nel Progetto Bardi che l’Amministrazione Comunale sostiene da anni insieme alla Provincia di Prato con l’obiettivo di rivalutare questo grande archivio che contiene materiale di enorme importanza storica e artistica”. Per informazioni Ufficio Cultura del Comune di Vernio tel. 0574.931011.

Sfilata di Miss per aiutare le famiglie in difficoltà

miriamLa bellezza scende in campo a sostegno delle famiglie povere della nostra zona. Saranno ben tre le Miss che sabato 7 marzo sfileranno all’Hotel Palace in viale della Repubblica per l’iniziativa organizzata dal Lions Club Castello dell’Imperatore a favore della Croce Rossa. Sulla passerella saliranno la Miss Italia in carica Miriam leone, Miss Sasch Marianna Di Martino De Cecco e Miss Italia Mondo Fiorella Migliore.
Un trittico di bellezze unito dalla volontà comune di aiutare a far sì che, in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, le famiglie in difficoltà non siamo abbandonate o dimenticate.

Dalla Regione 32 milioni di euro per chi investe in ricerca

In un momento di crisi come quello che il distretto pratese sta attraversando, diventa fondamentale conoscere tutte le opportunità offerte dai bandi regionali. Cosa che la Provincia ha fatto con la giornata informativa sui bandi rivolti a imprese manifatturiere e alle istituzioni. A illustrarne i contenuti tecnici sono stati due dirigenti della Regione. Nel dettaglio sono 32 milioni di euro che saranno messi a disposizione a livello regionale per sostenere chi investe in ricerca e sviluppo sperimentale, chi si aggrega, chi attua integrazioni di filiera e chi punta sulle tecnologie chiave dell’economia toscana. Le agevolazioni concesse possono coprire fino ad un massimo dell’80% dell’investimento ammissibile. Il bando scade il 15 aprile. Per gli enti pubblici sono a disposizione, invece, 4 milioni di euro per la riqualificazione ambientale di aree produttive artigianali e industriali. In questo caso il bando scade il 31 maggio.

Trovati 17 clandestini al lavoro in tre ditte cinesi in viale Montegrappa

Diciassette clandestini scoperti, 46 macchinari sotto sequestro amministrativo, tre immobili sigillati penalmente e 17 sanzioni per violazioni della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ l’esito dei consueti controlli effettuati da polizia di Stato, vigili, Inps, Asl e vigili del fuoco in tre ditte gestite da cinesi a Prato in viale Montegrappa angolo via Fra Bartolomeo. Davanti agli occhi delle forze dell’ordine il solito scenario di sporcizia, abusi edilizi e locali utilizzati sia per attività produttive che per uso abitativo. I titolari saranno denunciati a vario titolo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, abusi edilizi e mancato rispetto della legge sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ruba in un’auto a Paperino, ma ci lascia la propria tessera sanitaria

Non si può certo definire un degno erede di Arsenio Lupin il rom trentenne che martedì pomeriggio ha messo a segno un furto all’interno di un’auto parcheggiata in via del Pozzo. L’uomo, infatti, ha sì rubato 30 euro, lasciati sul cruscotto della Punto, ma ha perso nell’auto la propria tessera sanitaria, evidentemente cadutagli di tasca. Così, quando la legittima proprietaria dell’auto si è accorta del furto, ha anche trovato la “firma” di chi l’aveva commesso. Tra l’altro lo stesso rom poco prima aveva chiesto l’elemosina alla signora, venuta a Paperino per portare i figli alla giornata conclusiva del Carnevale. Così il maldestro ladro è stato prima rintracciato dai poliziotti, poi riconosciuto dalla vittima del furto, prendendosi una denuncia a piede libero per furto aggravato.

Uscirà a maggio il libro su Francesco Nuti scritto da Matteo Norcini

nutilibroE’ annunciata per maggio l’uscita di Francesco Nuti. La vera storia di un grande talento, il libro scritto da Matteo Norcini, con la collaborazione di Stefano Bucci. Edito da Ibiskos editrice Risolo, il volume contiene articoli, schede, interviste, testimonianze e un ricco materiale iconografico, in parte inedito. Si tratta di un viaggio appassionante che attraversa vita e carriera dell’attore toscano Francesco Nuti: dalla nascita nel primo dopoguerra agli esordi nel mondo dello spettacolo, dai successi nel cabaret televisivo allo straripante successo cinematografico, attraverso il racconto di tutti gli artisti,  amici, colleghi e persone che lo hanno conosciuto e che hanno lavorato con lui.
Ogni film diretto e/o interpretato da Nuti è analizzato in ogni minimo dettaglio: dalla genesi alle locations, dalla critica ai ricordi del regista, dalla distribuzione alle testimonianze degli interpreti e della troupe, dagli incassi ai premi ricevuti e al mercato estero.
Parte del ricavato delle vendite del libro sarà devoluto in beneficenza alla “Fondazione Tommasino Bacciotti onlus”, da anni impegnata nella ricerca contro i tumori infantili. Il prezzo di copertina è di 24 euro, ma prenotandolo direttamente alla casa editrice (info@ibiskoseditricerisolo.it ), sarà possibile averlo con il 25% di sconto, al prezzo quindi di 18 euro.

Manifestazione “Prato non deve chiudere”: i divieti e le modifiche alla viabilità

Sabato 28 febbraio migliaia di persone sono attese alla grande manifestazione “Prato non deve chiudere”, organizzata dal Tavolo di distretto per richiamare l’attenzione del govenro centrale sulla delicata situazione economica che la nostra città sta attraversando. In programma molte iniziative, che vedranno piazza Mercatale come scenario privilegiato. Proprio per questo, il Comune ha predisposto una serie di divieti alla circolazione e alla sosta, in modo da garantire il corretto svolgimento della manifestazione.

volantinoEcco nel dettaglio i provvedimenti: divieto di sosta in piazza Mercatale dalle ore 13 di venerdì 27 febbraio alle ore 14 di sabato 28 febbraio, nell’area centrale di sosta a pagamento. Tutta piazza Mercatale, fatta eccezione per lo spicchio dal numero civico 141 (inizio Case Nuove lato via del Carmine/altezza trattoria Lapo) al Ponte al Mercatale, sabato 28 sarà chiusa al traffico fino dalle ore 8,30 alle 12 e vietata alla sosta dalle ore 6 alle 14. Il traffico sarà dunque solo in uscita dalla piazza, dal lato delle Case Nuove, verso il Ponte al Mercatale e via Gobetti, a causa dell’inversione del senso unico in direzione di piazza della Pietà, e seguirà la seguente direttrice: Ponte al Mercatale, via Gobetti, piazza della Pietà, via P. Colletta, via G.C. Abba, via frà F. Sarpi, viale Machiavelli, Ponte XX Settembre, via Arc. Martini.  Inoltre in via Arcivescovo Martini sarà fatto divieto di sostare in tutta l’area del parcheggio a pagamento a ridosso delle mura dalle 8 alle 14 di sabato 28 febbraio.

Premio di mille euro alla famiglia più “eco-risparmiosa”

C’è tempo fino a sabato 28 febbraio per iscriversi al concorso abbinato alla campagna M’illumino di meno per il risparmio energetico. L’assessorato all’Ambiente del Comune in collaborazione con Legambiente ha infatti promosso l’iniziativa per premiare le famiglie più attente ad evitare gli sprechi e all’uso consapevole delle fonti energetiche. In palio per il primo nucleo familiare classificato c’è un bonus di 1.000 euro da scegliere tra diverse opzioni ‘salva clima’, dal contributo per la conversione della propria auto a benzina in una a gpl o metano, alla sostituzione della caldaia con una ad alta efficienza energetica, all’installazione di un pannello solare-termico o anche all’abbonamento Lam o FS per la famiglia. Ai primi 25 classificati verrà invece offerto un abbonamento annuale a Bicincittà. La riduzione dei consumi, ottenuta ad esempio con spegnimento delle luci, apparecchi non lasciati in standby e utilizzo ottimale degli elettrodomestici, sarà valutata rispetto allo stesso periodo di marzo-aprile 2008.
L’iscrizione è gratuita, con un tetto di 50 iscritti residenti nel Comune di Prato: gli interessati potranno rivolgersi fino al 28 febbraio allo sportello Spes della Provincia di Prato, con apertura dalle 9:30 alle 13.

Tornano le “ronde” della Lega Nord nel centro storico

La prossima settimana a Prato riprendono le ‘ronde’ organizzate dalla Lega Nord nel centro storico. ”Da giovedì della prossima settimana – spiega Claudio Morganti, segretario regionale e cittadino della Lega – torneremo nelle strade del centro cittadino. Non si tratta di ronde ma di un presidio di cittadini, che vanno in perlustrazione nelle strade del centro”. I volontari sono dieci-quindici e una o due volte alla settimana girano nelle ore serali nel centro storico. Sono riconoscibili da una pettorina gialla e dal fazzoletto verde della Lega. ”Controlliamo le strade del centro – afferma Morganti – e in caso di bisogno non interveniamo ma chiamamo polizia, carabinieri o i soccorsi. Inoltre contribuiamo anche a pulire qualche strada da bottiglie o sporcizia”. In più, come segno della propria presenza, lasciano bigliettini, simili a quelli utilizzati dalle guardie giurate, alle vetrine dei negozi.

Cantagallo non è più isolata, riaperta la strada comunale

mezzi-vabRiapre la strada comunale per Cantagallo, interrotta dall’inizio del mese a causa di una frana, e che da giovedì 26 febbraio sarà percorribile, anche se parzialmente con l’istituzione di un senso unico alternato regolato da un semaforo. Nell’ordinanza del sindaco Ilaria Bugetti viene però stabilita una limitazione per gli autoveicoli privati dal peso di oltre 35 quintali mentre potranno circolare i mezzi di trasporto pubblico fino a 28 posti. Tuttavia i lavori per la messa in sicurezza della frana vanno avanti e ci saranno delle limitazioni per permettere alla impresa Sandretti di completare tutti gli interventi per la messa in  sicurezza dell’area. Per i prossimi giorni, esclusi i festivi, la strada sarà chiusa al traffico dalle 8 alle 12  e dalle 13.30 alle 17.30 con la sola esclusione dei mezzi di soccorso e i Vigili del Fuoco fino alla fine dei lavori stimati in circa due settimane. In questi orari si potrà comunque anche percorrere la strada a piedi ma con l’autorizzazione dell’impresa.

“Chiedo ai cittadini di Cantagallo ancora un po’ di pazienza – ha sottolineato il sindaco Ilaria Bugetti – perché in questo modo possiamo concludere tutti i lavori previsti per la messa in sicurezza della frana. Voglio poi fare un appello chiedendo coloro che non hanno vere e proprie esigenze di urgenza di non spostarsi durante gli orari di chiusura della strada tranne in casi di estrema necessità”. Per le urgenze i cittadini possono chiamare il Comune al numero 0574.956801 o il numero sempre attivo del Centro Intercomunale di Protezione Civile 335.1002296.

Sequestrate sei ditte gestite da cinesi, due arresti per favoreggiamento immigrazione clandestina

carabinieri6Si allargano alla provincia i controlli delle forze dell’ordine nelle imprese gestite da cittadini cinesi, ma i risultati non cambiano, facendo emergere una situazione di diffusa irregolarità. La scorsa notte i carabinieri hanno compiuto una serie di blitz in aziende distribuite tra Carmignano e la Val di Bisenzio, con un bilancio finale di sei ditte poste sotto sequestro, due imprenditori arrestati e altri sei denunciati con l’accusa di aver favorito l’immigrazione clandestina. Sono stati inoltre identificati 18 cinesi non in regola, per cinque dei quali è scattato l’arresto visto che su di loro gravava già un precedente ordine del questore di lasciare il territorio italiano.
I controlli sono scattati anche in seguito alle denunce dei residenti che lamentavano i disagi provocati dall’attività lavorativa delle ditte, spesso protratta anche nelle ore notturne. In particolare le aziende sequestrate sono un divanificio e una pelletteria di Carmignano, e poi confezioni e pronto moda sempre a Carmignano e a Vernio dove erano stati ricavati abusivamente dei dormitori.

A Montemurlo consiglio straordinario per appoggiare la mobilitazione del distretto

Seduta straordinaria giovedì pomeriggio 26 febbraio alle 16.30 del Consiglio comunale presso la sala “Angiolo Menicacci” per promuovere un’adesione condivisa in riferimento alla crisi del tessile. Il sindaco Ivano Menchetti ha proposto di partecipare, con una rappresentanza consiliare, alla manifestazione di sabato 28 febbraio, convocata dal tavolo di Distretto Provinciale, composto da Provincia, comuni, forze economiche e sociali. Durante la seduta verrà analizzato e votato un ordine del giorno che aderisce alla piattaforma operativa messa a punto dal Tavolo di distretto. In concreto viene richiesta un’azione tempestiva per far fronte alla disoccupazione con un sistema di ammortizzatori sociali che aderisca alle necessità del settore e con interventi che permettano l’accesso al credito per le imprese in difficoltà a seguito dell’incaglio di insoluti legati alla crisi dei committenti e sempre per le imprese con un abbattimento dei costi.

Si è spenta Madre Rosa, ex superiora delle suore domenicane di Iolo

casamadre1Lutto nella chiesa di Prato. Si è spenta alla bella età di 95 anni suor Rosa Caterina. Da tutti conosciuta come «Madre Rosa» è stata l’artefice della grande fioritura della Congregazione delle Suore Domenicane di Santa Maria del Rosario, a Iolo di Prato.
Divenuta superiora generale nel 1965, ha saputo rinnovare la famiglia religiosa fondata nel 1985 da don Didaco Bessi alla luce delle novità del Concilio Vaticano II, aprendola alla missione. Grazie al suo impulso, la Congregazione pratese è ora tra le più vivaci e impegnate nel fronte dell’evangelizzazione: attualmente conta 24 comunità in Italia, Polonia, Romania, Ecuador e India.
Nata nel 1914 a Montecilfone in provincia di Campobasso, a venti anni Rosa entrò in convento per diventare poi domenicana. Nel 1941 giunse a Iolo insieme a sei consorelle, entrando a far parte della comunità di S. Maria del Rosario. Nel 1969 fece arrivare a Iolo le prime venti aspiranti dall’India; nel 1974 si recò in India per la prima volta; nel Kerala, a Cochin, tre anni più tardi aprirà la prima comunità.

A Prato i campionati toscani di cross corto

Prato per un giorno sarà al centro dell’atletica toscana. Domenica 1 marzo al parco ex-ippodromo si svolgerà infatti il campionato toscano individuale assoluto di cross corto. E’ la seconda prova del settore promozionale Fidal, organizzata dall’ Atletica Leggera Prato e dalla U.S. Roberto Colzi, in collaborazione con Fidal Toscana, e richiamerà a Prato i migliori specilaisti toscani del mezzofondo.

“Questa manifestazione è molto importante per l’atletica leggera in Toscana per quanto riguarda il cross, nella quale saranno presenti importanti società a livello regionale – spiega Andrea Mercaldo, presidente dell’Alp Prato – e grande sarà la partecipazione di atleti di livello del mezzofondo toscano e del podismo in genere, visto che la posta in gioco sarà l’assegnazione del titolo di Campione toscano 2009 di cross corto”.

Seano, adesso è pronto anche il giardino della materna

Sono stati ultimati nei giorni scorsi i lavori di sistemazione esterna alla scuola materna di Seano “Vittoria Contini Bocacossi”, un edificio un tempo adibito a casa di riposo e ora trasformato a plesso scolastico dopo un profondo e innovativo lavoro di ristrutturazione, terminato nel nel 2007. Questi ultimi interventi hanno riguardato tutto il giardino della scuola con la costruzione di un’aula esterna, il posizionamento dei giochi dei bambini, una giostrina di cavalli, panchine, accessori esterni e attrezzature ludiche. Il costo di questi lavori è stato di 40 mila euro diviso in due lotti. “E’ l’ultimo tassello di un lavoro importante – ha spiegato Elisa Drovandi assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Carmignano – e fortemente richiesto dai nostri cittadini”.

Sei incontri con il Laboratorio della memoria

Il laboratorio della memoria è un progetto Terza Età che sarà proposto dalla circoscrizione Prato Centro e da Eureka, il Centro di pedagogia clinica e psicomotricità funzionale, per dimostrare quanto sia fondamentale il ruolo svolto dalla memoria e dai ricordi nella vita di ciascuno di noi. Il progetto si propone, attraverso sei incontri, di sensibilizzare alla percezione del corpo, favorire in senso positivo l’accettazione dei cambiamenti biologici e fisici, stimolare l’uso della memoria e dell’attenzione, favorire il bisogno di relazione, aumentare il senso di autostima. Gli incontri, condotti dalla pedagogista clinica Francesca Leoni, e dalla psicomotricista funzionale Cristina Tempesti, si svolgeranno nella sede della circoscrizione Centro via dell’Accademia 40, piano terra) ogni mercoledì, a partire dal 4 marzo prossimo, e dureranno un’ora ciascuno, dalle 15 alle 16. Possono partecipare tutti coloro che hanno voglia di vivere un’esperienza di confronto e conoscere meglio se stessi. Non ci sono limiti di età. La partecipazione è gratuita.
Per le iscrizioni telefonare al n. 334 1336962.

Per tre giorni Vaiano capitale delle buone pratiche ecologiche

Convegni, laboratori, incontri, mostre e percorsi animati sulla raccolta differenziata e più in generale sulle buone pratiche ecologiche, il riciclo e la riduzione dei rifiuti per famiglie, scuole e imprese. E’ questa in sintesi la prima edizione di Eco 3 che si svolgerà alla Villa del Mulinaccio di Vaiano da venerdì 27 febbraio a domenica 1° marzo organizzata da Comune di Vaiano, Provincia di Prato, Comunità Montana Val di Bisenzio, ASM Spa, Istituto Comprensivo Statale “L. Bartolini” di Vaiano e Ecoistituto di Cesena.
Si inizia venerdì alle ore 9.30 nell’antica Tinaia adiacente alla Villa del Mulinaccio con una serie d’incontri sulle buone pratiche ecologiche, in particolare sulla raccolta differenziata integrale a Vaiano svolta tra il 2007 e il 2009, si parlerà con l’ausilio di un video de Il viaggio dei rifiuti, un lavoro realizzato da Aurora Castellani e poi le esperienze portate avanti durante i laboratori nelle scuole di Vaiano coordinati da Giacomo Agabio, la mostra di Eco arte che sarà esposta nei locali della Tinaia opera di Francesca Bernini. Non mancherà il tema degli intrecci vegetali con i progetti relativi al miglioramento della rotonda di Vaiano con la collaborazione dell’Ecoistituto di Cesena e poi bookshoop ei eco imprese. Nel pomeriggio alle 15 nel salone della villa incontro sul tema Rifiuti come risorsa e buone pratiche . Sarà poi presentato il progetto del mercatino dell’usato, dell’impianto di compostaggio e il progetto Ecofeste.

Sabato 28 febbraio dalle 15 alle 18 nell’antica Tinaia percorsi animati e laboratorio per realizzare piccole costruzioni  – gioco con scarti industriali e agricoli nel segno della sostenibilità ambientale e realizzati dai ragazzi delle scuole durante i loro laboratori dedicati al riciclo dei rifiuti. Domenica 1° marzo il programma prevede alle 10 in via del Masso dell’Anguilla, vicino alla Villa del Mulinaccio, l’Ecobici, una serie di percorsi – gioco a cura del Corpo Unico di Polizia Municipale della Val di Bisenzio. Nel pomeriggio dalle 15 alle 16.30 ancora percorsi animati e l’Ecobici insieme alla squadra ciclistica femminile Veloclub di Vaiano.

In tre video la storia della Croce d’Oro e di oltre un secolo di volontariato

Tre video per raccontare più di cento anni di volontariato a Prato. Un tuffo nel passato e nel presente di un’associazione come la Croce d’Oro, che ormai ha legato indissolubilmente il suo nome a quello della nostra città.
croce-doroI video-documentari  si possono vedere sito internet della Croce d’Oro di Prato. Il primo (http://www.crocedoroprato1905.org/documentariocdo2.htm, durata 24min) racconta la storia dell’Associazione dalla sua fondazione ai giorni nostri ed è realizzato utilizzando foto e musiche d’epoca e contemporanee, reperite dopo una lunga ricerca. Il secondo documentario (http://www.crocedoroprato1905.org/documentariocdo1.htm, durata 35min) è invece un approfondimento sempre sullo stesso argomento realizzato intervistando i volontari in prima persona. Questo primo approfondimento parla delle origini della Croce d’Oro ed è stato fatto con il contributo dei volontari più anziani che hanno raccontato la storia dell’Associazione fino agli anni ’60. Il terzo video è un approfondimento sugli anni ’60 e ’70, sempre realizzato intervistando i volontari protagonisti di quegli anni (http://www.crocedoroprato1905.org/documentariocdo3.htm, durata 35min).
I video sono anche disponibili in DVD diffusi senza scopo di lucro e sono visibili su youtube, divisi in spezzoni di 10min.

Nominata la nuova giunta del Coni pratese

Nominati dal presidente Massimo Taiti, appena rieletto alla guida del comitato pratese del Coni, i componenti della Giunta provinciale per il quadrienno 2009-2012. Sono stati chiamati a farne parte Maurizio Falco (Federcalcio), Antonio Bambagioni (Tennis), Gianluca Guastini (Rugby), Lamberto Grassi (Nuoto), Pietro Pastorelli (Biliardo), Domenico Iannaccone (Pesca), Claudio Santini (Moto), Antonio Venturi (Comitato Paralimpico), Daniele Paoletti (Csi – Enti di promozione sportiva), Enrico Quaranta (Msp – Enti di promozione sportiva), Marco Bossi (rappresentante atleti), Urano Corsi (rappresentante tecnici), Attilio Baldanzi (Fiduciario Valbisenzio), Massimiliano Martini (Fiduciario Comuni Medicei). Il vicepresidente vicario sarà Antonio Bambagioni, presidente della federtennis pratese. Dovranno essere nominati in seguito il fiduciario di Montemurlo, il membro SIS e il presidente onorario. Il primo consiglio provinciale si svolgerà il 20 marzo prossimo.

Picchia lo spacciatore che gli vende un farmaco invece della droga

In pratica si è messo nei guai da solo fornendo, senza volerlo, le indicazioni ai carabinieri di dove andarlo ad aspettare. Un giovane di 30 anni di Prato è stato così denunciato per rapina aggravata. L’uomo era andato a Prato per acquistare la cocaina, ma al posto della droga nella bustina c’era del medicinale sbriciolato. Per questo ha dato un pugno allo spacciatore che gli aveva venduto la falsa coca e lo ha rapinato di 40 euro, poi si è allontanato dicendo al suo complice: ”Sbrigati dobbiamo prendere il treno per Vaiano”. E’ successo nella stazione di Porta al Serraglio. Lo spacciatore ha chiamato il 112 denunciando di essere stato minacciato con un coltello e rapinato. A mettere i carabinieri sulla strada giusta è stata la destinazione indicata da uno dei due rapinatori. I militari, infatti, hanno chiamato il comandante della stazione di Vaiano e, in base alla descrizione fornita, sono riusciti ad identificare il rapinatore, un 30enne con piccoli precedenti per spaccio. I carabinieri si sono recati nella sua abitazione e, dopo l’iniziale reticenza, il giovane ha raccontato di aver colpito l’uomo con un pugno perché aveva cercato di vendergli polvere di medicinale al posto della cocaina.

Crisi del distretto, il caso Prato arriva a Roma

Arriva a Roma la vertenza del distretto e il messaggio che “Prato non deve chiudere”. Il tavolo di distretto ha organizzato per giovedì 26 febbraio una conferenza stampa alla Camera di commercio di Roma: verranno presentati i dati della crisi pratese, si chiederà di nuovo ascolto al Governo. Ci saranno anche i tessuti che i pratesi hanno intenzione di regalare a Giorgio e Clio Napolitano con l’obiettivo di ricordare che Prato è uno dei distretti tessili più importanti d’Europa.

Intanto la macchina organizzativa per la mobilitazione di sabato mattina lavora senza sosta. Mentre sono già stati distribuiti oltre ventimila volantini dove campeggia lo slogan “tutti insieme per difendere Prato”, mercoledì 25 febbraiovolantino a partire dalle 16 verrà attivato un presidio in piazza del Comune. Ci saranno i rappresentanti delle istituzioni, a partire dal presidente della Provincia e dal sindaco, e quelli delle forze economiche e sociali: Camera di commercio, Unione industriale, Cna, Confartigianato, Cgil, Cisl e Uil. La mattina di sabato 28 la mobilitazione comincerà alle 9 in piazza Mercatale dove verrà srotolata la bandiera lunga oltre un chilometro con lo slogan “Prato non deve chiudere”. Poi il corteo raggiungerà piazza San Marco, si incamminerà in via Ferrucci e poi in viale della Repubblica per arrivare all’istituto Buzzi. Tutti uniti dunque sotto un’unica bandiera. Per questo gli organizzatori invitano forze politiche e associazioni a partecipare senza insegne proprie.

Sequestrato laboratorio abusivo di alimenti e dormitorio

La polizia municipale ha sequestrato un laboratorio abusivo di alimenti con abusi edilizi nella zona di via Pistoiese. Il locale, al piano terra di via Castagnoli, circa 35 mq a destinazione d’uso terziario, era abitato da sei cittadini di nazionalità cinese e versava in condizioni igieniche pessime. I residenti avevano precedentemente segnalato alla locale Asl un forte via vai di mezzi che trasportavano cibi cotti. Gli agenti hanno accertato la presenza di sei letti, in mezzo ai quali erano presenti numerosi alimenti depositati a terra. Erano presenti anche contenitori di polistirolo, pronti per il trasporto degli alimenti già cucinati e confezionati. Nella piccola cucina, ricavata con materiale improvvisato e allestita con due fornelli, sono state trovate quattro bombole di gas gpl.

Due delle sei persone erano regolari, mentre le altre quattro sono risultate sprovviste di documenti di identità e sono state accompagnate in questura dove, dopo le operazioni di foto segnalamento, sono iniziate le procedure di allontanamento dal territorio nazionale. Alla squadra commerciale della polizia municipale si è poi affiancata anche una pattuglia della squadra edilizia, che ha verificato gli abusi edilizi realizzati nel locale. L’immobile è stato quindi posto sotto sequestro penale. Per R.Q., cinese di 27 anni, residente in provincia di Rovigo, è stata elevata una sanzione di 3mila euro per violazione alle norme igienico/sanitarie previste in base alla normativa comunitaria del pacchetto igiene. L’operazione avviene a pochi giorni dall’altro intervento eseguito dalla municipale in un laboratorio di pasta fresca in un garage di via Santa Gonda.