Rubava in ditta e poi rivendeva gli oggetti su e Bay: denunciato e licenziato

carabinieri6Aveva trovato un modo non propriamente ortodosso, oltreché illegale, per arrontondare lo stipendio: rubava sistematicamente attrezzature elettroniche nell’azienda in cui lavorava e poi le rivendeva su e Bay, il sito di asta on line. Alla fine, però, il giovane operaio, non solo ha visto interrompere dai carabinieri il suo lucroso doppio lavoro, ma ha anche perso il posto, visto che è stato licenziato in tronco dalla ditta U.T.E Progetti Engineering. Ad accorgersi dei ripetuti furti sono stati i titolari dell’azienda che si erano insospettiti per la continua mancanza di toner per stampanti, video proiettori, macchine fotografiche e altro materiale. A beccarlo in flagrante è stato invece stato un altro dipendente con la passione per gli acquisti su e Bay che ha notato la messa in vendita dello stesso video proiettore che mancava dall’azienda. I carabinieri della stazione di Iolo hanno poi constatato la presenza di tali operazioni su quel sito nonché sorpreso il giovane a riporre diverse cartucce di toner nella sua macchina. Nella sua casa invece sono stati trovati alcuni degli oggetti rubati mentre il suo computer è stato sottoposto a sequestro per ulteriori accertamenti.Nei suoi confronti è scattata, natiralmente, una denuncia per furto.

I commenti sono chiusi.