Agevolazione tariffe elettriche, la scadenza posticipata al 30 giugno

E’ stato posticipato al 30 giugno prossimo il termine per la presentazione delle richieste di agevolazione sulle tariffe elettriche arretrate. La scadenza fissata in precedenza era il 30 aprile. I cittadini interessati potranno presentarsi agli uffici del Settore Politiche Sociali (via dei Migliorati 1/A – secondo piano), muniti delle fotocopie dei documenti necessari alla richiesta. Dal mese di maggio negli uffici del Settore Politiche Sociali, che sono a disposizione dei cittadini per questo servizio, sarà ripristinato il consueto orario di apertura al pubblico: lunedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Si ricorda che le agevolazioni consistono in un abbattimento del costo annuo delle utenze elettriche che varia da un minimo di 60 euro ad un massimo di 135 euro. Per accedere al beneficio occorre essere residenti nel Comune di Prato; dimostrare di essere un utente domestico di energia elettrica, con l’indicazione dei dati del punto di fornitura per il quale si richiede la compensazione (deve coincidere con la propria dimora); rientrare, se la richiesta è per “disagio economico”, nel reddito Isee elevabile fino a 20 mila euro per le famiglie con quattro o più figli a carico; possedere, se la richiesta è per “gravi condizioni di salute”, un certificato Asl che attesti che uno dei componenti il nucleo familiare è legato per la sua sopravvivenza all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali.

I commenti sono chiusi.