Bando per una nuova area commerciale a Galciana

Galciana avrà presto una nuova area commerciale destinata ad ospitare esercizi come bar e ristoranti. Dal 4 maggio sarà pubblicato il bando del Comune per la realizzazione di un edificio destinato a servizi commerciali all’interno dell’area a verde pubblico del piano di zona di Galciana. Si tratta di un avviso esplorativo per l’assegnazione, in diritto di superficie, di un’area di proprietà comunale su cui dovrà essere costruito quello che viene tecnicamente definito un “edificio con gradonata”.  I soggetti interessati all’assegnazione dell’area e alla realizzazione del progetto, entro le ore 13 del 3 giugno, dovranno far pervenire la domanda in busta chiusa e sigillata al protocollo generale del Comune di Prato (piazza del Pesce 9).
Lo scopo del bando è dotare la frazione di Galciana delle infrastrutture previste dal piano di zona: in particolare il progetto prevede la realizzazione di una gradonata di uso pubblico a completamento e servizio di una piazza pavimentata. Lo spazio collocato sotto la gradonata, di circa 210 mq, dovrà essere destinato a servizi commerciali come bar e ristoranti e potrà essere ampliato fino a 300 metri quadrati utilizzando l’area interclusa dalla rampa. L’area sarà, pertanto, assegnata sia allo scopo di realizzare gli edifici previsti dal progetto che allo scopo di garantire la manutenzione degli spazi pubblici: più precisamente l’area sottostante la gradonata e quella interclusa dalla rampa saranno concesse in diritto di superficie, mentre la gradonata soprastante dovrà essere ceduta al Comune e rimarrà di proprietà pubblica. I soggetti assegnatari avranno l’obbligo di sostenere tutte le spese relative alla progettazione definitiva ed esecutiva e alla realizzazione delle opere, nonché alla manutenzione della gradonata per tutto il periodo della convenzione.
L’assegnazione avrà la durata di 30 anni a decorrere dalla data di stipula della convenzione. Alla scadenza l’ area sottostante la gradonata potrà, di comune accordo tra l’amministrazione comunale e l’assegnatario, essere ulteriormente assegnata per un ugual periodo di tempo, oppure riscattata attraverso la conversione della proprietà superficiaria in diritto di proprietà.

I commenti sono chiusi.