Dà di matto e semina il panico in viale Galilei e in via Santa Trinita

polizia-volante-2_55940Nel giro di poche ore ha seminato il panico in viale Galilei e in via Santa Trinita e solo la fortuna ha voluto che nessuno abbia riportato conseguenze fisiche. Protagonista un uomo pratese di 35 anni, da tempo in cura presso il reparto di Psichiatria dell’ospedale di Prato. Il “mercoledì da leoni” dell’uomo è iniziato all’interno del bar “Gimas” in viale Galilei dove, senza nessun apparente motivo, se l’è presa con una donna di 48 anni: prima le ha strappato gli occhiali dal viso, poi ha preso a strattonarla violentemente. Il gestore del bar ha subito avvertito il 113, che ha mandato sul posto una Volante. Gli agenti hanno appurato che la vittima del gesto non aveva subito nessuna conseguenza fisica e poi hanno raccolto informazioni sull’aggressore, conosciuto dal titolare del bar come persona spesso preda di attacchi di escandescenza. Poco dopo, gli stessi agenti della Volante sono stati nuovamente allertati dalla centrale operativa, per una segnalazione proveniente da via Santa Trinita: qui un uomo aveva infranto la vetrina di un bar, e la sua descrizione corrispondeva a quello che aveva appena aggredito la signora. Stavolta i poliziotti, insieme ai colleghi di un’altra Volante, riuscivano a bloccare l’uomo in via Cambioni. Visto il suo stato di agitazione lo portavano subito al pronto soccorso, denunciandolo anche per il reato di danneggiamento. Ma il tour de force non era finito, nemmeno due ore dopo, infatti, lo stesso uomo era nuovamente in via Santa Trinita a dare di matto, dopo essersi allontanato dall’ospedale. A questo punto, per evitare nuovi guai, è stato disposto il ricovero in Psichiatria.

I commenti sono chiusi.