Preso con mezzo chilo di eroina, a casa nascondeva 34mila euro

9-putiUfficialmente era un disoccupato, in realtà una occupazione – e redditizia – doveva averla trovata, visto che a casa nascondeva la bellezza di quasi 34mila euro in contanti, oltre ad un discreto numero di telefonini cellulari e computer. Quale fosse l’occupazione, poi, non è difficile intuirlo, se si considera che gli uomini della squadra mobile di Prato lo hanno sorpreso con quasi mezzo chilo di eroina. Un marocchino di 28 anni, residente a Montemurlo, è stato così arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E vista sia la quantità di droga sequestrata, sia i soldi tenuti in caso, per gli inquirenti non si tratta certo di un piccolo pusher. Il blitz della Mobile è scattato nelle vicinanze del circolo Arci delle Fontanelle, dove era stata segnalata la presenza di un fiorente spaccio di droga. I poliziotti, in abiti civili, si sono appostati finché non hanno visto arrivare il marocchino a bordo di un furgone bianco. L’uomo è sceso e si è incamminato verso il circolo, salvo fare una repentina retromarcia appena si è accorto della presenza dei poliziotti. La fuga a piedi, però, si è presto interrotta, grazie alla reazione degli agenti. Con sé, il trafficante aveva tre grossi involucri con un totale di 424 grammi di eroina; addosso, poi, occultati negli slip, c’erano altri 9 involucri di cellophane termosaldato, per un totale di altri 64 grammi di stupefacente. Probabilmente, secondo gli investigatori della Mobile, la droga non era destinata allo spaccio al minuto, bensì avrebbe dovuto rifornire altri spacciatori. Le sorprese, però, non erano finite. Dalla perquisizione della casa di Montemurlo, dove il marocchino abita con la moglie e una figlioletta piccola, sono saltati fuori contanti per 33.745 euro, nascosti persino sotto il materasso del lettino della bambina, Trovati anche 8 cellulari e 5 computer, probabilmente dati in pegno da chi non poteva pagarsi la droga.

I commenti sono chiusi.