Sedicenne muore con la moto a Firenze, studiava a Prato

ambulanzaStudiava a Prato il ragazzo di 16 anni morto nel pomeriggio di sabato quando, a bordo della sua moto, si è scontrato contro un’auto che gli ha tagliato la strada. Il terribile incidente è accaduto in via Pistoiese a Firenze, non lontano dal luogo dove la sera dell’Epifania tre giovanissimi persero la vita. Kevin D.M. abitava a Signa con la famiglia, ma studiava in una scuola superiore di Prato. Sabato, con la sua Honda 150, stava andando verso il centro di Firenze quando si è trovato all’improvviso davanti una Opel che stava procedendo in direzione opposta e che stava svoltando a sinistra. L’impatto è stato inevitabile e il ragazzo è stato sbalzato dalla moto, concludendo il tragico volo contro un albero. Per lui purtroppo non c’è stato niente da fare, nonostante i disperati tentativi messi in atto dai soccorritori. L’impatto è stato così forte che il casco è stato trovato a diversi metri di distanza. Resta da accertare, a questo proposito, se fosse stato o meno allacciato correttamente.

Il Prato vince per Orrico (2-0 al Viareggio) e ipoteca la promozione

pratotifosiIl Prato Calcio non è voluto essere da meno dei Cavalieri e, battendo 2-0 il Viareggio nella gara di andata dei play off, ha ipotecato il passaggio in Prima Divisione. Si è chiuso quindi nel migliore dei modi questo fantastico week end dello sport pratese, iniziato nella maniera peggiore con la tragedia che ha colpito il tecnico laniero Corrado Orrico proprio alla vigilia del match con i bianconeri versiliesi. Orrico non era al Lungobisenzio insieme ai suoi ragazzi, ma c’è da scommettere che in campo i giocatori del Prato hanno dato il centodieci per cento per regalare al loro mister un successo in grado di alleviare il dolore per la perdita del figlio. C’era poi, in un clima di bella e sana rivalità sportiva, da rispondere ai Cavalieri che 24 ore prima avevano guadagnato l’accesso alla Super10, l’elite del rugby tricolore. E così i biancazzurri hanno subito iniziato a mille il match di andata contro il Viareggio, annichelendo i bianconeri con un micidiale uno-due di Ouchene che, tra il 21′ e il 25′, ha portato i lanieri sul 2-0. La replica dei viareggini è arrivata nella ripresa e ha assunto i toni del vero e proprio assedio dal 14′, quando il Prato è rimasto in 10 per l’espulsione di Panizzolo. Ma il grande cuore dei biancazzurri è stato più forte di tutto e al 90′ i biancazzurri hanno potuto esultare insieme ai tanti tifosi che – finalmente – hanno assiepato gli spalti del Lungobisenzio. Adesso non resta che attendere il match di ritorno, domenica prossima, allo stadio dei Pini di Viareggio.

Cimitero di auto abbandonate in via Bonicoli

macchine-abbandonateVia Bonicoli si conferma una delle zone preferite da chi intende abbandonare la propria auto.A due settimane di distanza dall’ultima protesta dei residenti, che avevano denunciato come la strada si stesse trasformando in un cimitero di vecchie carcasse, ecco che altre due automobili in evidente stato di abbandono sono comparse lungo la via. Una delle due, addirittura, è priva di targa. A farsi portavoce del malcontento dei residenti è Cristian Ferrara, candidato al comune per la lista Prato Libera e Sicura. “E’ sempre la stessa triste storia – afferma Ferrara -. Purtroppo qui la situazione peggiora ogni giorno di più. E dire che il problema potrebbe essere risolto collocando nella zona una telecamera in modo da sorvegliare quanto accade e, nel caso, punire i responsabili”.

I volontari delle associazioni venatorie vigileranno sui parchi

La sicurezza e la tutela delle aree verdi di Prato ssaranno garantite anche dalle associazioni venatorie del territorio. E’ partito infatti il progetto Vi.Ve, predispsto dal comando della Polizia municipale che ha stipulato una convenzione con cinque associazioni venatorie (Arcicaccia, Libera caccia, Enelcaccia, Federazione italiana caccia, Italcaccia) per la tutela dei parchi, giardini e aree verdi nel periodo estivo, allo scopo di prevenire atti di vandalismo e segnalare eventuali anomalie o situazioni di pericolo, nonchè per sensibilizzare al rispetto del patrimonio ambientale, anche con un’opera di educazione. L’acronimo Vi.Ve. vuole infatti richiamare sia l’attività di vigilanza venatoria, normalmente svolta dai volontari delle associazioni, sia la vigilanza sulle aree verdi.

San Paolo punta sul verde: pista ciclabile e giardino rimesso a nuovo

pista-ciclabileUn nuovo tratto di pista ciclabile, della lunghezza di 1 km, che attraversa San Paolo e la nuova disposizione dell’area verde di 3220 mq fra via Vivaldi e via dell’Alberaccio (sempre a San Paolo): sono queste le due opere pubbliche consegnate agli abitanti del rione.
Il giardino, posto in posizione centrale rispetto all’abitato, è stato completamente rimesso a lucido da Asm, grazie ad un’opera di restauro che partita dal manto erboso si è estesa al miglioramento estetico con l’insediamento di nuove panchine, e alla collocazione di nuovi siepi delimitanti il prato. Sono state eliminate anche le strutture ludiche, peraltro danneggiate, anche perchè ormai da tempo le famiglie preferiscono portare i loro figli nel più attrezzato parco giochi di via Vivaldi, inaugurato nel 2007, collocato a pochi metri di distanza dal giardino.
Il recupero del giardino, come oasi verde nel cuore di San Paolo, si è associato all’apertura di un nuovo segmento di pista cilabile. Nel realizzare il percorso ciclabile, che attraversa via Toscanini, via Zandonai, via Morganti e via Colombo (sono in corso lavori per il completamento fra via Dossetti e via Colombo), particolare cura è stata riservata alla sicurezza del tracciato separato dalla strada, in via Zandonai e in via Morganti, da una barriera verde protettiva. La pista si avvale anche di arredi urbani, con un ampio spazio di sosta davanti agli orti sociali, con panchine, illuminazione, un parcheggio per le biciclette e una pensilina metallica di copertura della postazione di Bicincittà.
Nella zona sono previsti anche nuovi collegamenti ciclabili, nonchè altre opere finanziate dal Comune: il collegamento fra il complesso scolastico di via Toscanini con i giardini di via Vivaldi; la sistemazione del giardino in via Toscanini con un ampio spazio centrale “libero” per il gioco (una playground di 200 mq); un percorso pedonale alberato, corredato da panchine e lampioni; la costruzione di piccoli depositi per attrezzi là dove sorgono gli orti sociali.

Raduno di camperisti a Prato per turismo e per… solidarietà

dscf0866Camperisti di tutta Italia uniti nel nome della solisarietà. E’ questo il senso del raduno che ha richiamato a Prato decine di camper che da venerdì sera stazionano in piazza del mercato. Il raduno è organizzato dal Campeggio Club Prato in collaborazione con “Arance di Natale Onlus-La solidarietà viaggia in Camper”. Equipaggi camperisti provenienti da tutta Italia si sono radunati in piazza del Mercato nuovo con lo scopo principale di visitare la nostra città. Resteranno fino ad oggi domenica, quando si sposteranno a concludere il raduno a Vinci. Questi incontri non sono solo un’occasione turistica per riscoprire angoli nascosti del nostro Paese ma fanno soprattutto da corona alla raccolta di fondi e di materiale che l’associazione con i suoi soci, tutti Camperisti, consegna direttamente nei paesi le cui popolazioni sono in evidente difficoltà.

I Socialisti per le Libertà: “Meno poltrone inutili in Provincia”

I Socialisti per le Libertà, in corsa per la Provincia, vogliono meno poltrone, in modo da poter concentrare le risorse dell’ente a sviluppare la risorsa del turismo, coordinando gli interventi dei vari comuni. “Se saremo noi a governare la Provincia di Prato dimezzeremo le poltrone – evidenzia Salvatore Pirronello, candidato a Presidente della Provincia di Prato per i Socialisti per le libertà – se la Provincia deve fare quello che ha fatto finora, allora è bene eliminarla. Credo però che eliminando invece un po’ di poltrone possa svolgere il suo compito di cabina di regia tra tutti i comuni del territorio e sviluppare la nostra risorsa più bella: il turismo. Inoltre le aziende compartecipate devono essere accorpate e anche qui c’è bisogno di una ristrutturazione. Per chi vuole darci idee e consigli ci può mandare le proposte a info@pirronello.com Vogliamo una provincia che investe nel territorio e non spenda soldi inutilmente“.

Prima svanisce poi viene spostato il parcheggio disabili per una bambina

fotoilaUn parcheggio per disabili, destinato ad una bambina di 9 anni affetta da tretraparesi spastico distonica, è improvvisamente sparito dopo la riasfaltatura della strada e dopo quasi dieci giorni di inutili tentativi la situazione è ancora lontana da risolversi. Questa storia di assurda burocrazia è avvenuta a San Giusto ed è Mirko Lafranceschina, candidato Pdl per il Comune a farsene portavoce. Tutto è iniziato circa 3 settimane fa quando è stata asfaltata via di Pontalto a San Giusto, dove la madre della bambina aveva le  strisce e il cartello per il parcheggio invalidi. “La  settimana scorsa – racconta Lafranceschina – al ritorno dall’ospedale pediatrico Meyer , dove la bimba segue delle terapie, la signora Ilaria  ha scoperto che il parcheggio non esisteva più. Ovvero, il palo con il numero di autorizzazione  è rimasto lì, cioè sotto casa, ma le strisce non esistono più. I parcheggi sono stati fatti tutti sul lato opposto, ma quello per i disabili a lei assegnato , non esiste  più”.
Giovedì 21 maggio la signora Ilaria ha quindi chiamato la polizia municipale, dove le è stato risposto (anche con maniera sgarbata) che anche se il cartello con l’autorizzazione era rimasto al suo posto lei non poteva più parcheggiare sotto il cartello, perchè la mia macchina invadendo la carreggiata sarebbe passibile di multa. In preda alla disperazione, il giorno successivo la signora ha quindi chiamato l’ufficio traffico, i cui funzionari, dopo un sopralluogo con relative fotografie scattate, hanno assicurato  la madre della bambina che nel giro di poco avrebbe  avuto una risposta in merito. “I tecnici – spiega ancora Lafranceschina – hanno anche anticipato che  il parcheggio riservato sarebbe stato sicuramente ripristinato (e ci mancherebbe altro!!)  ma nel lato opposto perché su quel lato di strada devono starci i bidoni dell’immondizia. Ma questa è una cosa inammissibile, visto che la bimba è bloccata su una sedia a rotelle ed è facile capire la differenza tra avere l’auto subito sotto casa oppure dall’altra parte della strada. Insomma ancora una volta il cittadino viene bistrattato, non si riesce ad avere buonsenso neanche di fronte a problemi seri come questi”.

Rugby, I Cavalieri battono L’Aquila e salgono nell’olimpo della palla ovale

cavalieri-rugby1La ciliegina sulla torta di una stagione fantastica è finalmente arrivata: al termine di una gara vibrante ed emozionante I Cavalieri Prato hanno conquistato il diritto ad un posto nell’elite del rugby italiano. E’ stata una finale vera quella che i “tuttineri” hanno disputato al Flaminio di Roma contro l’Aquila. Una finale così tirata che ha richiesto ben due tempi supplementari prima di incoronare la migliore squadra dell’A1. I Cavalieri hanno vinto 25-18,  conquistando così per la prima volta la promozione in Super 10 dopo la finale persa a Viadana contro il Casinò di Venezia nel 2007. L’Aquila però esce dal campo con l’onore delle armi, privata della possibilità di dedicare la promozione alle popolazioni colpite dal terremoto ma con la coscienza di aver fatto di tutto per aggiudicarsi la posta in palio. Per i pratesi grande la prova dell’apertura Burton, eletto alla fine della gara uomo del match.

Rumena scippata da due scooteristi, marocchino sventa il furto del uso motorino

Una rumena scippata in via Basilicata, un marocchino spintonato  a terra da due ladri che stavano per rubargli lo scooter in via Turchia. La giornata di ieri, venerdì 29 maggio, è stata caratterizzata da un doppio episodio di criminalità, che ora vede impegnati i carabinieri di Iolo nelle indagini. Il primo episodio si è verificato nel primo pomeriggio di ieri, quando una rumena di 47 anni, residente in città ha denunciato di essere stata scippata da due sconosciuti. I due delinquenti, a bordo di un ciclomotore, hanno avvicinato la rumena che stava camminando in via Basilicata e le hanno strappato dal braccio la borsetta che conteneva cinquecento euro in contanti.
Poco più tardi un 28enne, marocchino, ha sorpreso due sconosciuti mentre stavano cercando di rubare il suo ciclomotore da poco parcheggiato. Vistosi scoperti, i due malviventi hanno spintonato a terra il marocchino, ma sono stati costretti a fuggire senza bottino.

La città segreta dei cinesi è nella ex ReGal Filati di Narnali

chinatown-pratoE’ nell’ex ReGal Filati in via Pistoiese, nel cuore di  Narnali che si è formato un vero e proprio villaggio cinese, nascosto da occhi indiscreti grazie ad un enorme cancello e ad una struttura a ferro di cavallo che ne impedisce la visuale agli estranei. L’enorme edificio che dovrebbe superare i tremila metri quadrati di superficie coperta, senza contare l’enorme piazzale centrale sovrastato da una tettoia, ospita centinaia di orientali e forse migliaia di macchine da cucire. Secondo i residenti della zona, che hanno già presentato alcuni esposti alla polizia, in quella struttura i cinesi non solo ci lavorano ma ci dormono e ci mangiano. Insomma i circa 150mila euro all’anno di affitto pagati a Renato Galli, titolare dell’edificio, sono ammortizzati non solo con la produttività lavorativa ma anche col risparmio che i cinesi hanno nel non doversi preoccupare di affittare decine e decine di civili abitazioni per vivere dignitosamente.
Tutto questo è stato illustrato dal candidato al Consiglio comunale per l’Italia dei Valori, Pasquale Petrella, all’onorevole Fabio Evangelisti, vicepresidente del Gruppo dell’IDV alla Camera, che venerdì sera ha prima fatto un sopralluogo fra via Pistoiese e via Filzi, fermandosi al circolo Arci Curiel per capire la realtà ed i problemi presenti nella zona. Una visita finalizzata ad  una interrogazione urgente da presentare alla Camera. L’onorevole Evangelisti, accompagnato da vari candidati dell’IDV con la stessa segretaria provinciale, Loredana Ferrara, si è poi spostato a Narnali, nel circolo Arci Renzo Grassi, per parlare di questo villaggio illegale che è sorto da circa un anno nella vecchia fabbrica della ReGal Filati.
“A Narnali solo chi abita  vicino a quell’immobile si è accorto della preoccupante realtà che si trova all’interno – dice Petrella – I cinesi non usano il cancello che dà su via Pistoiese per entrare ed uscire con i loro furgoni. Bensì usano il cancello posteriore che dà su via Dosso Faiti, più appartato, in mezzo ai campi e quindi meno oggetto di attenzione. Ma quello che dà più fastidio ai residenti è soprattutto il rumore notturno visto che i cinesi lavorano prevalentemente durante la notte. Credo che il signor Renato Galli debba andare prima possibile a verificare se l’immobile che ha affittato ai cinesi non abbia subito modifiche edilizie e se vengano rispettati tutti i criteri d’uso di quei capannoni. C’è inoltre un commerciante della zona che consegna decine e decine di bombole di gas con cadenza quindicinale. Un ulteriore elemento di pericolo e che denoterebbe che la struttura è adibita anche ad alloggio abitativo”. L’onorevole Evangelisti ha annotato tutto e presto presenterà una interrogazione parlamentare al Governo.

Primo ok dell’Europa al progetto cardato-rigenerato

Via libera dell’Europa al cardato. Il progetto “rigenerato“, che costituisce uno dei punti più qualificanti nel programma del candidato sindaco Roberto Cenni, è ormai in moto. E’ quanto è emerso da un incontro fra l’europarlamentare Roberta Angelilli, un funzionario della commissione ambiente della Ue e lo stesso Roberto Cenni, con al centro le possibilità e i modi di accesso ai fondi europei. I risultati di questo colloquio  sono assolutamente positivi su almeno due fronti.
cardatoIl primo: ha preso l’avvio il processo di inserimento del cardato-rigenerato nel nuovo regolamento generale per l’accesso al marchio Ecolabel. In particolare si lavorerà in Commissione Ue per definire nuovi criteri per poter applicare al prodotto pratese il “Fiorellino-Ecolabel “ che permetterebbe un potenziamento di commercializzazione estera del prodotto peraltro già molto diffuso in altre Nazioni Europee. La seconda cosa è stata la decisione di poter partecipare nei prossimi giorni al Workshop dei bandi europei in corso per studiare bandi di accesso ai fondi stanziati dall’Europa per l’ Italia che grazie al lavoro di Roberta Angelilli e del funzionario UE  ammontano ad oltre 22 milioni di euro. Inoltre c’è stata la commissione è iniziato lo studio che in tempi brevi porterà alla modifica dei capitolati dei bandi per le forniture pubbliche di prodotti tessili che dovranno obbligatoriamente privilegiare quelli con caratteristiche di rispetto ambientale e risparmio energetico, come appunto i tessuti fatti con materie prime riciclate.
“Chi ha visto questa iniziativa con scetticismo e scarsa fiducia alla luce delle verifiche fatte e del progetto presentato i responsabili Europei si dovrà ricredere – commenta Roberto Cenni – in quanto è il mondo che giustamente ha deciso di andare verso una sempre maggiore tutela dell’ambiente e Prato c’è già. Stiamo aprendo la porta diretta con l’Europa. L’importante sarà non perdere ancora una volta le enormi possibilità che sono a disposizione a Bruxelles  che consentirebbero al distretto tessile l’opportunità di fare ripartire la nostra industria”.

Tragica vigilia per il Prato, si è ucciso il figlio del tecnico Orrico

orrico3Alla vigilia della sfida dei play off tra Prato e Viareggio, un dramma ha sconvolto l’intero ambiente biancazzurro. Il figlio del tecnico laniero Corrado Orrico si è tolto la vita ed è stato proprio il mister biancazzurro a trovarlo nella casa di Volpara, in provincia di Massa Carrara. La scoperta del dramma è avvenuta intorno alle 10 di questa mattina, sabato 30 maggio, nella rimessa dell’abitazione a cui si accede dal giardino. Orlando Orrico, questo il nome del figlio dell’allenatore, era invalido civile, aveva una figlia ed era separato ma non ha lasciato alcun messaggio. Il gesto potrebbe essere dovuto a una forte depressione. È stata predisposta l’autopsia per lunedì.

Bufera di vento: danneggiate auto in sosta, albero si abbatte su una tavernetta

vigili-fuocoLa bufera di vento che dal tardo pomeriggio di ieri, venerdì 29 maggio, si è abbattuta sulla nostra città, ha provocato molti danni. Da ieri sera le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale stanno rispondendo a decine di chiamate per cornicioni pericolanti, alberi abbattuti, situazioni a rischio per impalcature e cartelli. Addirittura, anche per la concomitante emergenza di un vasto incendio, è stato necessario chiedere l’aiuto dei colleghi di Lucca, che hanno inviato una squadra di supporto.
Al momento le situazioni più critiche sono in via Spighi, dove si è staccata la guaina di copertura del solaio di un condominio di sei piani. La guaina, cadendo al suolo, ha danneggiato due auto che erano parcheggiate in strada. I vigili del fuoco, utilizzando un’autoscala hanno rimosso le parti pericolanti della guaina e anche un’antenna che era pericolante. Altra situazione delicata in via 24 maggio, dove un albero del giardino di una casa famiglia è stato abbattuto dal vento. Nella caduto la pianta ha danneggiato la tavernetta di un’abitazione adiacente. L’albero, che misura circa venti metri di altezza con un fusto dal diametro di un metro, è stato tagliato dai vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il giardino.

Sfregia la moglie al volto al termine di un litigio, ricercato un cinese di 38 anni

2_ambulanzaUna lite tra due coniugi cinesi ha rischiato di trasformarsi in tragedia. E’ avvenuto nella serata di ieri, venerdì 29 maggio, e solo l’intervento di altri due cinesi che abitano nello stesso appartamento ha evitato guai peggiori. Sono stati gli stessi due orientali che poi hanno attivato i soccorsi e hanno lanciato l’allarme alla centrale operativa del 113. Quando in via Padova sono arrivati gli agenti della Volante, hanno trovato già sul posto l’ambulanza del 118, con i soccorritori intenti a prestare le prime cure ad una donna cinese di 36 anni, che presentava alcune brutte ferite da taglio alla guancia. Anche in considerazione della gravità delle lesioni, la donna è stata trasportata d’urgenza in ospedale, dove le ferite sono state suturate. Intanto i poliziotti hanno ricostruito l’accaduto, sentendo le altre persone presenti nell’appartamento. E’ emerso, così, che il marito della donna, al termine di un’accesa discussione per motivi familiari, avrebbe ferito al volto la moglie, per poi darsi alla fuga, dopo l’intervento degli altri inquilini. L’uomo, di 38 anni, non nuovo a gesti del genere, è stato denunciato in stato di irreperibilità per il reato di lesioni personali aggravate ed è attivamente ricercato.

Vaiano, baby calciatori in campo per salvare il campo Canovai

31Grande sucesso di pubblico per il primo trofeo “Salviamo il campo Canovai”. All’ombra dell’abbazia di San Salvatore si sono cimentati in un appassionante quadrangolare i piccoli Amici del 2001/2002 della Vaianese, dell’ Impavida Vernio, del Coiano Santa Lucia e del Mezzana. Proprio il grande entusiasmo dei quaranta piccoli protagonisti e la grande risposta del pubblico presente (oltre 200 spettatori) ha confermato l’importanza di riquilificare e rilanciare il campo Canovai, che nei progetti della Lista Civica Vaiano Libera e Sicura dovrebbe diventare sintentico e dato in gestione alle società sportive del comune di Vaiano, oltre che in concessione alla parrocchia nei mesi estivi per i bimbi che parteciparanno all’oratorio.
Il candidato sindaco Massimiliano Masi, ha ribadito con forza la volontà della Lista civica “Vaiano Libera e sicura” per salvare il Canovai dal progetto dell’amministrazione comunale di trasformarlo in un parcheggio. “Demolire il campo Canovai – ha dichiarto Masi – sarebbe abbattere un pezzo di storia sportiva di Vaiano, ma anche perdere una grande occasione di rilancio per il centro storico e per le attività commerciali e di ristorazione della zona che potrebbero beneficiare della rinascita del campo canovai. Ieri sera con la nostra manfiestazione ne abbiamo dato una prova tangibile”. Per la cronaca il trofeo “Salviamo il campo Canovai” è stato vinto dal Mezzana che in finale ha superato il Coiano Santa Lucia, terzo posto per la Vaianese, quarto per l’Impavida Vernio.

Anche il Pecci a New York per la settimana di promozione della Toscana

pecciC’è anche il Museo Pecci di Prato tra i protagonisti della settimana di promozione della Toscana a New York, che si chiude domani domenica 31 maggio. Mostre, seminari, film e la campagna promozionale della Regione, “Voglio vivere cosi”, sono sbarcati nella Grande Mela per proporre il meglio dello stile di vita toscano. Una serie di eventi particolarmente graditi al pubblico americano, tanto che il sindaco newyorchese, Michael Bloomberg, ha detto di essere “fiero di festeggiare l´arte e la cultura toscane”. La kermesse di Manhattan, organizzata dalla Regione Toscana con la sua agenzia, Toscana Promozione, è densa di appuntamenti di rilievo tra i quali la mostra allestita al Time Warner Center e incentrata sui costumi originali, provenienti dalla Fondazione Cerratelli di Firenze, del film di Franco Zeffirelli Romeo e Giulietta, che nel 1968 vinse l´Oscar per i migliori costumi. CVome detto, a New York è presente anche il Centro Pecci di Prato, che nella mostra Italian Art Codex presenta alcuni degli artisti più interessanti della sua collezione di arte contemporanea, da Maurizio Cattelan a Stefano Arienti, a Massimo Barzagli.

Baracche a fuoco in via del Ferro, paura per un edificio minacciato dalle fiamme

vigili-del-fuoco_6408Un violento incendio, divampato in alcune baracche poste lungo via del Ferro, ha tenuto impegnate per quasi tutta la notte numerose squadre dei vigili del fuoco di Prato, aiutate dai colleghi di Pistoia e di Firenze. Le fiamme, scaturite con tutta probabilità da un corto circuito, hanno trovato facile esca nel materiale infiammabile che si trovava all’interno delle baracche. Nel giro di poco, così, alte lingue di fuoco sono arrivate a minacciare anche l’edificio che si trovava dal lato opposto della strada. Non solo, dentro le baracche c’erano tre bombole di gpl, che rischiavano di esplodere da un momento all’altro, con le conseguenze che è facile immaginare. Alla fine, non senza fatica, i caschi rossi sono riusciti a circoscrivere le fiamme e a mettere in sicurezza le bombole, senza che l’incendio avesse conseguenze per le persone o per le abitazioni della zona. Le baracche, invece, sono andate completamente distrutte.
Ma non è stato solo l’incendio di via del Ferro a movimentare la notte e la serata dei vigili del fuoco. Le forti raffiche di vento che ieri sera hanno spazzato tutta la città, hanno provocato infatti molti danni che, per tutta la notte, hanno impegnato gli uomini del comando provinciale di Prato che, nell’occasione, hanno avuto supporto anche da una squadra proveniente da Lucca.

Rugby, I Cavalieri si giocano tutta la stagione in una partita

cavalieri-rugbyE’ arrivato il giorno della verità. Domani sabato 30 maggio alle 17.30, allo Stadio Flaminio di Roma, nella finalissima del Campionato di Serie A di rugby scende in campo il Consiag I Cavalieri Prato per raggiungere per la prima volta il massimo campionato. Di fronte, i “tuttineri” troveranno L’Aquila che vuole ritornare in Super 10 dopo due stagioni di purgatorio. In palio c’è il titolo di categoria ma, soprattutto, un biglietto per la massima divisione 2009/2010: Prato, dominatore della regular season, torna a giocarsi la promozione due anni dopo la sconfitta 13-10 subita a Viadana contro il Casinò di Venezia nella finale 2007; L’Aquila si ripresenta sul manto erboso del Flaminio dove, nella finale dell’anno passato, dovette arrendersi per 24-10 alla Futura Park Rugby Roma.

Verso il voto/Carlesi: “Dai tagli ai costi della politica, gli aiuti alle famiglie in difficoltà”

“Le situazioni di povertà stanno aumentando, sono già troppe le famiglie pratesi colpite dalla crisi nel modo peggiore. A queste, il Comune dovrà dare una prima risposta già alla fine dell’estate”. Lo ha detto il candidato sindaco di Prato per il centrosinistra, Massimo Carlesi, incontrando i responsabili dell’Associazione Giorgio La Pira, che gestisce mensa dei poveri e asilo notturno, e la presidenza della conferenza della San Vincenzo de’ Paoli. “Il quadro che mi è stato illustrato è a dir poco allarmante e sembra confermare le mie previsioni, secondo le quali a settembre toccheremo il picco dell’emergenza”, ha osservato il candidato sindaco.  Dalle due realtà che ha incontrato, Massimo Carlesi ha ricevuto indicazioni sui modi di un intervento da parte dell’amministrazione comunale. “Ci sono nuclei che vivono ormai da qualche mese in condizioni di povertà grave e che non riescono a far fronte a bollette, affitti e mutui. Questi si rivolgono alle Associazioni in totale discrezione, giacché stiamo parlando di chi da un relativo benessere ha visto precipitare quasi all’improvviso la propria situazione economica – ha continuato Massimo Carlesi – Ci sono inoltre famiglie che, dopo un eccessivo ricorso al credito al consumo, si trovano adesso in forte difficoltà nel rispettare gli impegni, pur in presenza di ammortizzatori sociali o di un componente che continua a lavorare. Ho confermato la decisione di creare un fondo straordinario, che potrà contare subito su almeno 400mila euro, per portare i primi aiuti alle famiglie senza passare per il vaglio del loro precedente tenore di vita attraverso l’Isee. Saranno i tagli su assessorati e costi di politica e pubblica amministrazione ad alimentarlo per primi”.

Al Pala Consiag scendono in campo le stelle dal calcio a 5 toscano

Torna, con la terza edizione targata Pallaalcentro, l’All Star Game del calcio a 5 toscano. La manifestazione si terrà domani, 30 maggio, al Pala Consiag di Prato e vedrà scendere in campo i giocatori più forti della regione. Sei le formazioni che scenderanno in campo, di cui quattro si affronteranno in un quadrangolare che stabilirà la squadra che si aggiudicherà l’edizione 2009. I giocatori sono stati selezionati tramite le votazioni su l sito www.pallaalcentro.org. Queste le squadre al via: Selezione serie B, Selezione serie C1, Selezione serie C2, Selezione serie D, Selezione Under 21 e Selezione Juniores. Dodici giocatori per squadra, più due allenatori. Molti i giocatori pratesi in campo, da Restivo e Apruzzese, tesserati con il Toscana Prato, ai fratelli Giannattasio (Poggibonsese e Città di Scandicci), e poi Di Lauro (Futsal Fiorentina), Messina (Atletico 2001), Nunziati (Verag Prato Est), Mecca (Progetto Lana), Marrone (Asi Agliana) e i giovani Orrù (Toscana Prato) e Gabrielli (Lsd Poggio a Caiano). La manifestazione sarà aperta alle 18.10 dalla sfida di esibizione tra i migliori Under 21 e i migliori Juniores, una ghiotta occasione per vedere in campo i giovani talenti che rappresentano il futuro di questa disciplina in regione. A seguire via al quadrangolare, formula rinnovata rispetto alle due edizioni precedenti. In precedenza, infatti, le quattro squadre si affrontavano in due semifinali e poi nella finalissima. Quest ’anno, per dare modo a tutti di confrontarsi, l’organizzazione ha optato per questa nuova formula. Si procederà così con sei mini partite da 20 minuti ciascuna. Al termine del quadrangolare si procederà con la premiazione della squadra vincitrice e con l’assegnazione dei premi ai migliori giocatori della stagione. Verranno premiati i migliori giocatori, portieri e allenatori di ogni categoria. Anche qui c’è una novità importante, che riguarda le modalità di assegnazione del premio. Ad assegnare gli oscar del calcio a 5 2009 non saranno più i tifosi, bensì gli allenatori. Una modalità che valorizza ancor di più i vincitori, scelti da chi ha avuto modo di seguirli nel corso di tutta la stagione.

Volontario pratese colpito da infarto in Abruzzo, ora sta bene

terremoto_abruzzo_campo_accoglienzaHa rischiato davvero grosso, pur di aiutare gli altri, ma anche ora, da un letto dell’ospedale di Ancona, dichiara che rifarebbe tutto dall’inizio, nonostante le occhiatacce della moglie, che l’ha raggiunto e gli siede vicino. Enzo Conti, volontario di Paperino impegnato nel campo che accoglie gli sfollati di Castelnuovo dell’Aquila, mercoledì scorso è stato vittima di un infarto mentre si stava prodigando per aiutare le vittime del terremoto. “Faccio servizio da tanto sulle ambulanze – racconta – e ho capito subito che era qualcosa di grave. Per fortuna al campo c’è un ottimo centro medico, adesso affidato al 118 di Empoli. La dottoressa ha capito subito che si trattava di un infarto, e neanche di quelli leggeri”. A quel punto si è messa in moto la macchina dei soccorsi. Purtroppo l’ospedale dell’Aquila non è agibile, così è stato allertato il nosocomio di Ancona. Le condizioni di Conti, però, non gli consentivano di essere spostato in ambulanza. Allora è stato fatto intervenire l’elicottero. “Ho sempre sognato di salire sul Pegaso – ci scherza su Conti -. Comunque è andata bene. Ad Ancona mi hanno fatto subito l’angioplastica e ora sono qui che lo posso raccontare”.
Una storia davvero singolare quella di Conti che si definisce, a ragione, un volontario a tempo pieno: a Prato presta servizio per la Pubblica Assistenza di Paperino (di cui è vicepresidente) e per la Croce Rossa. E quando è scattato il piano di emergenza post terremoto, è stato tra i primi a dare la disponibilità a partire. In Abruzzo Conti era in servizio al campo Toscana di Castelnuovo dell’Aquila, interamente gestito dalla Protezione civile toscana. “Faccio l’aiuto cuoco – dice – ma qui c’è davvero molto da fare e non era certo il caso di risparmiarsi”. E anche ora che la sua generosità rischiava di costargli caro, Conti non ha nessuna intenzione di mollare le armi: “Smettere? – si chiede – E quando mai… Il volontariato ce l’ho nel Dna: e poi il bene che si fa alal gente è niente in confronto a quello che loro danno a noi. Quindi, mi rimetto in sesto e poi torno a fare il volontario a tempo pieno. Del resto lo sapete qual è il motto del nostro campo in Abruzzo? Crollo ma non mollo….”.

Partenza con il botto per “Di Vini Profumi”, oggi si replica nel chiostro di San Francesco

gli-abiti-da-sposaTutto esaurito ieri sera nel giardino Buonamici per la serata d’apertura del decennale di Di Vini Profumi. Circa 300 gli spettatori che hanno popolato lo spazio all’aperto che è parte integrante della sede della Provincia. La serata ha visto avvicendarsi sulla pedana allestita appositamente nel giardino gli abiti del corso di moda dell’istituto d’Arte di Montemurlo e delle scuole professionali di moda Angela Vaggi Tei, Enia Lucarelli e Loretta Oltremari. Abiti da sera, da sposa, ispirati agli anni ’50 ma anche ai prodotti enogastronomici della provincia. Nella scaletta della serata, organizzata con il coordinamento e la regia di Fashion Concept e la collaborazione della scuola per acconciatori Copping, anche due esibizioni di danza, hip-pop e moderna. Il Consorzio pasticceri ha presentato il Dolce Di Vino ed è stata ‘stappata’ la bottiglia gigante (altra circa 3 metri) realizzata dall’associazione Eventi La Briglia e ‘vestita’ con l’etichetta vincitrice del concorso Vesti il Carmignano.
apertura-del-decennale-di-di-vini-profumiDi Vini Profumi prosegue domani pomeriggio, sabato 29 maggio, con Sapori nel chiostro. Nel chiostro di San Francesco degustazione dei vini doc docg e igt della Strada medicea dei vini di Carmignano e dei prodotti agroalimentari tipici e tradizionali del territorio e dimostrazioni di arte pasticcera dal vivo a cura del Consorzio Pasticceri Pratesi di Confartigianato Imprese. Sapori nel chiostro apre alle 17, l’ultimo ingresso è previsto alle 22. L’entrata è libera, per la degustazione dei vini e dei piatti tipici è previsto un rimborso di 8 euro.

Malkovich stregato da Prato: “Ho intenzione di investire in progetti che riguardano la città”

johnmalkovichProsegue il soggiorno pratese dell’attore, regista e produttore cinematografico statunintense John Malkovich, due volte candidato all’Oscar come “miglior attore non protagonista” (nel 1984 per la recitazione nel film “Le stagioni del cuore” e nel 1994 per l’interpretazione nella pellicola del regista Wolfang Peterson “Nel centro del mirino”). L’attore è stato ricevuto dal sindaco Marco Romagnoli, che gli ha donato i “sigilli della città” oltre a un libro su Malaparte. Malkovich, che ha ha alle spalle una ricca filmografia, condivisa con alcuni dei più noti attori e registi del firmamento cinematrografo statunitense, protagonista fra l’altro nella pellicola di Bernardo Bertolucci “Il tè nel deserto”, è nella nostra città per seguire la propria collezione di moda che sta producendo in collaborazione con lo stilista pratese Riccardo Rami, che lo ha accompagnato insieme all’assessore Enrico Giardi nella sua visita in Palazzo comunale. Malkovich, nella conversazione col sindaco, si è detto entusiasta di Prato ed ha anche accennato alla possibilità di investire in progetti riguardanti la città.

Operazione sicurezza per l’ospedale: più controlli e chiusura per due accessi pedonali

ospedale_di_pratoGli episodi di cronaca del recente passato hanno spinto l’Asl di Prato a varare l’operazione sicurezza per il Misericordia e Dolce. Con la collaborazione della Questura è stata individuata una serie di interventi ritenuti necessari per migliorare la sicurezza all’interno e all’esterno dell’area ospedaliera. In particolare, da mercoledì 3 giugno l’Asl 4 chiuderà l’entrata al percorso pedonale di via della Misericordia e l’entrata al percorso pedonale che mette in comunicazione piazza del collegio Cicognini con il parcheggio interno dell’area ospedaliera. Entrambe le chiusure rappresentano un vero e proprio rafforzamento del sistema di sorveglianza e controllo attivato dall’Asl 4 per garantire ai dipendenti ed a tutti i cittadini maggiore tranquillità nell’accedere all’area ospedaliera e alle sue strutture. Le uniche vie d’accesso all’Ospedale sono, come sempre, la portineria di via Cavour, la portineria di piazza dell’Ospedale e la porta del pronto soccorso.

Cassonetto personale per altre 240 aziende del Macrolotto 2

cassonettoNei giorni scorsi altre 240 aziende del Macrolotto 2 sono state incluse nel sistema di raccolta integrale dei rifiuti porta a porta con cassonetto personale. Con la nuova estensione, sono 3.000 in tutta l’area pratese le attività servite con questo metodo di raccolta che ha come obiettivo migliorare la qualità della raccolta differenziata e aumentarne la quantità. I tecnici di ASM hanno prima effettuato un sopralluogo in ogni azienda per verificare l’effettiva produzione di rifiuti e per individuare sulla aree private zone da destinare allo stoccaggio dei diversi materiali, poi hanno distribuito un calendario con giorni e fasce orarie in cui il cassonetto personale (da utilizzare solo per i rifiuti indifferenziati) deve essere esposto sulla pubblica via per lo svuotamento. Le frazioni riciclabili, invece, vengono ritirate su prenotazione telefonica in base alle esigenze delle singole aziende. Queste le strade del Macrolotto 2 incluse nei giorni scorsi nel sistema del cassonetto personale: via del Ferro (tra via Schio e via Fonda di Mezzana), via Fonda di Mezzana, via Sabadell, via delle Fonti (tra via Compostino di Mezzana e via Sabadell), via A. Moro, via Strobino, via Tourcoing, via Chemnitz, via Bruges, via Barcellona, via Neajonia, via del Beccarello, via Lodtz, via Traversa di Maiano, via San Leonardo da Porto Maurizio, via Guimaraes, via dei Confini, via Nottingham.

Nel ricco cartellone di Pratestate 2009 spicca l’omaggio a Francesco Nuti

nuti2_optLe “Note di Cecco”, il viaggio nella musica di Francesco Nuti, in programma venerdì 19 giugno (ore 21,30 – ingresso libero) all’anfiteatro del centro Pecci, costituirà il “clou emotivo” del cartellone della Pratestate 2009, la tradizionale rassegna estiva di cultura e spettacolo dell’assessorato alla Cultura del Comune di Prato. Un omaggio a Francesco, ripercorrendo le sue musiche e le colonne sonore dei suoi film, con Giovanni e Sandro Veronesi, Giorgio Panariello, Irene Grandi, Riccardo Galardini, Simona Bencini, Alessandro Haber e con il fratello Giovanni che gli dedicherà una canzone con la partecipazione del maestro Marco Baracchino. Lo spettacolo di Prato, fra l’altro, fa parte di un più ampio progetto finalizzato alla rivalutazione della figura di Francesco Nuti che ruota attorno alla pubblicazione di un libro, affidata a Ibiskos Editrice Risolo, per poi articolarsi in una serie di eventi, presentazioni e proiezioni mirate a rivalutare e (ri)scoprire la carriera di un artista che ha scritto pagine importanti e significative nel panorama dello spettacolo italiano.
Come sempre, poi, Pratestate 2009 presenta rassegne di tanta buona musica, eventi di qualità, tanti bei nomi, sempre dentro gli itinerari della cultura e della storia pratese: l’Anfiteatro Pecci, il Castello dell’Imperatore, il chiostro di S. Domenico, piazza del Comune, piazza Duomo, piazza dell’Università, il centro culturale Magnolfi Nuovo, i cantieri di Officina Giovani in piazza Macelli, il parco di Galceti, il chiostro della Cattedrale. Per gli Eventi, oltre al già ricordato omaggio a Nuti, spiccano il concerto di Emir Kusturica and the no smoking Orchestra (24 luglio), Omar Sosa e Paolo Fresu (28 luglio) e il Grupo Compay Segundo da “Buena Vista Social Club”(30 luglio). Di rilievo anche gli appuntamenti di Contemporanea/colline Festival 2009 (Offlaga Disco Pax il 18 giugno nell’anfiteatro Pecci e Son of Dave il 1° luglio nel chiostro della chiesa di S. Domenico) e la tappa pratese delle rock band Ministri + Kobayashi (7 luglio). La Scena jazz di Music Gallery si presenterà il 17 giugno con l’omaggio a Chopin (Swing Chopin), per proseguire il 22 con Fabrizio Bosso & Javier Girotto e l’8 luglio con la Bing Band Garfield di Seatle. Spiccano nella rassegna jazzistica i nomi di Enrico Rava (13 luglio), di Danilo Rea e Orchestra (22 luglio), per finire il 4 agosto col quartetto di Jacopo Martini. Ancora note a giugno con le quattro date (25, 26, 27 e 28) di Blackout Festival, la rassegna nel Parco di Galceti dedicata alla musica italiana indipendente. Mentre a luglio salirà alla ribalta Officina Giovani con Estate off, una serie di performance dedicate al pubblico più giovane. emirkusturicathenosmokingorchestraundefined92
La novità dell’edizione 2009 sarà rappresentata dalle cene-buffet, nel cortile del Magnolfi Nuovo, con esponenti pratesi del mondo artistico e letterario (Edoardo Nesi, Andrea Martinelli, Giuliano Gori), impegnati in amabili conversazioni condotte per tre mercoledì (24 giugno, 1 luglio, 8 luglio) da Gianni Cascone. Il tutto gustando prelibatezze gastronomiche preparate dalla giovane chef Giulia Massimiliani.
Nei luoghi più prestigiosi del centro storico si svolgerà la rassegna Scene in piazza (venerdì 3, 10 e 17 luglio), caratterizzata da spettacoli comici, circensi e pirotecnici uniti a giocolorie, mangiafuoco, danza e coreografie dal forte impatto visivo. Le notti di luglio si prestano bene anche all’Archeologia, con diversi appuntamenti nel Museo dell’Opera del Duomo, nel chiostro della Cattedrale e nella Sala capitolare del chiostro di S. Domenico. Chiusura a settembre in piazza dell’Università, dove per tre sere di fila sarà di scena Musicomica con Franca Pampaloni e Luz Pienotto (9 settembre), il Quartetto Euphoria impegnato nello show (regia Banda Osiris) dal titolo omonimo (10 settembre), e la canzone tradizionale toscana con Riccardo Marasco (11 settembre).

Si getta dalla finestra, gravissimo un 32enne. E’ il terzo caso in pochi giorni

ambulanzaAncora un terribile volo dalla finestra. Ancora un giovane che ha deciso di togliersi la vita. Stavolta è avvenuto in via del Borgo dove un 32enne ha cercato di uccidersi lanciandosi dal secondo piano della propria abitazione. Una scena fotocopia di quelle purtroppo già registrate dalle cronache della nostra città. Fortunatamente l’uomo non è morto, anche se nel terribile impatto con il selciato ha riportato lesioni molto serie. Adesso si trova ricoverato in gravissime condizioni nell’ospedale di Prato, dove è stato trasportato dal personale del 118 che lo ha soccorso. I medici si sono riservati la prognosi. E’ il terzo episodio simile che accade a Prato nel giro di pochi giorni: prima era stato un padre di famiglia di Cafaggio a gettarsi dalla finestra della sua casa, riportando ferite che poi, nel giro di poche ore, lo hanno portato alla morte; poi era toccato ad una studentessa calabrese di 21 anni, residente a Poggio a Caiano, anche lei volata dalla finestra, a quanto pare per una delusione d’amore. La ragazza è ancora grave a Careggi. Infine quest’ultimo caso. A quanto pare il giovane avrebbe messo in atto l’insano gesto al culmine di una crisi depressiva.

Insegne in lingua straniera, la Sori ha iniziato le verifiche

insegna2E’ scaduto in questi giorni il termine per la regolarizzazione delle posizioni delle aziende che espongono insegne pubblicitarie con messaggi in lingua straniera. Lo comunica la Sori spa precisando che, a partire dal 26 maggio, sono iniziate le verifiche di regolarità delle aziende interessate. In caso di violazione delle norme previste dai regolamenti comunali, ai trasgressori saranno applicate sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

Ciak si gira alla Croce d’Oro: un video per insegnare come comportarsi in caso di emergenza

salvatore-messina-carla-giorgi-andrea-baroncelli-gloria-blotto-i-soccorritoriQualcosa di nuovo e differente sta accadendo in questi giorni presso la Croce d’Oro di Prato. Il Gruppo di Formazione dell’Associazione ha avuto l’idea di organizzare, nell’ambito delle manifestazioni che si svolgeranno durante la prossima Festa del Volontariato (che si terrà al parco Ex-Ippodromo dal 11 giugno al 5 luglio), una simulazione di una operazione di soccorso con ambulanza. Il Consiglio direttivo della Croce d’Oro ha subito approvato il progetto e si è subito attivato, reperendo competenze e risorse, affinché fosse possibile realizzarlo. Questa simulazione, che avrà lo scopo di informare ed educare i cittadini su come comportarsi in occasione di un evento critico come un incidente o un malore, è stata organizzata e preparata con la fondamentale collaborazione del Dipartimento Emergenza Urgenza della ASL4 di Prato ed avrà luogo, durante la Festa, in uno spazio appositamente allestito. La simulazione mostrerà dal vivo ai cittadini come avviene una operazione di soccorso e, contemporaneamente, cercherà di mostrare agli spettatori quale sia il corretto modo di comportarsi quando ci si trova nelle circostanze di un evento crtitico. La simulazione avverrà “in diretta” sul campo ma sarà preceduta da un filmato, che verrà proiettato su uno schermo gigante, che mostrerà le fasi iniziali dell’operazione: la chiamata del passante che assiste all’incidente, la ricezione della chiamata da parte della Centrale Operativa 118, l’allertamento dell’ambulanza della Croce d’Oro e la partenza di quest’ultima. La Croce d’Oro ha affidato le riprese del filmato introduttivo ai professionisti pratesi di 25fps video che realizzeranno, in un secondo tempo, anche un DVD didattico-informativo da distribuire nelle scuole e negli ambienti formativi di tutta la Toscana. Proprio in questi giorni, quindi, presso la Croce d’Oro è stato allestito il set per le riprese del filmato ed alcuni volontari e dipendenti sono stati coinvolti. Prossimamente verrà reso pubblico il programma della Festa con le date precise della simulazione ed Alessandro Coveri, Presidente della Croce d’Oro, si augura che moltissimi cittadini verranno ad assistere a questo evento così importante.