Tennis, gli Over 55 del Tc Prato sul tetto d’Italia

over-55-tc-prato-2009Campioni d’Italia, campioni d’Italia è questo l’urlo che arriva da Reggio Emilia per la squadra Over 55 del Tc Prato. Il Tc Prato conquista il titolo italiano a squadre di categoria sconfiggendo nell’ultima giornata il Canottieri Roma per 2-1. Una giornata che ha visto la vittoria di Massimo Bardazzi su Tonino Zugarelli, ex Davis men, per 7-6 5-7 6-4 in un match giocato sull’ 1-0 per la squadra romana dopo la sconfitta di Stefano Francini con il giocatore romano Orecchio per 6-3 al terzo set. A questo era il doppio a decidere la sfida che aveva visto entrambe le squadre guadagnarsi l’ultima giornata dopo aver sconfitto il Tc Napoli e lo Sc 2001 Vittorio Veneto. Nel doppio i pratesi hanno schierato Aldo Marchi e Stefano Francini mentre la coppia romana era composta da Orecchio e Zugarelli. Partiva bene il Tc Prato con il primo set vinto per 6-4 ma c’era il ritorno degli avversari che conquistavano il secondo set. A questo punto tutta la classe di Aldo Marchi, doppista di grande esperienza, veniva fuori e con una volèè decisiva lo scudetto italiano tornava a Prato. “Siamo stati una grande squadra – spiega il capitano Massimo Bardazzi – perché ritrovarsi sotto con la Canottieri Roma e riuscire a vincere al  doppio di spareggio era qualcosa di impensabile. Giocare e vincere contro Zugarelli non era nelle previsioni ma stavo bene e sono riuscito a farlo giocare male. Poi il doppio è stato superlativo. Una soddisfazione unica che va condivisa con Vittorio Costella che si è sacrificato nell’ultima giornata dopo aver vinto due singolari molto importanti“. Ma è anche Aldo Marchi a festeggiare: “Dopo la prima giornata con il Tc Napoli avevo capito che quest’anno poteva arrivare il titolo – spiega il vicepresidente del Tc Prato – sotto di una partita e di un set siamo riusciti a recuperare e a vincere e da quel momento ci credevo e così è stato. Un grazie a tutti perché solo con un grande gruppo si possono vincere queste partite“.

I commenti sono chiusi.