Bilancio positivo per il campus multietnico del Coni. A settembre il piano per gli impianti

Un momento della festa di chiusura

Un momento della festa di chiusura

Si è chiuso presso l’impianto sportivo “Chiavacci” con una bella festa la sesta edizione del Campus Estivo Multietnico organizzato dal Coni. Quest’anno il tema è stato “Giochi del Bisenzio”. Dal 15 giugno al 31 luglio i bambini e ragazzi hanno unito le classiche attività di divertimento estivo con esperienze didattiche e con la peculiarità della multietnicità seguiti da istruttori qualificati con un massimo di 10 allievi per insegnante. Referente tecnico è stato Gabriele Barbieri mentre l’organizzazione è stata come sempre seguita da Lisa Rudilosso. “E’ il sesto anno che il Coni organizza i centri estivi e quest’anno il tema legato ai Giochi del Mediterraneo ha permesso di dare spazio a discipline legate all’acqua. Inoltre nella festa finale ci sono state le consegne dei diplomi per i nuovi manager dello sport e uno spettacolo dei ragazzi – spiega Massimo Taiti, presidente del Coni –  ma quello che voglio evidenziare è il lavoro svolto dal responsabile dell’impiantistica sportiva del Coni Marco Mattei che ha preparato una bozza del Piano Programmatico di sviluppo sull’impiantistica sportiva.  Entro l’8 settembre completeremo il piano con i contributi delle Federazioni mancanti per poi presentare il tutto alle amministrazioni”. Quattro i corsi attivati dal  Centro Studi e Formazione del Comitato Provinciale del CONI di Prato, diretto da Salvatore Conte docente della Scuola dello Sport del Coni Toscana ed esperto in management.  Il primo diretto da Sauro Ghignola sugli Aspetti Civilistici, fiscali, tributari, amministrativi, il secondo sul Management, Marketing, Comunicazione integrata e Aspetti gestionali l’ultimo ha visto un modulo sulla Gestione delle risorse umane e progettualità per l’attività sportiva giovanile. Infine un ulteriore corso per la formazione dei quadri tecnici e per i docenti della primaria in collaborazione con la Usp di Prato.

I commenti sono chiusi.