Chiesa gremita e tanta commozione per l’ultimo saluto a Eleonora e Fabiana

funerali-eleonara-e-fabianaNon ce l’ha fatta la chiesa dell’Ascensione al Pino a contenere tutte le persone che, questa mattina, hanno voluto accompagnare nel loro ultimo viaggio Eleonora Colzi e Fabiana Bandinelli, le due giovani amiche morte per il terribile incidente avvenuto esattamente una settimana fa a Paperino. Tantissima gente ha dovuto seguire il rito funebre, celebrato dal vescovo monsignor Simoni, all’esterno della chiesa, alternandosi con chi era dentro e doveva uscire a causa della calca e del caldo.

Fabiana Bandinelli e Eleonora Colzi in una foto tratta dal blog di Fabiana

Fabiana Bandinelli e Eleonora Colzi in una foto tratta dal blog di Fabiana

Erano davvero in tanti a stringersi ai familiari, distrutti dal dolore, e a fare corona alle due bare, affiancate l’una vicina all’altra, come erano abituate a vivere le due giovani, amiche inseparabili a scuola e nel tempo libero. Non sono voluti mancare i compagni di scuola del classico Cicognini, molti dei quali rientrati apposta dalle vacenze; le ex compagne di squadra di Eleonora, promessa della pallanuoto pratese. E poi tanta gente di Santa Maria a Colonica dove abitava Eleonora, i comparrocchiani di Fabiana, che viveva a poca distanza dalla chiesa che ha ospitato il funerale. Occhi gonfi, tante lacrime a rigare i volti per due giovanissime vite spezzate da una tragedia assurda e incomprensibile. Le parole del vescovo sono state parole di speranza. Come quelle scritte e dette in questi giorni dagli stessi genitori delle due ragazze. Come quelle che si possono leggere su Facebook, nel gruppo dedicato proprio alle due amiche. Quello che emerge, da tutte queste frasi, è il ritratto a tutto tondo di due ragazze che amavano profondamente la vita, che sapevano affrontare ogni giorno con il sorriso stampato sulla faccia.
Il rito funebre di oggi avrà una coda per Fabiana. Domani, sabato 1 agosto, si terrà infatti il funerale buddista della ragazza al centro Kaikan, nella villa Bellagio di Castello.

I commenti sono chiusi.