La doppia vita del dottore: di giorno medico all’ospedale di Prato, di notte viado sulle strade di Pistoia

viadosIrreprensibile medico di giorno, affascinante viados di notte. La doppia vita di un noto medico pratese, in servizio presso l’ospedale Misericordia e Dolce, è stata scoperta dalla polizia di Pistoia che la scorsa notte ha fatto una retata lungo la via Pratese, una delle strade del sesso, da tempo nel mirino delle proteste dei residenti. Complessivamente sono stati 16 i trans fermati dagli agenti, coadiuvati per l’occasione dalla polizia municipale di Pistoia. E la sorpresa non è stata poca quando, al momento di identificare un viados sorpreso a contrattare con un cliente, i poliziotti hanno scoperto che si trattava di un professionista. Con non poco imbarazzo, infatti, l’uomo ha dovuto declinare le proprie generalità, mettendo alla casella professione quella di medico in servizio al nosocomio pratese.
Ma non è stata questa l’unica sorpresa scaturita dalla retata. La seconda, sicuramente più preoccupante, è stata scoprire che uno dei viados fermati era affetto da Aids. Per questo motivo la polizia di Pistoia ha denunciato l’uomo e ha lanciato l’allarme tra tutti i possibili clienti del trans, abituato a prostituirsi lungo la via Pratese.

I commenti sono chiusi.