Con “Libri in strada” il prestito si fa ai giardini e anche al pub

libriRiparte da mertedì primo settembre l’iniziativa “Libri in strada” portata avanti dai volontari del Ceis in collaborazione con la biblioteca Lazzerini. L’idea di fondo dell’iniziativa è estremamente semplice: se i lettori non vanno dai libri, allora saranno i libri ad andare dai lettori. Ecco così queste vere e proprie biblioteche ambulanti che, di volta in volta, faranno sosta con i loro scatoloni pieni di libri presso alcuni giardini dela città (martedì si parte da quelli di Vergaio, dalle 16 alle 19), mentre da ottobre l’iniziativa sarà ripetuta anche in orario notturni nei principali pub e locali della città. I libri potranno essere guardati, sfogliati e letti, ma anche presi in prestito gratuitamente e portati a casa. Per la riconsegna dei volumi ci si può rivolgere nuovamente agli operatori durante uno degli incontri successivi, oppure recarsi direttamente in una delle biblioteche coinvolte nell’iniziativa: qualla di via Corridoni, qualla di Galciana o quella del Ceis..L’idea di fondo dell’iniziativa è stremamente semplice: se i lettori non vanno dai libri, allora saranno i libri ad andare dai lettori. Ecco così queste vere e proprie biblioteche ambulanti che, di volta in volta, faranno sosta con i loro scatoloni pieni di libri presso alcuni giardini dela città (martedì si parte da quelli di Vergaio, dalle 16 alle 19), mentre da ottobre l’iniziativa sarà ripetuta anche in orario notturni nei principali pub e locali della città. I libri potranno essere guardati, sfogliati e letti, ma anche presi in prestito gratuitamente e portati a casa. Per la riconsegna dei volumi ci si può rivolgere nuovamente agli operatori durante uno degli incontri successivi, oppure recarsi direttamente in una delle biblioteche coinvolte nell’iniziativa: qualla di via Corridoni, qualla di Galciana o quella del Ceis.

I commenti sono chiusi.