L’assessore Mondanelli rassicura: “Nessun allarme per l’influenza A, presto daremo indicazioni precise ai cittadini”

L'assessore Dante Mondanelli

L'assessore Dante Mondanelli

Nessun allarme per l’influenza A. E’ l’assessore alla Salute Dante Mondanelli  a troncare sul nascere l’allarmismo per la forma influenzale che così tanta paura sta suscitando nella popolazione. “I rischi di complicazione dell’influenza A da virus H1N1, come sostengono le massime autorità sanitarie mondiali,  sono inferiori rispetto a quelli che si corrono con l’influenza tradizionale”. Queste le parole con cui Dante Mondanelli, che di professione fa il medico, ha risposto a una interrogazione del consigliere Idv, Aurelio Donzella, in cui si chiedeva quali “misure di prevenzione saranno messe in atto dall’amministrazione comunale  tramite gli uffici Asl per prevenire il contagio dell’influenza A sui mezzi pubblici, in particolare sulla Cap, che potrebbero consistere anche nella disinfezione giornaliera delle vetture e nell’obbligo di indossare la mascherina per gli autisti e per gli utenti”.
“Non esiste nessun allarme particolare – ha spiegato Mondanelli – e siamo già d’accordo che Comune e Asl organizzeranno una conferenza stampa comune per dare indicazioni univoche ai cittadini su questo tipo di influenza e spiegare quali saranno le categoria a rischio”. L’assessore ha preannunciato anche la pubblicazione di un opuscolo in cui saranno specificati  in modo dettagliato i comportamenti da assumere per fronteggiare la diffusione del virus. Tra le categorie a rischio, e quindi da vaccinare,  come ha sottolineato l’assessore,  ci saranno senz’altro  gli operatori sanitari e coloro che sono impegnati nei servizi pubblici fra cui anche gli autisti dei mezzi di trasporto. “Non è comunque prevista nessuna mascherina – ha concluso Mondanelli – perchè non sussiste un pericolo di contagio così alto da dover ricorrere a misure che creerebbero vero e proprio panico”.
Donzella ha preso atto delle rassicurazione dell’assessore ma ha rimarcato che, a suo avviso, “sarebbe opportuno assumere misure prudenziali e fare un’obiettiva valutazione della percolosità del virus in questione a prescindere dal panico”.

I commenti sono chiusi.