Avvelenati i gatti della colonia felina di Iolo: ne sono già morti 15, serve subito una medicina per salvare gli altri

gatti-bE’ una corsa contro il tempo per cercare di salvare i gattini ospitati nella colonia felina di via Bessi a Iolo. Qualcuno, nella notte tra sabato e domenica, ha messo del veleno per topi nelle ciotole del mangiare e già 15 mici sono morti, mentre almeno altrettanti presentano i sintomi dell’avvelenamento. Per salvarli è necessario somministrare prima possibile del Konakion in gocce o fiale e Melissa, la ragazza che si occupa della colonia felina, sta cercando disperatamente di procurarsene più confezioni possibile. Chi potesse e volesse aiutarla può contattarla al 338.3107212.
Il primo gatto è stato trovato morto lunedì. Poi il giorno successivo un altro micetto si è sentito male e la corsa dal veterinario è stata inutile. Da quel momento le morti si sono susseguite finché l’autopsia effettuato su uno dei gatti ha svelato la causa: i mici erano stati avvelenati da qualche disgraziato che ha gettato veleno per topi nelle loro ciotole. Il motivo è oscuro: la colonia felina non dava noia a nessuno e non c’erano state né minacce né avvisaglie che potesse verificarsi un atto del genere. potrebbe quindi trattarsi anche di vandalismo puro e semplice. Adesso, però, la cosa più importante è riuscire a trovare le medicine in grado di salvare i gatti superstiti.

4 pensieri su “Avvelenati i gatti della colonia felina di Iolo: ne sono già morti 15, serve subito una medicina per salvare gli altri

  1. GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE MI HANNO GIA’ CONTATTATO PER DARMI IL LORO SUPPORTO!! E GRAZIE INFINITE A COLORO CHE SI SONO MESSI SUBITO IN CERCA DEL KONAKION. E’ STATA UNA GIOIA AVERVI VICINO DOPO QUELLO CHE CI E’ SUCCESSO. ABBIAMO ANCORA BISOGNO DEL FARMACO CHE NON SI TROVA FACILMANTE, MA QUALSIASI AIUTO VOGLIATE DARCI E’ COMUNQUE PREZIOSO PER NOI!

  2. Ciao Melissa, volevo chiedere a te o a chiunque voglia rispondermi, se questo medicinale si trova in farmacia SENZA prescrizione medica?

  3. Scusate se mi intrometto, non ho una risposta circa il medicinale per i poveri gattini avvelenati. Però vorrei lasciare un commento circa l’episodio, di cui si sente parlare spessissimo, causa le cattive abitudini di derattizzazione ancora in uso con veleni e trappole da medioevo.
    L’ordinanza del ministero della salute di fine dicembre 2008, vieta espressamente l’uso di veleni che non contengano sostanze amaricanti (ovvero che risultano amari al sapore per gli animali non target, come cani o in questo caso topi). Eppure si continua con questi metodi, senza tener conto che esistono soluzioni eco compatibili del tutto sicuri ed efficienti.
    Mi dispiace per i gattini che spero possano essere salvati, almeno in parte e invito tutti a farsi una cultura in merito alle nuove tecniche di derattizzazione soprattutto in presenza di luoghi sensibili in cui vivono bambini e animali domestici: http://www.ekomille.it

  4. Mi auguro di non trovarmi mai difronte un elemento come questi criminali.Uno dei due,sicuramente,farà la fine dei gatti.
    Castellari Massimo