Controlli a tappeto nelle zone a rischio della città: identificate 136 persone

polizia-notte-volenteNon si allenta la morsa di questura e polizia municipale nelle zone a rischio della città. E’ una presenza costante quella degli uomini in divisa che controllano e poi ricontrollano i luoghi e gli esercizi segnalati dai cittadini. Un’attività di prevenzione e non di repressione, che punta più a dissuadere la messa in atto di comportamenti fuori dalle regole rispetto al punire. Così anche ieri sera, dalle 19 in poi, un nutrito dispositivo composto da due equipaggi della Volante, con tre pattuglie del Reparto prevenzione e crimine di Firenze insieme a tre equipaggi della polizia municipale hanno compiuto un articolato servizio straordinario di controllo del territorio. Tra le aree toccate c’è stata via Marx, di recente salita agli onori della cronaca per il ripetersi di atti di vandalismo. Poi il triangolo del centro rappresentato da via Magnolfi, via Cironi e via San Giorgio, dove sono stati identificati gli avventori dei vari locali aperti in prevalenza da cittadini stranieri. Infine il contingente ha perlustrato la zona di Pratilia e quella della Stazione, qui con il chiaro intento di fare allontanare le prostitute. Intanto pattuglie miste polizia-militari controllavano la zona di San Domenico per poi chiudere il cerchio con via Strozzi, dove è stata nuovamente passata al setaccio la zona intorno alla Sala Bingo. Complessivamente sono state identificate 136 persone, molte con precedenti penali a loro carico. Sei i circoli e locali ispezionati e 4 le auto controllate.

I commenti sono chiusi.