I Cavalieri soffrono ma poi mettono ko anche il Venezia con un super Wakarua

Rima Wakarua

Rima Wakarua

Un primo tempo in affanno, poi i Cavalieri innestano la marcia e trascinati dai loro due uomini migliori – Wakarua e Burton, fresco di convocazione in azzurro – riescono ad avare ragione di un Venezia (29-21) venuto a Prato con l’obiettivo di fare risultato, anche per mandare un segnale al neo tecnico Marcuglia. I “tuttineri” riprendono così la marcia, interrotta domenica scorsa a Padova, e arrivano alla lunga pausa novembrina in una posizione di classifica rassicurante che, senza la penalizzazione per il pasticcio della gara d’esordio, li avrebbe messi subito dietro le grandi del Super10.
Tornando alla gara di oggi al Chersoni, anche stavolta pieno di tifosi, i Cavalieri sono passati subito in vantaggio con un piazzato di Wakarua (al 4′, pareggiato due minuti dopo da una punizione di Pilat) ma poi hanno incontrato molte difficoltà a sfondare la linea difensiva dei veneti che, da parte loro, hanno saputo approfittare di due svarioni dei pratesi per andare in metà con Van Niekerk (25′, trasforma Pilat) e con Stodart (29′) al termine di due azioni dalla dinamica simile. Sul 15-3 per il Venezia, i Cavalieri hanno traballato, commettendo troppi errori nei passaggi. Al 41′, però, Galante ha finalizzato al meglio un lungo possesso palla dei pratesi nei 22. La sua meta, con la trasformazione di Wakarua, ha consentito così ai Cavalieri di andare al riposo sotto di 10-15 lasciando aperto spazio alla rimonta. Che si è puntualmente verificata nella ripresa, quando i “tuttineri” hanno subito messo in campo quella rabbia e determinazione mancati nella prima frazione. Così nel giro di 20 minuti hanno piazzato un parziale di 16-3 che ha schiantato i veneti. A segno è andato Wakarua con ben tre calci e Burton, con una metà strepitosa poi trasformata dal solito infallibile Wakarua. Per Venezia è venuto un piazzato di Pilat che si è ripetuto nel finale, ma dopo che Wakarua aveva dato nuovamente sfoggio alle sue capacità balistiche. E’ finita così 29-21 con il Prato bravo ad aggiudicarsi questo scontro diretto.

Classifica: Benetton Treviso 25; MPS Viadana 24; Rugby Parma e Petrarca Padova punti 20; Femi-CZ Rovigo punti 19; Consiag I Cavalieri Prato* punti 15; Futura Park Rugby Roma e L’Aquila Rugby punti 14; Casinò di Venezia punti 8; Plusvalore Gran Parma punti 7
*quattro punti di penalizzazione

I commenti sono chiusi.