Sorpreso con una prostituta, perde l’auto che gli è stata confiscata

prostitute-di-giornoE’ stata definitivamente confiscata l’auto utilizzata da un bidello pratese di 45 anni per andare a prostitute. E’ la prima volta, da quando è entrata in vigore l’ordinanza antiprostituzione del Comune di Prato, che viene applicata la sanzione accessoria in aggiunta alla multa da 400 euro. L’uomo era stato fermato lo scorso 24 settembre dai carabinieri in piazza della Stazione dove aveva fatto salire in auto una prostituta (vedi articolo). Giovedì scorso gli agenti dell’Unità operativa della polizia municipale gli hanno notificato l’ordinanza di confisca della Fiat Punto. Il bidello aveva fatto ricorso sia contro la sanzione pecuniaria da 400 euro sia contro il sequestro del mezzo, ma il giudice ha respinto il ricorso, anche in seguito alle controdeduzioni presentate dai carabinieri che hanno dimostrato in maniera inequivocabile la sussistenza delle ragioni per procedere. Con la confisca, il destinatario della violazione amministrativa perde la proprietà del bene che viene alienato a favore dell’amministrazione pubblica.

I commenti sono chiusi.