I Cavalieri battono anche il Parma con una partita tutta cuore e coraggio

cavalieri-allenamentoI Cavalieri in casa continuano ad avere il passo di un rullo compressore, che non si ferma davanti a niente e nessuno. Oggi è toccato al Parma, terza forza del campionato prima di arrivare al Chersoni dove si è dovuta inchinare alla legge dei “tuttineri” vincitori per 24-17 al termine di una partita vibrante, tesa e combattuta fino all’ultimo minuto, con ben cinque cartellini gialli e un rosso per Villagra.I Cavalieri, anche oggi, hanno dimostrato di avere nel carattere la loro arma in più: sotto due volte, sempre abili nel riportarsi in vantaggio per poi resistere all’assedio emiliano nell’infinito recupero decretato dal discutibile fischietto veneto Traversi. Insomma, un temperamento da grande squadra.
Contro la testa di serie Parma Rugby, terza in classifica e detentrice della Coppa Italia, il match si fa subito in salita. Parma piu attento ed abile specie nei punti di incontro. Al 7′ sono proprio gli emiliani a passare in vantaggio grazie alla meta realizzata da Rubini. Da posizione angolata Irving trasforma per il 7-0 iniziale. La reazione dei pratesi e immediata e veemente e porta al calcio di punizione di Wakarua che centra i pali accorciando le distanze sul 3-7. Al 14′ bella azione dei lanieri con Von Grumbkov terminale offensivo dell’azioneche arriva fino a 5 metri dalle linea di meta avversaria per poi essere fermato. Al 22′ Parma prova ad allungare col calcio di Irving (3-10), ma ancora Wakarua, sempre su  penalty. accorcia di nuovo le distanze per i tuttineri (6-10). Cavalieri pericolosissimi al 28′ con un’azione multifase alla mano che arriva ad un passo dalla meta. Il Parma e costretto al fallo e Wakarua centra, da posizione facile facile, i pali (9-10). Wakarua e Ireland prendono un giallo a testa per fallo reciproco e sulla susseguente punizione, Burton non riesce a trovare i pali per quello che poteva essere il primo vantaggio della partita per i Cavalieri. Lo stesso Burton ci prova con un drop, al 38′ dal limite dei 22, ma non riesce a centrare i pali. Proprio nel finale di tempo un fallo con i Cavalieri in attacco costa il giallo a Giovanchelli con i Cavalieri che iniziano cosi la ripresa in 13 contro 14.
Al ritorno dagli spogliatoi i Cavalieri iniziano il loro show. Al 8′ prima meta dei tuttineri, tornati a vestire la loro tradizionale casacca, con una ottima discesa personale di Mafi. Wakarua trasforma per l 16-10 parziale. La partita la fanno i lanieri ma il Parma è scaltro e su una ripartenza veloce, calcio di punizione sulla linea dei primi dieci metri battuta in rapidità, trovano la meta del nuovo vantaggio con Rubini che calcia, scavalca la linea difensiva laniera riprende il suo calcetto e va in mezzo ai pali. Irving trasforma per il 16-17. Meta che poteva ammazzare il morale di chiunque ma non dei pratesi che sospinti dal proprio pubblico attaccano, creano occasioni ma sprecano. In superiorita numerica, giallo per Tsveraga, Narvaez commette una reazione ad un fallo avversario che costa la revoca della punizione già assegnata a favore dei lanieri e il giallo. Ma i Cavalieri lottano, giocano e passano con un’azione alla mano e con Justin Purll, man of the match e giocatore di altra categoria che schiaccia in meta alla bandierina. E il là definitivo alla vittoria che si concretizza con il penalty di Wakarua nel recupero. Il Parma che, magra consolazione, conquista i punti del bonus difesa, ci prova fino alla fine, ma i tuttineri resistono, anche in 14 per il rosso diretto a Villagra, e il risultato non cambia piu. Dopo 9 minuti di recupero arriva il fischio di liberazione.

I commenti sono chiusi.