I commercialisti pratesi premiano i colleghi con maggiore anzianità professionale

commercialistiIn occasione dell’assemblea degli iscritti all’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Prato, che si è tenuta presso il Palazzo dell’industria, sono state consegnate le medaglie ai commercialisti che hanno raggiunto un’attività professionale di 40 anni e 30 anni. “E’ un momento importante del nostro ordine – spiega Paolo Biancalani, presidente dei commercialisti di Prato – perchè dopo l’unificazione tra l’ordine dei dottori e quello dei ragionieri commercialisti ora il nostro ordine conta più di 650 professionisti e poter premiare coloro che hanno raggiunto un’attività di 30 e 40 anni è per il nostro consiglio un onore e rappresenta un importante valore aggiunto per la nostra professione”.
Ecco i professionisti premiati. Per i 40 anni di iscrizione: Paolo Giovacchino Sanesi, Salvatore Li Vigni, Foresto Guarducci, Francesco Fratini. Per i 30 anni: Luciano Mancini, Paolo Figliolia, Riccardo Fanciullacci, Francesco Colzi, Antonio Bove.

Commercianti assediati da abusivismo e contraffazione: volantinaggio in tutti i mercati per denunciare il fenomeno

vu_cumpra-abusivismo-commercialeNell’ambito dell’iniziativa nazionale organizzata da Confesercenti, Confcommercio ed Anva, “Abusivismo, contraffazione ed illegalità: ferite per il commercio, il mercato e la città” oggi e domani, 27 e 28 novembre, in tutta la provincia di Prato sono in corso numerose iniziative sul tema. In tutti i mercati della provincia pratese verrà distributo il volantino “Non accettare borse dagli sconosciuti”. Attualmente è in corso un convengo nazionale a Pisa alla presenza del sottosegretario degli interni Alfredo Mantovano.
L’iniziativa nasce con l’intento di sensibilizzare la cittadinanza su una piaga temibilissima per il mercato ed il commercio pratese: la contraffazione e l’abusivismo. Le associazioni di categoria e l’Associazione Nazionale Venditori Ambulanti conducono nel territorio pratese un’azione costante di sensibilizzazione e di denuncia. Negli ultimi tempi l’offerta commerciale dei venditori abusivi nella provincia pratese è diventata sempre più vasta e varia. Il fenomeno nuoce gravemente chi esercita regolarmente il commercio così come la cittadinanza, in particolar modo in un momento così difficile per l’economia ed il commercio.

Paolo Poli al Politeama alle prese con i mille personaggi dei “Sillabari” di Parise

61-sillabari2L’inarrestabile Paolo Poli, dall’alto dei suoi ottant’anni compiuti, ci lascia senza fiato ancora una volta con i suoi balli, i suoi canti e gli immancabili trasformismi che lo hanno reso famoso al grande pubblico. Ci riesce, sempre magistralmente, con il riadattamento dei “Sillabari” di Goffredo Parise, autore che racconta gli stati d’animo di una società che, dopo la guerra, è desiderosa di riemergere e sopravvivere. L’appuntamento è per domani sera (ore 21) e domenica alle 16 al Politeama.
“Dodici anni fa giurai a me stesso, preso dalla mano della poesia, di scrivere tanti racconti sui sentimenti umani, così labili, partendo dalla A e arrivando alla Z. Sono poesie in prosa. Ma alla lettera S, nonostante i programmi, la poesia mi ha abbandonato. E a questa lettera ho dovuto fermarmi”: così lo stesso scrittore, nella prefazione alla raccolta,  ci spiega cosa si ripropone la sua opera, ossia di donare al lettore un album di vecchie fotografie, ingiallite ma intatte, che delineano bambini attoniti, vecchi astiosi e incattiviti dal tempo, donne di periferia afflitte da un bovarismo post-bellico, uomini che scoprono il bisogno di lottare per sopravvivere, tutti con il loro carico di sensazioni e sentimenti.
Questa galleria di personaggi si presta più che bene alla fantasia sarcastica e quasi diabolica dell’attore fiorentino, che propone alle platee teatrali una rilettura del testo parisiano che rapisce per la sua magia e il suo estro nostalgico e regala a piene mani una gamma di tonalità che sicuramente rapiranno gli spettatori che avranno la fortuna di sedersi sulle poltrone del teatro Politeama pratese.
Uno spettacolo brillante, che al tempo stesso ci delinea una società del passato dalle tinte fosche, ma che può ancora regalarci tantissime emozioni e, grazie alla maestria di Poli, anche farci divertire. Ambienti e scene di Emanuele Luzzati, costumi di Santuzza Calì, musiche di Jacqueline Perrotin, coreografie di Alfonso De Filippis, regia di Paolo Poli.

Elia Frosini

Troppi cinghiali e cervi, incontro a Carmignano promosso dal Pdl per fare il punto sul problema

cinghialiSi svolgerà nel Salone consiliare del Comune di Carmignano, in piazza Matteotti, questa sera, venerdì 27 novembre alle ore 21, l’incontro aperto alla cittadinanza sul tema “Allarme selvaggina – Danni al territorio e alle coltivazioni, pericoli per la salute pubblica e la sicurezza stradale”, organizzato dal gruppo provinciale del Pdl. Il tema della serata sarà introdotto dal consigliere del comune mediceo Roberto Rempi, cui seguiranno gli interventi di tecnici ed esperti dei settori interessati: Bernardo Pasquetti, agronomo, Maurizio Fantini, vicedirettore della Coldiretti di Firenze e Prato, Pietro Bettarini, cacciatore di selezione, oltre ad esponenti di Confagricolura e del Corpo forestale dello Stato. Al centro dell’incontro le devastazioni e i rischi dovuti al sovrannumero di cinghiali, cervi e selvaggina ungulata, vera e propria emergenza quotidiana.
“Da tempo si ascoltano enunciazioni di principio e impegni generici: sono anni che singoli e associazioni di categoria denunciano il problema. La Regione Toscana e la Provincia di Prato hanno finora temporeggiato, a causa di divisioni interne e pressioni dei movimenti ambientalisti. Chi ha il dovere di intervenire non ha capito che così facendo – affermano gli organizzatori – oltre ai cittadini, ne soffre anche lo stesso patrimonio agricolo e paesaggistico che si dice di voler tutelare”.Al dibattito potranno partecipare tutti gli interessati. Le conclusioni dell’incontro saranno affidate al capogruppo Pdl alla Provincia di Prato, Cristina Attucci.

Salta la Marcia della pace dell’Uisp. L’Italia dei Valori: “La Circoscrizione Centro ha tagliato i fondi”

bandiera-paceLa Marcia della pace quest’anno non si farà. La corsa podistica che da diversi anni veniva organizzata nel centro storico di Prato da parte della Lega atletica della Uisp e che negli ultimi anni era stata dedicata anche alla memoria di Michele Ventrone, già presidente della Circoscrizione Centro, non verrà disputata, così come era nelle intenzioni dei dirigenti della Uisp. E sulla vicenda si apre un fonte di polemica politica:  “Il motivo di questo annullamento è presto detto – si legge in una nota dell’Italia dei Valori – La Circoscrizione Centro, per la prima volta guidata da un presidente del centrodestra, ha detto che non ha soldi per il contributo che veniva destinato a questa manifestazione. Una risposta che puzza. La sensazione è che il contributo è stato negato perchè a chiederlo era un’associazione vicina al centrosinistra. Ma, a prescindere dalla motivazione più o meno vera, resta la consapevolezza che il centrodestra ha cancellato una manifestazione sportiva che avrebbe portato gente nel centro storico di Prato e che oltre alle motivazioni sportive portava con sè quelle legate alla pace”.

Viaggio nella pittura pratese del Novecento: inaugura la mostra permanente al Santa Rita

Leonetto Tintori

Leonetto Tintori

È un viaggio attraverso l’arte pratese del Novecento quello che la Fondazione Opera Santa Rita offre alla città. Si tratta di un allestimento permanente ospitato negli ambienti in piazza San Rocco, sede della Fondazione, dedicata all’educazione nei confronti di minori con difficoltà personali e familiari. La mostra, intitolata “Raccolta della pittura pratese del Novecento” e composta da 118 opere, è frutto di una cospicua donazione da parte del collezionista pratese Franco Bertini. “Il mio è stato un regalo alla città – spiega Bertini, molto legato al Santa Rita per motivi familiari, la figlia, affetta da disabilità, è da tempo seguita dall’Opera -, il desiderio è quello di far conoscere ai pratesi i grandi artisti che hanno reso grande il nostro territorio”.
Curato da Martina Altigeri, direttrice della mostra, l’allestimento è suddiviso in sezioni secondo criteri cronologici, geografici e naturalmente di stile. Si comincia con la scuola anni ’30 di Del Rigo e Gallo per proseguire con i Maestri degli anni ’60: Burattin, Saetti e Sanesi fino ad arrivare ai nostri giorni con i già affermati, anche a livello internazionale, Jonda, Furlani e Martinelli. Non mancano i quadri nati in seno allo stile espresso dalle più note scuole pittoriche pratesi come quella di Vainella, facente capo a Leontetto Tintori, la Leonardo e il Chiassino. La ricchezza e il genio del territorio pratese è rappresentato, tra gli altri, da artisti valbisentini come Marco Zeloni e Ardengo Soffici per Poggio a Caiano. Non mancano artisti provenienti da tutti i comuni della provincia.
“È un onore per noi – dice Roberto Macrì, presidente della Fondazione Opera Santa Rita – ospitare il frutto della creatività e della produzione degli artisti pratesi e volentieri ci facciamo tramite affinché attraverso il Santa Rita queste opere possano essere conosciute e valorizzate”. La mostra, il cui ingresso è gratuito, è dislocata in tre ambienti dell’Opera: la chiesa di Santa Chiara, la sagrestia e la sala d’ingresso. All’aperto, su una facciata della sede del Santa Rita, visibile dal piazzale interno, è stata collocata l’opera di Guglielmo Malato dedicata a Virginia Frosini, fondatrice dell’Opera. Si tratta di un rosone nel quale una figura di donna è “accerchiata” da dodici formelle contenenti il volto di ragazzi. “Rappresenta – spiega Malato – l’amore e la passione di Virginia Frosini per l’educazione nei confronti dei giovani”.
Domani, sabato 28 novembre alle 11,30, presso la sede dell’Opera Santa Rita l’inaugurazione e l’apertura ufficiale al pubblico. Da lunedì 30 la mostra sarà visitabile dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 nei giorni feriali; nei festivi l’apertura è su richiesta. Per le visite guidate basta rivolgersi direttamente alla segreteria dell’Opera: 0574-21245; e-mail: info@operasantarita.it.

Al via il Festival Zipoli: quattro concerti gratuiti, una visita guidata e un seminario di studi

L'arpista inglese Andrew Lawrence

L'arpista inglese Andrew Lawrence

Filo conduttore del VI Festival Zipoli, al via da sabato 28 novembre, è la capacità di adattamento della musica barocca ai diversi strumenti, della possibilità che offre di trasformarsi continuamente nel profilo melodico e nell’accompagnamento secondo l’estro degli interpreti che sono chiamati anche a improvvisare, un po’ come per il jazz. Così questa edizione, che comprende quattro concerti a ingresso libero, una visita guidata e un seminario, propone la musica del compositore pratese Domenico Zipoli suonata all’organo, all’arpa e perfino in un’originalissima versione jazz.
Promossa da Provincia e Comune di Prato, la rassegna, come sottolinea l’assessore alla Cultura della Provincia, Edoardo Nesi, “E’ una preziosa occasione anche per ascoltare antichi strumenti patrimonio del nostro territorio, come gli organi settecenteschi.” Per l’assessore alla Cultura del Comune, Anna Beltrame, il Festival Zipoli “E’ un omaggio al più grande musicista pratese e allo stesso tempo un’occasione per farlo conoscere ancora di più alla città, grazie a un programma originale e di indiscutibile qualità”. Anche questa edizione si avvale della direzione artistica dell’organista Gabriele Giacomelli, docente di musicologia all’Università di Firenze e al Conservatorio «G. Puccini» di La Spezia. Realizzato anche con il sostegno della Banca Fideuram, il festival si apre con un’anteprima sabato 28 novembre (ore 16) nella pieve di San Giusto in Piazzanese con una Visita guidata all’organo settecentesco in collaborazione con l’Associazione Pratese Amici dei Musei. Gabriele Giacomelli guidarà i partecipanti alla scoperta del prezioso organo della pieve, di cui verranno illustrate le caratteristiche tecniche e storiche, accompagnate da esemplificazioni musicali dal vivo tratte dal repertorio organistico di Zipoli. È necessaria la prenotazione telefonando allo 0574/31465, mail: amicimuseiprato@libero.it. Il primo concerto, invece, è foissato per lunedì 7 dicembre alle ore 18 a Palazzo Buonamici, quando si esibirà il celebre arpista inglese Andrew Lawrence-King, che interpreterà su un’arpa barocca spagnola suggestive musiche di A. de Cabezòn, L. Venegas de Henestrosa, L. de Milan, L. Ruiz de Ribayaz e del nostro Domenico Zipoli.

Incontro al Buzzi con l’artista pratese Andrea Martinelli per la Festa della Toscana

buzzi_1Nell’ambito delle iniziative per la prossima Festa della Toscana la circoscrizione Prato Est,  in collaborazione con l’Istituto Buzzi,  promuove un incontro dedicato al tema della festa: ”Arti, culture, futuro”, rivolto agli studenti delle scuole superiori e a tutti i cittadini interessati. L’iniziativa, condotta e coordinata  dal giornalista Vittorio Vannucci, è in programma domani, 27 novembre, dalle ore 10,30 presso l’aula magna dell’Itis Buzzi in viale della Repubblica 9. Parteciperà il  professor Giacomo Grassi, che illustrerà ai ragazzi e ai partecipanti il significato  della Festa della Toscana e del tema prescelto, cui seguirà l’incontro con  un artista pratese, Andrea Martinelli. L’incontro sarà animato dal noto attore, regista, e presentatore  Gaetano Gennai, dai tempi della mitica “Vernice fresca”  protagonista infaticabile di  televisione, cinema, cabaret e quant’altro,  insieme a tanti amici quali Leonardo Pieraccioni, Massimo Ceccherini, Carlo Conti.

Energie rinnovabili, Pratoinvest fa nascere una società di scopo: già raccolti un milione e mezzo di euro

pannelli-solari-fotovoltaiciEnergie rinnovabili – fotovoltaico, idroelettrico, biomasse ma non solo – come investimento che ottimizza il rapporto fra potenzialità e rischio: questo è quanto è emerso dagli studi effettuati da Pratoinvest, la società emanazione dell’Unione Industriale Pratese costituita allo scopo di favorire il coinvolgimento dei soci dell’Unione in iniziative di carattere infrastrutturale. Da qui la decisione di promuovere la costituzione di una società di scopo ad hoc, secondo l’impostazione della stessa Pratoinvest che si propone come mera sede di progettazione degli interventi e non come soggetto operativo. L’idea è sia di andare a costituire nuovi impianti sia di entrare nel capitale di altre realtà già costituite. La sottoscrizione di quote della nuova spa – per ora senza nome – è aperta non solo agli imprenditori pratesi ma a tutti gli aderenti al sistema Confindustria, a condizione che entrino anche in Pratoinvest. Il termine per opzionare le quote è il prossimo 7 dicembre.
“Per ora le sottoscrizioni sono a quota un milione e mezzo di euro – spiega Riccardo Matteini, presidente di Pratoinvest – ma sono in corso altri contatti. Diamo la precedenza ai soci di Pratoinvest ma manteniamo la massima apertura anche ad altri colleghi, non necessariamente pratesi. La nostra aspirazione è comunque di lavorare sul territorio, coniugando in questo modo l’interesse della nuova società con quello del distretto: confidiamo che questa nostra iniziativa raccolga l’interesse delle istituzioni locali e che eventuali progetti non trovino ostacoli eccessivi, così da non dover cercare soluzioni diverse fuori da Prato. La nuova società ha anche una finalità legata al risparmio energetico: riteniamo infatti che vi siano ampi spazi per ottimizzare i consumi di energia e che interventi in questo senso consentano recuperi di costi molto interessanti.” Gli uffici dell’Unione (tel. 0574 4551) sono a disposizione delle imprese interessante ad acquisire ulteriori elementi informativi ed a valutare la possibilità di sottoscrivere azioni della costituenda società.

Montemurlo, il sindaco incontra i contoterzisti e li invita al consiglio straordinario sulla crisi

Il sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini

Il sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini

Questa mattina (giovedì 26 novembre) il sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini ha incontrato nel palazzo comunale una rappresentanza dei contoterzisti di Montemurlo, tra cui Manuela Biliotti. Il sindaco ha ascoltato i problemi espressi dagli artigiani cui ha rinnovato l’invito ad essere presenti il 30 novembre al consiglio comunale straordinario sulla crisi, convocato proprio all’interno di un’azienda del territorio. “Penso sia importante la testimonianza diretta degli artigiani – ha spiegato Lorenzini – durante un consiglio cui parteciperanno parlamentari di vari partiti, le parti economiche e sociali del territorio, ed in cui affronteremo il tema della crisi e delle azioni da intraprendere per superarla”. Un incontro costruttivo quindi quello di stamani mattina, che rientra nella pratica di ascolto di tutti gli attori dell’economia avviata in questi mesi dal sindaco. Non poteva mancare il tema della lotta all’illegalità economica, e nel ricordare la ferma azione di contrasto portata avanti dall’amministrazione il Sindaco ha ribadito “Abbiamo inasprito le sanzioni a coloro che affittano i capannoni agli irregolari anche perché, come ho già detto più volte, non possiamo permettere che la gente viva in condizioni disumane e venga sfruttata”. Il lavoro di squadra tra i vari uffici comunali promosso dall’amministrazione, infine, comincia a dare i primi frutti e rende più efficaci le diverse attività contro l’abusivismo edilizio e l’illegalità economica. Sindaco e artigiani si sono salutati quindi con la prospettiva di incontrarsi di nuovo lunedì 30 novembre alle ore 16.30 presso l’Orditura Campioni Erghet (via di Vittorio, 54 – Montemurlo) per il consiglio straordinario aperto a cui è invitata anche la cittadinanza.

L’assessore Pieri incontra il ministro Carfagna che si complimenta per il sistema integrato degli asili nido pratesi

asilo-nido1L’assessore all’Istruzione pubblica, Università e Pari opportunità, Rita Pieri ha incontrato a Roma il ministro Carfagna, alla quale ha rivolto un invito per una visita ufficiale a Prato, ricevendo i complimenti per la  realizzazione del sistema integrato pubblico/privato degli asili nido nel territorio pratese che consente il pagamento della medesima retta, proporzionale al reddito, da parte delle 1100 famiglie i cui figli frequentano ogni anno il nido, sia esso comunale o convenzionato, grazie allo sforzo economico del Comune.
In vista dei bandi ministeriali l’assessore ha chiesto informazioni sulla possibilità di partecipazione per reperire risorse, ancor più necessarie in questo periodo di crisi e in una città con una situazione assai particolare nell’intero territorio nazionale per crescita demografica, per poterle destinare all’erogazione di crediti d’accesso per l’asilo nido, in quanto senza tale “sconto” da parte del Comune, la frequenza  è impossibile a costo pieno per le famiglie pratesi.

Ancora una ditta cinese chiusa dopo i controlli della squadra interforze

sany1006 controlli ditta cinese cinesi sequestroNon si allenta la morsa dei controlli nelle attività del distretto parallelo cinese. Questa mattina i carabinieri hanno guidato le squadre interforze in un blitz che si è sviluppato tra Prato e Montemurlo e ha interessato tre laboratori. Al termine dei controlli – effettuati con l’ausilio delle polizie municipali, dei vigili del fuoco, Asl, Inps, Asm e Nucleo Ispettorato del lavoro – un’azienda di via Amalfi a Prato è stata chiusa sulla base della normativa Bersani, mentre il capannone che la ospitava è stato sottoposto a sequestro penale a cause dei molteplici abusi edilizi commessi al suo interno. Il titolare, un cinese di 61 anni, ufficialmente residente in provincia di Mantova, è stato invece denunciato sia per lo sfruttamento della manodopera clandestina sia per gli abusi edilizi. Due gli stranieri irregolari rintracciati all’interno dell’azienda.

La Provincia passa all’80% nella Fil. Ma in consiglio è bagarre sul tema della scuola

fil-ingresso-pic centro impiegoDopo l’uscita dei privati dal capitale sociale di Fil Spa, ieri pomeriggio il consiglio provinciale ha dato il via libera all’acquisto delle quote da parte dell’ente Provincia. Che sale, in questo modo all’80% di partecipazione nella società di formazione e di impiego per il mercato del lavoro. L’impegno di spesa per 130 mila euro è stato, però, contestato dal Pdl perplesso per l’acquisto delle quote al valore nominale “in questo modo si rischia un esborso maggiore” è stata la valutazione dei consiglieri pidiellini.
E’ stato, però, il dibattito sugli effetti della riforma Gelmini, con la mozione Pd-Idv contrapposta all’ordine del giorno Pdl, a capitalizzare la maggiore attenzione. Secondo Giulia Anichini, firmataria del testo approvato dalla maggioranza “i tagli effettuati dal governo ci sono e sono oggettivamente osservabili”. In pratica l’addebito del Partito Democratico al governo è di avere apportato “tagli per oltre 8 miliardi di euro, con una riduzione del numero degli insegnanti, delle ore di lezione, spegnendo quelle realtà di scolarità periferica”. Per questo la consigliera democrat ha espresso “solidarietà ai docenti ed agli studenti che sono in lotta contro questi provvedimenti”. Argomentazioni contestate dalla capogruppo del Pdl Attucci, artefice di un ordine del giorno per invitare “a non trasformare, come già fatto in occasione della riforma Moratti, la scuola in un campo di battaglia dove spostare lo scontro politico”. “Non sono tagli, ma razionalizzazioni, che serviranno fra l’altro di investire 2 miliardi in più nell’innovazione” ha spiegato Attucci, bollando come “strumentale” la mozione del Pd. Scendendo nel dettaglio la riduzione dei fondi è legata “al blocco del turn over per 95mila insegnanti che andranno in pensione, permettendo in questo modo di ricollocare i precari della scuola”. Le ha fatto eco, almeno in questo, Querci dell’Udc, che si è opposto al testo “perché poco propositivo e rivolto soltanto nel criticare la riforma Gelmini”. Soprattutto il centrista ha visto di cattivo occhio il controverso passaggio sulle scuole private “che nelle esperienze peggiori si configurano come meri diplomifici”. “Non siamo contro le scuole private, quando sono uno stimolo al miglioramento anche dell’istruzione pubblica” ha chiarito durante il dibattito il capogruppo dell’Idv, Mori. Applicato alla realtà pratese, il dibattito è però inevitabilmente finito sulla questione dell’edilizia scolastica. “Abbiamo investito fra il 2005 ed il 2008 30 milioni di euro” ha sostenuto Fabio Rossi del Partito Democratico, ricordando “i 25 milioni di euro stanziati dal precedente governo, non ancora assegnati per finanziare l’edilizia scolastica”. “E allora perché il Dagomari ed il Marconi si trovano in una situazione di disagio?” ha ribattuto polemicamente Cristina Attucci. Che ha visto consumarsi, proprio sul suo ordine del giorno, l’ennesima frattura all’interno dell’opposizione, con il voto contrario espresso dall’esponente Udc, Querci.

Carlandrea Adam Poli

Cantieri sulla Sr325; “giallo” per lo stop ai lavori ma l’assessore Menchetti smentisce: “Tutto regolare”

s6302892 lavori stradali sr 325 cantiere Le CosteAncora polemiche intorno ai cantieri aperti sulla Sr325. Con un piccolo giallo, intorno ad un paventato blocco dei lavori a Le Coste. A lanciare l’allarme è la lista civica La città per noi che denuncia, attraverso il suo coordinatore Silvano Agostinelli, l’ennesimo contrattempo: “Dopo la revoca – dice – dello sciopero avvenuto poco più di una settimana fa e proclamato dai sindacati di categoria per tutelare parte degli operai impegnati nel cantiere rimasti da mesi senza stipendio e le rassicurazioni dell’assessore provinciale ai lavori pubblici Ivano Menchetti sembrava tutto risolto. Da domani,invece, saremo punto a capo e il cantiere si fermerà di nuovo,questa volta a non essere pagato è il materiale come i micropali e il combustibile per i mezzi impiegati”. Versione che l’assessore Menchetti smentisce, dopo una rapida verifica tra gli uffici competenti e una telefonata ai titolari della Cogemar, l’azienda incaricata dei lavori. “Non ci risulta niente del genere – dice Menchetti -. Domani sera, come avviene ogni 15 giorni, gli operai hanno il week end lungo, così torneranno alle loro case per rientrare lunedì sera e ricominciare il lavoro il martedì mattina. Fino a domani sera, però, il lavoro proseguirà regolare e le forniture saranno sufficienti. Poi, nella giornata di lunedì arriveranno altri micropali, che saranno impiantati da martedì mattina alla ripresa dei lavori”.
La città per noi, però, va oltre l’immediato e torna a chiedere con insistenza un’accelerazione nei lavori: “Le attività lavorative della vallata e tutti i cittadini – dice ancora Agostinelli – vanno tutelati e dopo il pressing sulla Provincia con le 1000 firme raccolte siamo disposti a promuovere attraverso tutte le attività lavorative che hanno subito ,subiscono e subiranno danni per ritardi e mancati guadagni un’ulteriore azione nei confronti delle istituzioni preposte”. Da parte sua Menchetti riconosce che è vero che l’azienda incaricata dei lavori ha manifestato alcuni problemi di liquidità che hanno costretto la Provincia a intervenire sia direttamente sulla Cogemar sia sull’Anas che ha la direzione dei lavori ed è la stazione appaltante. “Fino ad ora, però, le tempistiche dei lavori sono state rispettate – afferma l’assessore provinciale -. Nel week in cui gli operai restano qui, i lavori vengono fatti anche di sabato. Il discorso dei lavori in notturna, invece, è particolare, per due ordini di ragioni: prima di tutto verrebbero a costare una cifra che in questo momento la Provincia non può mettere in campo, poi, e soprattutto, per la particolarità del terreno, il lavoro notturno risulterebbe scarsamente efficace. Così si rischierebbe di dover impegnare altre finanze senza ottenere nessun risultato concreto”.

Carmignano si prepara a vivere dieci giorni alla grande con l’Antica Fiera: stand, iniziative e mostre

carmignano-dallalto-vedutaUn paese che per quasi dieci giorni si trasforma in una grande tavola imbandita con degustazioni, mercatini, proposte gastronomiche, iniziative culturali, visite guidate e una mostra mercato dei prodotti tipici di Carmignano e dei comuni della provincia di Prato. E’ questa “L’Antica Fiera di Carmignano – Dicembre con gusto 2009”  che si svolgerà da sabato 28 novembre a martedì 8 dicembre a Carmignano organizzata dalla Pro Loco e il Comune con il contributo della Provincia di Prato. Una manifestazione che raccoglie una tradizione antica di secoli quando  sulle colline del Montalbano le fiere contadine erano occasioni per vendere e comprare merci ma anche momenti di rapporti sociali e di svago. Oggi parte di questa tradizioni rivive aggiornata secondo le nuove necessità di un territorio ricco di eccellenze agro alimentari come un vino con oltre tre secoli di blasone (e tra le più antiche e piccole Docg d’Europa), e poi i fichi secchi, vera e propria prelibatezza di stagione e l’olio di extra vergine di oliva. La manifestazione vera e propria inizia martedì 1 dicembre ma la novità di questa edizione sarà il prologo di sabato 28 e domenica 29 novembre quando i fichi secchi saranno i protagonisti insieme alla cioccolata con tutta una serie di eventi e laboratori dove i maestri pasticceri sposeranno questi due sapori. Poi dal 1 dicembre tante iniziative come mercatini, degustazioni della classica “fettunta”con l’olio nuovo, le fritelle e il castagnaccio prodotto con la farina di castagne, i migliacci con il sangue del maiale e una mostre mercato nei locali delle ex Cantine Niccolini e nelle piazze,  visite ai frantoi e manifestazioni culturali con mostre e incontri. Previsti anche spazi anche per i bambini all’interno delle ex Cantine Niccolini con laboratori e altre iniziative. “L’Antica Fiera è una delle manifestazioni a cui teniamo particolarmente – ha detto il Sindaco di Carmignano Doriano Cirri – perché nel segno di una tradizione che si rinnova è da sempre una vetrina delle nostre eccellenze agro alimentari e in più una occasione per promuovere tutto il territorio del Montalbano dal punto di vista turistico ed enogastronomico”. Tra gli eventi previsti l’incontro di sapori tra la Toscana e la Puglia dove gli istituti alberghieri “Datini” di Prato e “Einaudi e Grieco” di Foggia propongono un menù dove le tipicità pugliesi si alternano con i tre piatti toscani vincitrici del concorso “A tavola con i fichi secchi” che si è svolto lo scorso mese di ottobre.
Un interessante fuori programma è previsto  sabato 12 dicembre alle 16 con l’arrivo a Carmignano dello scrittore  ed enogastronomo Beppe Bigazzi direttamente dalla trasmissione televisiva di Rai1 “La prova del cuoco” dove presenterà il suo nuovo libro “Osti custodi, segreti e ricette della cucina tradizionale italiana”. In calendario anche numerose iniziative di carattere culturale. Tra queste la mostra  “Immagini del gusto, percorsi contemporanei sul cibo”, una esposizione a cielo aperto che si potrà visitare per le vie del centro di Carmignano per tutto il periodo della festa e “I gioielli del Montalbano”, presso il Museo della Vite e del Vino in Piazza Vittorio Emanuele dove si potranno ammirare esempi di flora e natura del Montalbano. In più spazio anche alla Festa della Toscana sabato 28 novembre alle ore 16 presso la Sala Consiliare del Comune con la premiazione del concorso di pittura indetto dal Comune proprio onorare questa Festa arrivata al decimo anno organizzata dal Consiglio Regionale e che ricorda l’abolizione della pena di morte.

A Montemurlo bellezze in passerella con Miss Teenager: l’incasso della serata devoluto in beneficienza

Perla Francalanci, madrina della serata

Perla Francalanci, madrina della serata

Si terrà a Montemurlo la prima tappa delle selezioni provinciali del concorso nazionale “Miss Teenager – Saranno famose” che il prossimo 5 dicembre alle ore 21.30 si svolgerà presso il Centro Polisportivo “Paolo Nesti” di Bagnolo con le selezioni provinciali all’interno del tour toscano 2009/10.  La manifestazione – patrocinata dal Comune di Montemurlo – è organizzata dall’agenzia MR Production di Firenze in collaborazione con l’associazione “Aurora” alla quale sarà devoluto l’incasso della serata. L’evento è stato interamente finanziato da sponsor locali con ingresso ad offerta libera – su invito – e con partecipazione gratuita per le aspiranti miss.
L’associazione di volontariato “Aurora” si occupa del tempo libero di persone disabili nella provincia di Prato, gestendo una struttura aperta tutti i sabati dalle 9 alle 18 ad Oste di Montemurlo e organizzando attività di carattere ricreativo per i propri utenti e i loro familiari. Tra le iniziative più recenti quella della discoteca per disabili presso lo stesso centro di Bagnolo grazie ad un progetto in collaborazione con il Cesvot (Centro Servizi Volontariato della Regione Toscana).
Il coordinatore del concorso, Marco Rossi, ha scelto di iniziare il tour toscano proprio a Montemurlo per omaggiare la giovanissima Camilla Biliotti vincitrice della fascia regionale per la categoria “canto” e finalista nazionale che è nata e risiede nella nostra città. Il concorso, giunto alla sua 44° edizione, si propone come l’unico momento dedicato alle giovani autodidatte per presentarsi al pubblico, mostrando le proprie capacità artistiche oltre che la propria bellezza. A partire dal canto, fino alla recitazione e alla danza, tale manifestazione è stata un’eccezionale fucina di modelle, showgirl e attrici dai 13 ai 20 anni che hanno avuto così l’occasione di inserirsi nel mondo dello spettacolo, essendo le fasce nazionali di categoria premiate con contratti di lavoro. Tra le vincitrici delle passate edizioni numerosi i casi in cui il concorso è stato un vero e proprio trampolino di lancio; solo per citarne alcune, Milly Carlucci, Isabella Ferrari, Claudia Gerini, Laura Freddi, Serena Autieri, Simona Ventura e la showgirl toscana Perla Francalanci (modella e ballerina RAI e Mediaset) che sarà presente anche il 5 dicembre in veste di madrina. Alla selezione parteciperanno trenta concorrenti provenienti da tutta la provincia pratese selezionate con la collaborazione di scuole di danza, ginnastica, canto e recitazione locali. Una qualificata giuria di addetti ai lavori assegnerà dieci fasce di categoria ad altrettante concorrenti che approderanno alla finale regionale alla fine di agosto 2010. La serata sarà condotta da Stefano Bini, noto presentatore e regista toscano, e sarà ripresa dalle telecamere di SKY nazionale, canale 830 per la trasmissione “I piaceri della vita” di Paolo Moretti.

Si schianta contro il guard rail: era ubriaco. In via Roma auto impazzita per un malore

I soccoritori intorno all'auto coinvolta nell'incidente al Soccorso (foto Sibil Barel)

I soccoritori intorno all'auto coinvolta nell'incidente al Soccorso (foto Sibel Barel)

Ancora un incidente provocato dall’abuso di alcol. L’ennesimo registrato dagli agenti dell’Ufficio sinistri della polizia municipale in questi giorni. Stavolta è toccato ad un pratese di 30 anni, che stamani alle 6.30 si è schiantato con la sua Peugeot contro il guard rail della Declassata all’altezza del sottopasso di Capezzana. Per fortuna nel terribile urto il giovane ha riportato ferite non gravi, ma quando è stato sottoposto agli accertamenti per misurare la quantità di alcol presente nel sangue, questa è risultata essere oltre tre volte superiore al limite massimo consentito dalla legge. Per questo motivo i vigili urbani, oltre a ritirargli la patente, gli hanno anche sequestrato l’auto.
E’ stato provocato, invece, da un malore lo spettacolare incidente che, verso le 9.30 di stamani, ha coinvolto un 52enne in via Roma, all’altezza della chiesa del Soccorso. L’uomo, appena si è sentito male, ha provato ad accostare la sua Audi A3 ma ha finito per montare letteralmente su due auto e un ciclomotore in sosta. A quel punto è rimasto bloccato nell’abitacolo, sotto shock. Per farlo scendere sono così dovuti intervenire i vigili del fuoco, che lo hanno liberato. Anche in questo caso i rilievi sono dell’Ufficio sinistri della polizia municipale.

Torna la Colletta alimentare: 400 volontari impegnati in 21 supermercati di Prato e Provincia

colletta_alimentareSono 21 i supermercati in provincia di Prato nei quali sarà possibile aderire, sabato 28 novembre, alla tredicesima Giornata nazionale della Colletta alimentare. “Un semplice gesto di solidarietà: condividere la propria spesa” è lo slogan scelto anche per l’edizione 2009 che vede crescere ancora il numero dei supermercati aderenti. Organizzata dal Banco alimentare, con la collaborazione delle associazioni e dei punti vendita, la Giornata è stata presentata questa mattina dall’assessore provinciale alle Politiche sociali, Loredana Ferrara, e dal responsabile provinciale della Colletta alimentare, Carlo Savelli.
La raccolta punta soprattutto a reperire prodotti per l’infanzia, olio, tonno, pelati, legumi e carne in scatola. Nei 21 punti vendita a chi entra sarà consegnato un volantino e un sacchetto per la raccolta. I volontari, oltre 400 in tutta la provincia, appartengono a varie associazioni: Caritas parrocchiali, Misericordie e Pubbliche assistenze, San Vincenzo, Alpini, Scouts, mensa La Pira e altri. Quest’anno si aggiunge una convenzione nazionale con Poste Italiane che a Prato metterà a disposizione un proprio mezzo per coprire le esigenze della giornata. I generi alimentari raccolti saranno immagazzinati a Prato nei locali messi a disposizione dalla Manifattura Paola.
Già dallo scorso anno è poi possibile contribuire con un sms solidale, grazie al numero 48589 (attivo dal 28 novembre fino al 15 dicembre) a cui sarà possibile inviare un sms e donare 1 euro da cellulare, e 2 euro da telefono fisso. I fondi raccolti serviranno a sostenere la rete del banco alimentare per l’organizzazione e la distribuzione degli alimenti. Lo scorso anno a Prato nella giornata della Colletta sono state raccolte oltre 41 tonnellate di prodotti alimentari successivamente distribuiti alle associazioni ed enti caritatevoli e di assistenza presenti nella provincia. L’iniziativa gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e del patrocinio del Segretariato sociale della Rai.
Ecco l’elenco dei punti vendita:a Prato nei supermercati Conad di via Kuliscioff (Maliseti), via Catani (Mezzana), via Roma (Le Fontanelle); Coop Parco Prato, via delle Pleiadi (Capezzana), via Bologna e via Veneto; Esselunga di viale Galilei e via Valentini; Pam di via Ferrucci, via Mugellese, via Pistoiese, via Targetti e via Palermo; Penny di via Mino da Fiesole, via delle Ripalte, via Wangen, via Marengo e via Lombardia; LiDL di viale della Repubblica. A Poggio a Caiano ci sarà la Pam di via Matteotti e a Vaiano la Coop di via Rosselli. Per informazioni e per dare la propria disponibilità come volontario è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica: colletta.prato@tiscali.it. E’ possibile iscriversi anche alla pagina Amici Fondazione Banco Alimentare onlus su Facebook.

Tredicenne al pronto soccorso: aveva bevuto per sbaglio a scuola acqua dove aveva sciolto una sostanza tossica

pronto-soccorsoUn ragazzino di 13 anni è stato portato ieri mattina al pronto soccorso dopo aver ingerito dell’acqua contaminata con una sostanza tossica mentre era a scuola. Per fortuna l’intossicazione si è rivelata di poco conto e lo studente, dopo essere stato tenuto in osservazione per qualche ora, è stato dimesso e rimandato a casa. Del caso, comunque, è stata informata anche la Questura che ha mandato in ospedale una pattuglia della Volante. I poliziotti, parlando con i medici, hanno appurato che il ragazzino aveva bevuto per sbaglio dell’acqua dove era stata sciolta una pallina di fertilizzante che lo stesso stava usando per gioco. Gli stessi agenti si sono poi recati presso la scuola media dove era avvenuto l’episodio per prendere contatti con il dirigente che, dopo aver confermato la versione dei fatti, si è riservato di approfondire la situazione che aveva determinato l’incidente.

Cassa integrazione straordinaria alla Caverni&Gramigni e alla Al.An: coinvolti più di cento lavoratori

tessileQuesta settimana il Servizio Lavoro della Provincia di Prato ha sottoscritto accordi per la Cigs in due importanti aziende tessili del distretto:il lanificio Caverni & Gramigni e la rifinizione AL.AN. Il lanificio Caverni & Gramigni presenterà richiesta di cigs per crisi aziendale a partire dal 1 dicembre 2009 e per la durata di 12 mesi per un numero massimo di 25 dipendenti. Ove possibile sarà attuata la rotazione del personale. L’accordo è stato sottoscritto da Franca Ferrara, dirigente del servizio Orientamento e lavoro della Provincia, Roberto Caverni e Marco Gramigni, per il Lanificio Caverni & Gramigni Spa, Andrea Lo Rocco per l’Unione industriale, Anna Rosa Stefani per la Filtea-Cgil, Calogero Arnica per la Femca-Cisl, Angelo Colombo per la Uilta-Uil e dai rappresentanti dei lavoratori dell’azienda. La rifinizione AL.AN, invece,  ha presentato richiesta di cigs per crisi aziendale a decorrere dal 24 novembre 2009, per la durata di 12 mesi e per un numero massimo di 84 lavoratori dipendenti. L’azienda in relazione alle proprie esigenze tecnico produttive e funzionali attuerà la rotazione fra i lavoratori. L’accordo è stato sottoscritto da Franca Ferrara, dirigente della Provincia, Andrea e Alessandro Menichetti per la rifinizione AL.AN Spa, Andrea Lo Rocco per l’Unione industriale, Anna Rosa Stefani per la Filtea-Cgil, Calogero Aronica per la Femca-Cisl, Angelo Colombo per la Uilta-Uil e dai rappresentanti dei lavoratori dell’azienda.
Naturalmente è prevista l’attivazione del programma di politica attiva del lavoro attraverso lo Sportello emergenze e il Centro per l’impiego, finalizzato alla ricollocazione e riqualificazione con orientamento, formazione individualizzata per l’inserimento lavorativo, accompagnamento della persona e affiancamento della stessa nell’inserimento in una nuova attività.

Vaiano, interrogazione in Comune per via Braga: “E’ la strada centrale ma è in condizioni pietose”

via-braga-vaianoUn intervento immediato di rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi in via Braga sarà chiesto dalla lista Vaiano Libera e Sicura, che sul tema presenterà un’interrogazione urgente in consiglio comunale. “Dovrebbe essere il salotto buono del paese – spiega il consigliere comunale Massimiliano Masi -. Il biglietto da visita, la strada per eccellenza. Invece, la centralissima via Braga, che percorre tutto il centro di  Vaiano, è una strada piena di buche e sconnessioni che offre davvero una brutta immagine del paese, oltre a destare preoccupazione per la sicurezza di pedoni e automobilisti. L’amministrazione comunale in questi anni non è mai intervenuta con opere di manutenzione o di miglioramento della strada, lasciata ad una totale incuria, operando solo “rattoppi”. Il risultato di questa operazione è racchiusa in una desolante panoramica della strada, davvero brutta con buche , avvallamenti, sconessioni, con marciapiedi inadeguati sia per il transito dei pedoni, che più che altro dei disabili. Insomma assolutamente non idonei per  un centro cittadino”.

Il Comune dà la caccia agli evasori: intascherà il 30 per cento delle risorse recuperate

evasione-fiscaleIl Comune aiuterà lo Stato a stanare gli evasori e in cambio avrà un terzo delle risorse recuperate. La giunta ha approvato il progetto “Partecipazione del Comune all’accertamento nei confronti delle persone fisiche ed emersione del lavoro nero”, presentato dai consiglieri del Pdl della Commissione 2 (Alessandro Giugni, Riccardo Bini, Vittorio Lana, Francesco Innaco). La proposta ed il provvedimento sono stati elaborati in base ad un protocollo di intesa siglato tra Anci e Direzione Regionale Entrate Toscana, che consente di individuare e segnalare all’Agenzia delle Entrate la capacità reddituale di persone fisiche prive di dichiarazione dei redditi; in possesso di beni mobili, immobili, diritti reali e altre attività, secondo le disposizioni del redditometro. Il Comune si avvarrà di cinque centri di rilevazione e di un elevato numero di operatori per inviare all’Agenzia delle Entrate le segnalazioni qualificate utilizzabili ai fini dell’accertamento delle imposte dei potenziali evasori. Tra le novità principali del provvedimento c’è l’obbligo da parte dell’Agenzia delle Entrate di iniziare immediatamente l’accertamento sulla base della segnalazione qualificata ricevuta dal Comune e rendicontare all’Ente l’esito della segnalazione stessa.
“Sono molto soddisfatto – afferma Alessandro Giugni, presidente della Commissione 2, Sviluppo Economico, Finanze e Bilancio – che il sindaco e la giunta abbiamo fatto proprio questo progetto che ha come scopo, attraverso azioni mirate, il far emergere il lavoro in nero nel nostro distretto e di accelerare al massimo l’inserimento di tutti i soggetti economici in un sistema di legalità e trasparenza. Il Comune di Prato sarà pertanto uno dei primi in Italia a dare attuazione al DL 203/2005 per effetto del quale il trenta per cento delle somme effettivamente recuperate dall’Agenzia delle Entrate saranno girate al Comune, con riflessi importanti per le politiche di bilancio dei futuri esercizi”.

Bilancio positivo per Alter Mundi 2009 che punta a diventare manifestazione regionale

integrazione-solidarieta-no-razzismoE’ stata davvero tanta la partecipazione ad Alter Mundi 2009, la manifestazione promossa dalla Provincia e dal Comune di Prato, ma organizzata con la partecipazione di un centinaio fra enti, associazioni e comunità. Centinaia di persone alle cene e agli spettacoli e il tutto esaurito anche ai cinque incontri di approfondimento allestiti fra il 20 e il 22 novembre. E tanta gente ha seguito anche gli incontri di Verso Alter Mundi, organizzati nel mese di novembre nei vari Comuni della provincia.
“L’elemento significativo è stata proprio la partecipazione attiva, non solo la gente c’era, sia pratesi che stranieri, ma ci sono state domande e interventi. Insomma si percepiva chiaramente la voglia di discutere, di esserci – sottolinea soddisfatta l’assessore provinciale alle Politiche Sociali Loredana Ferrara – Ebbene, a questa domanda di confronto è importante dare risposta perché si tratta di segnale prezioso. Il confronto avvicina i cittadini e arricchisce le istituzioni. Alter Mundi quindi continuerà idealmente attraverso un percorso che ci porterà fino alla prossima edizione”.
L’assessore aggiunge infatti che a partire da gennaio 2010 ci sarà ogni mese un evento, musicale o etnico-culturale alternato a incontri di approfondimento da organizzare via via in tutti i Comuni del territorio.
“L’anno prossimo l’obiettivo è far diventare Alter Mundi un appuntamento regionale, coinvolgendo le altre province toscane in un confronto che approfondisca le specificità dei territori ma trovi anche terreno comune di confronto – conclude Ferrara – Il parternariato concesso quest’anno dalla Regione è già un punto di partenza importante. E a Prato il lavoro e l’impegno di Comuni, associazioni e comunità e di tutti coloro che hanno collaborato a questa edizione è stato davvero grande. E anche questa è una buona base per crescere”.

Prato area di crisi: un seminario con Invitalia per illustrare le opportunità per le imprese

macrolotto_1Con l’inserimento di Prato fra le aree di crisi, la cui ufficializzazione dovrebbe essere ormai imminente, le imprese del distretto possono fruire di varie opportunità di finanziamento. Non esiste ancora, naturalmente, l’accordo di programma previsto dalla legge 99/09, che coinvolgerà i livelli  istituzionali  nazionale, regionale e locale e che presuppone azioni di concertazione  appena avviate  per presentare in maniera organica progetti di natura industriale e infrastrutturale. La norma consente però anche l’attivazione di strumenti  agevolativi come la legge 181/89  per il sostegno a progetti industriali di investimento produttivo di imprese singole o aggregate con contributi a fondo perduto e mutui agevolati. Questo  strumento  sarà utilizzabile anche per Prato non appena saranno stati realizzati i passaggi formali sopra richiamati; a ciò si aggiungono  varie misure regionali in tema di credito, internazionalizzazione, servizi qualificati, innovazione  già disponibili o operative a breve.
Per illustrare alle aziende queste opportunità e le relative modalità di accesso, l’Unione Industriale ha organizzato un seminario che si terrà martedì 1° dicembre alle ore 15 presso la propria sede (via Valentini 14-Prato). Vista l’importanza del tema sarà lo stesso presidente dell’Unione Riccardo Marini a coordinarne i lavori. “Dobbiamo essere realisti. – precisa Marini – E’ naturale e prudente che in questo momento le aziende siano essenzialmente arroccate in posizione di difesa e meno pronte a rischiare su nuovi fronti. Non può che essere così, data la situazione di perdurante difficoltà del distretto: quando si fa fatica a galleggiare è difficile immaginare nuove rotte. Tuttavia è necessario che si conoscano gli strumenti posti a disposizione delle imprese per supportarne l’attività. Essere informati su questo argomento costituisce uno stimolo ad avviare nuove iniziative, in modo da difendersi meglio ma anche, e soprattutto, da prepararsi ad intercettare le opportunità che potranno aprirsi nel prossimo futuro”.
Al seminario interverranno Fabrizio Bruni e Francesco Sprovieri di Invitalia (l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa che interviene su mandato del Governo), che illustreranno le opportunità di finanziamento a carattere nazionale, e Alessandro Compagnino della Regione Toscana, che presenterà le agevolazioni, in essere e di prossima attivazione, a livello regionale. L’Unione (tel. 0574 4551) è a disposizione per raccogliere le iscrizioni delle imprese.

Pallanuoto, la Futura cede di misura nel derby con la Fiorentina Nuoto

pallanuoto_2Sconfitta di misura per i ragazzi della Futura Nuota nel derby di esordio. La squadra della Futura, largamente rinnovata sia nell’organico che nella guida tecnica è stata chiamata al debutto contro la Fiorentina Nuoto, avversaria tradizionale con la quale storicamente si gioca la vittoria finale. La Futura, guidata in panchina da Antonio Rugi, parte molto bene ed comanda il gioco per tutto il primo tempo, anche se non è riuscita a concretizzare a sufficienza. Il tempo si conclude infatti sull’1 a 0 con un gol del capitano Allocca, che sfrutta una superiorità numerica. Nel secondo tempo c’è bella reazione della Fiorentina che prima pareggia e poi si porta in vantaggio concludendo la seconda frazione sul 2-1.
Nel terzo tempo è ancora Fiorentina, che con l’uomo in più si porta sul 3-1. A questo punto c’è la  grande reazione della Futura che accorcia con uno splendido gol ancora di Allocca e spreca ancora molto prima di subire una nuova segnatura da parte della Fiorentina, anche se a fine tempo la Futura di accorcia le distanze con un’azione caparbia di Gregolon con il tempo che si chiude con la squadra gigliata in vantaggio 4 a 3.
Nel decisivo quarto tempo la Fiorentina parte a testa bassa e passa due volte grazie anche alla capacità di sfuttare al meglio le superiorità numeriche. Sul 6-3 la gara sembra chiusa ma la Futura tira fuori risorse inaspettate e accorcia prima con Bechelli  e poi con il solito Allocca che prima segna da fuori e poi guadagna un rigore a 27” dal termine che viene fallito. Si conclude così una partita tiratissima dove la tensione dell’esordio e la mancanza del ritmo gara hanno giocato la loro parte. Una nota per due protagonisti: il capitano Allocca autore di una bella tripletta ed il portiere Macellaro che, al debutto, si è ben comportato.
La sconfitta anche se di misura, appare immeritata ma i ragazzi avranno occasione di rifarsi già sabato prossimo alle 19 in Via Roma. Sarà ancora derby Prato – Firenze: avversario di turno la  Firenze PN.

Sondaggio tra gli studenti del Pin per scoprire come vivono e cosa fanno i giovani a Prato

42-15159325Come vivono a Prato i giovani? Quali sono i luoghi che amano frequentare? E soprattutto quali sono le opportunità di crescita che la città offre loro? Un sondaggio promosso dalla Camera di Commercio, nell’ambito del progetto Prato in Progress, tra 300 studenti del Polo universitario, cerca di rispondere a questi interrogativi sul futuro economico e sociale della città.  I risultati dell’indagine, la prima di questo tipo realizzata in Italia e condotta dalla giovane economista Irene Tinagli, docente all’Università Carlos III di Madrid, saranno presentati domani, 27 novembre, alle 11.30 nell’aula Parlamento del Pin in piazza Ciardi a Prato. Dopo l’illustrazione dei risultati da parte di Irene Tinagli, interverranno Carlo Longo, presidente della Camera di Commercio di Prato, Maurizio Fioravanti, presidente del Pin, Anna Beltrame, assessore alla Cultura del Comune di Prato ed Edoardo Nesi, assessore alla Cultura e sviluppo economico della Provincia di Prato.
Il progetto Prato in Progress nasce come laboratorio sul futuro di Prato e in sei mesi di lavoro ha raccolto le testimonianze e ha aperto il confronto tra un gruppo di 40 imprenditori di vari settori, le istituzioni e le associazioni di categoria per individuare alcune linee di sviluppo strategiche dell’area.

Movimento nel centrodestra, nasce il circolo La Critica: “Saremo un pungolo per il Pdl”

Giovanni Luchetti è tra i fondatori

Giovanni Luchetti è tra i fondatori

Che la nuova creatura politica fiancheggiatrice del Pdl di Prato, sarà destinata ad esprimere una posizione quanto meno dialettica rispetto all’esistente nel centrodestra lo dice il nome stesso “Circolo La Critica” e soprattutto la chiosa di spiegazione al nome fatta da Giovanni Luchetti, segretario amministrativo regionale del Pdl, nonché socio fondatore: “Il nome è ispirato all’omonimo circolo di Giorgio Ambrosoli, che rappresenta per noi il simbolo di un uomo al servizio del paese quando c’è bisogno”. Per meglio chiarire il circolo di quello che fu definito da Stajano come “l’eroe borghese” era prettamente di stampo liberale, accogliendo al suo interno anche elementi più conservatori e monarchici come lo stesso Ambrosoli.
Quindi un dato d’identità culturale ben chiaro e definito. E la presenza di alcuni componenti lascerebbe proprio pensare ad un’iniziativa messa in campo da parte di chi in questi ultimi mesi si è sentito trascurato nel centrodestra. A partire, proprio da Giovanni Luchetti che, senza molti complimenti, ricevette una gelida comunicazione via web di sostituzione alla guida del Pdl con Riccardo Mazzoni. O l’architetto Pasquetti, il quale ha più volte palesato il suo malessere per aver visto trascurate le sue idee di rinnovamento della città: dalla riqualificazione “morbida” di piazza Mercatale al rafforzamento infrastrutturale di Prato. C’è poi Riccardo Bini, presidente del circolo e consigliere provinciale di stretta osservanza luchettiana, al quale nella conferenza stampa di questa mattina è toccato  definire gli obiettivi di fondo: “Guardiamo al futuro di Prato, nella consapevolezza che la vittoria alle amministrative non rappresenta un punto d’arrivo, ma un punto di partenza”. Indicando la mission di fondo l’approdo alla svolta. “Appoggiamo  l’amministrazione Cenni – ha chiarito Bini – però parallelamente è necessario costruire un polo di idee per contribuire al cambiamento della città”. Con un impegno ben preciso: “La nostra prospettiva è quella di accogliere le idee senza alcuna pregiudiziale anche verso quello che ha fatto di buono la sinistra in passato”. C’è anche però un chiaro segnale di amalgama ben riuscita, che hanno voluto lanciare gli uomini de La Critica: “Aderisco come ex esponente di Msi e An – ha detto il notaio Galdo, specificando uno degli aspetti positivi del circolo -. Quando esiste il Pdl davvero? Quando davvero avviene il rimescolamento”. E questo rimescolamento, secondo Galdo si realizza “con la contaminazione fra idee diverse, che fornirà anche un contributo al rafforzamento del Pdl”. Oltre che a dar manforte al “cambiamento della città”.
Il primo appuntamento in calendario è previsto per venerdi 27, in via Bini, presso la sede di Comunità Viva, dove il circolo parlerà del futuro del centro storico. Nell’occasione sarà presentato il nuovo progetto “Mall Naturale” dell’architetto Mario Pasquetti, che vuole trasformare il centro “con un evento d’attrazione permanente”, con interventi di pianificazione urbanistica-architettonica e la creazione di una “Via Pulchritudinis”, che nelle intenzioni dell’ideatore dovrà essere “un cammino nella e attraverso la bellezza, contro il degrado culturale, sociale e morale”.
“Dopo l’incontro sul centro – ha detto Luchetti – i prossimi incontri verteranno sui temi delle partecipate e della politica economica”. Altri settori utili per i “pidiellini critici” per “ridisegnare il futuro della città e del distretto”.

Carlandrea Adam Poli

Orologi e soldi falsi in auto, denunciato dai carabinieri un cinese: non aveva nemmeno la patente

carabinieri in autoViaggiava con in auto 17 orologi di varie marche palesemente contraffatti, una banconota da 50 euro pure essa falsa oltre ad un coltello a serramanico di genere proibito. Inoltre, tanto per non farsi mancare niente, guidava l’auto nonostante non avesse mai conseguito la patente. E’ finito così nei guai un cinese di 31 anni, residente a Pistoia, e fermato ieri mattina in via Colombo da una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei carabinieri. I militari, dopo aver perquisito l’auto, lo hanno denunciato per i reati di introduzione e commercio di prodotti con segni falsi, introduzione e spendita di monete falsificate, possesso ingiustificato di arma da taglio e guida senza patente. Naturalmente tutto il materiale è stato sequestrato dai carabinieri.

Rugby, quattro Cavalieri convocati nelle Nazionali e domenica riprende il Super10

Il calendario dei Cavalieri

Il calendario dei Cavalieri

In attesa della ripresa del Super10, fissata per domenica prossima al Chersoni con la sfida tra Cavalieri e Parma, altri “tuttineri” sono chiamati a vestire l’azzurro della nazionale: due nell’Under 18 e due nella Seven. Terminata da poco l’esperienza azzurra di Burton (convocato con la Nuova Zelanda a San Siro) e Gori (in campo con la nazionale A contro Romania e Georgia) adesso tocca ad altri quattro Cavalieri: Crestini e Nencioli nell’Under 17, Chiesa e Cristiano con la Seven. Tutti e quattro convocati per i raduni che inizieranno domenica sera dopo la fine delle gare.
Intanto sempre domenica sarà presentato il nuovo calendario dei Cavalieri, realizzato dal centro commerciale I Gigli e il cui ricavato andrà a favore della Fondazione dell’Ospedale Meyer di Firenze. Per la gara di domenica è già iniziata la prevendita dei biglietti che si potranno acquistare nei seguenti posti: Bar Formica (corso Mazzoni), Don Chisciotte Iolo (via D. Bessi), Bar Miraglia (via Lambruschini), Bar S. Francesco (Via S. Trinita 34/36), Mr Coffee (La Tignamica – Vaiano), Officine Sportive (Via Udine), Edicola di Tobbiana (Tobbiana), Fashion Caffe (Centro Commerciale Galcetello), Bar Stadio (Via Firenze), Narnali Fans Club I Cavalieri Prato (presso Circolo Renzo Grassi via Pistoiese Narnali).

Energie rinnovabili, domani al Pin la consegna dei Premi di laurea Anter a tre studenti

polo-pin-prtaoAppuntamento domani mattina, giovedì 26 novembre, a partire dalle ore 9 al PIN (Aula Magna del Polo Universitario di Prato), la premiazione della prima edizione del Premio di Laurea Anter. La cerimonia di premiazione sarà introdotta dal presidente del Pin Maurizio Fioravanti e da Antonio Rainone, presidente di Anter, associazione no profit che si occupa di energie rinnovabili. Il premio sarà assegnato a due tesi di laurea che si sono meritate il primo posto ex aequo: una s’intitola “Fenomeni di inquinamento da acque di miniera e studio della precipitazione naturale dei metalli” ed è stata elaborata dai dottori in ingegneria dell’ambiente e delle risorse, Laura Palli e Alessandro Bitossi; l’altra riguarda il “Mercato libero dell’energia: il ruolo dei gruppi di acquisto nel tessuto industriale delle pmi e proposte distrettuali per l’ottenimento di energie da biomasse” ed è stata curata dal neodottore in economia e ingegneria della qualità, Marco Mochi. Le tesi di laurea dovevano essere coerenti con i contenuti del bando che l’associazione Anter aveva predisposto con il Polo Universitario Città di Prato. Inoltre, dovevano presentare elementi di innovazione, esaustività e professionalità rispetto alle materie trattate. Alla fine una giuria composta da accademici del Polo Universitario pratese e da esponenti dell’associazione Anter, ha giudicato i due lavori premiati i più meritevoli. Sono previsti anche altri due attestati di merito e una menzione di riconoscimento per altrettante tesi di laurea, che verranno consegnati da Anter dal vicepresidente Leonardo Masi e dal coordinatore nazionale Antonio Rancati, sempre in materia di ambiente ed energie rinnovabili. Tutti i candidati avendone constatato i requisiti, saranno inseriti, come specificato nel bando, nel sito dell’associazione Anter al fine di favorire contatti per tirocini e collaborazioni con primarie aziende nazionali (www.anter.info).