Scoperta maxi truffa con le auto sportive: 16 indagati e sequestrate sei Ferrari

ferrari-f430Erano due campani i cervelli della maxitruffa legate alle auto sportive e scoperta dalla procura di Prato, che ha indagato 16 persone. I due presunti truffatori, attraverso una società con sede a Prato, rivendevano auto di valore, soprattutto Ferrari, acquistate con i soldi ottenuti presentando a società finanziarie e di leasing documenti fiscali contraffatti.
A capo dell’organizzazione, secondo quanto accertato nel corso delle indagini  condotte dalle squadre di polizia giudiziaria dei compartimenti di polizia stradale di Firenze e Prato, ci sarebbero stati un trentenne e un cinquantunenne di Villa di Briano (Caserta). Gli investigatori hanno sequestrato quattro Ferrari 430 e due Ferrari 360 F1, per un valore di circa 800 mila euro.
In pratica, dopo averle comprate – e prima di essere rivendute – le auto venivano fatte “sparire”: fra le vetture sequestrate, anche una Bmw 650i Coupé e un’Audi Q7, per le quali era stato denunciato il furto. In una nota, la polizia giudiziaria spiega che “i due, una volta ottenuto il possesso delle auto, avevano buon gioco a piazzarle per il tramite di commercianti campani, a loro volta indagati insieme ad altri collaboratori nelle province di Napoli e Caserta”. Tredici persone sono accusate di truffa aggravata e tre di ricettazione. Le indagini mirano ad appurare se i clienti, di solito non italiani, fossero a conoscenza della truffa.

I commenti sono chiusi.