Al Tc Prato i soci si improvvisano attori e va in scena l’allegria con “T’Hai Brekke”

55511Grande successo per il primo varietà svolto al Tc Prato. Trenta soci diretti da un grande regista come Duccio Cipriani e un appassionato direttore di scena hanno messo in scena un mix di sketch musicali, di prosa, balletti e canzoni in due tempi.  Il divertimento è stato soprattutto per i 300 spettatori presenti, all’interno dell’anfiteatro organizzato al Tc Prato, nelle due serate del varietà denominato “T’Hai Brekke (soci alla ribalta)” ideato dalla Compagnia dei Doppi Falli. “Il varietà è stato concepito e scritto sulla vita e i fatti del circolo – spiega il regista Duccio Cipriani – lo avevo ideato nel 1979 e insieme a Massimo Bardazzi, direttore di scena e presentatore, lo abbiamo rivisto per questo spettacolo. Abbiamo avuto attori d’eccezione come Francesco D’Ambrosi ed Edoardo Colonna ma vorrei sottolineare tutto il cast, composto da circa 30 persone, che si è impegnato per oltre due mesi di prove. Bravi i cantanti Carlo Iannelli, Paolo Rosati e Antonella Picchio e vorrei evidenziare anche Federico Calamai nel ruolo di Osvardo di Vaiano, Valeria Sergi, Aimone Castellacci , Andrea Chiriconi e la coppia Roberto Papi e Betty Brachi. Ma quello che mi è piaciuto, visto che sono 10 anni che dirigo i ragazzi del Cicognini e gli ex studenti di piazza Cicognini, è stato l’entusiasmo e l’amicizia che si è creata con uno spettacolo che ha divertito e ha messo in risalto parecchie individualità”. Ci sarà una rappresentazione estiva? “Ci stiamo pensando anche perchè il circolo non è solo tennis ma anche animazione – spiega Massimo Bardazzi, direttore del Tc Prato – è un modo per aggregare i soci ma soprattutto vuole far rilassare e divertire chi lo frequenta. Attraverso questo varietà ed altre iniziative stiamo riuscendo a fare questo e quindi se siamo certi di fare un qualcosa di bello riproporremo un nuovo spettacolo anche in estate”.

I commenti sono chiusi.