Domani il vescovo Gastone Simoni festeggia i 50 anni dall’ordinazione sacerdotale

Il Vescovo Simoni dirante il Pontificale di Santo Stefano (foto Filippo Meucci)

Il Vescovo Simoni durante il Pontificale di Santo Stefano (foto Filippo Meucci)

Nozze d’oro sacerdotali per il Vescovo Simoni. Per capodanno, solennità di Maria Madre di Dio, monsignor Simoni festeggerà infatti il 50esimo dell’ordinazione presbiterale, avvenuta il 1° gennaio 1960 per le mani dell’allora vescovo di Fiesole – la sua diocesi di origine – monsignor Antonio Bagnoli. L’anniversario sarà ricordato nella messa in programma alle ore 19 del primo gennaio, nella basilica cattedrale di Santo Stefano. Il Vicario generale monsignor Eligio Francioni, all’inizio della concelebrazione, rivolgerà un indirizzo di saluto e di augurio, a nome di tutta la Diocesi, a monsignor Simoni.
La messa anniversaria si celebra nella prima solennità mariana dell’anno che è anche la Giornata mondiale della pace. Una data insolita, quella del Capodanno, per le ordinazioni presbiterali. Proprio per essere una giornata dedicata generalmente ai festeggiamenti per il nuovo anno tra viaggi fuori Prato e ritrovi familiari, il Capodanno vedrà soltanto la prima delle celebrazioni giubilari del Vescovo. La comunità diocesana tutta, infatti, festeggerà il cinquantesimo di sacerdozio di monsignor Simoni in una data che sarà presto comunicata. Nel frattempo ci saranno due altre occasioni particolarmente significative di preghiera: l’Epifania, 18° anniversario dell’ordinazione episcopale, e il giovedì santo, nella messa crismale, quando tutti i sacerdoti sono chiamati a rinnovare le promesse sacerdotali.
Tornando alle celebrazioni in duomo, appuntamento oggi, giovedì 31 dicembre, con il tradizionale canto del Te Deum, il solenne inno di ringraziamento della Chiesa, per l’anno che si avvia a conclusione. Il rito, con la benedizione eucaristica, avviene al termine della Messa delle ore 18. L’Eucaristia è presieduta dal Vescovo Simoni; l’omelia è tenuta dal canonico teologo monsignor Basilio Petrà. Interviene in forma ufficiale l’Amministrazione comunale. La Messa è preceduta, alle 16,30, dalle musiche d’organo eseguite dal maestro can.onicoRomano Faldi, organista della basilica cattedrale; alle 17,30 vengono celebrati i vespri.

I commenti sono chiusi.