Montepiano isolata, summit per garantire gli spostamenti di studenti e pendolari

La frana sulla sr325 che ha isolato Montepiano

La frana sulla sr325 che ha isolato Montepiano

Oggi pomeriggio è stato fatto il punto sulle soluzioni per garantire il servizio di trasporto pubblico per i pendolari e gli studenti di Montepiano ma anche per quelli di Vernio – sono circa 50 – che ogni giorno devono raggiungere l’Istituto tecnico “Caduti della direttissima” a Castiglion dei Pepoli. All’incontro, che si è svolto a Palazzo Buonamici, hanno partecipato l’assessore ai Trasporti Antonio Napolitano, il sindaco di Vernio, Paolo Cecconi, e i tecnici di Cap e Provincia.
“Per i pendolari la Cap sta già lavorando alla definizione di alcune ipotesi di trasporto – spiegano Napolitano e Cecconi – è prevista l’istituzione di bus navetta da e per la stazione di San Benedetto Val di Sambro e l’attivazione di un collegamento per raggiungere Barberino attraverso la via di Mangona per poi arrivare a Prato”. Per i ragazzi che da Vernio devono raggiungere Castiglion dei Pepoli le Province di Prato e Bologna stanno lavorando all’istituzione di un treno in partenza alle 7.20 circa da Vernio (al momento c’è già un treno che parte da San Benedetto Val di Sambro). Per il gruppo di ragazzi di Montepiano, sono sette, che invece devono raggiungere la scuola media a Vernio si sta pensando di istituire un bus navetta (gestito dalla stessa Cap o da una associazione) che – attraverso la strada del Gallo – porti gli studenti a destinazione.

I commenti sono chiusi.