Rifondazione Comunista chiama a raccolta i lavoratori alle Fontanelle per la Conferenza della Piana

rifondazione-comunista-bandiereSi svolgerà oggi pomeriggio alle 19 la conferenza dei lavoratori e delle lavoratrici della piana Firenze-Prato-Pistoia presso il circolo Arci “Le Fontanelle” in via Roma, 525 indetta dalle rispettive federazioni provinciali di Rifondazione Comunista. Obiettivo di questa conferenza nelle intenzioni degli organizzatori è quello di ricostruire un’iniziativa permanente sul lavoro e di puntare al radicamento nei luoghi di lavoro, una delle ragioni fondanti dell’impegno politico del partito guidato a livello nazionale dall’ex ministro Paolo Ferrero. Per attuarlo Rifondazione si propone di individuare un responsabile lavoro  per ogni federazione, di costruire circoli di luogo di lavoro e reti territoriali appartenenti ad un medesimo distretto produttivo con una centralità dell’iniziativa imperniata sul binomio inchiesta-intervento di massa. A brevi inchieste condotte dai lavoratori, che colgano i problemi di un’azienda, di un distretto industriale, di un territorio, seguiranno iniziative che potranno spaziare dai volantini propagandistici d’analisi e di denuncia alla costruzione delle manifestazioni sino a idee per incalzare il sindacato fino all’organizzazione diretta di forme di lotta. Tutto questo nel contesto attuale di “crisi che sta determinando la massiccia espulsione di lavoratrici e lavoratori dal mondo del lavoro, che nel 2010 potrebbe portare ad 1milione di disoccupati in più”. Per difendere l’occupazione, rilanciare l’offensiva contro la precarietà, costruire un sistema universalistico di sostegno al reddito per chi è disoccupato Rifondazione metterà in campo una serie di iniziative referendarie, proposte di leggi regionali e nazionali, petizioni popolari che verteranno su: blocco dei licenziamenti per i prossimi 36 mesi, obbligo di restituire tutti i contributi e gli incentivi economici per quelle imprese che continueranno a delocalizzare. Corposo l’impegno richiesto sul fronte della “ricomposizione del mondo del lavoro”: il salario sociale per i disoccupati, l’introduzione del salario orario minimo, l’estensione della legge 27/09 per “per consentire attraverso la nomina di commissari pubblici la ripresa produttiva e occupazionale delle aziende colpite dalla crisi a prescindere dalla dimensione di impresa”. L’incontro sarà aperto dalla responsabile lavoro di Prc Toscana Adriana Miniati e dopo l’ampio spazio riservato al dibattito dei lavoratori le conclusioni verranno affidate a Rosa Rinaldi, esponente della segreteria nazionale di Rifondazione Comunista.

Carlandrea Adam Poli

I commenti sono chiusi.