Aggredito e sfregiato al volto con una bottiglia alla stazione. Un altro giovane prima evade poi si scaglia contro i poliziotti

volante-polizia-notteNel giro di mezzora, la scorsa notte, gli equipaggi delle Volanti si sono trovati a che fare con cittadini maghrebini protagonisti di episodi poco chiari. Prima, verso le 3, una pattuglia è stata inviata davanti al chiosco nei giardini di piazza Stazione, dove era segnalata una violenta lite. Quando gli agenti sono arrivati, hanno trovato un marocchino di 28 anni con una brutta ferita al volto, probabilmente provocata da una bottiglia. Il giovane ha raccontato ai poliziotti di essere stato aggredito da un connazionale, ma non ha saputo spiegare i motivi. Una volta portato al pronto soccorso, il marocchino è stato medicato e dimesso con 10 giorni di prognosi.
Circa mezzora dopo due pattuglie della Volante è stata inviata in piazza Mercatale dove erano state segnalate delle persone che si aggiravano tra le auto danneggiandole. Gli agenti hanno quindi visto due giovani stranieri che hanno cercato di fuggire via in direzione opposte, dando inizio ad un lungo inseguimento terminato con la cattura di uno dei due. Si tratta di un marocchino di 20 anni, pregiudicato e per di più con obbligo di permanenza in casa nelle ore notturne. A tutti gli effetti, quindi, era evaso.  La sua reazione violenta, poi, ha peggiorato ulteriormente la sua situazione. Il giovane infatti, ha preso a calci i poliziotti e in questura ha danneggiato gli arredi. E’ stato quindi arrestato per evasione, danneggiamento aggravato dei beni dello Stato, resistenza e pubblico ufficiale.

I commenti sono chiusi.