Con i riti del Giovedì Santo domani si apre il Triduo Pasquale, gli appuntamenti in programma

La Cappella del Sacro Cingolo

La Cappella del Sacro Cingolo

Con il giovedì santo inizia il Triduo Pasquale. Alle 10 di giovedì primo aprile, in duomo, tutti i sacerdoti e i religiosi presenti in diocesi si riuniranno per celebrare insieme al Vescovo Gastone Simoni la solenne messa crismale, nel giorno in cui la Chiesa fa memoria dell’istituzione del sacerdozio. Il Vescovo benedirà gli Oli santi: l’Olio dei catecumeni, il Sacro Crisma e l’Olio degli infermi, usati per l’amministrazione dei Sacramenti. I sacerdoti vivranno poi, dopo la messa, un incontro fraterno alla Villa del Palco, con il pranzo offerto dalla Diocesi.
Alla sera, in tutte le chiese, con orari diversi si tiene la messa “nella Cena del Signore”, più conosciuta con il latino in Coena Domini. In duomo la celebrazione si tiene alle ore 17,30, anch’essa presieduta dal Vescovo mons. Simoni. Poi i fedeli, terminate le Messe, come tutti gli anni, si raccoglieranno a migliaia in adorazione davanti all’Eucaristia – la Reposizione – in quelli che un tempo venivano chiamati i “sepolcri”. In città è ancora molto praticata la tradizione del Giro delle sette chiese. In duomo, dalle 21 alle 22, si tiene l’Ora di adorazione.

I commenti sono chiusi.