Vernio rende omaggio alle tradizioni contadine: domani il clou della Fiera di San Giuseppe

vernio-fiera-agricola-san-giuseppeL’antica fiera di San Giuseppe di Vernio avrà il suo culmine domani, domenica 21 marzo, a partire dalle 9.30 per l’intera giornata. L’evento è iniziato venerdì sera con la presentazione di una nuova guida per la Vallata, pratica e di dimensioni ridotte, stampata in italiano e inglese, nella quale sono segnalati tutti i luoghi d’interesse del Val di Bisenzio, e di un volume edito da Claudio Martini dedicato alla farina di castagne della Val di Bisenzio. Ma il momento della festa che tutti aspettano è proprio quello di domani, quando si terrà la Fiera del Bestiame e dei prodotti tipici. Quest’anno la festa si arricchisce di un programma dedicato ai bambini, e alle famiglie, con visita agli stand degli animali e dimostrazioni delle routine legate all’allevamento: si potrà assistere alla mungitura di una capra e di una mucca, alla ferratura di un cavallo e molto altro ancora. In occasione delle festa si potranno seguire dal vivo i gesti e la consuetudine della tradizione zootecnica e della cultura contadina che permettevano di creare gustosi alimenti e pietanze.
L’appuntamento è per le 9.30 con l’inaugurazione della fiera alla presenza di presidente della Comunità Montana della Val di Bisenzio Marco Ciani, del sindaco del comune di Vernio  Paolo Cecconi, del presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri, del presidente della Camera di Commercio di Prato Carlo Longo, dell’assessore all’Agricoltura della Provincia Stefano Arrighini, dell’assessore alla Valorizzazione delle risorse naturali e aree protette Alessio Beltrame, che insieme visiteranno gli stand degli espositori dei prodotti tipici presso la mostra mercato che si snoderà da via di Fobiana (zona delle Rocce) a piazza del Comune di San Quirico. I luoghi interessati dalla fiera sono molti in tutta l’area che va da Mercatale a San Quirico. Dalle ore 12 sino alle 17 presso l’ex stabilimento Meucci a Mercatale sarà presente un’area ristoro gestita dagli agriturismi della Val di Bisenzio nella quale si potrà mangiare piatti tipici della tradizione. Tutti i visitatori che si presenteranno alla “Casa del Ristoro” con il biglietto del treno o delle autolinee Cap obliterato nella giornata del 21 marzo 2009 potranno beneficiare di uno sconto. Inoltre, nella stessa zona, al Parco dell’Albereta grande attrazione per tutti i bambini, che infatti potranno montare a dorso dei Pony e divertirsi a cavalcare. In piazza 1°Maggio, sempre a Mercatale, dalle 10 alle 15 si potrà assistere alla “mungitura di una capra e di una mucca”, un gesto ormai dimenticato ai nostri giorni. In prossimità del campo sportivo di Serilli (S.Quirico) si potrà partecipare all’Asta dei Vitelli, dalle 11 alle 15, e gli spettacoli equestri, tra cui la “ferratura dei cavalli”.
Passando dalla mostra-mercato in Via di Fobiana, arriveremo fino a piazza del Comune a S.Quirico, antica sede della Fiera di San Giuseppe, dove sarà presente il mercato delle piante e si potranno degustare prodotti della tradizione, come il “raveggiolo e la ricotta” e i “tortelli di patate”. Da non dimenticare la cerimonia di premiazione degli allevatori presenti alla fiera alla presenza del presidente della Comunità Montana della Val di Bisenzio Marco Ciani e autorità locali.
Per facilitare l’accesso alla manifestazione è stato predisposto un bus navetta da Prato completamente gratuito per arrivare con comodità alla fiera. Il bus gratuito è disponibile tramite prenotazione telefonica al seguente numero: 0574/931224. Il dettaglio delle corse sarà sul pubblicato sul sito internet:  www.bisenzio.it. Per tutta la durata della manifestazione inoltre è stato previsto un servizio di bus navetta, sempre gratuito, per i visitatori, il punto di raccolta è presso il parcheggio antistante l’ex Stabilimento Meucci e lungo la via di Costozze. Verrà predisposta un’apposita segnaletica per i parcheggi .

Barbara Di Sciullo

I commenti sono chiusi.