Usano il rudere di Pratilia come alloggio con tanto di furto di elettricità: denunciati in cinque

pratiliaAvevano trasformato il rudere di Pratilia nella loro casa, addirittura anche con un allacciamento abusivo ad una linea elettrica, visto che quando gli agenti li hanno trovati, verso le 11 di ieri mattina, stavano guardando un dvd al televisore. Si tratta di cinque maghrebini, tre dei quali clandestini con uno di questi ultimi già colpito da ordine di carcerazione non rispettato e, per questo, arrestato. Il controllo della polizia, effettuato insieme ai proprietari dello stabile, destinato ad ospitare un centro commerciale Esselunga, è scattato in seguito ad un esposto presentato nei giorni scorsi dai residenti nella zona, che segnalavano come all’interno dell’ex Pratilia ci fosse un discreto movimento di persone, parte alla ricerca di un posto dove dormire, parte dedita allo spaccio della droga. Così ieri mattina equipaggi delle Volanti hanno fatto il sopralluogo, scoprendo i cinque maghrebini che utilizzavano  i locali abusivamente come ricovero, in ovvie precarie condizioni igienico sanitarie. Tutti e cinque sono stati denunciati per il reato di invasione e occupazione abusiva di edificio, con contestuale deferimento anche per il furto di energia elettrica, mentre la proprietà dell’immobile, al termine dei controlli, con l’ausilio di operai specializzati ha ripristinato la chiusura in sicurezza della saracinesca metallica di accesso ai locali, in precedenza forzata dai nordafricani.

I commenti sono chiusi.