Barbara Alberti chiude Libri d’Italia con il suo “Riprendetevi la faccia”, manifesto contro la dittatura del botulino

alberti-libroAtto conclusivo per  la 15ª edizione di Libri d’Italia, la rassegna curata da Stefano Coppini e promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Prato insieme al Kiwanis Club Centro storico e con la sponsorizzazione di Asm. Stasera, lunedì 31 maggio alle 21.30 presso la Sala conferenze della biblioteca comunale Lazzerini (via Puccetti 3), sarà presentato il nuovo libro di Barbara Alberti “Riprendetevi la faccia”, un manifesto contro la dittatura del botulino e della  giovinezza ad ogni costo. “Donne stiamo attente – avverte Barbara Alberti – ci stanno levando tutto! Se ci levano anche la vecchiaia siamo fritte.” Questo libro è un manifesto, uno scatto d’orgoglio, un richiamo alle armi: “Donne, che ci è successo? Dove siete? Dove siamo? In una mano la ramazza, nell’altra il biberon, nell’altra il computer, nell’altra la biancheria sexy, nell’altra i vecchi da curare. E adesso bisogna pure essere fighe fino a ottant’anni”. 
”Riprendetevi la faccia” è un foglio di resistenza contro la dittatura dell’eterna giovinezza, contro la pressione sociale al botulino, la sistematica ridicolizzazione della donna che invecchia. Laureata in filosofia, Barbara Alberti è scrittrice prolifica di romanzi, saggi e biografie fantastiche. Nella sua carriera di sceneggiatrice ha firmato una quindicina di pellicole, tra cui quella per Il portiere di notte di Liliana Cavani.

I commenti sono chiusi.