Ciclismo, Toniatti arriva in solitudine a Vergaio e vince il Trofeo Fiaschi per juniores

podio94-vezioE’ l’azzurro Andrea Toniatti (Us Montecorona) in 3.00.45 alla media di 39,170 Km/h il vincitore della 30° edizione del Trofeo Fiaschi Cavalier Alfredo disputato a  Vergaio. La presenza di Francesco Moser e del figlio di Gino Bartali, Andrea, ha dato l’importanza di questa manifestazione con una bellissima gara con i ciclisti che hanno sofferto il caldo soprattutto sulla salita della Rocca, dove molti hanno provato a sganciarsi. La fuga buona è stata quella di Emanuele Favero (vincitore del Gran Premio della Montagna) che è riuscito ad avere un vantaggio all’86° km di circa 20” su un quartetto. Poi all’ultimo giro Andrea Toniatti aggancia il primo e a 5 km dal traguardo distanzia Favero e arriva solo sul traguardo di Vergaio con le mani alzate. Dietro a lui Valerio Conti ( della Guazzolini Corradi) e nella volata del gruppo è il campione italiano Paolo Simion ( Giorgione Alieso) a conquistare il terzo posto con quarto il campione europeo Luca Wackermann (Cicl. Biringhello). Ignazio Moser, figlio di Francesco, ha provato in qualche occasione a uscire dal gruppo ma non è riuscito ad avere il guizzo vincente. Il campione italiano Paolo Simion, che per la prima volta ha indossato la maglia tricolore, è stato uno dei protagonisti come Luca Sterbini (campione italiano crono juniores)  che si è impegnato al massimo. Prima dello start sono state consegnate 3 medaglie d’oro al campione europeo e ai due campioni italiani che poi hanno depositato  un mazzo di fiori in memoria di Alfredo e Lando Fiaschi.
La manifestazione ha visto al via 166 corridori ed era valida anche come 8° memorial Massimo Bellandi,  3° memorial Guido Palombo e 1° memorial Lando Fiaschi.  La selezione italiana diretta dal commissario tecnico  Rino De Candido è stata sempre a fare la gara come doveva essere . “Il Trofeo Fiaschi è un punto di riferimento del ciclismo juniores – spiega Adriano Benigni, presidente del Comitato organizzatore – e lo ha dimostrato anche quest’anno con i migliroi atleti italiani al via e un grande vincitore”.

I commenti sono chiusi.