Alla Gualchiera di Montemurlo ci sono i Grand Carabs con uno spettacolo omaggio a Malaparte e alla Prato che fu

grand-carabsGrande serata per il “Gualchiera Garden Summer”, rassegna di musica e teatro all’ex carbonizzo di Montemurlo. Questa sera, 29 luglio, dalle ore 21.30, si esibiranno nel giardino in via Gualchiera i “Grand Carabs”, band pratese che si pone all’interno della tradizione dei grandi cantautori italiani, ma con un approccio eclettico e innovativo di matrice folk-rock. Le storie raccontate dalle parole delle loro canzoni sono ironiche e al tempo stesso oniriche, che trovano una genesi anche nella tradizione della musica popolare.
Questa sera presenteranno “Una balla dopo l’altra-sentieri di montagne e stracci”, spettacolo musicale liberamente ispirato a “Maledetti Toscani” di Curzio Malaparte. Una performance piccola e delicata, ma dai toni eclettici e scanzonati, che racconta la Prato di un tempo che fu e più in generale la Toscana degli anni post-bellici, facendoci assaporare tutte le speranze nascoste dietro a una “balla” di tessuto, vera ricchezza per una Prato che doveva ripartire più vivace che mai dopo un conflitto tragico e terribile.
Uno spettacolo intriso dei toni scanzonati dei Grand Carabs, con uno sguardo alla vecchia Prato che faticava e sperava in un tempo migliore.
Tutte le serate del “Gualchiera Garden Summer” (ricordiamo domani, venerdì 30 luglio, dalle 21.30 il match di improvvisazione con la L.I.F. di Firenze) sono a ingresso gratuito, con la possibilità di usufruire del bar interno per una serata tra un bel concerto e un fresco cocktail.

Elia Frosini

I commenti sono chiusi.