Chiusura ufficio postale di Fossato, il sindaco Bugetti: “Sorpresi dalla rapidità dei tempi”

Il sindaco Ilaria Bugetti

Il sindaco Ilaria Bugetti

“Repentina e senza proroga”, così è stata definita dal sindaco di Cantagallo, Ilaria Bugetti, la chiusura dell’ufficio postale di Fossato. “Da tempo come amministrazione stavamo monitorando la situazione e ci eravamo già mossi coinvolgendo Uncem e la Regione per cercare di risolvere i disagi delle poste nelle frazioni montane e rurali – spiega Bugetti – La decisione della chiusura è stata improvvisa tanto che ha sorpreso lo stesso direttore dell’ufficio centrale di Prato, Luigi Baldini, con il quale sono in contatto”. Il sindaco Bugetti cerca di fare chiarezza su quanto è avvenuto in questi giorni, smorzando la polemica politica di coloro che hanno accusato l’amministrazione di non essersi impegnata per salvare questo servizio. “Non mi piace la strumentalizzazione politica fine a se stessa, sarebbe meglio cercare delle soluzioni. Non ci interessa chi va a mettere le bandiere per fare solo propaganda elettorale. L’amministrazione non era a conoscenza di niente e, vista la gravità della situazione, ci stiamo muovendo per garantire i servizi minimi ai cittadini”.
La scelta della chiusura dell’ufficio postale di Fossato è stata presa a livello generale, direttamente da Roma. “Questo è un effetto della privatizzazione dell’azienda che non tiene conto delle ripercussioni nelle zone marginali – ha ribadito Bugetti – Ritengo che anche un solo cittadino di Fossato abbia gli stessi diritti di uno di Prato o di un’altra città, essi hanno pari dignità”. La prossima settimana il sindaco Bugetti e il direttore dell’ufficio pratese di Poste Italiane, l’ingegnere Baldini, incontreranno i cittadini di Fossato.
Il sindaco ha avanzato anche proprie proposte che potrebbero in un certo modo tamponare la situazione esistente. “Rivolgo un invito ai cittadini dei piccoli paesi a versare le pensioni e i risparmi negli uffici postali, questo è l’unico modo per preservare la loro presenza sul territorio. Per quanto riguarda l’azienda, se a Prato ci sono uffici postali che hanno risultati positivi, questi potrebbero servire per equilibrare quelli dove invece gli obiettivi sono più mediocri”.

Un pensiero su “Chiusura ufficio postale di Fossato, il sindaco Bugetti: “Sorpresi dalla rapidità dei tempi”

  1. Buongiorno,
    nel comune di Civitella Paganico (GR) Poste Italiane sta prendendo provvedimenti analoghi a quello di cui parlate nel vostro articolo, dopo una notevole riduzione dei giorni d’apertura già attuata nel 2006 (le vibranti proteste dei cittadini hanno evitato che i ridimensionamenti diventassero delle chiusure definitive).
    Riteniamo che sia indispensabile fare fronte comune con tutti i piccoli comuni d’Italia minacciati da questi provvedimenti, affinchè tante piccole voci isolate diventino un’unico grande grido in difesa dei diritti di chi abita in questi centri.
    Potete consultare il gruppo facebook creato per sostenere le nostre iniziative, chiamato “Contro la chiusura degli uffici postali in provincia di Grosseto”, nella speranza di creare un contatto che allarghi la rete in difesa dei diritti di chi abita nei piccoli centri italiani