Aggrediscono e rapinano un ciclista cinese: 5 giovani albanesi presi grazie alla segnalazione di un cittadino

carabinieri-notteAncora un ciclista cinese picchiato e rapinato ma stavolta, grazie all’immediata segnalazione da parte di un cittadino, i carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili. Si tratta di cinque giovani albanesi, di età compresa tra i 18 e i 22 anni, tutti regolari in Italia e residenti a Prato. Per ora i militari li hanno denunciati per rapina aggravata in concorso in relazione all’ultimo episodio, ma sono in corso accertamenti per verificare si il gruppo possa essere coinvolto in altri assalti ai ciclisti orientali. Del resto il luogo dove è avvenuto l’ultimo caso, via De Ruggiero a San Giusto, è proprio nella zona che è stata teatro del maggior numero di rapine di questo tipo.
I fatti risalgono alla tarda serata di ieri. Un residente che era affacciato alla finestra ha assistito all’assalto operato da un gruppetto di giovani ai danni di un ciclista cinese. L’uomo è stato immobilizzato, preso a calci e pugni, e poi rapinato della bici e del contenuto di una scatola che portava con sé.  A quel punto gli assalitori si sono allontanati a bordo di tre bici verso via dei Fossi, mentre la vittima fuggiva a piedi in direzione di via del Molinuzzo. Il testimone non ci ha pensato due volte e ha subito chiamato il 112, segnalando l’episodio. Due pattuglie di carabinieri si sono allora dirette in zona e dopo poco hanno intercettato i cinque giovani albanesi che alla vista della auto dei militari hanno provato inutilmente a fuggire. Fermati, sono stati trovati in possesso di alcuni telefoni cellulari con i caratteri cinesi senza riuscire a giustificarne il possesso. A quel punto, quindi, i carabinieri li hanno denunciati, mentre non è stato ancora identificata la vittima dell’ultima rapina.

Montemurlo, il sindaco chiama a raccolta cittadini e aziende per debellare la zanzara tigre: varata ordinanza con le regole da seguire

zanzara-tigreAl via la campagna di prevenzione e la lotta alla zanzara tigre su tutto il territorio del Comune di Montemurlo. Il sindaco, Mauro Lorenzini, con un’apposita ordinanza comunale ha previsto che la cittadinanza assuma annualmente specifiche cautele per contenere e ridurre l’infestazione. Dal 1 agosto fino a ottobre di questo anno, e quindi dal 1 marzo al 31 ottobre per gli anni successivi, è vietato abbandonare oggetti e contenitori dove possa raccogliersi acqua piovana (copertoni, bottiglie, bidoni, lattine, barattoli e simili). L’ordinanza prevede inoltre, di procedere alla sostituzione periodica, almeno settimanale, dell’acqua raccolta in sottovasi, secchi, bacinelle, annaffiatoi, cisterne e alla loro accurata pulizia. Ad ispezionare, pulire e trattare periodicamente le caditoie per la raccolta dell’acqua piovana, presenti in giardini e cortili privati e, possibilmente, in assenza di precipitazioni, dotarli di reti antizanzare. Le caditoie, inoltre, dovranno essere  trattate con prodotti di sicura efficacia larvicida.  La documentazione di acquisto dei  prodotti usati o l’attestazione dell’avvenuto trattamento rilasciata dalle imprese dovrà essere conservata allo scopo di poter essere esibita in caso di controlli. Indipendentemente dalla periodicità il trattamento deve essere praticato dopo ogni pioggia pulendo i tombini prima di iniziare il trattamento larvicida.
L’ordinanza sollecita, poi, ad introdurre filamenti di rame nei piccoli contenitori d’acqua che non possono essere rimossi ( ad es.i vasi portafiori dei cimiteri), ad  introdurre nelle fontane e nei laghetti ornamentali pesci larvivori  (tipo pesci rossi), ad assicurare lo stato di efficienza degli impianti idrici dei fabbricati, dei locali annessi e degli spazi di pertinenza, per evitare raccolte d’acqua stagnante e a coprire con teli di plastica o zanzariere i bidoni contenenti acqua piovana da utilizzare per l’irrigazione degli orti. Inoltre, di controllare che grondaie e caditoie non siano otturate, mantenendo in efficienza i relativi sistemi di raccolta e smaltimento delle acque piovane ed infine di consentire, in caso di presenza di potenziali focolai all’interno di proprietà private, l’ingresso al personale dell’Asm, affinché possa procedere al necessario controllo.
Per rendere maggiormente efficace la lotta alla zanzara tigre l’ordinanza prevede che nel periodo compreso tra il 1 marzo ed il 31 ottobre di ogni anno, le aziende che, per le loro necessità produttive, dispongono di vasche o bacini di accumulo dell’acqua (aziende del settore tessile, cantieri edili, aziende vivaistiche),debbano provvedere periodicamente alla disinfestazione. Limitazioni anche per le aziende che gestiscono attività di ricambio pneumatici auto e moto e per le imprese che, a qualsiasi titolo detengono pneumatici su aree di pertinenza, che devono provvedere a stoccare i pneumatici usati in maniera tale da impedire qualsiasi raccolta di acqua al loro interno; anche le aziende che esercitano attività di rottamazione veicoli devono provvedere, con periodicità almeno mensile, alla disinfestazione delle aree scoperte dove viene svolta l’attività.
In  caso di inosservanza di quanto prescritto la Polizia municipale e l’Azienda Usl n.4 di Prato potranno applicare le dovute sanzioni amministrative.

Alla Gualchiera di Montemurlo anche stasera i match di improvvisazione teatrale. Domenica la festa della Vab a Oste

match_18_marzo_08_inno“Montemurloestate 2010” continua a riempire i fine settimana con tanti eventi, pensati per divertire ed intrattenere tutti. Si parte stasera, venerdì 30 lugli, allo spazio culturale della Gualchiera (ex Carbonizzo- via Gualchiera) con il secondo ed ultimo appuntamento con i Match d’improvvisazione teatrale, a cura della L.I.F Lega improvvisazione Firenze, una “gara” fra due squadre composte da sei attori-giocatori, in cui il pubblico è invitato a votare per assegnare il punto alla migliore delle due squadre. Tutte le serate sono ad entrata libera con servizio bar e tavoli nel giardino.
Sempre stasera in piazza della Libertà a Montemurlo si balla il liscio con orchestra a cura del circolo “M.Tamare”. Domani sabato 31 lugli, invece, in piazza Amendola ad Oste un’altra serata danzante di liscio questa volta promossa dal Circolo Nuova Europa. Domenica sera 1 agosto, sempre a Oste, “Festa della Vab” con stand gastronomici ed intrattenimento musicale nella sede e nel giardino dell’associazione. Nella galleria della sala polivalente “C.Banti” si apre domenica e sarà visitabile fino a martedì 31 agosto la mostra fotografica “Naturae” a cura di Roberto Rossi del gruppo fotografico Zoom-zoom.

A Montepiano week end sotto il segno della Sagra del cinghiale e della gara podistica nei boschi del paese

sagra-cinghialeCinema, sport e sagre, non c’è che l’imbarazzo della scelta, questo fine settimana, a Montepiano. La Pro Loco della località appenninica ha messo a punto una serie di iniziative per trascorrere all’aria aperta questo week-end. Si inizia questa sera, venerdì 30 luglio alle ore 21, con la proiezione di un film d’animazione presso i campi da tennis di Montepiano.
Sabato 31 e domenica 1° agosto, Sagra del cinghiale presso il Parco del Poggetto. Il Gruppo cinghialai organizza la cena e il pranzo della domenica a base di cinghiale e polenta. (Per informazioni, tel. 338-8607077). Domenica mattina, gara podistica non competitiva attraverso i boschi di Montepiano. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con il Csi, prevede un percorso nel verde della lunghezza di 12 chilometri, con partenza dalla piazza della chiesa e arrivo al Parco del Poggetto. Le iscrizioni inizieranno alle ore 7,30 nella piazza della chiesa, mentre la partenza è fissata per le 9,30.
Sempre domenica inizia anche il Torneo dei Rioni. Alle ore 17, presso i campi di calcio e tennis si terrà la partita di calcetto femminile. Alle 21 sono invece previste le gare finali per l’aggiudicazione del terzo e quarto posto, mentre alle 22 quelle per il secondo e primo posto.

Da domani a domenica Carmignano sarà invasa dalle mitiche 2 Cavalli della Citroen

2cvCi saranno le special e le spot: quelle grigie e rosa, ma anche nere e fucsia o con un pianoforte disegnato sulla carrozzeria, personalizzate da ciascun proprietario. E poi anche qualche Dyane e una Meari, la piccola fuoristrada della Citroen che sembra quasi una vasca da bagno. Sulle colline di Carmignano, domani e in qualche caso domani l’altro, arrivano le 2 Cavalli e derivate, le indimenticabili auto della Citroen prodotte fino ai primi anni Novanta e diventate un mito come la Renault4 o le Fiat Cinquecento: una quindicina di equipaggi e oltre trenta persone provenienti da Belluno, Bergamo, Terni e Città di Castello, da Prato, da Bologna e naturalmente da Carmignano e da Pistoia per il primo raduno “Su pe’ I Colli” organizzato da un neonato gruppo di appassionati composto da cinque ragazze e ragazze – di Carmignano ma non solo – che per organizzare l’evento hanno chiesto aiuto alla Pro Loco, che gestisce l’ufficio turistico, e al Comune di Carmignano. “Avere una due cavalli vuol dire viaggiare godendosi il paesaggio. E’ uno stile di vita e di pensiero – racconta Raffaella Pecchioli, una degli organizzatori – Con una due cavalli non puoi andare troppo veloce, non puoi neppure percorrere troppo chilometri al giorno altrimenti sforzi il motore. E così mentre guidi, pensi, ti guardi attorno, ti fermi nei borghi che attraversi”. E l’auto perfetta del viandante, è il sinonimo dello slow drive e dunque un connubio perfetto per il turismo lento che la Toscana (ed anche Carmignano) cercano.
L’appuntamento con il raduno delle ondulate 2 Cavalli sarà all’anfiteatro ex cava di Bacchereto, l’arena estiva alle porte del paese, dove venerdì e sabato si potrà mangiare “alla bona”, con pasta e grigliata di carne, e dove a sera si esibiranno ogni giorno due gruppi locali: “Slantaste” e “Poniendoestavalagansa” il 30 luglio, “Doctor T” e “Famiglia Tarallo” il 31 luglio. Gli equipaggi campeggeranno nell’arena estiva. Ma l’ingresso ai concerti e agli stand gastronomici è libero e chiunque voglia potrà partecipare. I “duecavallisti” sabato mattina saranno accompagnati a visitare le tombe etrusche e il Museo archeologico di Artimino e nel pomeriggio faranno un giro per il comune con sosta in qualche fattoria. Domenica a mezzogiorno la Pro Loco offrirà invece a tutti un aperitivo in piazza, con visita al Museo della vite e del vino.

Lineapiù, via libera dei sindacati al piano industriale di Bastagli: la nuova società riassorbirà 98 dipendenti

Alessandro Bastagli

Alessandro Bastagli

Si è conclusa oggi la consultazione tra i rappresentanti sindacali di Lineapiù Spa – Filatura Tatti Srl in amministrazione straordinaria e l’acquirente, Finalba Srl. Al termine delle consultazioni, le parti hanno concordato il trasferimento alla nuova società, Lineapiù Italia SpA, di 98 unità. Grande soddisfazione ha espresso Alessandro Bastagli, persona di riferimento della Finalba, il quale ha voluto sottolineare il senso di responsabilità dimostrato dalle rappresentanze sindacali  durante gli incontri avuti. Grazie al quale si è potuto concludere l’iter in tempi utili alla prosecuzione dell’attività aziendale. Ovviamente, l’accordo dovrà comunque,  essere ratificato dall’assemblea dei lavoratori al rientro dalle ferie estive.
Le stesse rappresentanze sindacali hanno apprezzato il progetto industriale proposto da Finalba ritendolo idoneo a garantire la continuità del lavoro fatto dal commissario straordinario  Giovanni Grazzini. Per quanto riguarda la società, verrà profuso il massimo impegno nella speranza che le condizioni di mercato possano volgere verso un continuo miglioramento, tale da permettere un sempre maggior sviluppo aziendale ed una conseguente maggior occupazione.

Italia Nostra boccia il piano di recupero della ex Cementizia: “Sarà fatto scempio di uno dei maggiori edifici di valore storico culturale di Prato”

cementizia-cementificio-marchino1Non piace per niente alla sezione pratese di Italia Nostra il progetto di recupero della ex Cementizia approvato dalla commissione urbanistica e che potrebbe finire già domani in consiglio comunale per il via libera definitivo. Proprio a questo proposito i responsabili pratesi dell’associazione ambientalistica rivolgono un accorato appello ai consiglieri comunali: “Confidiamo – si legge in una nota – in un guizzo intellettivo di amore per la città da parte del consiglio comunale”.
Il piano di recupero presentato dalla società Valore prevede il recupero della vecchia cementizia con la realizzazione di 40 appartamenti per oltre 300mila metri cubi, un albergo, un ristorante, un centro congressi e un edificio di sei piani ricavato dall’ex forno Marchino e tutto dedicato al terziario. Niente si dice, però, sul futuro delle parti storiche del manufatto industriale. E proprio su questo si appuntano gli strali di Italia Nostra: “Vogliamo sottolineare – dicono gli ambientalisti – che contrariamente a quanto prevedeva il Prg Secchi, che la destinava ad uso pubblico (scuola di musica ed altro) e di qualità pur non negando un ritorno economico agli investitori, oggi invece si assiste all’ultimo atto di una mera speculazione edilizia che non tiene in nessun conto del valore collettivo di uno dei 20 edifici di maggior valore storico culturale dell’area pratese. Sottolineiamo anche che il Prg Secchi prevedeva un uso sociale prevalente, la precedente giunta riduceva significativamente questo spazio e l’attuale giunta lo azzera del tutto”.

Lavori stradali in via San Vincenzo che da domani resterà chiusa per due settimane

lavori-in-corso-2Divieto di transito e divieto di sosta con rimozione forzata in via San Vicenzo dalle ore 9 del 30 luglio fino alle ore 8 del 2 agosto per consentire il ripristino dei chiusini della rete fognaria. Analogo divieto di transito e di sosta sarà istituito sempre in via San Vincenzo dal 2 al 13 agosto per la manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale. Durante i lavori  il traffico veicolare sarà deviato in via Orti del Pero, via Galcianese, via della Misericordia – via Dolce dei Mazzamuti – Corso Savonarola – piazza San Domenico. Per tutta la durata dei divieti in via della Misericordia, via Dolce dei Mazzamuti e in Corso Savonarola sarà revocata temporaneamente la corsia preferenziale, mentre in via Giovanni di Gherardo, nel tratto compreso tra via del Seminario e via San Vincenzo, sarà istituito il doppio senso di circolazione.

Ecoincentivi, nuovo bando del Comune: a disposizione 268mila euro per chi sceglie l’auto “verde”

auto-elettricaIl Comune pubblicherà un nuovo bando per l’erogazione di incentivi economici a fondo perduto per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e l’installazione di impianti a gas su autoveicoli e veicoli commerciali leggeri. Lo ha deciso la giunta comunale stabilendo che le domande per gli eco incentivi  potranno essere presentate dal 1° settembre prossimo fino a esaurimento del fondo. Le risorse messe a disposizione ammontano a circa 268 mila euro. Agli incentivi si potrà accedere anche per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e per l’installazione di impianti a gas effettuati a partire dal 1 gennaio 2010.
Il Comune  aveva  pubblicato il bando per gli eco incentivi sia nel 2008 che nel 2009 ma, rispetto alle risorse finanziarie  stanziate, si sono verificate economie di spesa dovute a domande di incentivo non completate nei termini previsti dai rispettivi disciplinari, a domande di incentivo non accoglibili e a domande di incentivo liquidate con importi inferiori rispetto a quanto richiesto. Nel 2008 sono rimaste inutilizzate risorse pari a 79. 623 euro e nel 2009 risorse pari a 188.151 euro per un totale appunto di 267.834 euro.
“Abbiamo ritenuto opportuno – ha dichiarato il vice-sindaco e assessore all’Ambiente Goffredo Borchi – procedere all’erogazione di questi incentivi ecologici coerentemente con le finalità dello stanziamento regionale e anche con il nostro obiettivo di creare una cultura che abbia sempre più attenzione all’ambiente e al contenimento dei consumi energetici”.
Nei prossimi giorni il Servizio Mobilità, Ambiente, Grandi Infrastrutture e Protezione Civile predisposizione predisporrà gli atti amministrativi necessari all’erogazione degli incentivi e per l’approvazione del disciplinare tecnico.

Pratese e prostituta cingalese sorpresi in auto: per tutti e due maxi multa da 400 euro

prostituteDue nuove vittime dell’ordinanza antiprostituzione in vigore su tutto il territorio comunale di Prato. Stavolta a farne le spese, e a prendersi la maxi multa, sono stati un pratese di 49 anni e una cingalese, regolare in Italia. I due sono stati sorpresi in atteggiamento inequivocabile da una pattuglia mista polizia-esercito impegnata in un servizio di controllo nell’ambito dell’operazione Strade Sicure. Erano nell’auto dell’uomo, parcheggiata lungo via Firenze, e stavano contrattando una prestazione sessuale. L’ora (era piena notte), il luogo, l’abbigliamento della ragazza e l’atteggiamento tenuto dai due hanno tolto ogni dubbio all’agente e ai militari della pattuglia, che sono intervenuti identificando entrambi ed elevando nei confronti di ognuno la sanzione di 400 euro.

Basket, la Minorcosnumo.it ingaggia il play senese Federico Moroni. Il via al campionato il 26 settembre

basket-generico_3L’ingaggio di Federico Moroni da parte dello staff della Minorconsumo.it era da tempo nell’aria, perché nella ristretta lista di coach Bini dei registi graditi per affiancare Tony Biscardi nel prossimo campionato di serie B, il play colligiano era proprio in cima all’elenco. Il venticinquenne senese, che ha già maturato esperienze importanti nella categoria, s’è detto sin da subito stimolato dal progetto pratese e lusingato dalla stima del coach che gli ha affidato le “chiavi” della squadra, e pronto a sudare già il 23 agosto, giorno del raduno per l’inizio della preparazione.
Con questo colpo dell’ultima ora, che va ad aggiungersi a quello di Capecchi e con l’ormai certa conferma di Farinon al centro dell’area dei Dragons, si può considerare concluso il mercato di rafforzamento della Minorconsumo.it. Coach Bini punterà molto sugli elementi artefici della cavalcata dello scorso anno, a partire da Milo Staino, l’under di lusso che la società è riuscita a trattenere nonostante le offerte anche dalla categoria superiore. Filippo Taiti farà ancora reparto con Farinon e con il capitano Jacopo Corsi sotto i tabelloni, mentre l’under Vannoni dovrà ricambiare la fiducia accordatagli dallo staff pratese confermando la maturazione interrotta dall’infortunio al polso. Consorti infine, dopo l’intervento al tendine d’Achille rotto all’inizio dei playoff, potrebbe non essere pronto per l’inizio della preparazione, ma con ogni probabilità sarà l’arma in più dell’attacco laniero già dalle prime gare di campionato.
Intanto la Federazione ha diramato il calendario che vedrà Prato esordire sul rinnovato parquet delle Toscanini domenica 26 settembre contro un’altra neopromossa, la lombarda Sangiorgese. I ragazzi di coach Bini già al turno successivo incontreranno a Legnano il Royal Castellanza, squadra nel novero delle favorite per la promozione che ha nelle sue fila Stefano Rusconi, quarantaduenne pivot di 210 cm, primo italiano a calcare i parquet dell’Nba nel 1995/96. Il derby casalingo con Firenze è capitato all’ultima giornata dell’andata che coincide con l’Epifania, mentre il ritorno al PalaCoverciano il 17 aprile, concluderà ovviamente  la regular season. Tutto questo avrà un prologo l’11 settembre quando si disputeranno i preliminari di Summer Cup, prima fase della Coppa Italia di Lega. Prato è stata inserita in un girone con Use Empoli, Firenze e Mazzanti Empoli. Solo la prima proseguirà la marcia nel fine settimana successivo mentre la final eight si disputerà nell’ultimo weekend di marzo.

Nuovi posti disponibili nelle materne, l’assessore Pieri precisa: “Appena la Regione ufficializzerà i contributi avvertiremo le famiglie interessate”

scuola-maternaImpossibile dare comunicazione di un atto ufficiale prima che questo sia stato adottato. Lo dice l’assessore all’Istruzione Rita Pieri interviene, in risposta alla consigliera del gruppo Pd Mariagrazia Ciambellotti, in merito alle competenze di ciascun ente su un tema giustamente centrale in questi giorni riguardante le sezioni di scuola dell’infanzia assegnate al territorio comunale.
“Le 250 famiglie che fortunatamente usufruiranno della scuola dell’infanzia – afferma l’assessore – grazie al finanziamento delle sezioni da parte della Regione Toscana non possono essere avvertite, come suggerito da Ciambellotti, finché non saranno ufficialmente deliberati gli atti dalla giunta regionale. Stiamo sollecitando la Regione – prosegue Pieri – anche se mi corre l’obbligo di lasciare a questo ente il tempo necessario per tutti gli adempimenti. Chiunque telefoni o si rechi presso gli uffici dell’assessorato (e sono molti in questi giorni) riceve tutte le informazioni del caso e approfitto di questa occasione per rassicurare tutti i cittadini che appena possibile forniremo comunicazione ufficiale in merito a questa opportunità. Intanto gli uffici hanno predisposto proiezioni mirate al singolo plesso scolastico che consentono di individuare quali bambini, in virtù della loro posizione di graduatoria, saranno ammessi nelle nuove sezioni anche se, per le ragioni sopra citate, non è ancora possibile ufficializzare le loro iscrizioni”.

Montemurlo, rischio eternit nella ex Filatura di Bagnolo: sospesi i lavori di demolizione

eternitL’assessore all’ambiente del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, a proposito dell’abbattimento della Filatura di Bagnolo in via dell’Artigianato e della denuncia di una sospetta presenza di eternit sul tetto del capannone, precisa che l’amministrazione è prontamente intervenuta sul posto, attraverso la polizia municipale, bloccando immediatamente i lavori di demolizione. “Sono in corso le analisi della Usl, che ha prelevato alcuni campioni di materiale per verificare la presenza o meno di eternit – spiega l’assessore – Da parte nostra abbiamo ritenuto opportuno, a tutela della salute e dell’incolumità pubblica, sospendere immediatamente i lavori di abbattimento dell’edificio. Ad oggi, siamo dunque  in attesa dei risultati delle analisi.”

Sciopero dipendenti ditta Gamba Service, Consiag Servizi precisa: “Noi siamo in regola con i pagamenti delle fatture”

consiag-sori-002Nessun ritardo nei pagamenti delle fatture da parte di Consiag Servizi alla ditta Gamba Service, i cui dipenneeti hanno scioperato nei giorni scorsi lamentando i ritardi nel pagamento degli stipendi. La precisiazione arriva con una nota ufficiale della stessa Consiag Servizi, l’azienda a cui è stato affidato dal Comune di Prato il servizio di Global Service che comprende anche le pulizie degli edifici comunali. “Il pagamento – si legge nella nota -avviene nelle modalità previste dal contratto di affidamento del servizio di pulizie degli edifici comunali sottoscritto a seguito dell’aggiudicazione di una gara espletata con procedura ad  evidenza europea”.
Sono tredici i Comuni soci di ConsiagServizi oltre a Consiag:  Agliana, Cantagallo,  Lastra a Signa, Montemurlo, Montespertoli, Prato, Poggio a Caiano, Quarrata, Scandicci, Sesto Fiorentino,  Signa, Vaiano e Vernio. In merito allo sciopero dei dipendenti, l’assessore comunale Roberto Caverni aveva criticato proprio le modalità dell’appalto che sarebeb stato aggiudicato a Consiag Servizi sulla base di una cifra di 1,6 milioni di euro e poi riappaltato alla ditta Gamba Service per la cifra di un milione di euro.

Guida l’auto della moglie ma lui non ha mai preso la patente: denunciato dalla polizia municipale

multevvuu7 polizia municipale controlliDurante un normale controllo di polizia stradale nella zona del Macrolotto uno, una pattuglia dei servizi motociclistici della polizia municipale, ha fermato un’autovettura Nissan Primera condotta da un cittadino cinese di 24 anni.  richiesta dei documenti il giovane ha affermato di non averli con sé, per cui è stato sottoposto a fermo di identificazione e condotto presso il Comando di piazza dei Macelli per le necessarie procedure. Dai successivi controlli è emerso che si trattava di un cittadino regolarmente soggiornante sul territorio italiano, privo però della patente di guida. È stato pertanto denunciato e il veicolo, appartenente alla moglie, è stato sequestrato.

Frana a La Pusignara, pronto il progetto e a settembre via ai lavori. Menchetti: “Sulla Sr325 abbiamo già impegnato 32 milioni di euro”

frana-sasseta-pista-alternativaPartiranno a settembre i lavori per la sistemazione definitiva del tratto della Sr 325 a La Pusignara su cui, nel dicembre scorso, si sono abbattute due frane. E per la prossima primavera la strada sarà finalmente pronta. L’assessore alle Infrastrutture della Provincia Ivano Menchetti ha annunciato questa mattina che il progetto è già pronto, mentre la consegna dei lavori è prevista per settembre. “Per la Provincia la strada, ma nel complesso tutta la viabilità della Val di Bisenzio compresa quella su ferro, è una priorità vera, fatta di lavoro concreto – ha detto Menchetti che aveva a fianco l’ingegnere della Provincia Stefano Mattei – La nostra attenzione è grandissima e cospicue sono le risorse impiegate. Per i lavori del primo e del secondo lotto sulla Sr 325 sono già impegnati 32 milioni di fondi regionali, ma se consideriamo il terzo lotto (da Vernio al confine regionale) e la ristrutturazione dei centri abitati arriveremo a 45-50 milioni”.
Riflettori puntati questa mattina anzitutto sul ripristino della strada a La Pusignara. “Per il tratto di Sr 325 che porta a Montepiano, riaperto dopo la frana con 55 giorni di anticipo sul cronoprogramma, il progetto di sistemazione definitiva è stato realizzato dai tecnici della Provincia in tempi record, anche grazie alle procedure d’urgenza possibili nel caso di un evento calamitoso – ha detto Menchetti – Venerdì 6 agosto sarà convocata la conferenza dei servizi per la valutazione del progetto e il via all’appalto, la consegna dei lavori avverrà entro metà settembre”. I lavori, per cui si spenderanno circa 1 milione e 250 mila euro di fondi regionali, dureranno 6-8 mesi. La pista che la Provincia ha realizzato quest’inverno a monte della frana sarà allargata fino ad ottenere due corsie di 3,5 metri e 1 metro di banchine, grazie a una paratia di micropali a valle dell’attuale percorso, che sosterrà la strada stessa e il versante soprastante. Saranno costruiti anche muri di contenimento, rivestiti in pietra locale e grande attenzione sarà dedicata alla regimazione delle acque, le infiltrazioni sono infatti la causa degli smottamenti del dicembre scorso. L’intero versante, che scende di quasi 40 metri fino alla strada per Luciana, sarà messo in sicurezza attraverso opere di ingegneria naturalistica, gradoni e parapetti in legno e gabbie di contenimento, e, anche qui, sarà rifatta la regimazione idraulica. Sulla seconda frana, più a nord, sono già state posizionate le reti di contenimento, che saranno rafforzate con chiodature profonde 6-7 metri. Infine saranno sistemati anche i sottoservizi (metano, acqua ecc).
Sul cantiere de Le Coste, attualmente operativo nel primo tratto della SR 325 e oggetto di polemiche in particolare sull’eventualità del lavoro notturno, Menchetti ha fatto alcune precisazioni. “Bisogna chiarire che il cantiere è collocato su un tratto particolarmente stretto, con versanti a pendenza elevatissima sia a monte che a valle della carreggiata, in curva e preceduto e seguito da curve – ha spiegato – Per garantire la sicurezza a chi lavora e a chi viaggia il cantiere deve avere specifiche misure, che escludono il lavoro notturno. E il rumore, poco avvertito di giorno, di notte per la frazione de La Briglia sarebbe proibitivo (e anche per il rumore servono autorizzazioni specifiche)”. Senza contare che la movimentazione dei materiali di notte su quel tratto metterebbe costantemente a rischio lavoratori e cittadini in transito. “Ma soprattutto il costo del lavoro notturno è attualmente insostenibile – ha aggiunto Menchetti – Su un intervento come quello de Le Coste, che complessivamente vale 800 mila euro, dovremo aggiungerne altri 500 mila. Il Governo continua a tagliare i bilanci di Regioni e Province, non ci sono margini per incrementi così elevati sui costi delle opere”.
“I lavori sulla 325 sono indispensabili per adeguare la geometria della strada alle condizioni di un traffico veicolare che non è più solo locale, o rivolto alla produzione locale, ma che ormai si attesta sulle 20-22 mila auto al giorno, concentrate soprattutto nelle fasce orarie del mattino e del tardo pomeriggio – ha proseguito Menchetti – Traffico che collega frazioni e centri abitati, dove i residenti sono molto cresciuti negli ultimi anni, a luoghi di lavoro e attività terziarie. La ristrutturazione dovrà consegnare una carreggiata che finalmente consenta di non bloccare tutto ad ogni incidente, ma anche consolidare versanti fragili quali sono quelli della Valbisenzio”. Adeguamento e consolidamento sono pianificati, già finanziati e in parte realizzati fino a Vernio. Avviato è anche il lavoro di pianificazione per il tratto da Vernio al confine regionale, che costituirà il terzo lotto con risorse già previste dalla Regione Toscana. “Qui faremo una serie di verifiche e di controlli in particolare sulla regimazione delle acque perché a monte e a valle del piano stradale ci sono terreni privati in gran parte non più coltivati con canalizzazioni non efficaci”, ha spiegato l’assessore. A questo si aggiunge la ristrutturazione dei centri abitati de La Briglia e di Carmignanello, già finanziati, e si sta lavorando anche per la sistemazione di Montepiano.

Montemurlo, scoperti 14 chili di hashish nascosti lungo l’argine del torrente Iolo

cc-montemurloColpo grosso dei carabinieri di Montemurlo che nel pomeriggio di ieri, nei pressi di via Pistoiese, hanno rinvenuto occultati nella vegetazione lungo la riva sinistra del torrente Iolo 14 chili di hashish, suddivisi in panetti di 100 grammi cadauno. La scoperta dell’ingente quantitativo di stupefacente non è stata certo casuale. Negli ultimi tempi, infatti, i militari avevano intensificato i controlli dei tossicodipendenti in zona perchè avevano colto chiari segnali che l’uso degli stupefacenti era aumentato significativamente, in special modo tra i ragazzi. Probabilmente, secondo gli investigatori, il nascondiglio scoperto ieri non era per gli spacciatori quello definitivo nè erano state adottate misure di sicurezza adeguate; appare verosimile quindi che si trattasse di un deposito temporaneo. Ora gli uomini del capitano Vellucci stanno svolgendo i dovuti approfondimenti per risalire ai “proprietari” della droga che ovviamente è stata posta sotto sequestro.

Poggio a Caiano, proteste per un cantiere che chiude il passaggio pedonale per il Ponte all’Asse

Cristina Attucci

Cristina Attucci

L’apertura di un cantiere ha interrotto il passaggio tra due zone di Poggio a Caiano, per la precisione tra via Sottombrone e il Ponte all’Asse, provocando le proteste dei residenti che si sono rivolti al consigliere comunale dell’opposizione Cristina Attucci.  Quest’ultima ha quindi preso carta e penna per scrivere una lettera al sindaco segnalando il problema.
“Questo passaggio – dice la Attucci – era utilizzato non soltanto dai residenti della zona per raggiungere il Ponte all’Asse e il centro di Poggio a Caiano, ma anche da chi arrivava da fuori e nella zona di via Sottombrone riesce facilmente a trovare parcheggio. E’ un passaggio pedonale che esiste da sempre e di fondamentale importanza per sfruttare in modo funzionale i pochi spazi a disposizione nel nostro paese ed unire i giardini pubblici e i parcheggi di via Sottombrone alla zona del Ponte all’Asse, in pratica priva di parcheggi. La recinzione arriva inoltre a ridosso dell’argine dell’Ombrone rendendo difficile il taglio ordinario dell’erba effettuato periodicamente”.
Da qui l’invito che l’esponente del Pdl rivolge al sindaco: “E’ necessaria – dice – quindi l’immediata riapertura di questo naturale passaggio pedonale, proprio sotto l’argine dell’Ombrone, e che questa sia garantita anche per il futuro. La buona gestione di un Comune passa anche da queste piccole cose d’indicativa e sostanziale importanza per i cittadini”.

Raid notturno dei vandali nella palestra delle scuole Malaparte e Cicognini

cicognini-malaparteRaid vandalico nella notte ai danni della palestra della scuola media Malaparte e del liceo classico Cicognini. Stamani il vicepreside dell’istituto comprensivo ha chiamato la polizia per denunciare quanto avvenuto nelle ore notturno, quando ignoti si sono introdotti all’interno della palestra. Da un primo accertamento sembra che non sia stato portato via niente, ma i vandali hanno danneggiato alcuni armadietti e hanno sporcato l’intera palestra con cartacce e buste di alimenti. Resta no ancora da quantificare i danni, mentre un equipaggio delle Volanti ha effettuato un sopralluogo nella scuola che si trova in via Baldanzi.

Nuoto, le baby-sincronette dell’Azzurra non sfigurano ai campionati nazionali estivi di Ostia

la-squadra-esordienti-a-in-azioneBuona prova delle Esordienti A sincro dell’Azzurra (tutte al primo anno in questa categoria) ai campionati nazionali Fin estivi di Ostia, che si sono svolti dal 22 al 25 luglio. La squadra dell’Azzurra si è piazzata al 23esimo posto con un esercizio libero condotto davvero al massimo delle possibilità delle atlete.
“Nonostante l’ordine di partenza ci abbia un po’ sfavorite, siamo partire per seconde abbiamo ottenuto un punteggio complessivo di 55, che per questa categoria è un ottimo risultato”, commenta la coordinatrice del settore sincro Sabra Borselli. Soddisfazione dunque anche per l’allenatrice Elisa Frosini che ha seguito insieme a Borselli il gruppo durante questa stagione. Particolarmente soddisfacente è stata la crescita delle atlete nel corso dell’anno, in quest’ultima gara infatti l’esercizio libero è risultato il miglior eseguito in tutta la stagione, segno di una maturità che promette particolarmente bene per le gare 2010-2011, quando le atlete saranno al secondo anno da Esordienti e quindi in grado di cogliere risultati di livello.
La squadra delle Esordienti A dell’Azzurra è composta da Florarosamaria Biancalani, Giada Bidini, Elena Gambini, Dafne Landozzi, Sara Liberatori e Sindia Marchetti. La stessa squadra dell’Azzurra, con l’esercizio libero combinato, aveva già conquistato a fine giugno il secondo posto all’ultima gara dei campionati regionali Fin.

Litiga con la figlia e vuole gettarsi sotto il treno: donna di 42 anni salvata in extremis dall’intervento dei poliziotti

trenoUna donna di 42 anni è stata salvata dal provvidenziale intervento di una Volante prima che si buttasse sotto un treno in transito. E’ accaduto questa notte, intorno alle 3.30, quando alla centrale operativa del 113 è arrivata un’allarmata richiesta di aiuto: nella telefonata si diceva che la donna si era allontanata da casa, dopo un violento litigio con la figlia 21enne, manifestando intenzioni suicide. Immediatamente la segnalazione è stata girata a tutte le pattuglie presenti sul territorio che hanno iniziato a cercare la donna. Nel corso di questa attività, una della Volanti è arrivata fino alla stazione di Calenzano e qui i poliziotti hanno intravisto una figura camminare sui binari: senza stare troppo a pensare al pericolo che loro stessi stavano correndo, gli agenti si sono messi ad inseguire la sagoma, che nel frattempo aveva iniziato a correre sempre lungo i binari. Per fortuna la donna è stata raggiunta subito prima l’arrivo di un treno, ma nonostante i poliziotti la tenessero immobilizzata al sicuro, la 42enne ha cercato ugualmente in tutti i modi di gettarsi sotto le ruote del convoglio. A quel punto, visto che era impossibile ricondurre alla ragione la donna, è stata fatta intervenire un’ambulanza da Sesto Fiorentino con il personale sanitario che ha sedato la donna per poi trasferirla in ospedale.

Alla Gualchiera di Montemurlo ci sono i Grand Carabs con uno spettacolo omaggio a Malaparte e alla Prato che fu

grand-carabsGrande serata per il “Gualchiera Garden Summer”, rassegna di musica e teatro all’ex carbonizzo di Montemurlo. Questa sera, 29 luglio, dalle ore 21.30, si esibiranno nel giardino in via Gualchiera i “Grand Carabs”, band pratese che si pone all’interno della tradizione dei grandi cantautori italiani, ma con un approccio eclettico e innovativo di matrice folk-rock. Le storie raccontate dalle parole delle loro canzoni sono ironiche e al tempo stesso oniriche, che trovano una genesi anche nella tradizione della musica popolare.
Questa sera presenteranno “Una balla dopo l’altra-sentieri di montagne e stracci”, spettacolo musicale liberamente ispirato a “Maledetti Toscani” di Curzio Malaparte. Una performance piccola e delicata, ma dai toni eclettici e scanzonati, che racconta la Prato di un tempo che fu e più in generale la Toscana degli anni post-bellici, facendoci assaporare tutte le speranze nascoste dietro a una “balla” di tessuto, vera ricchezza per una Prato che doveva ripartire più vivace che mai dopo un conflitto tragico e terribile.
Uno spettacolo intriso dei toni scanzonati dei Grand Carabs, con uno sguardo alla vecchia Prato che faticava e sperava in un tempo migliore.
Tutte le serate del “Gualchiera Garden Summer” (ricordiamo domani, venerdì 30 luglio, dalle 21.30 il match di improvvisazione con la L.I.F. di Firenze) sono a ingresso gratuito, con la possibilità di usufruire del bar interno per una serata tra un bel concerto e un fresco cocktail.

Elia Frosini

Ultimo doppio appuntamento al Giardino Buonamici tra musica, degustazioni e incontri culturali

giardino-buonamiciBilancio più che positivo di presenze al Buonamici per la rassegna “Metti una sera in giardino” organizzata dalla Provincia di Prato nella suggestiva cornice del giardino, e del palazzo Buonamici, sede dell’ente. Ultimi due appuntamenti con tante e diversificate opportunità offerte a partire dalle 19.
Si inizia oggi, giovedì 29 luglio, con la cultura del cibo e la sezione “Un Giardino da Gustare” a cura di Slowfood che propone alle 19 il viaggio nella conoscenza del tè accompagnati da Gianni Limberti. A seguire alle 21,30 il concerto di Annamaria Pacini & Giorgio Albiani con “Live Inedito”. Nello Slow corner la presentazione di un prodotto tipico pratese recentemente riscoperto, il vermouth, che sarà accostato ai cocktails realizzati da Ais. Fra questi il giovane, ma già rinomato cocktail Buonamici dedicato alla famiglia che ha dato il nome al palazzo sede della Provincia. Nello spazio di piazza Sant’Antonino per i “Giovedì sera dello Spes” proseguono gli appuntamenti dedicati al tema delle energie rinnovabili e pensati per sensibilizzare il pubblico sulle tematiche ambientali. Alle 21 Paolo Silingardi presenterà il suo eco-thiriller “Il rapporto dryas”, Edizioni Alcyone.
Domani, venerdì 30 luglio, a partire dalle 19 sarà possibile prendere l’aperitivo al fresco del giardino, mentre alle 21,30 nello Slow corner sarà possibile conoscere I sorbetti col melone retato pratese e col cocomero. La serata prosegue con la musica di Random DJ. Grazie alla collaborazione con Slowfood sarà possibile degustare una selezione di salumi e formaggi tipici locali, insieme a dolci oltre a una selezione di caffè tostati a legna, vini, birre artigianali, bibite artigianali, succhi di frutta biologici e cocktails. Infine palazzo Buonamici sarà aperto al pubblico che potrà visitare gli allestimenti in corso: I nostri etruschi e La commedia umana di Giorgio Pierucci (ingresso libero).

Visita guidata gratuita in notturna al Museo del Tessuto, alla scoperta dei capolavori tessili del distretto

sezcontemporaneo6 museo del tessutoAppuntamento imperdibile stasera, giovedì 29 luglio ore 21.30, con la visita guidata gratuita al Museo del Tessuto e alle sue collezioni. I partecpanti saranno coinvolti in un’interessante percorso tra capolavori della produzione italiana ed estera dal Medioevo all’Ottocento che accoglie i visitatori nella Sala Storica, con circa ottanta oggetti fra tessuti, abiti, accessori e figurini moda. La visita prosegue poi nella Sezione Contemporanea con tessuti destinati al settore dell’abbigliamento, dell’arredamento e della produzione per l’accessorio moda, selezionati dalle più recenti collezioni fino alle tendenze moda primavera/estate 2011. Si tratta del frutto del percorso di ricerca e innovazione che le aziende del distretto tessile pratese conducono da molti anni. Stampe e trattamenti al laser, accoppiature, laminature e goffrature, spalmature a fianco di trattamenti antimacchia o ignifughi sono solo alcuni degli esempi esposti. Una carrellata di trattamenti chimici e meccanici tra i più attuali ed interessanti per spiegare come da tessuti grezzi si possono ottenere prodotti estremamente complessi, dal conferire una speciale mano, a garantire una particolare funzionalità, moltiplicando così il ventaglio delle possibilità creative a disposizione L’intervento espositivo dedicato al tema dei finissaggi tessili è l’ultimo di una serie di interventi che vedono come protagonista la Sezione Contemporanea, lo spazio espositivo del Museo dedicato alla contemporaneità del panorama tessile italiano. Nata oramai più di venti anni fa come interfaccia del distretto tessile pratese, questa Sezione – un unicum nel panorama italiano ed europeo all’interno di un museo di settore – ricerca, espone e poi cataloga e conserva, i tessuti delle collezioni primavera/estate e autunno/inverno prodotti dalle aziende pratesi.  Ad oggi sono stati raccolti centinai di tessuti, ognuno dei quali rappresentativo di una tendenza, di un finissaggio o di un particolare processo produttivo. Negli ultimi anni la ricerca si è estesa ad altri prodotti come filati, cartelle colore, book tendenze moda.

Ultimo atto per il contest tra band emergenti Rock’n'Castle: la finale si terrà a Officina Giovani

officina-giovani-internoQuesta sera il “Rock’n'castle Contest”, certamen musicale tra le migliori band rock della nostra regione, giunge al termine: dalle ore 21.30 le quattro band che hanno superato le semifinali si sfideranno a suon di note per acchiappare l’ambito premio di mille euro in buoni strumentazione. L’evento, programmato al Castello dell’Imperatore, è stato spostato ai Cantieri Culturali di Officina Giovani (piazza dei Macelli) a causa delle previsioni metereologiche poco rassicuranti.
Le formazioni giunte alla fase finale del contest sono  i “Confusion Quintet”, i “Gran Turismo Veloce”, i “Secret Lane” e i “Mitici Gorgi”. I “Confusion Quintet” sono una band pratese nata nel 2005 da un ambizioso progetto musicale di fusione di generi. Pur avendo solo cinque anni di esperienza, sono riusciti ad arrivare a grandi livelli e, dopo aver vinto il “Bluesin”, si sono esibiti al Pistoia Blues aprendo i concerti di grandi nomi come Andy Simmons, Tommy Emmanuel e i Deep Purple. Ultima delle loro fatiche, nel 2009 hanno partecipato al concorso “Sete Sois Sete Lois” grazie al quale si sono aggiudicati un mini tour in Marocco.
Secondo gruppo in gara, i “Gran Turismo Veloce”nascono dalla sfida di quattro musicisti di produrre e distribuire musica originale in Italia e all’estero. Vengono da Grosseto e  propongono un progressive rock molto amato, sopratutto su internet, dove la loro musica riesce a farsi conoscere grazie ai social network.
I “Secret Lane” rappresentano un’altra realtà pratese di rock di grande qualità, più giovane rispetto alle prime due band, visto che la formazione definitiva del gruppo è stata raggiunta solo nel 2008; ultimi in gara i “Mitic Gorgi”, vecchia conoscenza di Radio Gas (ricordiamo la loro presenza ai giovedì di “C’è vita su Giove”). Questo gruppo fiorentino ha partecipato all’Italia Wave Love Band Toscana e all’edizione del 2007 del Rock contest di Controradio riscuotendo un grande successo di pubblico e arrivando sempre alle fasi finali.
La manifestazione, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Prato e organizzata dalla web radio Radio Gas, dopo aver riempito il Castello dell’Imperatore per due giovedì di seguito, si prepara all’ultima grande serata nei locali di Officina Giovani, in cui si prevede già il tutto esaurito.

Elia Frosini

Montemurlo, grande festa di chiusura per gli 80 bambini che hanno frequentato il centro estivo comunale

bambini-gioco-centri-estiviQuesta sera (giovedì 29 luglio, ore 21) nel giardino della Misericordia di Montemurlo si svolgerà la festa  di chiusura del Centro estivo comunale, promosso dall’assessorato alle politiche sociali alla scuola di Morecci, in collaborazione con la cooperativa Casa dei ragazzi, la cooperativa Tarta-ruga e la Misericordia di Montemurlo. Ottanta bambini- dai 3 ai 14 anni – hanno vissuto un mese intenso di attività e scoperte, ispirate al tema “dell’estate di Mary Poppins” ed anche la festa finale li vedrà impegnati sul palcoscenico, con canzoni e sketch, ispirati al film premio Oscar della Disney. Alla fine della serata alle famiglie sarà regalato un cd con le foto dell’esperienza.
L’assessore alle politiche sociali, Nicola Ciolini, sottolinea il notevole impegno dell’amministrazione e spende parole di ringraziamento per le associazioni che hanno gestito il Centro. “ Il Comune da sempre riserva un’attenzione particolare a questo fronte.- dice- Per il prossimo anno vogliamo rivedere la formula del Centro estivo, magari trovando soluzioni innovative e dando la possibilità ai soggetti che ne hanno la gestione, di mettere in campo più creatività. Già da settembre i nostri uffici si metteremo a lavoro per la nuova programmazione.”
Al centro estivo hanno preso parte anche dieci bambini con disabilità, che sono stati seguiti ciascuno da un operatore appositamente dedicato. Il Comune ha garantito, inoltre, la mensa ed il trasporto per chi ne ha fatto richiesta, venendo incontro alle famiglie più disagiate, attraverso esoneri e riduzioni. Tante le attività in queste quattro settimane che hanno visto i più piccoli protagonisti, con i laboratori di giocoleria, dello zucchero e di fotografia. Tante attività sportive, ogni venerdì un’uscita in piscina (in via Roma a Prato, a Campi Bisenzio ed a Montale), la visita al Centro di riabilitazione equestre della Querce, all’oasi apistica di Poggio a Caiano, al parco del Bargo, la gita all’Albereta e l’orientiring sul Monteferrato.

Politiche giovanili, c’è fermento nei due schieramenti: in ballo la co-gestione di Officina Giovani che fa litigare i giovani del centrodestra

officina-giovaniDa quando Leonardo Soldi si è dimesso da consigliere delegato le politiche giovanili sono tornate ad essere un piatto invitante per la politica comunale. Soprattutto dopo che il sindaco nell’incontro con i giovani alla ex Campolmi si è sbilanciato promettendo per settembre un tavolo di partecipazione ed un progetto più specifico di cogestione per riempire finalmente di contenuti Officina Giovani, lasciata priva per troppi mesi di un regolamento di gestione. Idee che hanno generato nuove speranze negli animi degli appartenenti all’assemblea “Libertà è Partecipazione” e di contro una mezza rivolta del movimento giovanile del Pdl che non vuole sentire parlare di aperture a sinistra dell’amministrazione comunale.
C’è poi il totoassessore, che negli ambienti politici viene accolto sempre a braccia aperte e con un certo interesse personale. Giorgio Silli, attualmente responsabile dell’integrazione, della partecipazione e delle politiche europee ha fatto capire a tutti la sua disponibilità nel caso in cui il sindaco non decidesse di tenersi stretta la delega sui giovani fino alla fine del mandato. Ma Cenni ha intenzione per ora di gestirla in proprio per non minare quei fragili equilibri interni alla maggioranza di centrodestra. Un nodo che non verrà sciolto prima di settembre e che comunque non interessa tutti i giovani. I rappresentanti di “Libertà è Partecipazione” si dichiarano infatti altamente disaffezionati alla partita di potere e se da una parte non vogliono entrare nelle “diatribe” della coalizione di governo dall’altra parte vogliono inchiodare l’amministrazione alle responsabilità prese: “Non ci interessa sapere a chi andranno le politiche giovanili – taglia corto Diego Blasi – piuttosto vogliamo che siano mantenute le promesse fatte a partire dalla cogestione per Officina Giovani. Certo constatiamo che nell’anno da consigliere delegato l’unico atto concreto fatto da Leonardo Soldi sono state le sue dimissioni”.
Per far partire nei tempi previsti la cogestione di Officina, ovvero entro il 15 settembre, però servirà un apposito di regolamento che preveda le modalità di accesso all’apposito tavolo misto composto da giovani eletti ogni 6 mesi da un’assemblea plenaria, funzionari, esperti con la supervisione di Massimo Luconi e di Antonio Aiazzi. Progetti e modalità di finanziamento saranno vagliati in quella sede, ma “Libertà è Partecipazione” si prepara già con un bagaglio di progetti per utilizzare i Cantieri Culturali in maniera economicamente sostenibile. Le risorse, infatti, secondo Blasi e compagni potrebbero essere garantite attraverso un fondo ad hoc alimentato con gli incassi delle serate-evento e con la certificazione Iso9001 di Officina Giovani, che aprirebbe la porta a finanziamenti più ingenti dalla Regione e dall’Unione Europea. Ovviamente il tavolo della cogestione potrebbe superare i progetti di “Libertà è partecipazione” una volta messi a confronto con le idee dell’amministrazione, ma il filo conduttore che unirà il passato al futuro non è soggetto a variazioni: stop ad ogni abbozzo di privatizzazione cara al Popolo della Libertà.
Ed infatti la Giovane Italia in questi giorni sta vivendo un autentico stato d’agitazione ricco di contraddizioni, sentendosi trascurata dal sindaco. Sabato scorso con una nota Matteo Ala, Matteo Mochi e Francesco Cappelli hanno pronunciato un no secco a quelle che denominano “larghe intese” chiedendo invece scelte forti per Officina. “Fino ad oggi è stata teatro di politiche fallimentari e progetti non in grado di garantire continuità al complesso – lamentano – crediamo, quindi, che l’unica via percorribile per uno sviluppo strategico sia quella dell’affidamento attraverso bando ai privati di una larga parte degli spazi”. Il più intransigente su questo punto è Matteo Mochi, che contro la cogestione ha confidato ad alcuni colleghi di prepararsi a tutto pur di fermarla: “Sono pronto anche a scendere in piazza a manifestare contro il sindaco”. Sull’affidamento della delega la richiesta è di un interim del sindaco coadiuvato da un portavoce dei movimenti giovanili della maggioranza.
La linea più dura, però, non piace ad alcuni settori della Giovane Italia né ai consiglieri comunali che vedono nel portavoce un fastidioso tentativo di scavalcamento. Ecco, quindi, il comunicato dei consiglieri comunali Antonio Longo (Udc) e di Federico Lorusso (Pdl in quota Fini) supportati dalla segretaria dei giovani Udc, Chiara Bambagioni e dai due silliani Marco Pugi e Alessia Cambi che richiama i giovani pidiellini all’ordine. “Questo è il momento di agire – affermano -  è il momento che Cenni si senta totalmente libero nell’affrontare questa problematica che sembra essere scoppiata come un caso di rilevanza storica date le numerose “bombe” sparate al buio da chiunque. Se il sindaco lo riterrà opportuno, siamo disponibili anche a comporre un tavolo di discussione e partecipazione per le politiche giovanili, creato affinché sia complementare all’operato del primo cittadino e della giunta. Noi siamo compatti, siamo convinti che la maggioranza ed i rappresentanti eletti abbiano e debbano avere un ruolo legittimo in tuto questo”. E la spaccatura fra i giovani del Pdl è talmente netta che nelle ultime ore si sta alimentando anche di note personali sulle bacheche Facebook dei maggiorenti della Giovane Italia.

Carlandrea Adam Poli

Sorpresa a spacciare eroina in strada in via Filzi: sequestrate quasi 50 dosi già pronte

eroina_6Ancora un colpo inferto dal personale dell’Antidroga della Squadra mobile al sempre florido mercato dello spaccio. Questa volta nella rete tesa dagli uomini guidati dal dirigente Francesco Nannucci è rimasta impigliata una cinese di 39 anni, arrestata nella serata di ieri al termine di un lungo appostamento all’angolo tra via Filzi e via Tazzoli. Era proprio lì, in strada, infatti, che la donna spacciava la droga. Quando i poliziotti sono intervenuti, addosso le hanno trovato sei cilindretti con dentro una sostanza beige, risultata essere eroina: complessivamente la quantità era di 5,74 grammi. A questo punto gli agenti hanno esteso la perquisizione all’appartamento che la donna divide con il fidanzato, in quel momento assente da casa. E dentro una scatola sono stati trovati altri 41 cilindretti di plastica analoghi a quelli già sequestrati, per un quantitativo di eroina pari a 36,42 grammi. Nella stessa scatola c’erano anche tre flaconi da 100 mg di metadone. E’ stata poi sequestrata la somma di 1.380 euro, ritenuta probabile provento dello spaccio. La donna è stata quindi arrestata con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre il fidanzato è stato denunciato in stato di irreperibilità per lo stesso reato.

Scuola, Ciambellotti (Pd) in pressing sull’assessore Pieri: “Faccia chiarezza con le famiglie sulle nuove 10 sezioni di materna”

Bambini in una materna

Bambini in una materna

Sono 250 le famiglie pratesi in attesa di sapere se i loro figli hanno diritto o meno a un posto nelle scuola per l’infanzia. A dirlo è il consigliere comunale del Pd Mariagrazia Ciambellotti che rivolge un pressante invito all’assessore Rita Pieri e fare chiarezza prima possibile sulla questione. “La Regione – dice l’esponente della minoranza -  ha finanziato le 10 sezioni per l’infanzia ma, nonostante ciò, l’assessorato all’istruzione del Comune di Prato non ha ancora informato i genitori della situazione, i quali, non sanno come comportarsi. Sono ben 250 persone che stanno aspettando una comunicazione da parte dell’assessore Rita Pieri, la quale, ancora deve provvedere alla revisione delle graduatorie in virtù delle recenti modifiche. Voglio ancora ringraziare la Regione, che per l’ennesima volta, sopperisce ai compiti del governo; esorto quindi l’assessore a prendere atto della situazione e avvertire le famiglie interessate di tutti i cambiamenti che stanno avvenendo all’interno della scuola per l’infanzia. I genitori non sanno nulla e stanno provvedendo ai propri figli con soluzioni costose. La comunicazione deve avvenire immediatamente”.

Prato sarà presto “full digital”: entra nella fase operativa il progetto per la totale digitalizzazione delle pratiche

L'assessore Anna Lisa Nocentini

L'assessore Anna Lisa Nocentini

Questa mattina si è riunito in Prefettura il Comitato di indirizzo previsto dal protocollo sulla dematerializzazione, organismo che raccoglie i rappresentanti di tutti gli enti firmatari dell’intesa sottoscritta ad ottobre del 2009. L’incontro, presieduto dal prefetto, è servito per dare operativamente corso ai successivi passaggi del progetto ed individuare i componenti ed il coordinatore del Comitato tecnico che dovrà occuparsi di sviluppare le azioni al fine di rendere possibile la totale digitalizzazione delle pratiche e degli scambi informativi fra gli enti.
A coordinare i lavori dell’organo tecnico, di cui faranno parte rappresentanti della Prefettura, del Tribunale, della Provincia, della Camera di Commercio, della Comunità Montana e dei vigili del fuoco è stato chiamato il Comune di Prato, in virtù delle specifiche competenze acquisite negli anni nella materia.
Il Comitato tecnico dovrà seguire il piano di sviluppo del progetto e definire i prossimi passi soprattutto nell’ottica di avviare la realizzazione degli obiettivi, previsti dal progetto “Prato full Digital” presentato dal Comune e che ha ottenuto un finanziamento di 70mila euro da parte della Regione Toscana.
“Si tratta finalmente di mettere le gambe a questo progetto che compie così passi concreti – ha affermato l’assessore all’Innovazione Anna Lisa Nocentini -. Il progetto ha come obiettivo principale a breve l’eliminazione della carta nei rapporti tra gli enti pubblici del territorio pratese al fine di velocizzare la corrispondenza e di accorciare l’iter delle pratiche”.
Un obiettivo più a lungo termine è invece quello di mettere in rete gli archivi di tutte le amministrazioni e le aziende pubbliche del nostro territorio in modo che l’ente che per la gestione di una pratica necessita di una informazione in possesso di un altro ente non debba inviare il cittadino a farsela scrivere su un pezzo di carta ma vi possa accedere in tempo reale in modo da concludere la pratica seduta stante.
Nel frattempo, in attesa di raggiungere questo ambiziosissimo obiettivo, si sta cercando di diminuire l’emissione di certificati anagrafici; si sono infatti firmate 24 convenzioni con ogni singolo ente partner del progetto per permettere l’accesso agli archivi comunali; tutti gli enti hanno adottato la Pec con cui comunicano via e-mail in modo sicuro e certificato. Sono stati resi disponibili dal Comune di Prato servizi di consultazione e certificazione anagrafica on line che dovrebbero permettere agli enti convenzionati di ottenere in proprio visure e certificazioni.