“Degustando”, per tutto il mese di settembre i piatti pratesi vanno alla conquista del web

sedani-ripieniL’enogastronomia pratese sposa il web per promuovere le specialità tipiche pratesi e il turismo. È questo l’obiettivo di “Degustando Prato”, la manifestazione che dal primo al 30 settembre offre la possibilità di intraprendere un vero e proprio viaggio alla scoperta delle specialità enogastronomiche del nostro territorio. Organizzata dalla società di marketing toscana “Dis – Dream Internet Solutions”, l’iniziativa coinvolge ristoranti, che presentano menù creati appositamente per l’occasione a prezzi davvero eccezionali, ma anche agriturismi, case vitivinicole e tenute, dove sarà possibile passeggiare tra i vigneti in compagnia di un esperto che illustrerà la storia e le caratteristiche delle coltivazioni e dei terreni, le fasi di produzione e le caratteristiche organolettiche dei vini. Il tutto è fruibile per gli utenti semplicemente recandosi sul sito www.degustandoprato.it, dove si possono consultare tutti i ristoranti e le tenute che partecipano all’iniziativa, con descrizioni approfondite dei menù e i tour enogastronomici, i prezzi e gli orari.
L’iniziativa, alla quale ha aderito anche La strada dei vini di Carmignano e dei Sapori tipici pratesi, è patrocinata da Confartigianato Imprese Prato. “Si tratta – ha spiegato il presidente della Federazione Alimentaristi di Confartigianato, Stefano Lippini – di una manifestazione alla quale abbiamo aderito con entusiasmo perché, oltre al valore immediato dell’iniziativa, ci è sembrato particolarmente innovativo e valido il ricorso a Internet per promuoverla: questo consentirà anche sviluppi futuri, come la possibilità di fidelizzare anche i clienti che vivono lontani dal nostro territorio attraverso la rete, mediante la quale potrà anche essere possibile effettuare ordinativi delle nostre specialità tipiche”.
La manifestazione è presente anche su Facebook, sia per una ulteriore promozione, sia per la possibilità di interagire con gli utenti che potranno in quella sede inserire i loro commenti. “Ci faranno piacere le eventuali congratulazioni – spiega Giada  Carbone, della Dis – ma accetteremo di buon grado anche le eventuali critiche, che potranno comunque aiutarci a migliorare dove necessario”.
“La scelta del mese di settembre su Prato non è casuale – spiega il direttore marketing della Dis, Giuseppe Cianci – in quanto va a collocarsi tra le iniziative del settembre pratese al quale abbiamo dedicato un apposito portale, www.settembrepratese.it,  sul quale viene illustrato, anche il lingua inglese, tutto il ventaglio di possibilità che il nostro territorio offre in questo mese”.

Tennis, tutti i favoriti avanzano ai campionati italiani in corso sui campi dell’Etruria

stefano-tarallo-dirittoSeconda giornata di gare ai campionati italiani di Seconda Categoria maschili in corso di svolgimento al Ct Etruria Prato con in campo le teste di serie. E sono proprio i favoriti a mettersi in evidenza. Stefano Tarallo (numero 2 del seeding) supera agevolmente il suo avversario Filippo Giorgetti per 6-1 6-0 e anche Giuseppe Menga, quinto favorito, si qualifica per il turno successivo dopo aver superato 6-2 6-0 Niccolò Basili. Ora al terzo turno sfida con Cristiano Compagnone che ha superato Alberto Sibona per 4-6 6-4 6-1. L’unica sorpresa della giornata è giunta da Riccardo Grassi (2.7, Nomentano Roma) che ha eliminato il 2.2 Luca Serena 3-6 6-4 7-5  Nel derby toscano tra Federico Raffaelli (numero 6 del seeding) e il giovane Federico Maccari è l’aretino Raffaelli ad avere la meglio 6-3 6-4.  Ora sfida con Massimiliano Costa che ha superato con difficoltà Lorenzo Frigerio 5-7 7-5 6-4. Ha ben impressionato Roberto Marcora (2.3) sia per il bel gioco che per i colpi. Sicuramente potrebbe essere una delle sorprese di questa manifestazione. Il lombardo ha superato 6-2 6-4 Lorenzo Carera. Il montepremi della manifestazione è di 6.300 euro con rimborso per coloro che giungono almeno agli ottavi di finale del torneo. “Abbiamo istituito un premio per il miglior giovane del torneo – spiega il presidente Stefano Conti – visto il folto numero di atleti  under 21″.  Il giudice arbitro della manifestazione è Alessandro Bartoletti assistito da Alfredo Manetti. Direttore del torneo Massimiliano Crescioli. Ogni sera si svolgerà una sessione serale a partire dalle 20 per  dare l’opportunità agli spettatori di assistere alle gare.

Cosa fare dopo il diploma? Indagine tra quasi 1.500 studenti pratesi: la maggioranza proseguirà con gli studi

Studenti in una scuolaMesso da parte l’esame di maturità, in questi giorni gli studenti pratesi, “neo diplomati”, sono di fronte ad un bivio di non poco conto: proseguire il percorso di studi ed iscriversi all’ università oppure andare a lavorare? A questo proposito potrà interessare e far riflettere un’indagine sulle motivazioni e prospettive degli studenti nel post diploma, condotta da Fil spa ed affidata a Michele Del Campo (direttore di Fil spa), ad Antonio Calella (docente alla Facoltà di Scienze della Formazione- Università Lumsa di Roma) ed a Matteo Perchiazzi (Fil spa). La ricerca è in attesa di pubblicazione sulla rivista “Giornale italiano di psicologiadell’orientamento”.
La ricerca ha coinvolto 1.496 studenti (621 femmine e 875 maschi) con un’età media di 18 anni, che frequentavano il quarto e quinto anno delle scuole medie superiori della provincia di Prato. Il campione preso in esame è particolarmente significativo in quanto rappresenta il 54,3% della popolazione di studenti delle ultime due classi delle superiori. Tra gli studenti intervistati 763 frequentavano un liceo (51%), mentre 733 (49%) un istituto tecnico professionale.
Alla domanda, “cosa farai dopo la maturità ?”, la maggior parte degli studenti  (70,1%) ha dichiarato di voler proseguire gli studi, una scelta consapevole, dettata dalla voglia di realizzazione personale e dalla possibilità di trovare un lavoro, mentre solo il 29,3% ha affermato di voler andare a lavorare; rispetto a quest’ultimo dato ben il 92% frequenta istituti tecnico –professionali .
Ma nella scelta del proprio futuro esiste una differenza legata al  “genere”? A leggere i dati della ricerca appare evidente che la risposta “continuerò a studiare” si associ in maniera preferenziale al genere femminile (73%) contro il 68% di maschi. La scelta post maturità sembra poi influenzata in maniera rilevante anche il tipo di scuola frequentata: gli studenti dei licei dichiarano maggiormente di voler continuare a studiare (95%), mentre gli intervistati degli istituti tecnici professionali, per oltre la metà (56%), asseriscono di preferire la strada dell’inserimento nel mondo del lavoro.

Un altro fattore interessante è rappresentato dalle modalità formative che gli studenti pensano di seguire una volta finite le scuole superiori. La ricerca evidenzia che gli studenti di liceo sono più “tradizionalisti”, prediligendo corsi di laurea, soprattutto in Italia (75%), rispetto ai colleghi degli istituti tecnici professionali più aperti agli stage, ai tirocini ed ai corsi di formazione post- diploma. E la classe sociale d’appartenenza ha ancora un peso sulle scelte professionali dei giovani diplomati nella Prato del secondo Millennio, in un periodo di particolare empasse economica per il distretto? La ricerca evidenzia a questo proposito  un dato preoccupante di “immobilismo sociale”, cioè continuano a studiare soprattutto i ragazzi che appartengono a famiglie di classe sociale alta (79,6%), mentre preferiscono andare a lavorare i giovani di famiglie di classi sociali più basse. Nell’ambito della ricerca, aldilà della scelta post diploma,  è stato chiesto ai ragazzi pratesi quale fossero le aree di studio, che suscitavano in loro maggiore interesse. A sorpresa, in un distretto industriale, le lettere e le lingue e le arti (16,8%) battono le scienze umane (11,2%), la medicina con il 9,6% di preferenze, l’elettronica, l’informatica e le telecomunicazioni con l’8,9% e, fanalini di coda, la matematica, la fisica e la chimica con l’8,3%.
E chi decide di smettere di studiare verso quale area lavorativa si orienta? Il genere influenza molto la scelta: le donne preferiscono l’area risorse umane e amministrativa, mentre gli uomini l’area tecnica e produttiva. Tra i settori economici maggiormente indicati dai ragazzi c’è l’informatica ed elettronica (11,7%), l’attività commerciale (10,7%), il commerciale marketing e pubblicità (10,7%), il turismo l’ospitalità ed il tempo libero (6,7%), la metalmeccanica (6,4%). Il 6,4%  si orienta verso il lavoro nel tessile, moda e abbigliamento ed il 5,2% verso i servizi sociali.
“Le aspettative al lavoro, come si può notare- conclude Del Campo- si orientano verso l’area del lavoro autonomo e imprenditoriale, confermando la volontà del pratese di intraprendere. Dove intraprendere? Beh, si va poco verso il manifatturiero e più verso i servizi.”

Hockey, l’Mg Estra inizia la preparazione in vista del debutto nel massimo campionato

Il tecnico Enrico Bernardini

Il tecnico Enrico Bernardini

E’ iniziato ufficialmente con il raduno di ieri sera la stagione dell’Mg Estra. La formazione di Enrico Bernardini si è ritrovata al Palarogai dove ha iniziato la sua preparazione in vista dell’avvio della stagione regolare. Formazione giovane e con buone prospettive, l’Hockey Prato 1954, dopo due fantastiche promozioni consecutive, punta ad un campionato tranquillo, cercando di raggiungere l’obiettivo salvezza con la forza dei propri giovani.
E in effetti quella laniera è una squadra, salvo dovute eccezioni, dall’età media giovanissima che al suo primo anno in serie A1, seppur da matricola, vuole fare strada. La forza e i capisaldi del gruppo restano uno staff dirigenziale giovane e dinamico e una allenatore, Enrico Bernardini che è il vero e proprio monumento dell’hockey pratese.
“Piedi per terra, il nostro obiettivo è la salvezza – conferma il presidente Massimiliano Gardi – da raggiungere se possibile evitando i playout, cosa che sono convinto questi ragazzi possano raggiungere. Siamo giovani ma i ragazzi sono di valore e gli avversari potrebbero sottovalutarci sono convinto nella capacità dell’allenatore e della squadra”.
Tanti esordienti, qualche giocatore di esperienza la squadra sembra essere ben amalgamata… “In estate sono arrivati tanti giovani su cui puntiamo molto -  commenta il ds Ottavio Santoro -. Gli obiettivi sono chiari vogliamo far crescere i nostri ragazzi e raggiungere la salvezza; nonostante l’età anagrafica abbiamo una squadra ben organizzata e i nuovi arrivi di questa Mg Estra sono giovani di grande talento, oltretutto non ho dubbi se sono stati scelti da Enrico Bernardini vuol dire che sono elementi di assoluto valore”.

Un lago artificiale per Prato: sarà realizzato a Galceti e servirà come riserva idrica e per i servizi antincendio

elicottero_antincendioTra non molto Prato avrà un proprio bacino artificiale.  Sarà, infatti, prossimamente approvato dalla giunta comunale il progetto esecutivo per la realizzazione del lago Borro-Galceti, un invaso d’acqua di oltre 2 mila metri quadrati di superficie che costituirà una riserva idrica sia per l’irrigazione agricola e forestale che per l’approvvigionamento dei mezzi antincendi. La spesa prevista per l’esecuzione dei lavori è di 130 mila euro di cui 100 mila già stanziati dalla Regione Toscana e i restanti che saranno messi a disposizione dall’amministrazione comunale.
A darne notizia è il vicesindaco e assessore all’Ambiente, Goffredo Borchi, che specifica che l’opera sarà realizzata all’interno del Centro di scienze naturali di Prato nell’area protetta del Monteferrato. “L’invaso – spiega Borchi – occuperà una superficie  attualmente utilizzata per la semina del foraggio destinato agli animali  presenti nel parco e consentirà di accumulare acqua nei periodi di abbondanza e rilasciarla in caso di necessità. Anche questo intervento rientra in quella politica ambientale che l’amministrazione comunale ha inteso portare avanti fin dal suo insediamento”.
L’area, compresa tra la viabilità comunale in direzione del Comune di Montemurlo e l’area boscata del Monteferrato, si trova a una quota di circa 78 metri  sul livello del mare. La realizzazione del lago Borro-Galceti rientra nell’elenco degli interventi  finanziati dalla Regione Toscana  nell’ambito del programma di realizzazione di nuovi invasi multifunzionali e di recupero di quelli esistenti.

Ucciso da una overdose in un viottolo di campagna a Castelnuovo, la vittima aveva 41 anni

eroina-droga1Forse si è accorto di stare male e ha cercato di avvertire i soccorsi, ma non ne ha avuto il tempo. Il cadavere di un uomo di 41 anni, pratese, è stato trovato questa mattina sul ciglio di un viottolo di campagna in via delle Macchiole, nella zona di Castelnuovo. La morte, con tutta probabilità, è stata provocata da una overdose di eroina, visto che in una mano dell’uomo è stata trovata una siringa, mentre l’altra stringeva un telefono cellulare. I soccorritori avrebbero anche recuperato una dose di eroina addosso al corpo della vittima. Dai primi accertamenti sembra che l’uomo avesse raggiunto il posto in sella ad una bicicletta, trovata non lontana. Poi, approfittando del buio, si sarebbe iniettato la dose fatale di eroina. La morte dovrebbe risalire alla notte scorsa, sicuramente qualche ora prima del rinvenimento del cadavere.

Nuovi mammografi digitali al Centro oncologico “Monarca”: la Asl di Prato prima in Toscana per lo screening al seno

mammografia-digitaleAl Centro di prevenzione oncologica “Eliana Martini” dell’Asl 4 sono stati installati e stanno entrando in funzione due nuovi mammografi digitali per la diagnosi precoce del tumore del seno. I due apparecchi sostituiscono i mammografi tradizionali analogici finora utilizzati. Si tratta di un investimento  importante di circa 800 milioni di euro. La nuova  piattaforma mammografica  è semplice da usare, ad alta funzionalità. Si presenta con un pannello di vetro a Led che si illumina con colori, con effetto confortevole e rilassante sulla paziente. Il sistema è in grado di produrre in tempo reale un’alta qualità di immagine ad una dose di radiazione relativamente bassa. I programmi di esecuzione e visualizzazione degli esami sono semplici e veloci, Le immagini possono essere archiviate su Cd e, in fase successiva, sulla rete.
La mammografia digitale rappresenta un’evoluzione della tecnica analogica che impiegava le cosiddette “lastre” per visualizzare le immagini. Nella mammografia digitale, invece, l’immagine viene visualizzata su un monitor in tempo reale, con lettura del quadro radiologico tramite un computer che consente una migliore visualizzazione dei reperti. Inoltre, la dose di radiazioni  alla quale è sottoposta la donna è inferiore rispetto alla metodica diagnostica tradizionale Secondo il decimo rapporto annuale dei programmi di screening della Regione Toscana sui risultati raggiunti nel 2008 e presentato  nel dicembre 2009 a Firenze dall’Ispo, l’istituto per lo studio e la prevenzione oncologica, l’Asl 4 ha registrato la risposta più alta di adesione allo screening per il tumore del seno di tutta la Toscana.

Dal 5 settembre di nuovo agibile la pista ciclabile tra Prato e Vaiano: tanti eventi per celebrare la riapertura

dscn2410 ciclabile lavori per riaprire il trattoConto alla rovescia per la riapertura della pista ciclabile nel tratto Prato-Vaiano. Domenica 5 settembre, alle ore 10, il percorso cicloturistico riprenderà la sua piena attività dopo essere stato interessato, negli ultimi mesi, da vari interventi per la messa in sicurezza. I tre cantieri dei lavori sono stati gestiti uno dalla Provincia di Prato e due dal Comune di Vaiano, a cui erano stati affidati dall’ultimo Collegio di vigilanza del tragitto della lunghezza di undici chilometri e mezzo. Si è trattato di un importante intervento che ha unito opere idriche e sistemazioni del percorso ed è stato promosso dalla stessa Provincia, da Publiacqua, dal Comune di Prato e dal quello di Vaiano.
La riapertura del percorso ciclabile è stata salutata positivamente dal sindaco di Vaiano, Annalisa Marchi: “Dopo una lunga attesa la pista ora viene restituita ai cittadini, che l’hanno fortemente voluta in questi anni di chiusura forzata. Ora dobbiamo pensare a mantenerla, con una buona manutenzione ricorrente, e a riempirla di contenuti, sotto forma di manifestazioni e servizi che faranno crescere l’offerta di tempo libero e di turismo della Val di Bisenzio”.
“La Provincia porta a compimento un impegno importante nei confronti dei cittadini concludendo un intervento che si è rivelato complesso e delicato, soprattutto per le caratteristiche geologiche e la fragilità del costone lungo cui si snoda la ciclabile – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture della Provincia Ivano Menchetti – I lavori previsti erano infatti già conclusi in primavera, ma è stato necessario aggiungere ulteriori interventi su alcuni cedimenti per rendere la pista pienamente fruibile”.
In occasione dell’apertura del tratto ciclabile si terranno domenica anche una serie di iniziative rivolte alle famiglie per offrire loro nuove opportunità per conoscere e apprezzare il territorio. A metà del tragitto Prato-Vaiano, in località La Cartaia, si concentreranno una serie di eventi rivolti a grandi e piccini. Nello spazio eventi inaugura la mostra “Bottoni, elogio della creatività”, un’esposizione di opere e oggetti realizzate con i bottoni da Fernando Baraghini, artigiano del territorio oggi scomparso ma che, negli anni passati, si era dedicato con tanta passione a raccogliere nel carbonizzo della ditta Forti i bottoni con cui poi ha inventato le proprie creazioni artistiche. Alla mostra (visitabile fino al 19 settembre), si affiancheranno fino alle ore 20 mercatini, laboratori e giochi per bambini e famiglie. Non mancherà anche un punto ristoro con bevande, gelati e specialità dolci e salate per rifocillare i ciclisti domenicali.

Le doppiette tornano a sparare: domani e domenica le giornate di preapertura della caccia

cacciatore-cane-cacciaI cacciatori pratesi stanno tirando fuori le doppiette dagli armadi. Con la preapertura di domani 1 settembre (che sarà replicata il 5 settembre) si apre infatti la stagione venatoria. Nessuna deroga per l’abbattimento dello storno. “Sono preoccupato per le conseguenze sull’agricoltura – commenta l’assessore provinciale Antonio Napolitano – Il controllo dello storno è indispensabile per limitare i danni alle coltivazioni di vite e olivo. Nel caso del territorio della provincia di Prato tali danni andrebbero a sommarsi a quelli degli ungulati che già stanno mettendo a dura prova gli agricoltori. La Provincia sosterrà il percorso già annunciato ieri dall’assessore regionale Salvadori per una soluzione che eviti le deroghe e magari inserisca lo storno fra le specie cacciabili”. La Regione Toscana ha deciso di non adottare la consueta deroga a causa del parere fortemente negativo (e vincolante) dell’Ispra, soggetto scientifico del Ministero dell’ambiente, sul ricorso agli abbattimenti di storni. Salvadori però sta già lavorando a un atto normativo che consenta il controllo della specie senza ricorso alla deroga.
Oltre alla preoccupazione di Napolitano per i danni alle coltivazioni è necessario sottolineare anche un altro aspetto che riguarda questa volta i cacciatori. Ed è proprio il comandante della polizia provinciale Michele Pellegrini a rivolgere un appello perché ci sia il massimo rispetto della normativa. “Senza deroga l’abbattimento anche di un solo esemplare di storno (specie non cacciabile) ha come conseguenza un’azione penale, con denuncia alla Procura della Repubblica – spiega Pellegrini – E’ necessario quindi che i cacciatori rispettino con attenzione le regole che in questo momento siamo costretti ad applicare”.
La Provincia di Prato con le disposizioni integrative al Calendario venatorio regionale per la stagione 2010-2011 ha ottenuto dalla Regione Toscana l’autorizzazione ad effettuare le preaperture nei giorni 1 e 5 settembre per la caccia da appostamento alle specie tortora (Streptopelia turtur), colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia e per la caccia solo da appostamento fisso, nei laghi artificiali o altre superfici allagate artificialmente, del germano reale, alzavola e marzaiola. Il periodo di caccia generale avrà inizio la terza domenica di settembre (il giorno 19) e terminerà il 31 gennaio 2011. La caccia è consentita per tre giorni la settimana da scegliere fra lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica. La caccia vagante, con o senza l’ausilio del cane è consentita fino al 31 dicembre 2010 (compreso).

Le strade pratesi come una giungla: conducenti senza patente, auto non revisionate e senza assicurazione, targhe posticce

patente-controlloConducenti che guidano senza avere mai preso la patente e magari esibendo quella di un amico, anche se questa è già stata revocata per l’azzeramento dei punti. Auto che viaggiano senza la necessaria – e obbligatoria – copertura assicurativa e non revisionate. Targhe di cartone messe al posto di quella regolare, smarrita (o forse rubata) ma senza che nessuno si fosse degnato di denunciare il fatto e chiedere il duplicato. A leggere i resoconti degli interventi effettuati nel giro di appena una decina di ore dalle pattuglie delle Volanti, emerge veramente la sensazione che le strade pratesi assomiglino sempre più ad una giungla dove le regole sono trattate alla stregua di optional. E questo, oltre a rappresentare un concreto pericolo per la circolazione (chi non ha superato l’esame di guida come può conoscere il codice e le norme di legge?) costituisce anche un problema per chi, sfortunatamente, dovesse avere qualche problema con una di queste auto, senza assicurazione o condotte da persone che non potrebbero guidare.
Per avere il quadro della situazione, ecco quanto è successo ieri: alle 11.45 una Volante, insieme ad una pattuglia della polizia municipale, ha fermato in via Goito angolo via Filzi una Ford Fiesta che viaggiava con una targa di cartone. All’interno due persone cinesi: un 44enne e un 52enne, entrambi clandestini. Il primo ha mostrato agli agenti una patente di guida intestata ad un suo omonimo. Il fatto è che la patente risultava revocata, visto che il legittimo proprietario aveva azzerato nel giro di poco tutti i punti. Ad aggravare il quadro, poi, il fatto che l’auto era priva di assicurazione e non era stata nemmeno revisionata: insomma, una vera e propria bomba viaggiante. Alle 16.50 un’altra Volante ha fermato una Opel Astra in via Respighi e anche in questo caso il conducente, un cinese di 21 anni, è risultato provo di patente. Gli stessi poliziotti poco dopo hanno controllato in via San Paolo anche un’Alfa Romeo 166 e anche stavolta il cinese di 45 anni che era alla guida non aveva mai dato l’esame per la patente. A fine giornata, quindi, una raffica di denunce nei confronti dei tre conducenti, qualche multa e le auto sottoposte a fermo amministrativo. (c.van.)

Eternit e fusti d’olio abbandonati a cielo aperto vicino al parco giochi: “Quella fabbrica è una vera e propria bomba ambientale”

Eternit e rifiuti pericolosi a due passi da dove giocano i bambini. La prima denuncia risale ad inizio agosto (vedi articolo), quando alcuni cittadini residenti nella zona delle Badie. riuniti nell’associazione 25 Aprile Prato Sud, avevano iniziato una raccolta di firme per chiedere la rimozione dei rifiuti e la bonifica dell’area ex Banci, denunciando l’alto rischio ambientale e soprattutto il fatto che l’amianto si trovava in un’area adiacente a un parco giochi per bambini.  Sulla scorta di quella denuncia Daniele Baldi, del Meetup 134 Prato, si è armato di telecamera e ha fatto un sopralluogo all’interno della fabbrica, il cui accesso non è vincolato né da cancelli né da lucchetti. E quello che è venuto fuori è sicuramente inquietante: le immagini, infatti, riprendono grosse quantità di amianto sbriciolato e in lastre, fusti di olio rovesciati pericolanti, vernici e bombole di gas Gpl all’aperto oltre che bombole di acetilene e ossigeno.
“Il tutto – spiega Baldi – adiacente al parco giochi denominato Piazza dei Bambini, che come il nome descrive serve ai bimbi come area gioco si trova lungo il viale Ferraris, in zona ex Banci sovraffollata di abitazioni quale l’area delle Badie nel quartiere sud di Prato”. Insomma una vera e proprio bomba ambientale a cielo aperto in una delle zone più popolose della città.

Carmignano, la biblioteca spegne le prime cinque candeline e si regala una giornata di festa

biblioteca-3biblioteca-3La biblioteca comunale “Aldo Palazzeschi” di Carmignano, in via Gadda 27 a Seano,  il prossimo sabato 4 settembre festeggia i suoi primi 5 anni e offre ai “suoi lettori” una intera giornata di spettacoli, incontri e laboratori e un ospite d’eccezione, lo storico conduttore di Rai Radio 2 Massimo Cirri seanese doc. Una non stop dalle 10 del mattino fino alle una di notte dal titolo “Buon compleanno biblioteca !”, organizzata dall’amministrazione comunale  per presentare, a chi già non li conosce, gli spazi e i servizi della biblioteca a disposizione dei cittadini e mettere in evidenza il ruolo sempre più importante che ha assunto la biblioteca in questi cinque anni che si è trasformata in un vero e proprio polo culturale capace di accogliere un sempre maggior numero di utenti, di offrire, in spazi funzionali e rinnovati nel tempo e organizzare eventi. Inoltre continuo e costante è stato anche l’incremento del materiale. La biblioteca possiede centinaia di film in dvd e cd musicali, audiolibri e cofanetti multimediali e, naturalmente, migliaia di libri. La risposta degli  utenti è stata più che positiva, tanto che dai 2mila prestiti annui del 2005 siamo arrivati ai 14mila dello scorso anno. Grande successo riscuotono anche i punti internet che consente a ciascun iscritto un’ora di navigazione gratuita al giorno, il servizio di prestito interbibliotecario provinciale e regionale e, durante l’estate, il Bibliobus, la biblioteca viaggiante che ferma nelle principali frazioni del Comune di Carmignano.
Ma vediamo quali sono gli eventi organizzati per la giornata di sabato 4 settembre. Dalle 10 alle 19 nello spazio giardino ci sarà uno stand dal titolo “Barattolibri” per lo scambio dei libri, tutti coloro che li vogliono scambiare o donare possono consegnarli fino al 3 settembre. Nella saletta conferenze si potranno vedere dei film mentre sarà allestito anche uno spazio per i bambini a cura di Monica Amadori dove saranno raccontate fiabe come  “La pentola magica”, per bambini dai 3 ai 6 anni in programma alle 10.30, alle 16 il “Mostro peloso” per quelli più grandi dai 7 agli 11 anni e infine alle 21 la favola della buona notte. Alle 16.30 Massimo Cirri, conduttore su Rai Radio 2 del programma Caterpillar, presenterà il suo ultimo libro: “A colloquio. Tutte le mattine al centro di igiene mentale”. Alle 18 la presentazione dei 10 più accaniti lettori del 2010. Il momento clou della giornata sarà alle 18.30 con il taglio della torta e il brindisi augurale con dolci, degustazioni di vini del territorio e musica dal vivo con il gruppo “La fiaba del gatto nero”. Dalle 21.30 seguirà a “Tutta lettura”, uno spettacolo letterario e musicale con brani scelti e interpretati dagli attori Gionni Voltan e Massimo Manucelli con lettori d’eccezione gli amministratori comunali e l’accompagnamento musicale di Cinzia Pagli. Davanti alla biblioteca ci sarà poi per tutta la giornata un punto informazione sulla donazione del sangue dell’Avis di Carmignano.

Spettacolo nel nome di Datini con Pamela Villoresi con raccolta fondi per il restauro del Castello

castello-imperatore-altoDopo una breve pausa estiva, il grande teatro torna protagonista della nostra città con due nomi d’eccezione e un progetto per far risorgere uno dei simboli di Prato. Venerdì 3 settembre alle ore 21:30 debutterà al Castello dell’Imperatore “Margherita e Francesco – nelle lettere le voci della storia”, spettacolo basato sul carteggio tra Francesco di Marco Datini e la moglie Margherita Bandini, trascritto e pubblicato grazie all’impegno di Valeria Rosati ed Elena Cecchi. Parole forti e contemporaneamente struggenti, provenienti da lettere molto interessanti per capire la personalità di questi due personaggi storici. In particolare, oltre a delineare la figura di un uomo che rappresenta un tassello importante del nostro medioevo, la corrispondenza epistolare mostra la potenza della psicologia di Margherita, una donna singolare e straordinaria che ebbe il coraggio di essere caparbiamente se stessa. Una rappresentazione interpretata da due grandi attori pratesi che fino ad adesso non hanno mai recitato insieme: Pamela Villoresi e Marcello Bartoli, grandi interpreti del nostro teatro che prestano la loro professionalità al servizio di un progetto vòlto alla recupero architettonico del Castello.
“Un evento straordinario, in cui la grande cultura si sposa con la beneficenza; infatti alle porte del Castello le socie del Lions raccoglieranno offerte per il restauro e la ristrutturazione delle porte e del ballatoio – dichiara  la presidentessa del Lions  Pola Colzi – e per l’installazione di pannelli comunicativi sulla storia di questa importante struttura”.
“Visto che il Castello dell’Imperatore non è nelle condizioni migliori abbiamo pensato di dedicare la giornata di venerdì al simbolo di Prato. – dice l’assessore alla Cultura Anna Beltrame – Chi visita il Castello non ha la possibilità di conoscerne la storia e grazie a questa raccolta fondi potremo dotare il Castello di pannelli informativi. Inoltre, per l’occasione, l’amministrazione comunale ha deciso di siglare un patto con Asm, che ha deciso di adottare il Castello”. Un accordo per cui L’Asm dovrà rimuovere la panchine dai camminamenti superiori, installare i dissuasori per i piccioni, sgombrare le stanze interne, che versano in pessime condizioni, e salvaguardare il verde esterno. “Il nuovo consiglio di amministrazione ha a cuore il decoro urbano. – dice Antonio Rancati, vicepresidente Asm – Questa città vive uno stato di abbandono molto forte e questo è deleterio sia per chi viene da fuori che per i cittadini che vivono quotidianamente Prato. Il Castello dell’Imperatore è il biglietto da visita della città e per questo deve essere ripulito e restaurato. Proprio per questo motivo, Asm intende fare un appello ad altre aziende pratesi per collaborare a questa iniziativa: se i privati investono per la ristrutturazione di questo bellissimo monumento sicuramente ne avranno un ritorno di immagine”.
Un progetto in cui la cultura e la beneficenza vanno a braccetto con l’obiettivo di far rinascere una delle perle architettoniche della nostra città, un simbolo della storia e della civiltà della nostra bella Prato.

Elia Frosini

Rinviato il concerto di stasera dedicato alle canzoni di Sanremo

Slitta a data da destinarsi l’ultimo appuntamento dei Lunedì in musica al Castello dell’Imperatore. Tutta colpa del temporale di questo pomeriggio che ha inzuppato il terreno del Castello e reso impossibile l’allestimento nei tempi utili del palco e dell’attrezzatura necessaria allo svolgimento del concerto. L’assessorato alla Cultura, quindi, ha deciso di rinviare la serata  “Nel blu dipinto di blu” sui grandi successi di Sanremo prevista per stasera (lunedì 30 agosto). Nei prossimi giorni sarà indicata la data scelta per recuperare lo spettacolo, che chiudeva la rassegna di appuntamento in musica del mese di agosto.

Ferita e rapinata in pieno giorno a Maliseti. Mosca accusa: “Le periferie abbandonate a se stesse”

logo_113_poliziaIn pieno giorno è stata affrontata da un uomo con il volto coperto da un foulard e armato con un coltello che, dopo averla ferita di striscio ad una mano, l’ha rapinata del portafogli, per poi fuggire a bordo di un’auto dove lo aspettavano alcuni complici. La vittima è una donna di 49 anni mentre il fattaccio è avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 17 in via Montalese, mentre la signora stava aspettando l’autobus. Ad agire, con tutta probabilità, un giovane italiano. Adesso la polizia sta indagando per risalire alla sua identità: fondamentale, oltre alla testimonianza della donna, anche quella di un testimone che ha assistito alla scena e che ha anche provato a impedire la fuga dell’auto dei banditi ponendosi davanti al mezzo.
L’episodio è stato commentato in maniera molto negativa dal presidente della circoscrizione Prato Ovest Giovanni Mosca, che da tempo sta battendosi per denunciare la situazine di insicurezza della zona di Maliseti. “Lo scippo di Maliseti – dice -  è l’ennesima prova che le periferie sono lasciate da sole. Questi delinquenti non hanno paura di nulla, con disprezzo e durezza sfidano la giustizia, colpiscono giovani e anziani, in pieno giorno, senza paura e senza pudore; lo scippo di Maliseti ha suscitato tanta rabbia tra la gente che si domanda: ma è possibile che nessuno fa niente? Ma è possibile che possono esserci cittadini di serie B e di serie A? L’unica cosa che i cittadini dicono è: speriamo che non succede a noi”.
“Sono mesi – insiste Mosca – che dico che le periferie sono lasciate sole, sono mesi che denunciamo lo stato di degrado di alcune zone, sono mesi che chiediamo ad alta voce di essere ascoltati, sono mesi che cerchiamo di avere un dialogo, un contatto con l’amministrazione comunale, che non è mai arrivato e che sicuramente non arriverà mai. Neanche i più spregevoli e condannabili atteggiamenti riescono a far dare un passo diverso da quello intrapreso”.

Vernio, festa grande alla Casa accoglienza di San Quirico per i 100 anni di Maria Rosa

compleanno-2La Val di Bisenzio ha una nuova centenaria. Il secolo di vita di Maria Rosa Contriti è stato festeggiato oggi alla Casa accoglienza anziani “Cardinal Benelli” di San Quirico di Vernio dove la signora è ospite da alcuni anni. Per questo importante traguardo Maria Rosa è stata circondata dall’affetto dei nipoti, bisnipoti, degli altri ospiti della struttura e dal Consiglio della Casa accoglienza oltre che dal suo presidente Aurelio Risaliti, dal sindaco di Vernio Paolo Cecconi, e da altri cittadini di San Quirico e Montepiano intervenuti per la festa. Il sindaco ha donato a Maria Rosa, a nome del Comune, una targa ricordo e un volume sulle tradizioni locali che la signora, ancora lucida, ha particolarmente apprezzato.

Tessile, Pratotrade dà il via alla campagna d’autunno con le fiere internazionali

fiera-tessileDopo il buon risultato della terza edizione di Prima Moda Tessuto – che ha chiuso sotto i migliori auspici per la ripresa del settore tessile di qualità – , il Consorzio Pratotrade si prepara alle trasferte internazionali in programma dopo la pausa estiva. Si parte con la manifestazione Munich Fabric Start prevista da domani 31 agosto al 2 settembre presso il Moc di Monaco di Baviera. Pratotrade parteciperà con uno stand promozionale del distretto tessile pratese a supporto delle oltre 60 aziende pratesi associate al Consorzio.  Si prosegue poi con la partecipazione alla importante vetrina internazionale Premiere Vision Pluriel a Parigi dal 14 al 16 settembre. Pratotrade allestirà un’area per presentare le peculiarità del distretto e le tendenze della stagione. Lo spazio funzionerà anche come area relax  e punto di incontro con gli altri operatori (53 aziende socie presenti a PV).
Il mese di novembre sarà invece dedicato ai mercati asiatici. Rinnovata la collaborazione con il Bunka College di Tokyo, la prestigiosa Fashion School tra le più importanti del mondo. Il primo di novembre è prevista infatti una sfilata di moda con i capi creati dagli studenti con i tessuti delle aziende pratesi. “L’obiettivo di questa iniziativa, supportata dalla Camera di Commercio di Prato, è promuovere le produzioni tessili pratesi verso i giovani stilisti del futuro – dichiara Alessandro Benelli, presidente di Pratotrade -. Sono coinvolte 17 aziende nostre associate che con entusiasmo partecipano alla iniziativa”.
Nella prima settimana di Novembre si svolgerà inoltre il Workshop in Cina con tappe a Pechino e Shanghai. “La formula del workshop – ovvero incontri mirati con selezionati confezionisti cinesi – sembra adattarsi meglio al mercato cinese sempre più interessato a prodotti tessili di fascia medio-alta non facilmente reperibili sul mercato interno -  afferma il direttore Vincenzo Pagano -.  Da alcuni anni collaboriamo con il China Fashion Association (l’associazione dei confezionisti cinesi) che coordinerà le operazioni di selezione e di invito della clientela”. Il workshop vedrà la partecipazione di circa 10 aziende. Le iniziative sono supportate da Toscana Promozione e dalla Camera di Commercio di Prato.

Cittadino detective fa catturare spacciatore: si tratta di un clandestino già arrestato dieci giorni prima e già fuori

polizia-arresto-manette_3Ancora una volta la collaborazione dei cittadini si è rivelata decisiva per fare arrestare un malvivente. Ma stavolta il cittadino, un pensionato pratese, è andato oltre: non solo ha chiamato il 113 indicando dove aveva visto un giovane nascondere un pacco sospetto, ma ha anche fotografato l’intera scena, mettendo poi gli scatti a disposizione dei poliziotti. Così in manette è finito un marocchino di 25 anni, clandestino in Italia e già arrestato lo scorso 20 agosto dopo esser stato sorpreso a spacciare hashish nei pressi del circolo Martini in via Montalese. Appena uscito dal carcere, evidentemente, il giovane si era rimesso a “lavorare”, ma non aveva fatto i conti con il cittadino-detective. Il pensionato, infatti, sabato scorso, ha notato gli strani movimenti compiuti dal nordafricano vicino alla tettoia di un garage in via Filicaia. Ha allora preso la macchina fotografica e ha immortalato il tutto, per poi chiamare la polizia. Gli agenti, seguendo le indicazioni dell’uomo, hanno trovato due panetti di hashish dal peso complessivo di 153 grammi. Poi, grazie alle foto, sono riusciti a riconoscere il marocchino, che è stato fermato nella vicina via Strozzi. A quel punto per il ragazzo sono scattate le manette sia per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sia per non aver rispettato numerosi ordini di espulsione già presi nei suoi confronti.

Voucher da 3mila euro per le famiglie con i bambini in lista d’attesa negli asilo nido comunali

asilo-nido-lattanti03Una buona notizia per le famiglie che non sono ancora riuscite a trovare un posto per i loro figli negli asilo nido comunali. I servizi educativi del Comune di Prato partecipano infatti al bando della Regione Toscana che prevede l’assegnazione di voucher del valore massimo di 3 mila euro ciascuno alle famiglie i cui figli sono presenti nelle liste d’attesa dei nidi comunali. I voucher possono essere attribuiti per l’accesso ai servizi all’infanzia accreditati (asili nido e centri gioco educativi). Il Comune precisa che i voucher, destinati all’abbattimento dei costi del servizio di asilo nido, saranno erogati dalla Regione Toscana a seguito dell’esame delle domande e serviranno per rimborsare il 50% delle spese sostenute per l’anno scolastico 2010-2011 fino ad un massimo di 3mila euro. Trattandosi di un rimborso, è richiesto alle famiglie di conservare e produrre la documentazione contabile che attesta i pagamenti delle quote mensili di frequenza al nido o al centro gioco educativo.
Possono presentare domanda di assegnazione dei voucher le mamme dei bambini nati dal 1 gennaio 2008 al 31 maggio 2010 in possesso dei seguenti requisiti: essere presenti nelle liste d’attesa per i nidi comunali di Prato anno educativo 2010/11; essere iscritti ad un asilo nido privato accreditato o ad un centro gioco educativo accreditato; non usufruire dei crediti per l’accesso nell’anno educativo 2010/2011. Le domande devono essere presentate presso i Servizi Educativi del Comune  – Via Santa Caterina, 17 (1° piano) fino al 30 settembre prossimo nei giorni di apertura al pubblico (lunedì e giovedì ore 9/13 – 15/17, mercoledì ore 9/13). I moduli di richiesta potranno anche essere scaricati all’indirizzo http://www.comune.prato.it/scuola/asili/
In base al numero di voucher concessi dalla Regione Toscana al Comune di Prato, l’accoglimento definitivo della richiesta sarà definito considerando le liste di attesa in ordine decrescente del punteggio attribuito per la domanda di asilo nido comunale (in caso di parità avrà la precedenza il bambino più grande d’età), e sarà comunicato agli interessati dall’amministrazione comunale. E’ possibile presentare domanda di voucher anche per il ricorso alle baby sitter iscritte nell’elenco comunale degli educatori domiciliari.

Estate da tutto esaurito alla Rocca di Cerbaia e presto al via il terzo lotto dei lavori di restauro

rocca-cerbaiaLa Rocca di Cerbaia ha un fascino intramontabile e senza tempo. Nonostante i suoi quasi mille anni di storia, oggi desta un interesse vivo e curioso fra le persone. Nel corso di questa estate ha ospitato cinque eventi (visite guidate, mercatini e osservazioni degli astri) che hanno fatto registrare il tutto esaurito. Una partecipazione attenta, definita dagli organizzatori anche “inaspettata”, perché non si attendeva con così alto numero di presenza turistica.
Dal 1999 la Rocca è di proprietà del Comune di Cantagallo che ne sta curando il restauro e la conservazione. I primi due lotti di lavoro hanno permesso di mettere in sicurezza le strutture murarie e di stabilizzare alcuni importanti cedimenti delle fondamenta. Presto prenderà il via il terzo lotto conclusivo dei lavori che permetterà di fare ulteriori scavi interni alla Rocca, di creare una sezione di solai in legno e di ricostruire il muro esterno che delimita la struttura, seguendo la forma e il materiale originario, abbassandolo la sua altezza solo di alcuni centimetri.
Grande soddisfazione per l’interesse suscitato dalla Rocca è stato espresso dal sindaco di Cantagallo Ilaria Bugetti: “Le iniziative organizzate questa estate hanno richiamato davvero molte persone, e questo testimonia che la Rocca ha un fascino intramontabile. Quanto siamo riusciti a fare ha avuto un impegno economico minimo per l’amministrazione, grazie a risorse provinciali siamo riusciti a realizzare cinque eventi e a contare una partecipazione di circa duecento persone. La Rocca è un luogo di attrazione e di piacere che fa muovere famiglie intere. E’ un luogo per tutti gli appassionati di storia, di archeologia, per tutti coloro che vogliono liberamente curiosare indipendentemente dalla presenza o meno di visite guidate”.
Mentre i lavori di restauro e di conservazione sono in fase di ultimazione, il punto debole che ostacola oggi la completa fruizione della fortificazione medievale è la viabilità che impedisce di arrivare direttamente ai piedi della Rocca. Il sindaco ha detto di aver fatto richiesta di ulteriori finanziamenti alla Provincia di Prato e alla banca Monte dei Paschi di Siena che possano permettere il miglioramento dell’accesso all’edificio. Il primo cittadino ha ribadito il grande rammarico per non aver potuto accettare il finanziamento di 700mila euro concesso dalla Regione Toscana perché prevedeva una compartecipazione da parte del Comune di Cantagallo di 500mila euro, cifra di cui esso non era in possesso. Visto però il grande successo che la Rocca sta riscuotendo fra i turisti, presto l’amministrazione locale provvederà ad invitare l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Cristina Scaletti a visitare l’antico edificio.

Assalto armato in una ditta di confezioni, banditi messi in fuga da uno dei presenti che viene però accoltellato

coltello-rapinaUna ditta di confezioni di via Bicchierai, gestita da cittadini cinesi, è stata assalita nel pomeriggio di ieri da una banda di banditi, anche loro cinesi, intenzionati a compiere una rapina. Ma il colpo è fallito grazie alla coraggiosa reazione di uno dei presenti, che ha affrontato i malviventi ed è riuscito a metterli in fuga, rimanendo però ferito nel corso dell’azione. L’episodio è ora al vaglio della Squadra mobile che sta cercando di ricostruire i vari passaggi, ancora non del tutto chiari. Quando le prime pattuglie della Volante sono arrivati sul posto, verso le 16.15 di ieri, infatti, nell’azienda non c’era più traccia né degli assalitori, a quanto pare fuggiti a bordo di un’auto, ma nemmeno del coraggioso operaio che si era opposto ai rapinatori. C’era invece una donna di 43 anni, cinese, che ha raccontato sommariamente quanto avvenuto, facendo riferimento all’arrivo di 5 o 6 giovani armati con coltelli che pretendevano la consegna di denaro. Un paio d’ore più tardi, verso le 18.30, al pronto soccorso si è presentato, invece, un cinese di 46 anni, clandestino. L’uomo presentava ferite da taglio ed è stato subito ascoltato dai poliziotti, ai quali ha confermato di essere stato presente in via Bicchierai e di essere l’uomo che si è opposto ai banditi. L’uomo si trova adesso ricoverato in ospedale, ma fortunatamente le sue condizioni non destano preoccupazioni.

All’Oktoberfest insieme alla Banda Gastrica, torna l’appuntamento con “Barcollo ma non crollo…”

ODEOE-DEUTSCHLAND-OKTOBERFEST-SOTorna per l’ottavo anno consecutivo l’appuntamento con la “folle” gita a Monaco di Baviera in compagnia della Banda Gastrica, in occasione dell’Oktoberfest, la tradizionale festa della birra bavarese. Il raduno è fissato a Prato per venerdì 24 settembre alle 22, quando scatterà ufficialmente l’ottava edizione di “Barcollo ma non crollo …e otto!”, il blitz in pullman all’Oktoberfest organizzato da La Banda Gastrica in collaborazione con Radio Insieme. Il programma, ormai collaudatissimo, prevede l’arrivo a Monaco il sabato mattina, giusto per l’orario di apertura degli stand o per una ricca colazione nel centro della cittadina bavarese. Ogni viaggiatore per l’intera giornata sarà libero di muoversi come meglio preferisce scegliendo secondo i propri gusti le marche di birra e i padiglioni da visitare e se riservarsi parte o l’intera giornata per un giro per le strade del centro città. Alle 24, dopo la chiusura degli alcolici padiglioni, recuperati gli ultimi gitanti più o meno barcollanti, partenza per il ritorno verso Prato, con arrivo previsto per la mattina di domenica.
“Barcollo ma non crollo …e otto! – spiegano i ragazzi della Banda Gastrica – è pensato per permettere a tutti di partecipare, con un prezzo di adesione contenuto (65 euro) e con orari che permettono di partecipare anche a chi lavora, infatti si torna a casa la domenica intorno alle dieci del mattino, con una giornata intera a disposizione per recuperare le forze. Ma soprattutto… si può bere qualche bicchiere in più senza il rischio di incorrere in alcool test o ritiri di patente vari”. Per aderire alla trasferta è sufficiente contattare il telefono gastrico  338 34 96 034, dove verranno date tutte le informazioni del caso.

Al Castello dell’Imperatore le più belle canzoni di Sanremo chiudono la rassegna dei Lunedì d’agosto

Patrizia Calussi

Patrizia Calussi

Ultimo appuntamento con la musica al Castello nei lunedì d’agosto, la rassegna  organizzata dall’assessorato alla cultura nell’ambito di Pratoestate   che vede sul palco, insieme ad altri artisti, gli insegnanti della Scuola di Musica Verdi. Chiude la rassegna, questa sera alle 21.30 (ingresso libero), il  concerto “Nel Blu Dipinto di Blu” che presenterà un vasto repertorio dei classici di Sanremo. Sul palco Massimiliano Calderai (tastiere), Tommaso Poli (chitarra), Federico Paoli (basso), Tony Sammauro (tromba); Federica Baldi (violino), Guido Bergamaschi (batteria), Patrizia Calussi e  Univocifire (voci) e la partecipazione del coro Gospel “ The Gospel Fire Choir” diretto da Patrizia Calussi.
Dopo la vittoria nel 2005 a Sanremo Lab, Patrizia Calussi ed il suo gruppo vocale  presentano le più belle canzoni di Sanremo riviste e riarrangiate in chiave moderna. Note sotto le stelle quindi, con i grandi che hanno fatto la storia di Sanremo come Mia Martini, Laura Pausini, Massimo Ranieri, Rino Gaetano, Vasco Rossi, Zucchero, Elisa, Giorgia. Presenta la serata  Serena Magnanensi inviata de “ La Vita in Diretta Rai 1″.

Tennis, al via all’Etruria i campionati italiani di Seconda categoria: il favorito è Giulio Di Meo

Giulio Di Meo

Giulio Di Meo

Sarà una kermesse di altissimo livello con ben 116 partecipanti quella che da oggi lunedì 30 agosto fino a domenica 5  settembre si svolgerà al Ct Etruria di Prato per i Campionati Italiani di Seconda Categoria maschili. Sarà proprio il vincitore della passata edizione, il romano Giulio Di Meo, il favorito, ma gli accreditati alla vittoria finale sono tanti con Stefano Tarallo, Mauro Bosio, Matteo Colla, Giuseppe Menga e Manuel Rezzaghi tutti classificati 2.1 (seconda categoria primo gruppo) che cercheranno di conquistare lo scudetto italiano. Subito dietro  ben otto giocatori classificati 2.2 e quindici 2.3, tra i quali Luca Leonardi 734 al mondo e il giovane Roberto Marcora (885),  che testimoniano  che questa manifestazione mettedavvero in campo i migliori giocatori italiani di serie B. Il montepremi è importante ed è di 6.300  euro tra singolo e doppio. L’ingresso è libero e ci sarà una sessione serale per i tanti appassionati che vorranno vedere un tennis spettacolare.  Da seguire anche Florian Allgauer ritornato al tennis giocato dopo essere stato una promessa e il toscano Luca Piolanti, entrambi 2.4, che in età giovanile ha giocato per il circolo ospitante e vorrà fare bella figura.

Silva Reis entra e trascina il Prato: 3-0 contro L’Aquila con una doppietta del brasiliano

Silva Reis

Silva Reis

Il Prato non fallisce il primo appuntamento stagionale di campionato e al Lungobisenzio centra i tre punti con una netta vittoria che scaccia le paure dopo le poco esaltanti prove in Coppa Italia. Una doppietta di un ritrovato Silva Reis ed un’autorete di Prete consegnano la vittoria ai biancazzurri. Il successo è arrivato grazie anche all’ottima lettura della partita del tecnico Andrea Bellini, bravo ad inserire il brasiliano al 19’ della ripresa. Cinque minuti dopo, infatti, il gol del vantaggio. Su una punizione di seconda, toccata da Morosini, Silva Reis infila l’estremo difensore Modesti, con un diagonale chirurgico. Al 32’ il raddoppio biancazzurro. Su un delizioso assist di Morosini, interviene Prete in spaccata all’altezza dell’area di rigore, superando con uno sfortunato, quanto spettacolare pallonetto il proprio portiere. Al 45’ è ancora Prato. Silva Reis su assist di Fogaroli, chiude il risultato da pochi passi sul definitivo 3-0.
Nel terzo tempo biancazzurro, durante l’intervallo, l’assessore allo sport Matteo Grazzini, ha consegnato al direttore generale abruzzese, Fabio Aureli, a nome del Comune di Prato, una pergamena con l’augurio dei pratesi agli aquilani, affinché il loro ritorno nel calcio professionistico sia un segnale di rinascita e gioia per L’Aquila, duramente colpita dal sisma più di un anno fa.
E a completare la giornata di grande festa in casa biancazzurra è arrivata la conferma dell’acquisto di Marco Gori. Il centrocampista, classe 1979, ha un passato nel Prato Calcio, nelle stagioni ‘99/00 e ‘00/01’. Dopo aver militato in serie B con la maglia dell’Albinoleffe per cinque anni consecutivi (la stagione più importante a livello statistico quella del ‘04/05 con 38 presenze condite da cinque gol) ha vestito la maglia della Cremonese per due anni consecutivi. Giocatore tecnico, dotato di un’ottima fisicità, 1,87 per 80 kg di peso forma, Gori andrà a rinforzare qualitativamente il centrocampo del Prato targato Andrea Bellini.

Ruba un paio di scarpe da Stefan e poi picchia due commesse: in manette una 35enne

carabinieri in autoHa rubato un paio di scarpe dal negozio Stefan di piazza San  Marco. Poi, una volta scoperta, non ha esitato ad aggredire e picchiare due commesse, una delle quali è stata poi portata al pronto soccorso per essere medicata, fortunatamente con una prognosi di pochi giorni. Protagonista una 35enne residente in provincia di Siena, già nota alle forze dell’ordine per reati analoghi. Il fatto è avvenuto verso le 13 di ieri e la donna è stata rintracciata nel giro di poco da una pattuglia di carabinieri, che l’hanno arrestata con l’accusa di rapina impropria. Con lei c’era il compagno, un 34enne di Vaiano, che aveva con sé le scarpe appena rubate a Stefan. Per questo motivo l’uomo è stato denunciato con l’accusa di ricettazione.

Dalla musica al teatro: il cartellone della PratoEstate riserva ancora tante sorprese

Pamela Villoresi

Pamela Villoresi

Una Prato Estate da tutto esaurito e che con settembre presenta gli ultimi appuntamenti da non perdere organizzati dall’assessorato alla Cultura. Dopo il grande successo degli spettacoli in piazza Duomo, dei concerti alla Lazzerini e, in agosto, al Castello dell’Imperatore, ancora tante occasioni per vivere  le ultime serate d’estate all’insegna della cultura, dell’arte  e della buona musica.
Si ricomincia quindi domani lunedì 30 agosto al Castello dell’Imperatore con  il concerto “Nel Blu Dipinto di Blu” alle 21.30 a ingresso gratuito : Patrizia Calussi ed il suo gruppo vocale  presentano le più belle canzoni di Sanremo riviste e riarrangiate in chiave moderna.  La serata sarà presentata da  Serena Magnanensi inviata de “ La Vita in Diretta Rai 1″. Il 3 settembre alle 21.30 sempre al Castello dell’Imperatore, un appuntamento con due grandi interpreti del teatro pratese: Pamela Villoresi e Marcello Bartoli saranno i protagonisti del recital “Margherita e Francesco. Nelle lettere le voci della storia”, spettacolo realizzato in occasione delle celebrazioni per il VI centenario della morte di Francesco Datini.
Per i più giovani invece, dal 4 all’11 settembre al Centro Pecci, l’appuntamento è con il Festival internazionale Videominuto. Ed ancora, il chiostro rinascimentale del Convento di San Domenico ospiterà, a ingresso libero, due letture che accompagneranno lo spettatore dalla parola recitata alle opere del museo in un percorso di memorie e suggestioni che rivivono nella magica atmosfera del chiostro: il 5 settembre alle 21.30 Fernando Maraghini legge “Frà Filippo Lippi Pittor Fiorentino” da “Le Vite” di Giorgio Vasari e il 12 settembre, sempre alle 21.30,  Stefania Stefanin legge “Le città del silenzio, Prato” da “Le laudi” di Gabriele d’Annunzio.
Da non perdere poi il concerto della Camerata Strumentale  Città di Prato del 7 settembre alle 21.30 in piazza Duomo a ingresso gratuito  con le musiche di Rossini, Strauss, Bizet e Tchaikovsky e che, come lo scorso anno, il sindaco  ha voluto offrire ai cittadini. La musica popolare sarà invece la protagonista della diciannovesima Rassegna pratese di canti popolari e di montagna prevista per sabato 11 settembre alle 21 e 15 al Castello dell’Imperatore a ingresso gratuito, a cura della Corale San Martino.  Oltre ai gruppi corali di Verona, Biella e Bergamo, saliranno sul palco i gruppi pratesi I piccoli cantori pratesi della San Martino, la Corale San Martino e il Concerto Cittadino E. Chiti.
Ed infine il teatro: il 16 settembre alle  21 al  Fabbricone  lo spettacolo “L’ultimo giorno. Luigi Tenco” con Nicola Pecci e Valentina Banci conclude la Pratoestate. Una toccante interpretazione  che coglie alcuni dei momenti più significativi della vita interiore del grande artista: il legame con la madre, l’incontro con l’amore, il rapporto tormentato con il suo talento. L’ingresso allo spettacolo è di 7 euro.

Vende la moto su e-bay, ma all’appuntamento si presentano due banditi: pratese picchiato e rapinato della Triumph

ebay-desktopFare affari su e-bay, il noto sito di aste online, a volte è rischioso per chi compra, che va incontro al rischio di truffe  e raggiri. Capita, però, che anche chi vende debba poi pentirsi amaramente della scelta. E’ quanto è capitato a un professionista pratese, un ingegnere, che dovendo vendere la sua moto Triumph speed triple 1050, aveva pensato bene di mettere un annuncio su e-bay. In effetti nel giro di poco ha subito trovato un aspirante compratore, che però si è rivelato essere un malvivente. Risultato: l’ingegnere ci ha “guadagnato” una botta in testa e ha visto la sua potente moto prendere il largo con sopra il rapinatore e un complice.
E’ accaduto ieri mattina a Firenze. Come ha raccontato lo stesso professionista pratese ai carabinieri, la sera precedente era stato contattato da un uomo che aveva visto l’annuncio su e-bay e si era detto interessato all’acquisto. Per meglio definire i termini, e anche per poter vedere la moto, era stato fissato un appuntamento per l’indomani a mezzogiorno in via di Novoli a Firenze. Qui l’ingegnere si è presentato puntuale con la sua Triumph speed triple 1050. E’ arrivato anche il falso compratore, in compagnia di un amico. Entrambi fiorentini, almeno secondo la testimonianza della vittima, che mentre stava illustrando i pregi della moto, è stato colpito violentemente da uno dei due e steso a terra. Poi i malviventi sono saltati sulla moto e sono partiti di gran carriera, lasciando sul selciaato il dolorante e allibito professionista.

Fischio d’inizio per il campionato del Prato, i biancazzurri debuttano al Lungobisenzio con L’Aquila

lungobisenzio2E’ il giorno del debutto in campionato per il Prato che oggi alle 16 scende in campo al Lungobisenzio per affrontare L’Aquila, con il compito preciso di far dimenticare le brutte figure rimediate nelle due gare interne di Coppa, chiuse con altrettante sconfitte rispettivamente con il Poggibonsi e con il Pisa. Ieri mattina c’è stato l’ultimo allenamento di rifinitura per i biancazzurri. Per quanto concerne l’organico il tecnico Bellini avrà a disposizione tutti i giocatori, fatta eccezione di Tafi che sarà costretto ai box per squalifica. Il tecnico laniero, quindi, ha solo l’imbarazzo della scelta. L’incontro, valevole per il campionato di Seconda divisione, sarà diretto da Simone Aversano di Treviso, coadiuvato da Massimo Bergamo di Venezia e Fabrizio Ponzeveroni di Padova.

Rugby, i Cavalieri si aggiudicano con merito il triangolare con Petrarca e Crociati

Rima Wakarua

Rima Wakarua

I Cavalieri fanno proprio il triangolare organizzato al Chersoni di Iolo con Petrarca Padova e Crociati Parma. Trittico di sfide interessanti, con un minitorneo (partite da 40 minuti suddivise in due tempi da 20) che è stato divertente e ricco di spunti per i tanti spettatori accorsi a vedere la seconda uscita stagionale dei tuttineri, ma anche avversarie di valore come appunto Padova e Crociati due delle squadre più accreditate del prossimo campionato. Il trofeo alla fine e’ andato ai Cavalieri che dopo essere stati sconfitti 8-7 dal Padova si sono rifatti battendo 21-0 i Crociati. Bene Majstorovic e Vezzosi nella prima sfida, Tempestini, Chiesa, Wakarua e Moore nella seconda.
Nella prima sfida del triangolare si sono sfidati I Cavalieri Estra e il Petrarca Padova. Partita equilibrata con buona prestazione dei lanieri. L’inizio di partita è pero a favore dei padovani che passano in vantaggio al 3′ con un calcio di punizione del mediano di apertura Walsh. I Cavalieri ribaltano il punteggio al 10′: pressione a tutto campo sui giocatori padovani che sui propri 5 metri provano un calcio di liberazione che viene intercettato dai lanieri; sulla ribattuta Chiesa schiaccia in rete in mezzo e Wakarua trasforma per il 7-3 parziale. La partita è equilibrata, i lanieri giocano discretamente in difesa e bene alla mano (ottima una discesa di Canale al suo esordio con i Cavalieri), ma sbagliano qualcosina di troppo in touche e in mischia e commettono qualche di troppo nella trasmissione dell’ovale. Nel finale il Padova sembra avere più birra e trova la mete della vittoria al 15′ con Innocenti. Finisce così con la vittoria 8-7 del Petrarca che si conferma squadra fisicamente ben messa e che puo’ puntare ad una stagione di vertice nel prossimo Super 10.
La terza e ultima sfida in programma del triangolare mette di fronte Crociati Parma e Cavalieri con i lanieri chiamati al riscatto e a vincere contro gli emiliani. E in effetti l’inizio di partita vede i Cavalieri partire con piede giusto. Al 6′ azione ben orchestrata e meta di Tempestini con Wakarua, spostato apertura che trasforma per il 7-0. Al 18′ seconda meta dei tuttineri con Wakarua che approfitta di un errore di Anversa per segnare la sua prima meta stagionale (e la trasforma), lui che l’anno scorso era stato capocannoniere del Super 10. Bene Tempestini, bene Chiesa ma molto bene anche Moore che dopo appena una settimana di allenamenti si è ben inserito negli schemi di gioco di De Rossi e Gaetaniello. Nella ripresa al 20′, arriva anche la terza meta messa a segno (e trasformata) da Chiesa dopo una buona azione del pacchetto di mischia laniero. Finisce 21-0 con i Cavalieri che conquistano il triangolare.