Eternit e fusti d’olio abbandonati a cielo aperto vicino al parco giochi: “Quella fabbrica è una vera e propria bomba ambientale”

Eternit e rifiuti pericolosi a due passi da dove giocano i bambini. La prima denuncia risale ad inizio agosto (vedi articolo), quando alcuni cittadini residenti nella zona delle Badie. riuniti nell’associazione 25 Aprile Prato Sud, avevano iniziato una raccolta di firme per chiedere la rimozione dei rifiuti e la bonifica dell’area ex Banci, denunciando l’alto rischio ambientale e soprattutto il fatto che l’amianto si trovava in un’area adiacente a un parco giochi per bambini.  Sulla scorta di quella denuncia Daniele Baldi, del Meetup 134 Prato, si è armato di telecamera e ha fatto un sopralluogo all’interno della fabbrica, il cui accesso non è vincolato né da cancelli né da lucchetti. E quello che è venuto fuori è sicuramente inquietante: le immagini, infatti, riprendono grosse quantità di amianto sbriciolato e in lastre, fusti di olio rovesciati pericolanti, vernici e bombole di gas Gpl all’aperto oltre che bombole di acetilene e ossigeno.
“Il tutto – spiega Baldi – adiacente al parco giochi denominato Piazza dei Bambini, che come il nome descrive serve ai bimbi come area gioco si trova lungo il viale Ferraris, in zona ex Banci sovraffollata di abitazioni quale l’area delle Badie nel quartiere sud di Prato”. Insomma una vera e proprio bomba ambientale a cielo aperto in una delle zone più popolose della città.

11 pensieri su “Eternit e fusti d’olio abbandonati a cielo aperto vicino al parco giochi: “Quella fabbrica è una vera e propria bomba ambientale”

  1. Ma cosa ci viene poi alla fine in questa area tanto contesa. Il comune ha detto che il centro congressuale e fieristico era “troppo” per Prato, e allora che facciamo? La lasciamo così?

    Gli spacciatori ringraziano!!

  2. Non rimane che ringraziare il meetup 134 di Prato per aver denunciato tale situazione di degrado e pericolo per l’ambiente venutosi a creare nell’ex ditta Bigagli.Speriamo che gli enti preposti per legge intervengano per risolvere tale situazione di degrado e di pericolo nel più breve periodo.

  3. E intanto col venticello che tira a Prato evitate di passeggiare nelle vicinanze, l’amianto non perdona!!!

  4. L’amianto è nocivo per la salute dell’uomo per la capacità dei materiali di amianto di rilasciare fibre potenzialmente inalabili. E l’esposizione a tali fibre è responsabile di patologie gravi ed irreversibili prevalentemente dell’apparato respiratorio. I più pericolosi sono i materiali friabili i quali si possono ridurre in polvere con la semplice azione manuale e, a causa della scarsa coesione interna, possono liberare fibre spontaneamente (soprattutto se sottoposti a vibrazioni, correnti d’aria, infiltrazioni d’acqua) o se danneggiati nel corso di interventi di manutenzione.
    L’esposizione alle fibre di amianto è associata a malattie dell’apparato respiratorio (asbestosi, carcinoma polmonare) e delle membrane sierose, principalmente la pleura (mesoteliomi).
    L’asbestosi è una grave malattia respiratoria che per prima è stata correlata all’inalazione di fibre d’amianto, caratterizzata da fibrosi polmonare a progressivo aggravamento che conduce ad insufficienza respiratoria con complicanze cardiocircolatorie.
    Il carcinoma polmonare, che è il tumore maligno più frequente, si verifica anche per esposizioni a basse dosi.
    Il mesotelioma della pleura è un tumore altamente maligno della membrana di rivestimento del polmone (pleura) che è fortemente associato alla esposizione a fibre di amianto anche per basse dosi.

  5. Premesso che sia oppurtuno bonificare l’aria, volevo solo farvi notare che quasi tutte le coperture dei vecchi edifici sono in eternit, quindi basta passeggiare per la città per respirare un po’ di polvere amianto.

  6. Precisiamo, i vecchi edifici industriali con copertura eternit integra il rischio è inesistente. In caso di manutenzione, smantellamento e trasporto in appositi luoghi per lo smaltimento i rischi sono elevatissimi. Nel caso sopra indicato caro Marco, spero per te che non abiti nelle vicinanze, come si nota nel video l’ondulato CEMENTO-AMIANTO denominato Eternit è sbriciolato e esposto al vento. C’è poco da rassicurare!!!! Correre a bonificare e punire chi ha fatto quello schifo.

  7. Salve grazie a tutti da parte delle badie e di via delle fonti, non solo eternit in lastre e sbriciolato, ma anche bombole di ossigeno gpl acetilene e fusti di vernice,olio e quant’altro abbiamo trovato all’interno che in 10 min di video era complicato mettere.

    La cosa che mi rattrista maggiormente è che si trova a due passi dal parco dei bambini, quale cristiano si permette di lasciare del materiale così pericoloso a due passi da un parco giochi?

    Tutti i cittadini devono vigilare e fare si che le regole vengano rispettate, mi spiace leggere che alcuni vedono e non denunciano, ma è così fino a quando non ti toccano di persona o sul portafoglio.

    Ma i bambini no, I BAMBINI NOOO!!

    Questa gente delinquente non sa quanta rabbia e quante energie riescono a tirar fuori dalle persone che in questi piccoli vedono il proprio futuro, la loro vita stessa.

    In tanti m’hanno detto di andare a striscia la notizia, sono certo che Gabibbo o Staffelli sarebbero a Prato in un paio di giorni, ma proprio un paio di giorni confido che la macchina comunale prenda provvedimenti seri e risolutivi, come ho avuto sentore sarà dai messaggi che mi sono pervenuti in giornata.

    Grazie anche a Notizie di Prato che puntualmente ha preso a cuore la notizia.

    Mi riservo altri commenti per i prossimi giorni, aspettando con ansia gli eventi.

    P.S. ad ARPAT non mandate link, vi rifiutano il messaggio, e stasera anche senza link rifiutano la @.
    Ma ARPAT che ci sta’ a fare a prato se non fa nulla?

    http://www.meetup.com/grillipratesi/

  8. Le coperture in eternit sono tutte antecedenti il 1992, è piuttosto ottimistico pensare che siano tutte perfettamente integre.

  9. Pingback: Fabbrica dei veleni alle Badie, il Comune chiede all’Asl un sopralluogo immediato per poi ordinare la bonifica. Borchi: “I tempi saranno strettissimi” | NOTIZIE DI PRATO

  10. Che bello sapere che a pochi metri dal giardino dove vado a correre da una vita e dove giocavo fin quando ero piccolo, esiste una stupenda discarica a cielo aperto!!! Spero che questo problema venga risolto al più presto..soprattutto per tutti quei bambini che ogni giorno si ritrovano per giocare, magari a loro insaputa, vicino a questo “sudiciumaio”!! Vogliamo un pò più di rispetto!!