Nel monastero di San Vincenzo fino a martedì si ricorda il miracolo del crocifisso e di Santa Caterina de’ Ricci

basilica-san-vincenzo-e-santa-caterina-dei-ricciTre giorni di festa per le monache domenicane di San Vincenzo che da oggi a martedì 24 agosto ricordano il miracolo avvenuto esattamente 468 ani fa. Era il 24 agosto del 1542, come ricordano le  cronache del tempo, quando nel monastero di San Vincenzo il Cristo in legno di un crocifisso appeso in una dele celle si staccò e andò ad abbracciare Santa Caterina de’ Ricci, chiedendo tre processioni per espiare i peccati commessi dagli uomini. Da allora, ininterrottamente per 468 anni, le suore non sono mai venute meno alal richiesta e per tre giorni lo stesso crocefisso che abbracciò la Santa viene portato in processione all’interno del monastero. Da qualche anno la cerimonia è aperta anche ai fedeli che possono in ogni caso venerare il crocifisso miracoloso che viene esposto fino a mertedì presso la grata del coro all’interno della basilica. Il momento clou dei tre giorni di festeggiamento sarà domani mattina, lunedì 23 agosto, quando il vescovo monsignor Simoni alle 8.30 celebrerà la messa che precede la processione.

I commenti sono chiusi.