Nordafricani aggrediscono un turista che li mette in fuga. Prostituta picchiata e rapinata

volante-polizia-notteDue rapine, una riuscita l’altra no, sono state messe a segno nel giro di poche ore tra le 20 e mezzanotte di ieri. Ad agire in entrambi i casi sarebbeo stati, secondo la testimonianza delle vittime, alcuni maghrebini. Su entrambi gli episodi indaga la polizia. Il primo caso è avvenuto intorno alle 20 in piazza San Marco quando un 32enne turista spagnolo di origine colombiane è stato aggredito da alcuni nordafricani, mentre stava passeggiando in compagnia della moglie della figlia. Alla scena ha assistito un poliziotto della questura di Firenze libero dal servizio, che ha subito chiesto l’intervento dei colleghi. Il ccolombiano però, nonostante venisse colpito con un oggetto metallico, è riuscito a divincolarsi e a mettere in fuga gli aggressori. Il giovane è stato poi accompagnato al pronto socorso. A mezzanotte, invece, la Volante è intervenuta in piazza Stazione dove una prostituta serba di 38 anni ha denunciato di essere stata aggredita e rapinata da un maghrebino di circa 35 anni che, dopo averla percossa, le ha portato via la borsa con dentro efeftti personali e denaro contante in quantità imprecisata. Sul posto interveniva anche un’ambulanza per soccorrere le donna.

4 pensieri su “Nordafricani aggrediscono un turista che li mette in fuga. Prostituta picchiata e rapinata

  1. continuiamo pure a farceli stare questi extracomunitari a Prato…..brava giunta Cenni…complimenti……

  2. @i:

    L’errore del Cenni è stato in campagna elettorale(*), promettendo quello che non nessun sindaco può fare. L’ordine pubblico è di competenza di Polizia e Carabinieri (che dipendono, rispettivamente da Ministero dell’Interno e Ministero della Difesa), il Sindaco non ha nessun potere su di loro. Può mettere bocca sull’operato della Polizia Municipale, ma il ruolo dei Vigili è marginale in materia di Ordine Pubblico.

    Per quanto riguarda i flussi migratori anche li il sindaco può fare ben poco. Non vorrei cadere nella retorica ma quando ci lascieremo alle spalle il razzismo? Questa masochistica forma di pensiero fa male soprattutto a noi: se uno è straniero, lavora, paga le tasse, perché devo dargli addosso? Che senso ha? Oppure: se uno è italiano ed è un delinquente perché dovrei giustificarlo o lasciarlo stare? L’ho già scritto voglio evitare qualunque retorica, è solo una questione di convenienza: io ho interesse a stare in un posto dove possa camminare senza guardami le spalle.

    Mi piacerebbe vivere in un luogo dove chi fa il furbo e/o delinquente, per lo meno corra dei rischi. Conosco abbastanza la natura umana per sapere che se non ci sono queste condizioni ci saranno sempre meno persone oneste.

    E poi questo pensare che gli stranieri “rubino” il lavoro a noi denota una mentalità orientata alla scarsità. Più persone, più produzione, più tasse pagate, più soldi. Se questo ragionamento non funziona non è perché ci sono gli stranieri ma perché:

    - c’è chi evede le tasse e sono sia stranieri che italiani

    - i soldi di chi paga le tasse finisco male, ovvero malgoverno corruzione, cricche ecc…

    Se vogliamo davvero cambiare qualcosa dobbiamo lottare su questi due punti, il resto ci distrae solo dal problema reale.

    (*) Errore è una battuta: è stata pura propaganda, l’errore è sempre e solo di chi crede alle fiabe, ancora ed ancora ed ancora una volta.

  3. il sindaco grazie alla legge Maroni sulla sicurezza ha molte competenze in più sul piano gestionale della sicurezza stessa. Cenni non sta facendo nulla, al contrario di gente come Chiamparino e Tosi che stanno applicando sin dal primo giorno le direttive di loro competenza date dall’allora decreto Maroni.
    Cenni ha promesso tante cose, ma non le sta mantenendo per bieco interesse personale. A lui non interessa rispedire a casa i cinesi clandestini (qualora ci fosse verso), né contrastarli col pugno duro (per esempio espellendoli da Prato… Questo lo può fare… E facendo un’ordinanza per confiscare i beni che adesso vengono sequestrati… Il sequestro non serve a nulla, se non a rimpilzare le casse del Comune… Avete più visto Vigili fare le multe per strada? Io no. Vuol dire che li pigliano da altre parti). E non gli interessa perché coi cinesi ci lavora perché se dà noia ai cinesi di Prato non lavora più coi cinesi in Cina.

  4. @ gino: “se uno è straniero, lavora, paga le tasse, perché devo dargli addosso?”

    Il problema è che qui le tasse le pagano ben pochi stranieri, soprattutto tra quegli con gli occhi a mandorla