Nuovi mammografi digitali al Centro oncologico “Monarca”: la Asl di Prato prima in Toscana per lo screening al seno

mammografia-digitaleAl Centro di prevenzione oncologica “Eliana Martini” dell’Asl 4 sono stati installati e stanno entrando in funzione due nuovi mammografi digitali per la diagnosi precoce del tumore del seno. I due apparecchi sostituiscono i mammografi tradizionali analogici finora utilizzati. Si tratta di un investimento  importante di circa 800 milioni di euro. La nuova  piattaforma mammografica  è semplice da usare, ad alta funzionalità. Si presenta con un pannello di vetro a Led che si illumina con colori, con effetto confortevole e rilassante sulla paziente. Il sistema è in grado di produrre in tempo reale un’alta qualità di immagine ad una dose di radiazione relativamente bassa. I programmi di esecuzione e visualizzazione degli esami sono semplici e veloci, Le immagini possono essere archiviate su Cd e, in fase successiva, sulla rete.
La mammografia digitale rappresenta un’evoluzione della tecnica analogica che impiegava le cosiddette “lastre” per visualizzare le immagini. Nella mammografia digitale, invece, l’immagine viene visualizzata su un monitor in tempo reale, con lettura del quadro radiologico tramite un computer che consente una migliore visualizzazione dei reperti. Inoltre, la dose di radiazioni  alla quale è sottoposta la donna è inferiore rispetto alla metodica diagnostica tradizionale Secondo il decimo rapporto annuale dei programmi di screening della Regione Toscana sui risultati raggiunti nel 2008 e presentato  nel dicembre 2009 a Firenze dall’Ispo, l’istituto per lo studio e la prevenzione oncologica, l’Asl 4 ha registrato la risposta più alta di adesione allo screening per il tumore del seno di tutta la Toscana.

2 pensieri su “Nuovi mammografi digitali al Centro oncologico “Monarca”: la Asl di Prato prima in Toscana per lo screening al seno

  1. Bene finalmente ,era l’ora,mi risultava per esperienze familiari che i macchinari usati a porta Leone erano obsoleti e di scarsa affidabilità tanto da invogliare tente utenti ad usufruire dei macchinari in dotazione al cispo di Firenze più affidabili a detta degli esperti.