Rifiuti, cresce la raccolta degli ingombranti grazie alle isole ecologiche sul territorio

rifiutiingombrantiCresce la quantità di rifiuti ingombranti in ingresso agli impianti di Asm e in larga parte ritirati a domicilio: tra il primo gennaio e il 30 giugno 2010 si contano 3.050 tonnellate, il 37,67 per cento in più dello stesso periodo del 2009, quando le tonnellate furono 2.216. Il dato è riferito a tutta l’area pratese. La considerevole impennata è legata anche all’introduzione della raccolta dei rifiuti porta a porta e alla strutturazione delle isole ecologiche.
Entrando nel dettaglio dei numeri, è da sottolineare che il comune di Prato è passato da 1.721 a 2.190 tonnellate, mentre gli altri sei comuni messi insieme hanno praticamente raddoppiato la quantità passando da 494 a 860 tonnellate. La performance migliore, escludendo Prato, va a Vaiano dove è aperta l’isola ecologica: nel primo semestre 2009 si contavano 63 tonnellate, nello stesso arco di tempo del 2010 si è passati a 241, dunque una quantità di quasi quattro volte superiore. Bene anche Vernio, l’altro Comune della Val di Bisenzio provvisto dell’isola ecologica: da 48 tonnellate dei primi sei mesi del 2009 a oltre 114 di quest’anno. Montemurlo è passato da 134 a 175 tonnellate, Poggio a Caiano da 72 a 101, a Carmignano (dove la raccolta porta a porta è stata introdotta lo scorso anno) si è passati da 145 a 193 tonnellate. Fanalino di coda, anche per il più basso numero di residenti, è Cantagallo: 29 le tonnellate di ingombranti prodotte nei primi sei mesi del 2009, 33 nello stesso periodo di quest’anno.
L’introduzione della raccolta porta a porta incide sull’abitudine, peraltro sbagliata, di depositare gli ingombranti accanto ai cassonetti. La rimozione dei contenitori stradali sostituiti con contenitori personali distribuiti alle famiglie e alle attività, ha ridotto di molto il fenomeno. Abbandonare i rifiuti ingombranti in discariche all’aperto, improvvisate e altamente degradanti per l’ambiente e per il decoro urbano, significa contravvenire ai regolamenti comunali e correre perciò il rischio di incappare in pesanti sanzioni. E’ sufficiente una telefonata al call center di Asm, 0574-7081, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 17.30, per prenotare il ritiro gratuito a domicilio. Il servizio viene assicurato nel giro di pochissimi giorni dalla richiesta e non prevede alcun costo per i cittadini.

I commenti sono chiusi.