Chiusura Poste Fossato, un progetto sperimentale per aprire sportelli nelle pro Loco o nei negozi già presenti

La protesta dei cittadini di Fossato

La protesta dei cittadini di Fossato

Buone notizie per gli abitanti di Fossato danneggiati dalla chiusura dell’ufficio postale della frazione montana. Uncem Toscana, in accordo con la Comunità Montana e l’amministrazione comunale di Cantagallo si sta muovendo per la presentazione di un progetto sperimentale che permetta di aprire nuovi servizi postali tenendo conto delle particolari condizioni delle aree disagiate. Il prossimo 12 ottobre Uncem organizza una video conferenza in cui illustrerà il progetto innovativo alle varie Comunità montane di tutte quelle aree interessate da problemi e disservizi diffusi.
Il progetto prevede una prima fase di studio e di confronto con gli enti operanti sul territorio, successivamente saranno elaborate soluzioni che consentano ai cittadini di trovare risposta ai loro bisogni di comunicazione, ma anche ad altri legati all’informazione e ai servizi del territorio. In questa seconda fase verranno creati uno o più sportelli in grado di effettuare servizi postali e, contestualmente, di raccogliere le esigenze del territorio nell’ottica di un miglioramento di altri servizi erogabili. Gli sportelli saranno creati appoggiandosi a strutture o attività già esistenti sul territorio. Quando si parla di servizi già esistenti, si fa riferimento a strutture come potrebbero essere i locali della Pro Loco o attività commerciali già presenti a Fossato e in altre località della montagna pratese.
Grande apprezzamento è stato espresso dal sindaco di Cantagallo, Ilaria Bugetti, che dal giorno della chiusura dell’ufficio postale si è mossa per trovare soluzioni che sgravassero i residenti dai nuovi disagi. “Ci siamo mossi per trovare una soluzione alternativa che permetta di ripristinare un servizio fondamentale per il territorio – ha detto il sindaco Bugetti – Questa di Uncem Toscana è per noi una bella risposta che si muove nell’ottica di valorizzare altri esercizi e servizi della montagna, ci permette di dare un piccolo segnale di sviluppo futuro a tutte quelle realtà periferiche. Tenere viva la posta vuol dire animare un territorio e collegare ad essa tutta una rete di altri servizi di utilità. Il progetto partirà analizzando la situazione di Fossato, ma non si esclude che poi possano essere trovate soluzioni anche per altre zone montane”.

Un pensiero su “Chiusura Poste Fossato, un progetto sperimentale per aprire sportelli nelle pro Loco o nei negozi già presenti

  1. quando l’amministrazione fa politica per i citadini, se ne hanno sempre dei vantaggi. grazie sindaco.