Il Prato cede di misura alla Sangiovannese e perde l’imbattibilità stagionale

prato-formazione-2010-2011Il Prato inciampa a San Giovanni Valdarno nel primo derby del campionato, interrompendo così l’imbattibilità stagionale. A decidere l’incontro un gol nel finale di Foglia, che ha trasformato al 41’ l’unica occasione confezionata dalla Sangiovannese nella ripresa. I biancazzurri dunque rimangono a quota sei in classifica. Gara brutta e poco emozionante, segnata da molti errori in fase d’impostazione e da numerose occasioni da gol fallite.
Partenza razzo dei biancazzurri che si rendono pericolosi sulle fasce con alcuni cross che impensieriscono la difesa della Sangiovannese, che rimane in stand-by fino al quarto d’ora, quando Calderini, servito in verticale da De Cristofaro, si mangia un gol già fatto. Il Prato subisce il contraccolpo ed al 29’ rischia ancora. Merini riceve palla all’altezza dell’area di rigore spalle alla porta, si gira in un fazzoletto, e calcia a rete. La sfera si stampa in pieno sulla traversa con D’Oria fermo a guardare la traiettoria. Da qui alla fine del primo tempo non succede più niente, se non l’infortunio dell’estremo difensore biancazzurro che, in seguito ad un rinvio da fondo campo, deve uscire anzitempo per un problema muscolare.
Nella ripresa il match stenta a decollare fino al 6’, quando il Prato fallisce un’ottima occasione da gol. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Zagaglioni sulla trequarti sinistra avversaria, Vaccarecci va a vuoto in uscita, la palla carambola sui piedi di Fogaroli che, leggermente defilato sulla destra, prova il pallonetto a porta semi sguarnita. La conclusione però si perde sul fondo. Passa appena un minuto ed i biancazzurri si rendono nuovamente pericolosi. De Agostini serve Vieri che trova un buon corridoio nella difesa palla al piede. L’estremo difensore avversario è attento e respinge in uscita. Al 14’ è ancora Prato. Tafi mette in mezzo un pallone delizioso dalla destra, Basilico si fa trovare nel punto giusto, al momento giusto e deposita in rete. Il gol però viene annullato per fuorigioco. Il ritmo del gioco cala vistosamente. Entrambe le formazioni lottano a centrocampo, sbagliando troppo in fase d’impostazione. La Sangiovannese non sembra reagire fino al 41’, quando, su un contropiede orchestrato bene, trova il gol del vantaggio. Pippi difende palla sulla corsia laterale di sinistra, serve l’accorrente Foglia che coglie impreparata la difesa biancazzurra, siglando il gol del vantaggio con un tiro sporco deviato da Collacchioni. Il Prato cerca il pareggio e due minuti dopo recrimina per una trattenuta in area di rigore su De Agostini.

I commenti sono chiusi.