Montemurlo, Farmacom ha acquistato i locali della Farmacia di Fornacelle: sabato l’inaugurazione ufficiale

farmaciaIl Consorzio Farmacom ha recentemente concluso l’acquisto dei locali dove si trova la Farmacia di Fornacelle, mettendo a segno un’importante investimento. Sul fondo- precedentemente in affitto da un privato- il Consorzio ha fatto valere il proprio diritto di prelazione e, grazie all’accensione di un mutuo, si è aggiudicato l’acquisto per 525 mila euro. In realtà, l’immobile era stato valutato, con una perizia tecnica, 665 mila euro, ma dalla cifra sono stati scomputati 130 mila euro, pari cioè al valore degli interventi d’adeguamento e ristrutturazione che la Farmacom aveva già effettuato nei locali.
Soddisfatto dell’operazione il sindaco Lorenzini che ha sottolineato l’importanza della scelta per garantire che la farmacia rimanga nell’attuale posizione centrale, strategica ed al servizio di tutta la città. Nicola Ciolini, vice- sindaco e presidente del Consorzio Faramacom, definisce l’acquisto come “un’importante patrimonializzazione delle strutture a disposizione dei soci del Consorzio ed un rilevante consolidamento economico dell’azienda.”Il Consorzio Farmacom a Montemurlo ha recentemente trasferito nella nuova palazzina della Misericordia di Oste l’altra farmacia, che oltre alla parte “commerciale” per la vendita di medicinali, offrirà -al secondo piano – un vero e proprio polo ambulatoriale ed assistenziale con la presenza di numerosi specialisti. La struttura, dove sono stati trasferiti anche tutti gli uffici amministrativi della Farmacom, sarà inaugurata ufficialmente sabato prossimo, 2 ottobre alle ore 10, 30 alla presenza delle autorità. Intanto, il presidente Ciolini annuncia che presto Farmacom chiederà alla Azienda sanitaria locale di poter attivare nella nuova sede di Oste un Cup, cioè un centro per la prenotazione di esami e visite mediche nelle strutture pubbliche.
La Farmacom, che gestisce anche la farmacia di San Quirico di Vernio e del Poggetto (Poggio a Caiano) annualmente produce un fatturato di 6 milioni di euro e riconosce ai Comuni canoni che complessivamente ammontano a 450 mila euro.

I commenti sono chiusi.