Montemurlo, il rugby sbarca tra i banchi di scuola: accordo tra i Cavalieri e la media Salvemini-La Pira

cavalieri270910“Terzo tempo” in aula questa mattina per i dirigenti della società di rugby I Cavalieri – Fabrizio Colzi, Marco Bertocchi, Alberto Vannucci, Claudia Cavaliere, il coordinatore Saverio Trecas e il responsabile per Montemurlo Francesco Fusi – che questa mattina hanno incontrato il preside della scuola media “Salvemini – La Pira”, Stefano Papini e l’assessore allo sport del Comune di Montemurlo, Gianluca Giancaterino. Scopo della riunione la presentazione del progetto per la creazione di un gruppo sportivo rugbistico scolastico.
“Questo incontro tra l’amministrazione comunale, la scuola e l’associazione dei Cavalieri ha ancora una volta ribadito l’interesse verso questa disciplina sportiva. La collaborazione è solo all’inizio, ma sono sicuro che porterà molti frutti e traguardi inaspettati- ha commentato l’assessore allo sport, Gianluca Giancaterino- e a breve i ragazzi montemurlesi potranno giocare a rugby direttamente nelle loro scuole.”
Durante l’anno alcuni dirigenti della società sportiva terranno, quindi, delle lezioni in ciascuna classe della scuola, presentando e facendo conoscere meglio agli studenti il gioco del rugby, le sue regole, la sua storia e la sua “filosofia”. Sono previsti anche incontri aperti ai genitori, momenti di conoscenza con i giocatori della “prima squadra” e la partecipazione ad alcuni tornei. In futuro la promozione del rugby sarà estesa anche alle prime e seconde classi delle scuole primaria di Montemurlo.

Scippata mentre va in bici in via Firenze: via la borsa dal cestino porta oggetti

borsa-cestino-biciAveva lasciato la borsa nel cestino porta oggetti della bicicletta ma è stata scippata da un uomo a bordo di un ciclomotore. E alla fine le è pure andata bene, visto che fortunatamente la signora è riuscita a mantenere l’equilibrio e a non cadere dalla bici. E’ capitato sabato pomeriggio, verso le 19.30, ad una donna di 68 anni residente a Prato. La signora stava viaggiando con la sua bici in via Firenze quando, arrivata all’altezza di via del Guardingo, ha notato un uomo avvicinarsi a bordo di uno scooter. Una volta che lo sconosciuto si è affiancato alla bici, con un gesto fulmineo è riuscito ad afferrare la borsa dal porta oggetti, per poi allontanarsi velocemente. La donna, una volta superato lo shock e lo spavento, ha chiamato il 113 e sul posto è arrivata la pattuglia di una Volante. Ormai, però, del bandito non c’era più traccia e ai poliziotti non è restato altro che raccogliere la testimonianza della donna. Nella borsa c’erano documenti, un telefono cellulare, effetti personali e denaro contante per circa 170 euro.

Cinema che follia: domani la serata finale con la proiezione dei “corti” realizzati dai ragazzi

cinema-film-cineforumDomani, 28 settembre, alle 21.30 , al cinema Terminale (via Carbonaia 31), si svolgerà la serata finale della rassegna cinematografica “Cinema…che Follia! Mosaici di Cinema” II edizione, nel corso della quale saranno proiettati i corti realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al videolaboratorio promosso dal Servizio politiche giovanili e dalla Scuola di cinema Anna Magnani: Roberto D’Anna, Luigi Farini, Luca Improta, Stefania Laccu, Letizia Mancini, Elisa Marri, Federico Melosi, Martina Neri, Lorenzo Pancani, Arabella Spina, Sabrina Tomasella, Yuri Tuci. Si tratta di sette piccoli cortometraggi, che hanno  per tema “cinema che follia”, scritti e interpretati dai ragazzi. Nell’occasione verranno presentati anche il Documentario/ Backstage del videolaboratorio  intitolato “Fuori dell’ordinario” e realizzato da Corinna Gestri e, in anteprima, il  cortometraggio “Ali Perdute” diretto da Massimo Smuraglia, con la sceneggiatura di Elena Cerri e interpretato da Giuditta Natali Elmi (La storia di una donna che si rifiuta per anni di rivedere la sua amica d’infanzia, colpita da disagio mentale. Qualcosa le farà cambiare idea…)
La proiezione verrà preceduta da un incontro condotto da Massimo Smuraglia della Scuola di cinema Anna Magnani,  cui parteciperanno alcuni rappresentanti del Comune e soprattutto i ragazzi protagonisti del laboratorio. Sarà un momento di scambio e confronto sull’esperienza vissuta dai 12 partecipanti,  che cimentandosi con il tema del cinema e della follia si sono relazionati con altri coetanei con problemi di diversità mentale. Dopo la proiezione seguirà una cena a buffet offerta gratuitamente.

Assumono Ketamina e poi entrano in un’auto di passaggio, prima di sentirsi male

ketaminaCuriosa disavventura quella capitata ieri pomeriggio, verso le 16.20, a un pratese di 42 anni che si trovava a bordo della propria auto in via Paolo Dell’Abbaco. L’uomo, all’improvviso, ha visto aprirsi le portiere e subito dopo due giovani cinesi, un uomo e una donna, entrare e accomodarsi sui sedili posteriori, mentre un terzo cinese restava fuori. Sulle prime il 42enne ha pensato ad una rapina o a qualcosa di brutto, ma poi si è reso conto che entrambi gli “ospiti” erano in evidente stato di alterazione psicofisica. Allora ha gridato ai due di uscire subito dall’auto, cosa che hanno fatto. Ma mentre il cinese che era rimasto fuori si allontanava, gli altri due continuavano a restare nei pressi dell’auto fintanto che il ragazzo si è accasciato a terra. A quel punto l’automobilista, sempre più esterrefatto per la situazione, ha chiamato il 113 e il 118. Sul posto sono quindi arrivate una Volante e un’ambulanza. I poliziotti hanno identificato la coppia di giovani cinesi, entrambi 23enni e regolari in Italia e li hanno poi fatto accompagnare al vicino pronto soccorso. Dalle prime indagini sembra che il loro stato di confusione fosse stato provocato dall’assunzione di sostanze stupefacenti, probabilmente di ketamina.

Scacchi, partecipazione record al torneo open “Bassi”, in evidenza il giovane pratese De Filomeno

Simone De Filomeno

Simone De Filomeno

Record assoluto di partecipazione per il Torneo di scacchi Open Semilampo “Bassi Autotrasporti” che si è tenuto domenica all’Hotel Trendy: ben 71 giocatori, con molti campioni presenti e ben 6 professionisti stranieri, provenienti da tutto il mondo. Un record sia di quantità che di qualità, che riempie d’orgoglio tutto il Circolo Pratese degli Scacchi, guidato dal presidente Giulio Marmili e dal suo eccellente staff di collaboratori. Il torneo si conferma così uno dei più importanti per partecipazione e livello di tutto il movimento scacchistico toscano, naturalmente nella categoria dei tornei rapidi.
Nella classifica assoluta, vince Andjelko Dragojlovic, seguito da Roland Salvador, Milan Mrdja, Andrea Cocchi, Stefan Djuric e Zoran Novoselski. E’ stata una giornata  impreziosita dal fuoriclasse pratese Simone De Filomeno, pluricampione italiano in varie categorie giovanili e dalla attuale campionessa italiana Under16, la modenese Elisa Chiarion. Come nelle attese, De Filomeno si è comportato in modo eccellente contro i più forti, riuscendo a sconfiggere l’ucraino Ihor Nester e pareggiando con il primo degli italiani, alla fine 4° assoluto, Andrea Cocchi di Bologna. Altro motivo di gioia arriva dalla fascia Elo 1900-2100, dove il pratese Marco Caprino domina, con un bel 6 su 9, davanti al fiorentino Franco Baccaro ed alla stessa Elisa Chiarion. Prato esulta anche nella fascia 1799-1900, dove il pratese Alessandro Bettazzi vince davanti all’aretino Luca Guiducci ed al fiorentino Fabio Magini.

Balzo di più di 200 posti per Prato nella classifica degli spettatori al cinema. Il Comitato Area pratese: “Se si creano le strutture la città risponde”

sala-cinema-edenIn un solo anno Prato è passata dal 250° posto in Italia al 29° per numero di biglietti cinematografici staccati. Il dato si legge nel “Giornale dello spettacolo” di giugno, che elenca i dati della stagione cinematografica fino a maggio 2010. In particolare con circa 300mila spettatori, in Toscana, Prato si attesta al terzo  posto dopo Firenze e Campi Bisenzio. Ed è partendo da queste cifre che il Comitato Area pratese svolge la sua riflessione, invitando enti e istituzioni a darsi da fare: “Se le strutture vengono realizzate – dicono – i frutti si vedono e ne godiamo tutti. Questo balzo nella classifica degli spettatori è frutto dell’attivazione delle 14 sale della nuova multisala. Le sale cinematografiche cittadine, ci fa sapere la rivista, sono venti e cioè 14 alla multisala, tre all’Eden e poi, Borsi, Terminale ed Excelsior che però ha cessato l’attività. Il grande balzo in avanti farà guadagnare posizioni nelle statistiche di fine anno stilate da autorevoli quotidiani nelle quali, fino ad oggi, Prato si collocava  sempre agli  ultimi posti per tempo libero  e  divertimenti”.
“E’ evidente e chiaro come il sole – prosegue il Comitato Area pratese – che gli ultimi posti, erano la logica conseguenza della mancanza di luoghi di svago. Stesso discorso si potrebbe fare per l’impiantistica sportiva che presenta forti carenze  penalizzando di fatto  praticanti e città. Si devono creare le condizioni e le strutture affinchè la città cresca,  il tessuto economico  si possa diversificare, si creino le possibilità per divertirsi in loco. Sono anni e anni che i  nostri ragazzi si lamentano del fatto che Prato offre poco o niente in tema di svago e divertimenti, ce lo comunicano attraverso  ricerche ed interviste, ma anche “emigrando” in altre città in cerca di svago. Pertanto, pensiamo che discutere e confrontarsi per cercare validi compromessi vada bene, ma esagerare e continuamente “cavillare” non porta ad alcun risultato tangibile”.

Val di Bisenzio, gli animali e i prodotti tipici della Vallata grandi protagonisti alla Fiera di Campi

asini-e-c-pcentro ippico valbisenzioGrande successo per la Gran Fiera del Bestiame che ieri e sabato sera ha visto sfilare nel centro di Campi Bisenzio animali e prodotti locali della Val di Bisenzio. Il tempo incerto di domenica non ha scoraggiato i visitatori, piccoli e grandi, che per un giorno, hanno potuto apprezzare e riscoprire tutto il gusto dell’antica tradizione agricola.
I veri protagonisti sono stati gli animali, mucche Calvanine, Brune Alpine, Limousine, capre, asini, pecore e tanti cavalli di mirabile bellezza. Sono stati loro la vera attrazione che ha lasciato stupiti e incuriositi tanti bambini. Presenti ben trenta mucche di razza Calvana  provenienti dagli allevamenti del pratese e da quelli del Mugello, di Serravalle Pistoiese e di Lucca. Straordinarie anche le esibizioni equestri fatte nello spazio all’aperto della Rocca Strozzi, in prossimità dell’argine del Bisenzio, dove hanno avuto modo di farsi notare le giovani amazzoni del centro ippico Valdibisenzio di Vaiano.
Successo anche per le tante bancarelle, 65 in totale delle quali, oltre la metà, presentavano prodotti tipici del territorio pratese come, per esempio, i biscotti e i salumi di Migliana, il miele della Val di Bisenzio, i formaggi dei caseifici della Calvana così come il tartufo nero del Cosorzio Tartufai. La novità di questo anno è stata la Casa del Gusto, composta da sette agriturismi e due rifugi dell’Appennino pratese, che hanno proposto ricette tipiche e piatti caldi della loro gastronomia, come i biscotti e le ciambelline della Compagnia dell’Aringa di Vernio, le torte con frutta selvatica, la polenta con i funghi, le lasagne con le patate, gli assaggi di salame e di prosciutto e i vini dell’azienda La Borriana di Carmignano.
“Sono davvero soddisfatto per il successo che anche questa volta è stato raggiunto dalla manifestazione – ha detto il presidente della Comunità Montana Val di Bisenzio, Marco Ciani – I numeri parlano, sono state oltre 15mila le persone che sono venute alla fiera. Per gli allevatori e le aziende valbisentine è fondamentalmente una vetrina, utile per farsi conoscere. Gli stand sono rimasti fino in serata vista la grande affluenza di persone che nel pomeriggio è intervenuta e gli spettacoli equestri sono stati davvero di grande spessore”.

Strappa la collanina d’oro dal collo di un giovane, ma nella fuga perde il telefono cellulare

logo_113_poliziaRapina la collana d’oro ad un cinese ma poi, durante la fuga, perde il proprio telefono cellulare. E’ accaduto sabato mattina poco prima di mezzogiorno nei pressi del Penny Market di via Marengo, dove la Volante è intervenuta su richiesta di un cittadino cinese di 25 anni, regolare in Italia e residente in provincia di Firenze. Il giovane ha raccontato ai poliziotti di essere stato avvicinato da un maghrebino che gli aveva strappato la collanina d’oro. La vittima non si era però data per vinta e aveva iniziato a rincorrere il malvivente che era riuscito a far perdere le sue tracce scappando in direzione di via Roma. Nei momenti concitati della fuga, però, il nordafricano ha perso il cellulare che è stato raccolto dal cinese che poi lo ha consegnato agli agenti della Volante. Adesso sul telefono saranno fatti gli accertamenti per poter risalire all’identità del bandito.

Basket, debutto amaro per la Minorconsumo.it sconfitta davanti al pubblico amico

filippo-taiti-mvp-gara-3-a-certaldoInizia con un ko l’avventura in serie B della Minorconsumo.it che davanti al proprio pubblico deve cedere (49-66) alla Sangiorgiese dopo aver resistito per tre quarti ai quotati avversari. Ma se all’intervallo qualcuno si era illuso che la Sangiorgese fosse squadra abbordabile, si è dovuto presto ricredere; ai lombardi è stato sufficiente l’ultimo minuto del terzo quarto per innestare la quarta e mettere in ghiaccio la partita. Mapelli, un passato da scudettato con l’Olimpia Milano e leader indiscusso degli ospiti, ha preso in mano la situazione e con due liberi e due triple ha rotto l’equilibrio e dato il la alla vittoria dei suoi.
La gara non si era messa male per la Minorconsumo.it che  riusciva a stare avanti anche se con distacchi esigui per buona parte dei primi due tempi. All’intervallo San Giorgio recuperava 4 punti e chiudeva in vantaggio con il minimo scarto sul 26 a 27.
Polveri bagnate per gli attacchi anche durante quasi tutto il 3° quarto. Si giungeva così sul 39 pari ai fatidici ultimi 60 secondi del tempino dove Mapelli saliva in cattedra e spegneva ogni energia ai rossoblu (39 a 49) che crollavano fisicamente e psicologicamente non entrando più in partita per tutto l’ultimo quarto.
Coach Bini alla fine non poteva dirsi soddisfatto, ben sapendo che per lottare contro le squadre lombarde (fra l’altro tutte vincitrici, anche nettamente, nelle 4 sfide in programma con le toscane) deve pretendere il 100% da tutti i suoi elementi; e dover “regalarne” almeno tre a squadre ben strutturate e allenate come San Giorgio, non permetterà mai ai suoi di stare in partita per tutti i 40 minuti. Sul piano individuale almeno per 30 minuti discrete le prove dei nuovi Capecchi e Moroni e di Farinon a rimbalzo difensivo. Volitiva la prova di capitan Corsi ed eccellente quella del dinamico Vannoni, positivo anche nelle conclusioni.
Sabato prossimo a Legnano mancherà Prayer, ma lo staff pratese confida nel riscatto di Staino e Taiti in attesa di recuperare Consorti il cui rientro è previsto ai primi di novembre.

Cittadini aiutano i carabinieri a recuperare due pacchetti con la cocaina: arrestato uno spacciatore e denunciato il complice

cimg8552Uno spacciatore arrestato, un altro denunciato. 52 grammi di cocaina recuperati. E’ questo il bilancio di un’operazione portata a termine dai carabinieri a Vergaio nel pomeriggio di sabato, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, che si sono rivelati fondamentali per riuscire a mettere la mani sulla droga. Uno dei due pusher, infatti, durante la fuga si era disfatto della sostanza stupefacente gettandola oltre una recinzione in un terreno, parte incolto e parte adibito ad orto. I carabinieri sono riusciti a recuperare i due pacchetti con l’aiuto di alcuni residenti che hanno collaborato alla ricerca, addirittura anche fornendo un decespugliatore con il quale è stata tagliata l’erba per rendere più agevole il recupero della droga. In manette è finito così un marocchino di 35 anni, clandestino, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Denunciato per lo stesso reato un suo amico: anche lui marocchino, 32enne e residente a Prato. I due sono stati inizialmente intercettati mentre erano nella zona del bar Lombardi da una pattuglia dei carabinieri di Iolo. Alla vista dei militari i due sono fuggiti, cercando di liberarsi della droga e di due telefoni cellulari. Sul posto sono poi arrivati i rinforzi e alla fine entrambi i nordafricani sono stati bloccati: uno in strada, il secondo mentre cercava di nascondersi in un’abitazione della zona.

Guida con la patente sospesa un’auto non revisionata e con l’assicurazione scaduta da cinque anni

polizia-stradale-volanteAveva la patente sospesa visto che aveva esaurito tutti i punti, ma nonostante questo guidava come se niente fosse. La cosa più grave, però, era che l’auto sulla quale viaggiava risultava non revisionata e con l’assicurazione scaduta e non rinnovata da più di cinque anni. Insomma, un vero e proprio festival dell’irregolarità quello contestato dagli agenti della polizia stradale a un pratese di 45 anni, fermato questo week end nell’ambito di una serie di controlli straordinari decisi dal dirigente della Stradale di Prato, Fiorella Fornasier. L’uomo si è visto così contestare conravvenzioni per un totale di 1.250 euro mentre l’auto è stata sottoposta a sequestro amministrativo: se il proprietario non pagare la sanzione e non provvederà entro due mesi a rinnovare l’assiccurazione, allora il mezzo sarà definitivamente confiscato.
Si tratta del risultato più eclatante di questa serie di controlli che hanno portato i poliziotti a contestare un totale di 40 violazioni con due denunce per guida in stato di ebbrezza e tre sanzioni amministrative per lo stesso reato. Numerose le violazioni per mancanza di cinture di sicurezza o sistemi di ritenuta dei bambini, uso del telefono, mancato aggiornamento delle carte di circolazione o mancanza di documenti al seguito. Ma soprattutto le principali trasgressioni hanno riguardato la mancata revisione periodica dei veicoli (che di conseguenza vengono sospesi dalla circolazione fino a visita effettuata con esito favorevole) e l’inefficienza dei dispositivi degli stessi:  violazioni (10 in totale) che causano avaria o malfunzionamento dei mezzi e, quindi, incidenti stradali. In due casi, uno relativo ad un trasporto di sabbia ed uno a quello di un escavatore, è stata abbondantemente superata la portata massima di peso del mezzo, anche in tal caso mettendo a repentaglio la sicurezza della circolazione. I verbali, oltre che ai conducenti, sono stati contestati anche ai caricatori ed ai proprietari dei mezzi che hanno disposto il trasporto in sovraccarico.

Montemurlo, Farmacom ha acquistato i locali della Farmacia di Fornacelle: sabato l’inaugurazione ufficiale

farmaciaIl Consorzio Farmacom ha recentemente concluso l’acquisto dei locali dove si trova la Farmacia di Fornacelle, mettendo a segno un’importante investimento. Sul fondo- precedentemente in affitto da un privato- il Consorzio ha fatto valere il proprio diritto di prelazione e, grazie all’accensione di un mutuo, si è aggiudicato l’acquisto per 525 mila euro. In realtà, l’immobile era stato valutato, con una perizia tecnica, 665 mila euro, ma dalla cifra sono stati scomputati 130 mila euro, pari cioè al valore degli interventi d’adeguamento e ristrutturazione che la Farmacom aveva già effettuato nei locali.
Soddisfatto dell’operazione il sindaco Lorenzini che ha sottolineato l’importanza della scelta per garantire che la farmacia rimanga nell’attuale posizione centrale, strategica ed al servizio di tutta la città. Nicola Ciolini, vice- sindaco e presidente del Consorzio Faramacom, definisce l’acquisto come “un’importante patrimonializzazione delle strutture a disposizione dei soci del Consorzio ed un rilevante consolidamento economico dell’azienda.”Il Consorzio Farmacom a Montemurlo ha recentemente trasferito nella nuova palazzina della Misericordia di Oste l’altra farmacia, che oltre alla parte “commerciale” per la vendita di medicinali, offrirà -al secondo piano – un vero e proprio polo ambulatoriale ed assistenziale con la presenza di numerosi specialisti. La struttura, dove sono stati trasferiti anche tutti gli uffici amministrativi della Farmacom, sarà inaugurata ufficialmente sabato prossimo, 2 ottobre alle ore 10, 30 alla presenza delle autorità. Intanto, il presidente Ciolini annuncia che presto Farmacom chiederà alla Azienda sanitaria locale di poter attivare nella nuova sede di Oste un Cup, cioè un centro per la prenotazione di esami e visite mediche nelle strutture pubbliche.
La Farmacom, che gestisce anche la farmacia di San Quirico di Vernio e del Poggetto (Poggio a Caiano) annualmente produce un fatturato di 6 milioni di euro e riconosce ai Comuni canoni che complessivamente ammontano a 450 mila euro.

Basket, buon test a Fiano Romano per le ragazze della Brunetti e Antonelli

Diletta Lastrucci in palleggio

Diletta Lastrucci in palleggio

Positiva spedizione in terra romana per la Brunetti e Antonelli, che è stata invitata a partecipare al Torneo di basket femminile a Fiano Romano insieme a tre squadre di grande spessore tecnico-atletico: l’Athena Basket Roma (organizzatrice dell’evento), il San Raffaele Basket (pluricampione italiano a livello giovanile e militante in serie B Nazionale come l’Athena), ed il College Italia, che rappresenta per la Federazione un progetto che guarda al futuro della pallacanestro femminile a livello nazionale ed internazionale. E College Italia, appunto, che quest’anno disputerà il campionato di A2, ha rappresentato per la Brunetti e Antonelli il primo ostacolo; le ragazze di Giancarlo Bondì hanno disputato una gara molto bella, iniziando al rallentatore (tanto da subire nel primo quarto un break di -15 punti) ma recuperando nelle frazioni successive (ultimo “tempino” vinto per 14 a 7). Il tabellino della gara contro College Italia è il seguente: Renieri F. 6, Catalano 5, Lardino, Lucchesi, Fatighenti 9, Lastrucci 17, Renieri E., Trinci 4, Daviddi 2, Corsi.
Nella finale per il 3° e 4° posto, la Brunetti e Antonelli affronta la quotata formazione romana del San Raffaele, e riesce a gestire la gara per gran parte del tempo (a metà gara, la Brunetti e Antonelli chiudeva sul 29 a 21 a suo favore); alla formazione di Bondì sono tuttavia fatali gli ultimi due minuti di gioco, con alcune palle perse in modo banale che consentono al San Raffaele di ribaltare il risultato, che vede la Brunetti e Antonelli soccombere di 7 punti. Questo il tabellino: Renieri F. 7, Catalano 4, Lardino 2, Lucchesi 10, Fatighenti 9, Lastrucci 16, Renieri E., Trinci 2, Daviddi 4, Corsi.
Coach Bondì non nasconde la sua soddisfazione per una due giorni intensa, che ha messo alla prova la squadra: “Anche se mancavano Santi e Cambi, due ragazze che sono da considerare fra le dieci titolari, giocare contro formazioni di questo livello fa bene, e non importa se si esce vittoriosi o sconfitti, basta il confronto con realtà cestistiche di grande caratura come quelle che abbiamo incontrato a Roma”.

Vernio, ultimi giorni per partecipare al concorso che premierà il miele più buono

mieleC’è tempo fino a mercoledì 29 settembre per partecipare al concorso DolceVernio che premia la qualità del miele toscano. Mercoledì prossimo, dalle ore 19 alle 22, nell’ex fabbrica Meucci di Vernio si terrà l’ultimo giorno di raccolta dei campioni che poi saranno assaggiati e valutati da una giuria di esperti e tecnici del panel test della Provincia di Siena. Anche quest’anno la selezione premierà la qualità di quattro categorie in gara: miele di acacia, miele di castagno, miele millefiori e mieli vari (girasole, melata, trifoglio etc.). Gli apicoltori che desiderino partecipare alla selezione dovranno preparare due campioni anonimi da 250 grammi di miele ciascuno per ogni categoria a cui intendano gareggiare. Per informazioni, si può contattare l’ufficio turismo del Comune di Vernio al numero 0574-931036-34.

Poggio a Caiano, a scuola si va con il Pedibus: da domani riparte il servizio di accompagnamento a piedi dei bambini

cordata-pedibusRiparte a Poggio a Caiano il progetto Pedibus per l’anno scolastico 2010-2011. Il servizio, realizzato alla cooperativa Alambicchi per conto del Comune, sarà di nuovo attivo da domani, martedì 28 settembre, e sarà rivolto anche quest’anno agli studenti della scuola primaria “Lorenzo il Magnifico”, che dunque avranno la possibilità di andare a scuola a piedi accompagnati da educatori qualificati.
“Il Pedibus – dice il sindaco di Poggio a Caiano, Marco Martini – è un servizio che ha avuto numerose adesioni fin dalla sua prima edizione e sul quale il Comune punta molto perché può essere considerato un primo passo per promuovere nuove abitudini che hanno importanti obiettivi educativi. I risultati finora si possono considerare ottimi, dato che oltre al successo di numeri, abbiamo osservato che il Pedibus ha contribuito a creare una vera consuetudine nei bambini: alcuni di coloro che avevano aderito al progetto all’inizio, crescendo hanno continuato ad andare a scuola da soli a piedi”.

Volontariato, rinnovato il consiglio direttivo della sezione Vab Valdibisenzio: in crescita il numero dei volontari

nuovoconsiglio-vab-valbisenzioRinnovato il consiglio direttivo della Vab sezione Val di Bisenzio che nell’occasione ha anche fatto il punto sull’attività degli ultimi tre anni, tracciando un bilancio più che positivo, con la sezione che ha incrementato il numero dei volontari superando la quota 30 e riuscendo così a garantire una copertura pressoché totale sul territorio.  Al termine delle elezioni è stato riconfermato in blocco il precedente direttivo con l’aggiunta di un consigliere, resa necessaria proprio dall’incremento della sezione. Ecco quindi la composizione del nuovo consiglio: Flavio Santoro (Coordinatore di Sezione e Responsabile Antincendio Boschivo), Alberto Checcaglini (Vice Coordinatore di Sezione e Responsabile Mezzi e Attrezzature), Leonardo Nuti (Tesoriere di Sezione e Responsabile Protezione Civile), Sauro Pescioni (Segretario di Sezione).
“La Sezione Valbisenzio – si legge in una nota del nuovo direttivo – negli ultimi anni ha adempito in maniera più che soddisfacente e professionalmente alle esigenze in campo di antincendio e di protezione civile sul territorio Valbisentino, acquisendo anche un gradita stima da parte delle amministrazioni locali. In particolare da sottolineare l’impegno relativo agli eventi franosi dove i volontari della Vab hanno sempre supportato le emergenze a favore della cittadinanza”.

Tennis, in evidenza le giovani racchette del Tc Prato: Stefanini vince il torneo di La Spezia, le Under 12 alle finali nazionali

Jacopo Stefanini

Jacopo Stefanini

Momento d’oro per il tennis pratese con la vittoria di Jacopo Stefanini al torneo di Spezia nella manifestazione nazionale di 3° categoria. L’atleta del Tc Prato, non ancora quattordicenne, ha disputato un torneo di spessore superando giocatori esperti e con molta più esperienza rispetto a lui.
Intanto le ragazze under 12 del Tc Prato, capitanate dal maestro Antonio Cotugno, superano a Cagliari la squadra sarda e si qualificano così per il girone finale a squadre che si svolgerà al Park Genova dall’1 al 3 ottobre per la conquista del titolo italiano.  La squadra pratese vede in formazione Lucrezia Stefanini, Alessandra Simonelli, Ludovica Gori, Rachele Mariotti ed Elena Foggia che hanno raggiunto un risultato storico per il club biancoazzurro. Sono state Lucrezia Stefanini e Alessandra Simonelli a dare la vittoria nei due singolari disputati e permettere di accedere al gruppo alla final four. Nel turno precedente la squadra pratese aveva superato 2-0 il Tc Gaja Trieste e ora l’obiettivo è il titolo italiano.

Due giorni pratese per il presidente di Legambiente: stasera conferenza al Terminale con il Cesvot, domani incontro al Datini

vittorio_cogliati_dezzaCreare una rete più efficace tra le associazioni che si occupano di povertà e di consumo critico e consapevole e farle conoscere sul territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto “Sos Teniamoci” ideato dalla Delegazione Cesvot di Prato insieme ad oltre 20 associazioni del territorio pratese. Un’iniziativa incentrata su un tema quanto mai attuale per la realtà pratese: le povertà, anche per “accompagnare” le famiglie in una scelta di vita più sobria e solidale. Pensata, prima di tutto, per i giovani e gli adulti.
Stasera, lunedì 27 settembre, si terrà la seconda conferenza aperta a tutti: appuntamento alle 21 al Cinema Terminale di vai Carbonaia, 31. Ospite della Delegazione Cesvot di Prato, Vittorio Cogliati Dezza presidente nazionale di Legambiente che parlerà del “Concetto di sobrietà finalizzato al mondo d’oggi”. Cogliati Dezza rimarrà in città anche domani, martedì 28, per incontrare dalle 8 alle 10 gli studenti del Datini. L’istituto professionale pratese partecipa infatti da aprile e per tutto l’anno scolastico 2010/2011, attraverso il progetto scuola e volontariato, alla serie di incontri nelle scuole superiori promosse nell’ambito di “Sos Teniamoci” dalle associazioni coinvolte che portano  le loro riflessioni offrendo ai ragazzi forti momenti di confronto e di crescita.

Montemurlo, da oggi si lavora sulla Nuova Montalese per il sotto-attraversamento del torrente Funandola

lavori-stradaliDa lunedì 27 settembre attenzione alle chiusure delle strade ed alle deviazioni. Partono, infatti, i lavori per il sotto-attraversamento del torrente Funandola, nei pressi della rotonda di via Scarpettini e la Nuova provinciale Montalese, che dovrebbero concludersi, salvo imprevisti causati dal maltempo, entro quaranta giorni. L’intervento, che si svolgerà sull’alveo del fiume, prevede l’adeguamento della sezione idraulica del fosso e richiederà l’abbattimento del tratto di carreggiata della Nuova Montalese che passa attualmente sopra il Funandola. Per effettuare queste operazioni la Nuova Provinciale Montalese rimarrà chiusa al traffico per circa quindici giorni nel tratto in questione. Per limitare al minimo i disagi sono stati previsti percorsi alternativi. Per chi da Montemurlo si deve recare in direzione Prato, sarà garantita la piena accessibilità, sfruttando l’esistente bretellina da via Scarpettini alla Nuova Montalese, attraverso la canalizzazione del traffico che proviene dalla rotonda stessa.Per chi, invece, da Prato si deve recare a Montemurlo-centro il consiglio è quello di prendere via Piero della Francesca e la Vecchia Montalese.  A questo proposito si ricorda che è chiusa la rampa della Nuova Montalese in discesa verso via Labriola in direzione Bagnolo. Per coloro che provengono in direzione Prato e devono raggiungere Oste sarà consentito l’accesso a via Labriola attraverso la creazione di una rotonda temporanea- realizzata in new jersey- allo svincolo in discesa da via Nuova Montalese- via Labriola sul lato di Montemurlo.
I lavori del sovra-attraversamento del torrente Funandola, per un importo di 110 mila euro, rappresentano un importante intervento a tutela del rischio idraulico, come sottolinea l’assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai “In questo modo andiamo garantire maggiore sicurezza a tutto il capoluogo- dice- I lavori permetteranno di allargare l’alveo del fiume cosicché da permettere una maggiore portata d’acqua nei periodi di forti piogge.”
Sempre lunedì 27 settembre, per consentire i lavori d’allacciamento alle fognature e alla rete del gas, sarà interrotta la circolazione in via Livorno tra via Cagliari e via Rosselli, per cui è consigliato d’utilizzare la viabilità circostante, cioè via Ancona e via Novara.

Il punto sulla comunità musulmana a Prato: oggi sarà presentato a Palazzo Buonamici il Rapporto sull’immigrazione

islam-musulmaniMette a fuoco le caratteristiche della comunità musulmana a Prato il sesto Rapporto sull’immigrazione nella provincia di Prato, pubblicato dall’Osservatorio sull’immigrazione e promosso da Provincia e Comune di Prato. E proprio per illustrare l’analisi compiuta dal rapporto, completa di una serie di interviste a membri delle varie comunità oggi, lunedì 27 settembre nella sala consiliare di palazzo Buonamici (ore 18) si terrà il confronto “Musulmani a Prato: l’Islam nella sfera pubblica locale”. “Attraverso le pagine di questo studio possiamo facilmente comprendere come le tante comunità che hanno l’Islam come riferimento siano, a Prato e ovunque, un complesso e variegato mondo che ha ben poco da spartire con i proclami dei fondamentalisti – spiega l’assessore alle Politiche sociali della Provincia Loredana Ferrara – Conoscere questo mondo più da vicino, comprenderne i bisogni ma anche le aspirazioni, è il primo passo per costruire percorsi politici efficaci e condivisi”.
Alla tavola rotonda, oltre l’assessore Ferrara, partecipano l’assessore del Comune di Prato Giorgio Silli, Fabio Bracci, coordinatore scientifico del Rapporto Immigrazione, Fabio Berti dell’Università di Siena, Cristiano Rossi, presidente della Commissione Scuola e Politiche sociali del Comune di Arezzo, Izzedin Elzir, Iman di Firenze e presidente dell’Ucoii, Don Santino Brunetti della Diocesi di Prato. Introduce la serata Sonia Soldani, dirigente della Provincia, coordina Mostafa El Ayoubi, caporedattore della rivista Confronti.
“Più stabili, ma più incerti. Giovani, donne e comunità migranti a Prato” è invece il titolo del Rapporto curato da Asel, che analizza i dati 2008 sui flussi migratori e approfondisce poi l’analisi la comunità di fede musulmana di Prato. La ragione di questa scelta è semplice. L’integrazione sociale passa da quella religiosa, perciò è necessario conoscere e comprendere. La ricerca, a cura di Fabio Bracci con la collaborazione di Mostafa El-Ayoubi, Paolo Sambo, Simone Paoli e Lucia Barbieri, parte dai luoghi di culto, i rituali di sepoltura e arriva alla questione del velo e della macellazione. Nella seconda parte gli approfondimenti sulla numerosa comunità albanese a Montemurlo e sull’esperienza d dialogo interculturale in Val di Bisenzio vengono condotti anche attraverso sedici interviste, che focalizzano i percorsi biografici e d’ identità dei giovani migranti. Più che i fenomeni di disagio e marginalità, lo studio intende rilevare la normalità quotidiana di giovani impegnati in un duplice processo di transizione, socio-anagrafico e socio-culturale. Le interviste scandagliano quindi percorsi di vita, scelte scolastiche e lavorative, aspettative per il futuro e, soprattutto, dinamiche sociali, culturale e relazionali.

Vaiano, stroncato da un malore a 35 anni: morto davanti al cancello della Guardia medica

soccordo_ambulanza_mediciHa fatto appena in tempo a raggiungere la Guardia  medica di Vaiano. Poi si è accasciato davanti al cancello ed è morto, nonostante i disperati tentativi di rianimazione messi in atto dal medico e dai soccorritori della Misericordia, che gli hanno praticato il massaggio cardiaco e le altre manovre rianimatorie per quasi un’ora prima di arrendersi. La vittima è Stefano Giraldi, 35 anni, residente a Schignano. E proprio mentre era a casa il giovane si sarebbe sentito male, nel tardo pomeriggio di oggi. Un dolore fitto dietro la schiena che poi si è propagato al braccio sinistro. I chiari sintomi dell’infarto. Resta da chiarire come mai l’uomo non abbia chiamato subito il 118, invece di recarsi fino allaGuardia medica. Ma forse la cosa si può spiegare con il fatto che, secondo quanto risulta, Giraldi abbia accusato i primi dolori mentre stava allenandosi nella palestra di casa. Forse, quindi, potrebbe avere attribuito proprio agli esercizi fisici il dolore, decidendo di farsi vedere dalla guardia mdica solo per maggiore precauzione. Purtroppo, invece, è stato stroncato dal malore, con tutta probabilità un infarto fulminante. Sul posto si sono recati anche i carabinieri di Vaiano.

Il Prato cede di misura alla Sangiovannese e perde l’imbattibilità stagionale

prato-formazione-2010-2011Il Prato inciampa a San Giovanni Valdarno nel primo derby del campionato, interrompendo così l’imbattibilità stagionale. A decidere l’incontro un gol nel finale di Foglia, che ha trasformato al 41’ l’unica occasione confezionata dalla Sangiovannese nella ripresa. I biancazzurri dunque rimangono a quota sei in classifica. Gara brutta e poco emozionante, segnata da molti errori in fase d’impostazione e da numerose occasioni da gol fallite.
Partenza razzo dei biancazzurri che si rendono pericolosi sulle fasce con alcuni cross che impensieriscono la difesa della Sangiovannese, che rimane in stand-by fino al quarto d’ora, quando Calderini, servito in verticale da De Cristofaro, si mangia un gol già fatto. Il Prato subisce il contraccolpo ed al 29’ rischia ancora. Merini riceve palla all’altezza dell’area di rigore spalle alla porta, si gira in un fazzoletto, e calcia a rete. La sfera si stampa in pieno sulla traversa con D’Oria fermo a guardare la traiettoria. Da qui alla fine del primo tempo non succede più niente, se non l’infortunio dell’estremo difensore biancazzurro che, in seguito ad un rinvio da fondo campo, deve uscire anzitempo per un problema muscolare.
Nella ripresa il match stenta a decollare fino al 6’, quando il Prato fallisce un’ottima occasione da gol. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Zagaglioni sulla trequarti sinistra avversaria, Vaccarecci va a vuoto in uscita, la palla carambola sui piedi di Fogaroli che, leggermente defilato sulla destra, prova il pallonetto a porta semi sguarnita. La conclusione però si perde sul fondo. Passa appena un minuto ed i biancazzurri si rendono nuovamente pericolosi. De Agostini serve Vieri che trova un buon corridoio nella difesa palla al piede. L’estremo difensore avversario è attento e respinge in uscita. Al 14’ è ancora Prato. Tafi mette in mezzo un pallone delizioso dalla destra, Basilico si fa trovare nel punto giusto, al momento giusto e deposita in rete. Il gol però viene annullato per fuorigioco. Il ritmo del gioco cala vistosamente. Entrambe le formazioni lottano a centrocampo, sbagliando troppo in fase d’impostazione. La Sangiovannese non sembra reagire fino al 41’, quando, su un contropiede orchestrato bene, trova il gol del vantaggio. Pippi difende palla sulla corsia laterale di sinistra, serve l’accorrente Foglia che coglie impreparata la difesa biancazzurra, siglando il gol del vantaggio con un tiro sporco deviato da Collacchioni. Il Prato cerca il pareggio e due minuti dopo recrimina per una trattenuta in area di rigore su De Agostini.

Piazza Duomo passerella d’eccezione per trenta auto storiche, presenti anche tre ultracentenarie

aci_museoinpiazza1Grande successo per il quarto appuntamento di “Auto storiche a Prato – Il museo in piazza”  Memorial Cav. Carlo Casini, che ha portato in piazza Duomo trenta magnifiche signore delle quattro ruote giunte da ogni parte d’Italia per un evento organizzato da Automobile Club Prato, dalle associazioni sportive Effepi Group e Sport e Motori e dall’Agenzia per il Turismo, con il patrocinio di Coni provinciale, Provincia e Comune di Prato.
Piazza Duomo è stata uno scenario perfetto per le carrozzerie splendenti e per gli equipaggi, vestiti nello stile dell’epoca, con migliaia di curiosi e appassionati accorsi fin dalla mattina per vedere 100 anni di storia dell’automobilismo e votare la “preferita dal pubblico”. In mostra tre veterane ultracentarie (una Standard “Unico” del 1906, una De Dion Buton A.V. del 1907 e un’Ansaldo Brevetti T2 del 1908), modelli dei pionieri Fratelli Ceirano, tra cui quella usata nel film “La marcia su Roma” di Comencini, Torpedo, Lancia, Fiat e la Bugatti Spider guidata da Roberto De Niro in “C’era una volta in America” di Sergio Leone. Alle 19 il momento clou della giornata con la passerella d’onore e la cerimonia di premiazione introdotta dal presidente Aci Prato Riccardo Mazzoni che ha ringraziato la famiglia Casini, gli organizzatori e le amministrazioni locali per l’impegno e l’attenzione, concludendo con parole di ammirazione per quegli “splendidi simboli dell’ingegno umano. L’automobile di per sé non è uno strumento negativo, può esserlo solo l’uso che se ne fa”. Apprezzamento per l’evento e per la partecipazione della città anche da parte di Matteo Grazzini, assessore allo sport del Comune, e dal vicesindaco Goffredo Borchi. Ogni vettura è stata poi presentata da Mauro Cusmai, che fu speaker del 1° e del 2° Rally Coppa Città di Prato. Vincitrice assoluta, sia per il Trofeo Memorial Cav. Carlo Casini che per gli 800 voti giunti dal pubblico, è risultata la De Dion Buton A.V. del 1907, proveniente da Ravenna.
Ieri è stata anche inaugurata a Palazzo Vestri la mostra di manifesti, fotografie e memorabilia sulla storia del Rally di Prato dal 1977 a oggi e ai rallisti pratesi che nel corso degli anni hanno preso parte alla prestigiosa competizione. La mostra rimarrà aperta fino al 9 ottobre (orario: lunedì e giovedì 10-13/15-18, martedì, mercoledì e venerdì 10-13, 9 ottobre 10-13/15-19), quando prenderà il via da piazza Duomo la 19° edizione del “Rally Coppa Città di Prato”.

Nuove regole per il Made in, la Regione porta la sua proposta a Bruxelles con Provincia e Comune di Prato

madeinitalySaranno presnetato al vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani il documento della Regione Toscana sulla etichettatura del tessile e il ‘Made in’. E a farlo,oltre al governatore Enrico Rossi, saranno due esponenti di primo piano delle istituzioni pratesi: il presidente della Provincia Lamberto gestri e il vicesindaco Goffredo Borchi. L’appuntamento è per martedì 28 settembre. Proprio in questi giorni, infatti, e’ in approvazione al Parlamento europeo il Regolamento comunitario sull’aggiornamento della denominazione delle fibre tessili, che dopo una lunga gestazione (dal 2005) dovrebbe essere in dirittura d’arrivo. La proposta della Toscana parte dall’obiettivo di garantire condizioni di reciprocità negli scambi verso paesi terzi e parallelamente chiede alla Ue di accentuare il proprio impegno sul fronte del contrasto alle importazioni illegali, che rappresenta una minaccia concreta per l’industria europea. I nuovi possibili obblighi di etichettatura, secondo la Toscana, dovrebbero puntare alla qualità e non solo sulla tipologia delle fibre tessili, con informazioni sull’impatto ambientale delle produzioni, il rispetto dei diritti dei lavoratori e l’impiego di materiali nocivi per la salute dei consumatori. Durante la giornata sono inoltre previsti incontri con la rappresentanza permanente del Governo italiano presso l’Unione europea, con i parlamentari europei eletti nel Centro Italia e con i responsabili della Direzione generale della Commissione europea che si occupa di politiche regionali, a cui saranno illustrate le priorità del governo regionale.

Vaiano, via Selva a Sofignano invasa dalle canne. Masi: “Rischi per la circolazione e disagi ai cittadini”

via selva sofignano invasa dalle canneE’ diventata un’impresa percorrere via Selva nella frazione di Sofignano. Le canne che costeggiano la carreggiata hanno infatti invaso il manto stradale in alcuni punti rendendo difficoltoso e pericolosa la circolazione. Il problema ha  già suscitato le lamentele e le proteste dei residenti nella zona. Ora se ne fa portavoce Massimiliano Masi, consigliere di minoranza per la lista Vaiano Libera e sicura. “Si tratta – dice – del’ennesimo esempio di incuria di un’amministrazione comunale capace di fare proclami, ma di non saper gestire le problematiche quotidiane, che arrecano gravi rischi alla circolazione e agli automobilisti. Via Selva è una strada di collegamento dalla frazione Fornaci sia verso il cimitero che verso la chiesa di Sofignano e quindi molto usata soprattutto nei giorni festivi. Vaiano Libera e Sicura con un’interrogazione urgente in consiglio comunale richiederà un immediato intervento di taglio delle canne per la messa in sicurezza della strada, attualmente in condizioni davvero pericolose per il transito”.

Inseguimento, pestaggio e spari in aria: serata ad alta tensione in via Pistoiese

polizia-notte-volenteSerata movimentata quella di ieri in via Pistoiese: inseguimento in strada, pestaggio selvaggio, colpi di pistola sparati in aria. Non è mancato davvero niente, a rendere ancora più esasperata una situazione già critica per chi abita nella zona. I colpi di pistola, due, sono stati esplosi da una guardia giurata fuori servizio, che è riuscita così a salvare un cinese sul quale stavano infierendo a calci e pugni almeno altri tre connazionali, mentre in strada altra gente si era assembrata. E’ accaduto verso le 21.30, nel tratto di strada compreso tra via Pistoiese e via Umberto Giordano. La guardia giurata si trovava in casa quando ha sentito del trambusto venire dalla strada. Si è affacciato e ha visto un uomo preso a calci e pugni da almeno altre tre persone. Un pestaggio selvaggio. A quel punto ha iniziato a gridare poi, visto che gli aggressori non desistevano e che non c’era tempo di scendere in strada, ha preso la pistola e ha esploso due colpi in aria. Gli spari hanno avuto effetto e i tre aggressori si sono allontanati, lasciando la loro vittima a terra dolorante. Sul posto sono subito intervenute le Volanti della polizia che hanno soccorso il cinese e lo hanno fatto portare al pronto soccorso, dove fortunatamente le sue condizioni non sono risultate gravi. L’uomo, che è regolare ma parla molto male l’italiano, non è stato in grado di spiegare le ragioni dell’aggressione. Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di un regolamento di conti.

Al Museo del Tessuto si celebra il matrimonio tra cardato e alta moda: sfilano gli abiti di Pola Cecchi

modella-sfilata1Cardato e alta moda: un connubio che vuole guardare lontano, riproponendo il tipico tessuto pratese in una veste nuova e più appetibile per i mercati. Questo l’obiettivo della sfilata nata nell’ambito degli eventi del 60° anniversario dell’associazione, dalla sinergia tra Confartigianato Imprese Prato e Stone Eventi che vedrà sfilare stasera, domenica 26 settembre, alle 21,30 nello scenario del Museo del Tessuto, oltre 50 modelli proposti da una firma prestigiosa dell’alta moda sartoriale come quella di Giuliacarla Cecchi, il noto atelier fiorentino oggi guidato dalla “figlia d’arte” Pola Cecchi.
“Quando mi hanno proposto questa sfilata – racconta la stilista – ho pensato a trovare un legame forte con Prato. Allora ho ripensato a quando mia madre, nel suo laboratorio, utilizzava i tessuti cardati pratesi, anche perché a quel tempo non esistevano molte alternative, facendone la base delle sue stupende collezioni. Così ho voluto accettare la sfida di utilizzare quel tessuto trattandolo in modo adeguato per proporlo nell’alta moda”. Il risultato di questo lavoro sarà quindi visibile alla sfilata, che si intitola appunto “Dal cardato alla couture” con la regia dello Studio Mazzei, su cui la stessa Pola Cecchi promette di mostrare “capi assolutamente unici e mai visti, delle vere novità”. 
“Sarà una sfilata atipica, senza una vera passerella – spiega il regista Paolo Mazzei – anche perché gli spazi del Museo del tessuto non consentirebbero lo svolgimento di una sfilata tradizionale. Verranno quindi presentati 6 quadri di moda che avranno al centro l’accompagnamento musicale dal vivo con un pianoforte, un tenore e una soprano”. Ad aprire l’evento sarà un abito da sposa, anch’esso realizzato dalla Cecchi interamente in tessuto cardato.

Concerto lirico con cena benefica a Santa Lucia per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia

bandiera_italianaUn concerto per celebrare l’Unità d’Italia. Oggi, domenica 26 settembre all’anfiteatro di Santa Lucia (via del Guado) la musica lirica sarà protagonista della serata “150 anni dall’Unità d’Italia attraverso la lirica e le canzoni di un tempo”: l’appuntamento avrà anche lo scopo benefico di acquistare una nuova ambulanza per la Pubblica Assistenza di Santa Lucia. L’iniziativa è promossa dai commercianti di zona, dalla Pubblica Assistenza, dal circolo Arci e dalla parrocchia Regina Pacis, con il patrocinio della Circoscrizione Nord e il contributo di Consiag. Il programma della serata prevede alle 19 un apericena seguito, alle ore 21, dal concerto di musica lirica con la partecipazione di Chiara Vannini, soprano, Enrico Nenci, tenore, Alessandro Calamai, basso/baritono, e il Maestro Claudio Bianchi al pianoforte. In caso di pioggia o mal tempo lo spettacolo si terrà presso i locali del circolo Arci in via del Guado. Info: tel.0574.692362

Basket, la Minorconsumo.it si tuffa nell’avventura della B: il debutto al PalaToscanini con la Sangiorgiese

farinon-e-biscardi-minorconsumo.it drgaonsC’è tanta curiosità ed un po’ di apprensione in tutti i Dragons, impazienti perché vogliono finalmente rendersi conto di quanto vale la Minorconsumo.it, e sapere se potrà dire la sua in un campionato nuovissimo per i lanieri, sia perché è la prima volta che la squadra si affaccia ad una ribalta così importante, sia perché sempre per la prima volta, non saranno le avversarie umbre, laziali e sarde da dover affrontare, ma inserite nel girone A, le toscane dovranno vedersela con le sconosciute lombarde, oltre che con Torino e con i favoritissimi liguri di Vado.
L’appuntamento è per oggi, domenica, alle 18, quando nel rinnovato PalaToscanini arriva la Sangiorgese per il debutto del Prato nella serie B. La formazione pratese ha cambiato pochissimo, inserendo nel roster solo Capecchi e Moroni, mentre della squadra che ha conquistato l’impronosticabile promozione, non ci saranno più la “bandiera” Gianluca Lazzeri, il bomber Cristiano Mastrantoni ed il giovane play Alessandro Nieri.
Per arginare l’entusiasmo dei lombardi di San Giorgio su Legnano e provare a partire con il piede giusto sul parquet di casa, coach Bini chiede ai suoi una prestazione di carattere senza le amnesie evidenziate nelle gare amichevoli disputate in precampionato. A preoccupare è ancora la situazione dell’infermeria dove a qualche acciacco dovuto ai carichi dell’allenamento si aggiunge l’impossibilità per Consorti di essere della partita, nonostante il prodigioso recupero dopo l’intervento al tendine di Achille effettuato i primi di aprile, anche se la forte ala pratese sta già lavorando in gruppo con i compagni. Inoltre Taiti è reduce da un intervento al setto nasale; scenderà sicuramente in campo protetto da una maschera, ma non potrà certo essere al cento per cento. A fungere da jolly, nei due spot di ala piccola e ala forte il tecnico pratese potrà tuttavia contare sull’apporto di Marco Prayer, in procinto di trasferirsi in Australia per lavoro, ma arruolato almeno per le prime due gare di campionato. A parte Capecchi, Moroni e Taiti, gli altri, a partire da capitan Corsi, Biscardi, Staino, Vannoni e Banci saranno all’esordio nella serie cadetta. Esordio anche per Farinon, che ha tuttavia svolto la sua carriera in serie professionistiche, per poi giocare gli ultimi 4 anni in C.