Esce “Le note di Cecco” con le più belle canzoni di Nuti e il Festival del Cinema gli dedica un evento speciale

Un evento speciale al Festival del cinema di Roma e un disco con tutte le sue canzoni più belle, compresi alcuni inediti. Francesco Nuti torna prepotentemente alla ribalta con due iniziative che puntano  atenere vivo il ricordo e l’attenzione su uno degli artisti più geniali nel panorama nazionale. Il Festival di Roma 2010 dedica un evento speciale al mondo di Francesco Nuti ed ai suoi film. Il 5 di novembre alle ore 16.30 presso la sala Petrassi, per la sezione ” Eventi speciali”, verrà proiettato il documentario ” Francesco Nuti…e vengo da lontano” di Mario Canale, un ritratto accorato realizzato attraverso le testimonianze di parenti, amici e colleghi che hanno incrociato la propria strada con quella di “Cecco”.
In questa occasione verrà letto un breve discorso scritto da Francesco il quale non potrà essere presente alla presentazione. Le musiche sono di Giovanni Nuti, tra i vari brani scelti ne ritroviamo due tratti dall’album in prossima uscita ” Le note di Cecco “, più precisamente i due inediti “Marylin” e “Muro di stelle”.
“Le note di Cecco” è un progetto prodotto dallo stesso Francesco, dal fratello Giovanni e dall’amico e maestro Marco Baracchino. Realizzato da Vinile – Edizioni Myrope, contiene una rivisitazione delle più belle canzoni dei film di Francesco e altri inediti preziosi. “Questo album – si legge nelle note di presentazione – si intitola le note di Cecco perché non solo raccoglie i fiori delle colonne sonore del cinema di Francesco Nuti, ma racconta anche i suoi inizi di attore, cabarettista e di cantante; rappresenta per Giovanni Nuti l’evoluzione della sua carriera di cantautore e di poeta. Brani come Lovelorn Man, Rose, Giulia e The Game of Love sono stati riarrangiati da Marco Baracchino e cantati nuovamente da quegli interpreti, che hanno sempre accompagnato Francesco nella sua carriera di regista. Canzoni come Il Muro di Stelle e Guardami rappresentano le vicende più recenti dei fratelli Nuti, musiche per nuovi progetti, per nuove immagini. L’album racconta tutta questa storia e presenta al pubblico, per la prima volta, tre inediti preziosi, I Dementi, Quadro Quotidiano e soprattutto Marilyn, struggente e “irripetibile”, registrata poco prima che Francesco cadesse e ci regalasse questi anni di silenzio”.

I commenti sono chiusi.