L’INTERVENTO/Manzan (Prato Nord): “Serve un ripensamento sul Parco di Galceti, questa estate troppe cose non hanno funzionato”

Dopo le polemiche nate quest’estate intorno al parco di Galceti e più in generale nella zona di Galcetello è giusto fare alcune considerazioni. Da tanti anni il Parco di Galceti è una ricchezza per la Circoscrizione Nord e per l’intera città. E’ meta di tantissime persone, di intere famiglie che sentono il bisogno di uscire dal caos della città per vivere alcune ore a contatto con la natura ed il verde. In questi ultimi anni la Circoscrizione ha proposto iniziative ed eventi  di carattere culturale ,sociale, sportivo ed ambientale per andare incontro alle attese dei cittadini creando “alternative al centro” e riscuotendo un indubbio interesse.
Quest’ estate, però, qualcosa si è incrinato nel rapporto fra residenti, fruitori del Parco ed operatori che svolgono la propria attività all’interno e nelle vicinanze del Parco. Occorre, quindi, riallacciare questo rapporto, nel rispetto delle regole date dalle normative vigenti, nell’interesse della collettività. La Circoscrizione  Nord si impegnerà a conciliare le esigenze dei soggetti coinvolti creando occasioni di dialogo e di confronto . Quello che si chiede in primo luogo è un reale ed efficace controllo, mancato la scorsa estate, da parte dell’amministrazione comunale relativo alle attività ed alle iniziative che si potranno sviluppare sul  territorio. E’ questo il motivo per cui, da luglio, abbiamo fatto richiesta di un incontro con l’assessore competente Borchi;  vorremmo un parere su quanto accaduto in questo ultimo anno, e soprattutto quali strumenti l’amministrazione deciderà di utilizzare  in futuro per risolvere i problemi che si sono presentati. Ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta.
Nell’ultimo consiglio di circoscrizione del 13 ottobre è stata fatta la proposta di convocare un “Consiglio di Circoscrizione aperto”  con la presenza degli assessori di competenza per discutere sul tema della conservazione e della valorizzazione del parco di Galceti. Ad oggi anche per questa ultima richiesta non abbiamo ricevuto risposta.Noi rimaniamo in attesa di risposte e con noi tanti cittadini.”

Alberto Manzan
presidente Circoscrizione Prato Nord

Un pensiero su “L’INTERVENTO/Manzan (Prato Nord): “Serve un ripensamento sul Parco di Galceti, questa estate troppe cose non hanno funzionato”

  1. Per quanto riguarda i ‘fruitori’ del parco (visto che mi ritengo come tale) ed anche dal punto di vista del patrimonio che un parco rappresenta per la collettività. Volevo esprimere il mio dissenso per la gestione dello spazio dopo che è terminato l’evento BlackOut Festival, infatti per diversi giorni l’area interessata non faceva sembrare di essere in parco verde e pulito, ma nell’area di smistamento-discarica dell’ASM del Macrolotto … che brutto vedere tutti quei rifiuti e quello sporco. Nota di demerito a chi non ha provveduto o comunque a chi non si è fatto carico di ripulire l’area in tempi accettabili, sono passati diversi giorni e sopratutto diverse segnalazioni anche su questo sito per poter riottenere il parco pulito. Parco che ricordo è ‘vissuto’ anche da molti bambini … che idea si possono essere fatti dei ‘grandi’ sa lasciano tutto questo sporco :-(
    Inoltre vorrei segnalare anche che troppe auto e mezzi a motore circolavano all’interno del parco, sopratutto per raggiungere l’area gestita all’interno di Villa Fiorelli, tanto è vero che per agevolare una migliore percorribilità è stato steso anche un bello strato di ghiaino … volevano arrivare con l’auto e ci volevano arrivare anche in velocità, tante volte me li sono ritrovati che all’altro mi ‘stiravano’. Meno male che vado in un parco per stare lontano dallo smog e dai veicoli °_°
    Non dico che non si debbano fare ed organizzare questi eventi, ma ci devono essere delle regole e ci si deve sincerare che queste vengano rispettate.
    Saluti