Fermato nuovamente a guidare senza patente e su un’auto che era sequestrata. Chiama un amico per tornare a casa, ma anche lui guidava senza la patente!

A raccontarla così sembra quasi il canovaccio di una commedia brillante. Invece è quello che è accaduto nella serata di sabato nella zona di Maliseti. Verso le 21 una pattuglia della Volante ha fermato in via dell’Artigianato una Skoda Octavia alla cui guida c’era un cittadino nigeriano di 34 anni, regolare in Italia e residente a Prato. L’uomo era un volto noto ai poliziotti che già altre volte in passato lo avevano fermato mentre guidava pur non avendo la patente. E la storia si è ripetuta anche stavolta, visto che il nigeriano continua a non sostenere l’esame di guida, ostinandosi peraltro a guidare. Così gli agenti lo hanno fermato e denunciato per l’ennesima volta per il reato di guida senza patente. Ma le sorprese non erano finite qui: facendo accertamenti sull’auto, infatti, è risultato che nemmeno quella poteva circolare essendo sottoposta a sequestro amministrativo ancora in atto. Il proprietario, un connazionale del 34enne, è stato quindi denunciato per omessa custodia di cosa sottoposta  sequestro e stavolta l’auto è stata portata al Soccorso stradale. Ma ancora il bello doveva accadere: il nigeriano, trovatosi a piedi, ha infatti chiamato un amico che nel giro di poco è arrivato a bordo di un furgone Transit. I poliziotti hanno naturalmente controllato anche lui, nigeriano di 36 anni residente a Livorno. E con stupore hanno scoperto che nemmeno lui aveva l patente. Dunque, anche in questo caso denuncia per il 36enne. E stavolta di due nigeriani si sono dovuti incamminare a piedi.

I commenti sono chiusi.